Recensioni su Catan Indice ↑

Articoli che parlano di Catan Indice ↑

Eventi riguardanti Catan Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Catan Indice ↑

Video riguardanti Catan Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Catan: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
123179
Voti su BGG:
84130
Posizione in classifica BGG:
320
Media voti su BGG:
7,20
Media bayesiana voti su BGG:
7,04

Voti e commenti per Catan

5

Nessun commento

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

9

Che dire! Su questo gioco è già stato detto tutto! E' un classico che non si può non avere nella propria collezione.
All'inizio può sembrare difficile, ma capiti i meccanismi diventa un ottimo gioco per famiglie. A tratti ti rilassa: quando ci si prepara con le materie prime che si hanno a disposizione a costruire; ma poi avvince sul finire quando quasi tuttti sono lì lì per costruire l'ultima città che ti da il punto vincente!
Stupendo.

8

Nessun commento

7

Diciamo 7.5

Semplice, veloce, divertente, adatto anche a neofiti. Il fattore fortuna conta, e molto, ma basta non predere il gioco con troppo agonismo e ogni partita rimane molto piacevole. Di contro la strategia di gioco è un po' limitata (per questo non do 8), ma comunque non assente (un attento piazzamento di strade e colonie è fondamentale per avere più chance di ottenere materie prime e bloccare gli avversari).
Il commercio permette una buona interazione tra i giocatori e aiuta un po' chi ha sempre sfortuna con i dadi.

Adattissimo per iniziare amici neofiti ai giochi da tavolo, ma anche per divertire gli "esperti" quando non c'è tempo/voglia di cimentarsi in cose più complesse.

9

Pietra miliare, mi associo al coro di voci positive

8

Il miglioro Filler. Regole semplici, ottima interazione tra i giocatori, divertente.

Non è bello ciò che è bello...
MA CHE BELLO, CHE BELLO, CHE BELLO!

8

Nessun commento

4

Sarà anche uno dei giochi più diffusi, più giocati e più apprezzati del mondo, ma, a costo di peccare di lesa maestà, devo dire che a me proprio non piace. Ci ho giocato qualche volta ma non mi sono mai divertito. Non conosco le espansioni che, a quanto mi è stato detto, lo rendono più divertente, ma con tutta sincerità mi interessa poco.
Peccato perché il gioco nella sua logica, in fondo, non è male, anzi: produzione di risorse, costruzione di strade, commercio, espansione, interazione con gli avversari… Il problema è fondamentalmente uno: il lancio dei dadi! Tutto finisce inevitabilmente per basarsi su quello e, per la mia opinione, si tratta di un difetto insormontabile, perché rende il gioco completamente casuale e rovina di conseguenza anche tutto il resto (che invece, ripeto, mi sembra architettato piuttosto bene). Un’altro grande difetto, e questo penso dipenda dalla casa di distribuzione, ovvero la Tilsit, è il regolamento, scritto e concepito malissimo (e dire che le regole sono elementari), per non parlare del materiale scadente (soprattutto il cartoncino delle tessere).

7

Gioco carino che piace molto alla mia ragazza che sfortunamente mi appioppa sempre il brigante! Gli altri vincono perkè ci tagliamo le gambe a vicenda! a parte questo è un gioco si carino ma la fortuna la fa da padrona e se i tuoi numeri non vogliono uscire possono essere cavoli.

9

Nessun commento

8

Abbastanza semplice da capire anche per i novizi, le trattative e gli scambi sono più avvincenti se si gioca in almeno 4.

5

Noioso, per conto mio sopravvalutato

9

Nessun commento

8

Il mio primo gioco, ci sono affezionato e ci gioco sempre volentieri. Unica pecca secondo me è la troppo importanza della fortuna dettata dai dadi...

7

Ok, in basso potete leggere il commento messo due anni fa....ora direi che è il tempo di abbassare almeno un voto per Catan.
Resta uno dei giochi da proporre ai neofiti e nella valutazione va comunque considerata la data della sua pubblicazione (1995...era un altro mondo per i boardgame). I neofiti si divertiranno anche a battervi, perchè si coalizzeranno inevitabilmente contro di voi "esperti" (e a Catan la diplomazia vale più del dado....)...poi viene l'esigenza di passare ad altro:)

--------------------------------------------------------------------------------
17/02/2008
Un 8 che non è proprio un 8. Perchè il gioco è abbastanza semplicistico ed il dado paga a volte più della strategia. Ma è un gioco che ha il suo posto nella storia, anche nella mia, visto che è stato il primo "german" (certo poi è stato sostituito da Puerto Rico, Power Grid,....)
Visto che il gioco è già beve a che serve giocarlo nella ormai diffusa (soprattutto online) versione "tournament": dare già una città all'inizio ha il solo efetto di aumentare il fattore alea.
Con le espansioni, varianti, spin-off di questo gioco penso che si sia più che esagerato, ma il mercato è così.

7

Light game piacevole, credo che diventi ancor più piacevole con le espansioni che mi riprometto di acquistare al più presto. Lo consiglio a chi vuole passare una serata soft e in relax.

7

gioco semplice ma efficace, molto avvincente. Molto carino anche il gioco gratuito su internet che ha ispirato: Travian.

7

giocato davvero tanto, me ne sono un po' allontanato... resta un ottimo titolo soprattutto come introduzione al mondo dei giochi in scatola.

7

La pecca di questo gioco è che per poter giocare in più di 4 è necessiario comprare l'apposita espansione.

7

Nessun commento

Una volta eliminato l'impossibile, quello che resta, per quanto improbabile deve essere la verità. - S.H.

8

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Giocato tantissimo, può nn piacere a tutti però.
Un buon titolo per iniziazione ludica.

7

Bellissimo gioco rovinato dal predone e da quel dado maledetto.

9

E' stato il mio primo gioco. Inutile dire che mi ha aperto un mondo fantastico

7

Abbastanza bello,
l'interazione tra i giocatori raggiunge altissimi livelli... a volte si rischia la lite ;-)
Il fattore aleatorio conta comunque molto... ma a volte rende il gioco più divertente no?
...un gioco sicuramente non ai livelli di Puerto Rico, Caylus o Power Grid!!

7

Catan... è diventata quasi una malattia... l'ho conosciuto per caso... mi ha incuriosito e l'ho preso. Nel giro di un anno, tra tutti i miei amici ne abbiamo 4base, 1 pirati, 1 città e cavalieri e 2 espansioni da5/6. che dire... ha spopolato. Perchè? Perchè è semplice, immediato e divertente. Giochi e piacevolmente vedi le tue colonie che si espandono sull'isola grazie ai tuoi scambi e alle tue costruzioni. L'idea dell'isola che si rigenera diversa ad ogni partita è una delle cose che affascina di più. Udite! Udite! Piace anche alle ragazze... può essere giocato in maniera rilassata o impegnata e in quasi tutti i casi la soddisfazione non manca. Nota stonata... i dadi... ne rappresentano la varietà, ma anche la dipendenza da essi... una forte dipendenza. E' triste rimanere impotenti perchè non si hanno risorse semplicemente perchè non vengono. Rimane un gioco leggero con una meccanica fantastica, nato da una idea geniale. Io personalmente preferisco giochi un pò più impegnativi, ma a una partita a Catan tra amici difficilmente rinuncio. Ha un suo fascino.

8

Coloni Coloni Coloni .. scambio, uno fra i primi giochi.. meravigliosi...

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

8

Nessun commento

8

molto bello, facile anche per giocatori occasionali.
c'è anche interazione e strategia

7

ottime versioni dello stesso gioco. un classico, ormai datato che raramente rispolvero. resta un gioco che ha segnato un epoca e forse la prima vera introduzione della scuola tedesca nel mercato italiano. almeno da quello che ricordo. da vere e provare almeno una volta.

9

Nessun commento

8

Nessun commento

9

Gioco che ha fatto conoscere gli autori tedeschi in tutto il mondo. Semplice e affascinante, piace sia agli incalliti che ai neofiti. Tra le geniali idee che ne hanno decretato il successo planetario: le trattative per gli scambi di carte tra giocatori, la mappa componibile e sempre diversa, l’assenza di tempi morti in attesa del proprio turno. A lungo andare, può pesare la componente fortuna legata ai dadi, ma resta perfetto per i tornei: veloce e mai banale.

9

Semplicità del regolamento (si impara a giocare in cinque minuti), divertimento, durata non eccessiva e strategia sono i fattori che rendono questo gioco imperdibile.

2

Vota bene, vota spesso. Ogni tanto mi piace rivedere alcune valutazioni per tenerle aggiornate. Così il 7 di qualche mese fa sceso a 5, dopo altri 12 lo porto definitivamente a 2. Palloso, brutto in assoluto e sbilanciatissimo grazie ai dadi: qui non servono per colorire ma sono ossatura base e determinante. Ti posizioni alla bene meglio e speri nei risultato: WOW! Che figata! La strategia va un pò di pari passo, non molto pianificabile come si può intuire perchè brutto tiro=no produci=non fai niente. Le cose da fare sono 3 in croce, l'interazione è marginale e la fase di commercio arriva presto a noia. La disposisizione di colonie e strade è da valutare tantissimo perchè nonostante si rivolga ad un target medio (basso) una cattiva pianificazione taglia completamente fuori dal gioco. Avendo a disposizione titoli più completi (non complessi, ripeto completi) mi pare solo una perdita di tempo giocare a Catan. Si salva ben poco: è modulabile, vario (pressocchè infinito nel setup) e per i giocatori da avviare al mondo dei board game può essere il trampolino di lancio ideale come i vari Ticket to Ride o Carcassonne e addirittura Citadels benchè siano molto più seri e con spessore questi ultimi. Il manuale rapido è stato un piccolo gioiello. Con oltre 110 (dai 60 dello scorso commento) giochi provati continuo a non vedere nulla di così semplice e funzionale per imparare la baracca alla svelta.

Ad ogni modo il premio personale di gioco sopravvalutato lo vince i Coloni di Catan, mi vengono le bolle sulla pelle come una infezione pestilenziale anche solo sentendolo nominare, o peggio, sentirne in lontananza l'odore. Lui e ovviamente i copia/incolla delle 57489237 versioni tutte uguali. Non abbasserò la media di un millimetro ma almeno lascio un segno di protesta. Punto.

7

Gioco carino e leggero, ottimo per introdurre neofiti al mondo del boardgame.
Il gioco dipende molto dalla fortuna (se il dado non gira, stai al palo per diversi turni) e necessita della giusta compagnia, visto che devi scambiare merci per poter andare avanti.
Quindi, se non ci sono i presupposti, si può facilmente affossare un gioco che fa della semplicità la sua arma vincente. Se ne tengano alla larga i cultori dei giochi tedeschi "duri e puri" (qui si pianifica al momento, si tira il dado e si incrociano le dita), chi non ama contrattare e chi ha qualche conto in sospeso con gli amici al tavolo (in tal caso il brigante verrà spesso a trovarvi, vanificando i vostri piani).
Va preso com'è, un semplice gioco per passare un po' di tempo. Questo è il suo pregio e il suo difetto più grande.
Il voto è un 7 perché è ottimo per introdurre giocatori, ma temo che ben presto possa venire soppiantato da giochi di maggior spessore.

PREGI: Ottimo introduttivo, regole semplici e veloci, alta interazione tra i giocatori.

DIFETTI: Longevità limitata, Fattore alea marcato (Dado produzione)

(Commento basato su due partite)

Vendo Giochi
[spoil]NUOVI
Sword & Sorcery
Galaxy Defenders + KSExcl. + 2°KS
Stephenson Rocket KS
Azzardo di Bespin, Regno di Jabba + pack
Apocalisse (esp. The Others)
Zombie 15
Rattle, Battle... ITA
Claustrophobia
WQ Silver Tower
Space Hulk 4a ed.
Dreadfleet ITA
Space Cadets Duel Fighter
La lepre e la tartaruga
La Famiglia
Bandits on Mars
Medici Card Game
Mazzi Warcraft Card Game
Ravenloft:
Domini del Terrore
L'Antico Terrore
Ululati nella notte
Castel Spulzeer

Per i giochi usati chiedete[/spoil]

6

Nessun commento

8

Semplice senza essere banale e completamente privo di tempi morti, con plancia modulare in modo che ogni partita sia diversa... perfetto, tranne i casi in cui la sfortuna si accanisce contro qualche tipo di bene che non esce mai (aiuta comunque scegliere le piantagioni coi numeri più probabili e tenere presente la possibilità di scambiare con i porti).

If the doors of perception were cleansed, everything would appear to man as it is: infinite

9

Gioco bellissimo!! Merita proprio ogni minuto di gioco. La parte + bella è che 6 sempre in gioco anche quando è il turno degl'altri!! Consigli: Prendete l'espansione 5-6 giocatori!!
Pecca: Non molto longevo!

8

Uno dei primi amori. Belle meccaniche, ma con quella dose di fortuna che rende diverse tutte le partite.

5

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Nessun commento

4

Veramente noioso, troppo sopravalutato, non ho trovato stimoli dal primo all'ultimo minuto di gioco, mi spiace ma preferisco altro. Lo venderò al più presto.

Lunga vita e prosperità.

Come è morta Lucy?
Bèh…
Ha sofferto molto?
Sì, ha sofferto molto, ma poi le abbiamo tagliato la testa, conficcato un paletto nel cuore e l’abbiamo arsa. Finalmente ha trovato la pace!

8

Facile da imparare e da far imparare. Bello il fattore casuale per la posizione di tessere e numeri a inizio partita, meno bello il fattore "terga" sui tiri di dado. Un grande classico.

8

Nessun commento

ciaps eriadan

8

A me piace definirlo il punto di partenza per introdurre i babbani ai boardgames: piacerà a tutti. La meccanica di gioco è semplice e immediata ma occorre una buona dose di strategia per riuscire a spuntarla. Molto alta l'interazione tra i giocatori anche durante i turni degli altri, grazie al tiro di dadi per tutti ed al commercio delle risorse.

7

Bel gioco che permette con delle semplici dinamiche a passare delle piacevoli serata senza doversi cervellare sulla strategia.

7

Immediato nell'apprendere le regole. Partite divertenti ed animate dalla fase di commercio.

E' piaciuto a tutti e la sua rigiocabilità (grazie alla mappa componibile) e alla durata non eccessiva delle sfide lo rendono un ottimo prodotto per i novizi, ma è anche apprezzato da gamers più navigati. Le espansioni aumentano la variabilità e la longevità del prodotto. Un ottimo gioco per introdurre i neofiti nel giro...

Consigliato caldamente a tutti i principianti (soprattutto).

"Allora il Capitano Nero si rizzò sulle staffe e urlò con voce spaventosa, pronunciando in qualche ignoto linguaggio parole di potere e terrore tali da lacerare cuori e rocce..."da L'assedio di Gondor (Il Signore degli Anelli)

7

Nessun commento

Oi! colui che esita è perduto! o COLEI...

7

Nessun commento

8

Bel gioco, facile da apprendere e da giocare. Ma non banale.

Bello anche da giocare in 2 (nella sezioen download della Tana trovate le regole).

6

Indubbiamente sufficiente e storicamente importante, ma non mi piace molto. Fai dei conti sulle probabilità e poi i dadi fanno tutt'altro... anche gli acquisti degli sviluppi sono aleatori... non fa per me.

6

Nessun commento

8

Nessun commento

LUDICI si nasce....Ma F.I.T.A. si diventa. B-M-F forever. Mitico Aledrugo che pur di non far vincere EvD si prostra, si sodomizza e fa diventare RE STEC....che dire tanto temuto e tanto Onore. Grazie di esistere Aledrugo.

9

Nessun commento

Sois grand avant d'etre gras (Paul Eluard)
//www.triware.it/ebay/richard/100stazioni.png)

7

Nessun commento

7,5

ottimo: non troppo lungo, abbastanza facile da essere usato con absolute beginners e divertente anche quando non è il proprio turno. Certo, dopo l'ennesima partita tende ad annoiare, la profondità strategica è limitata...

7

Il mio primo gioco "diverso" dopo risiko e D&D: mi ha affascinato all'inizio, ma poi me ne son allontanato perchè il dado regna sovrano sprezzante delle migliori strategie. Comunque è un sempreverde, che di tanto in tanto gioco ancora per relax a fine serata, ed è ottimo per avvicinare nuovi amici al mondo dei giochi.

L'unico seguace di CC buono ... è quello bloccato senza scampo!

9

Nessun commento

Associazione Ludica Romana
Il Presidente
--------------------------------
nuke.ludicaromana.it

7

Nessun commento

8

Nessun commento

Joker74

8

Nessun commento

7

ho visto gente scannarsi per un'argilla o un sercio(minerale),amici che pur di non dar via un legno piuttosto lo bruciavano nel camino...divertente 'sti coloni.

"maledetta argilla..chi mi dona un'argilla per un legno? per una pecora? per un grano? maledetti...maledetti coloni della malora..."

10

A mio avviso il capolavoro assoluto dei board game tedeschi.
Grande profondità strategica sin dal piazzamento iniziale, varibilità estrema delle partite grazie al tabellone casuale, fortissima interazione tra i giocatori, e regole tutto sommato abbordabili anche per i neofiti.
Penso sia molto adatto a far avvicinare anche giocatori non abituali al mondo del gioco un po' più impegnato, ma anche molto adatto ai giocatori abituali.
Se si vuole trovare un difetto si può dire che un gioco coi dadi ha sempre una componente casuale che può rovinare qualche partita, ma alla lunga è sicuaramente uno dei miei preferiti.
Non mi convincono molto le espansioni, soprattutto Città e Cavalieri che, a mio avviso, lo appesantisce, lo rallenta e finisce col rendere sempre più forte il giocatore in vantaggio limitando quelle possibilità di riequilibrio che sono invece molto forti nel gioco base; ma a molti piace per cui va bene così.

8

La sua semplicità e immediatezza sono pari alla sua genialità e divertimento.

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Ottimo per iniziare a passare da giochi semplici a nuovi orizzonti! Buon gioco, rapido, semplice da capire e divertente...

8

Nessun commento

9

Nessun commento

8

il GdT con la plancia componibile lo trovo davvero geniale e la combinazione tra posizionameno e trattativa tra i giocatori rende la partita sempre vivace per tutti anche quando non è il proprio turno. Peccato per la troppa influenza del tiro ai dadi che può condizionare fortemente la partita.
Nel gioco di carte per 2 la variabilità è ancora più ampia e non c'è mai una partita uguale all'altra. Lo trovo decisamente superiore al gdT, più strategico, divertente e non annoia mai, anche se la componente dadi può fare la differenza.

7

Nessun commento

8

Piacevolissimo gioco gestionale di colonizzazione. Preferisco la modalità strategica a quella basata sul tiro dei dadi, perché il caso a volte rende spiacevoli e noiose le partite se non si ha "fortuna".
Bellissimo il tabellone e la possibilità di personalizzarlo.

9

Probabilmente di questo gioco è stato detto di tutto e di più, e altrettanto probabilmente il mio commento non farà che confermare quello degli altri... sicuramente positivo.
“Coloni di Catan” manifesta la caratteristica principale dei giochi di stampo tedesco, ovverosia la strategia. Un denso livello di strategia a fronte di un medio-basso fattore fortuna. La preparazione del gioco è molto semplice e veloce, ma già da questi primi step le scelte preliminari dei giocatori possono rivelarsi fondamentali per lo sviluppo futuro. Il gioco si articola attorno al concetto di approvvigionamento di materie prime e loro strategico utilizzo per convertirle in punti vittoria: strade, colonie, città, carte sviluppo. Ogni più insignificante scelta può rivelarsi di vitale importanza.
Nel complesso direi che “Coloni di Catan” piace molto e a tanti, tanto da essere diventato uno dei giochi da tavolo più famosi degli ultimi anni e, credo, per due aspetti fondamentali: semplicità di regole e buona interazione tra i giocatori. Ovviamente se l’aspetto strategico non vi piace, questo non sarà uno dei vostri giochi preferiti.

"Il terrore travalica la mia capacità di razionalizzare!" - Igon Spengler

7

Veloce da giocare, velocissimo da spiegare. Il fattore fortuna è presente ma si può tenerlo in parte sotto controllo grazie alla statistica (giocando con un D12 allora sì che sarebbe fortuna e basta!). Il tabellone a me piace...ma sui gusti personali non si può obiettare. Detesto invece le carte: troppo piccole.Non possiedo espansioni nè ho intenzione di comprarne: il gioco va bene cosi' com'è. Ottimo per un dopocena o, comunque, per una serata non "dedicata" al gioco.
Giocato troppo di frequente, del resto, viene a noia velocemente.
il 7 è piu' vicino al 6 che all'8. Rimane cmq il gioco da tirare fuori quando non ci sono giocatori "seri"

"Non ci sono uomini come me. Ci sono io. E basta"

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare