Keltis: Das Kartenspiel

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,12 su 10 - Basato su 31 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2009 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 20 minuti
Categorie gioco:
Card GameNumber

Recensioni su Keltis: Das Kartenspiel Indice ↑

Articoli che parlano di Keltis: Das Kartenspiel Indice ↑

  • [Approfondimenti] 7 giorni in spiaggia...e un mare di carte
    Articoli
    7 GIORNI IN SPIAGGIA… E UN MARE DI CARTE! Amici Goblin: è tempo di Mare! E vogliamo partire senza qualche gioco? Vogliamo proprio darla vinta ai nostri amici (quelli cattivi cattivi dentro) che ghignando non aspettano altro che dirci: “...
    Autore:
    Mod_XXII

Eventi riguardanti Keltis: Das Kartenspiel Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Keltis: Das Kartenspiel Indice ↑

Video riguardanti Keltis: Das Kartenspiel Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Keltis: Das Kartenspiel: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1896
Voti su BGG:
1221
Posizione in classifica BGG:
1420
Media voti su BGG:
6,76
Media bayesiana voti su BGG:
6,20

Voti e commenti per Keltis: Das Kartenspiel

7

Bel giochino di carte,di numeri e colori,intrigante e di facile apprendimento,consigliato in viaggio e per una serata in chiacchera e sgranocchio,meglio se in un iris pub.

6

Rapido, snello e divertente.
Ottimo filler che gira niente male anche in 2.

7

Gioco carino e veloce, simpatico ma un filo freddino.

Concordo con Hungryghost. ;-)

L'essenziale è invisibile agli occhi.

7

Bel gioco di carte.
Pregi:
- Ottimo giocato in 2 giocatori, dove la fortuna conta, ma in modo abbastanza marginale. Ad ogni turno le scelte possono anche essere decisive.
- Materiali molto buono. Le carte sono chiare e resistenti.
- Scatola piccola che si può portare ovunque.
Difetti:
- In 3 e 4 giocatori la fortuna ha un peso maggiore e il gioco perde un po'.
- E' molto astratto (ma non necessariamente è un difetto e questo vale soprattutto nei giochi di carte).
Consiglio l'acquisto e vi suggerisco anche di provare Keltis Das Orakel, che presenta lo stesso meccanismo di base nella gestione delle carte, ma aggiunge interessanti elementi che aumentano le possibilità di scela.

8

Gioco di carte piacevole e veloce che si presta molto bene come simpatco intermezzo.

"ludus est necessarius ad conversationem humane vite"

8

Nessun commento

8

Bel gioco, semplice da apprendere, veloce e divertente.
Concordo con gli altri pareri quando dicono che è freddo/astratto.
La componente di fortuna può influenzare anche la dinamica di gioco e può accadere che le pile delle carte scartate rimangano praticamente sempre vuote, ammazzando l'appetibilità del gioco che diventa un semplice pesca e gioca... ovviamente la probabilità che accada è molto bassa, ma può succedere.
Il mio voto è comunque sicuramente positivo.
A mio avviso, una carta "bigino riassuntivo" per giocatore, con i punteggi delle file, poteva essere utile.

7

Con molte partite in due e in quattro ormai alle spalle, posso dire che è un gioco di ottime qualità, è semplice ma necessita di riflessione e molta tattica, dovendo cambiare in corsa il proprio gioco secondo la pesca delle carte e gli scarti dell'avversario. Come filler uno dei migliori mai provati. Voto effettivo 7.5

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Baol&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

8

Complimenti e grazie per la recensione: Mage merita sempre un pò d'attenzione.

Conosco bene entrambi i Mage e devo dire che quello "Il Risveglio" lo valuto con difficoltà, nonostante poi l'8 sia del tutto meritato...Da un lato, quello del sistema, è un gioco raffinato e profondo che, ignorando qualche piccola imperfezione, porta anche un pò di ordine se padroneggiato, creando un perfetto equilibrio tra il lancio di incantesimi codificati e la taumaturgia creativa...I Maghi possono tutto con la volontà e questo era anche il motto del vecchio Mage...
Dal punto di vista dell'ambientazione, beh...Sono il primo a dire che NON andrebbero fatti parallelismi col vecchio mondo di tenebra, ma i richiami ci sono e la WW avrebbe davvero potuto fare di meglio per evitarli...Diciamo che, al di la dei paragoni spiccioli, se devo giocare un Mago preferisco farlo nel VECCHIO environment, dove c'erano concetti profondi, una grande analisi della psiche e dell'animo di maghi e non, dove il cosmo aveva un significato enigmatico e complesso, dove ogni singola scelta corrisponde a un grande "momento"...

"Il Risveglio" si incentra sul "solito" schema matrixiano, che pesca a piene mani da "kult: Beyond the Veil": cambiano i nomi, ma i concetti sono gli stessi...

Il cuore di "Maghi: Il Risveglio" è molto "misterioso", più proiettato nella modernità, legato a tradizioni scomparse, alla ricerca di oggetti magici, allo studio di fenomeni particolari...Il cuore di "Mage: The Ascension" è decisamente più mistico, esoterico e decisamente più forte sul piano politico (ma questa era una peculiarità del vecchio WoD)...

In definitiva, Maghi: Il Risveglio risolve i problemi tecnici, fornendo un ottimo sistema che, per quanto complesso e a tratti macchinoso, copre una casistica molto ampia, si presta bene a qualsiasi tipo di incantesimo e integra alla perfezione abilità/caratteristiche e conoscenze magiche...D'altro canto, spinge a qualche piccola perplessità in merito all'ambientazione, un pò approssimativa e forzata in certi passaggi, specialmente nella giustificazione dei Cammini, aspetto che poteva essere curato un pò meglio...Gli archetipi sono forzati e poco naturali, i concetti sono troppo "tecnici" e poco evocativi.

Ottimo, se giocato con un Narratore e giocatori molto creativi; appena sufficiente se scarsamente padroneggiato.
Il vecchio mage era l'esatto contrario: sistema DIVERTENTISSIMO, ma lacunoso, ambientazione impareggiabile...

NOTA di merito per il manuale: eccellente l'impaginazione, molto evocative le rappresentazioni e ottima scelta dei colori. Un grande prodotto (al di la degli errori).

Curiosa la "parolaccia" cancellata col pennarello nelle prime pagine...Bah. Siamo in Italia.

7

Il migliore filler a cui abbia mai giocato! Veloce, intuitivo, semplice da spiegare e da giocare.

Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare.

8

Molto bello e strategico nella sua semplicità.

7

Una versione evoluta e migliorata di Lost Cities. Lo trovo davvero un buon gioco da fare in 2, in 3, e in 4. (il gioco l'ho comperato online a poco più di 3 euro...)

8

nessun commento

7

Nessun commento

7

Mi accodo a quanto già detto. Non ho ancora avuto modo di giocare altri membri della linea "Keltis" né il progenitore "Lost Cities" (Le Città Perdute), ma trovo questo piccolo gioco molto accessibile e godibile.
La sua natura astratta si sposa bene con i tempi di gioco contenuti, ed è anche quindi un buon gioco da proporre in piccoli gruppi di "non-giocatori" come intermezzo durante una serata.
Considero la longevità come alta visto il genere. L'interazione tra i giocatori è limitata nella meccanica, e opzionale (ma spesso spontanea) dal punto di vista sociale. I materiali sono davvero ottimi per il prezzo del gioco (un pacchetto di bustine opache buonine per carte viene a costare di più!).

8

Nessun commento

Due cose mantengono vive le creature: il letto e il giuoco; perché l'uno è refrigerio de le fatiche e l'altro ricreazione de i fastidi.

8

Nessun commento

7

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Nessun commento

VENDO

7

...giochino scoperto da un mese e dopo aver completato una decina di partite posso dire che mi ha divertito...in 2 é piú tattico ma con l‘aumentare del numero dei giocatori la componente fortuna si fa sentire e implica una buona capacità di cambiare strategia.

"I love not man the less but Nature more"
(G.G.Byron)

8

Regolamento semplice, facile da giocare e divertente.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=gapsxever&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagepos=center&inline=1&wishlistrank=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

6

Nessun commento

5

La variante che preferisco di meno, se non altro perchè non innova poi molto. E poi il passaggio Lost Cities (Kartenspiel) --> Keltis (Brettspiel) --> Keltis (Kartenspiel) mi lascia sinceramente perplessa.

7

Nessun commento

4

me non è piaciuto. E' freddo (come tutti i giochi di questo autore), monotono e prevedibile, nessuna interazione (e nemmeno questa è una novità), ed è scopiazzato da Coloretto... preferisco Coloretto. - [Autore del commento: Psicoanalista]

7

Nessun commento - [Autore del commento: Doraemon_bs]

6,1

Buon gioco di carte, di poco migliore del suo fratello maggiore da tavolo.

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare