Recensioni su Lords of Waterdeep Indice ↑

Articoli che parlano di Lords of Waterdeep Indice ↑

Eventi riguardanti Lords of Waterdeep Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Lords of Waterdeep: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Lords of Waterdeep Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Lords of Waterdeep in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Lords of waterdeep Offro gioco singolo €33.00 No Consegna a mano Littre 23/05/2017

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Lords of Waterdeep sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Cerchiamo i seguenti giochi - Nuove aggiunte Cerco Spedizione IGiullari 12/01/2017

Video riguardanti Lords of Waterdeep Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Lords of Waterdeep: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
35493
Voti su BGG:
29097
Posizione in classifica BGG:
48
Media voti su BGG:
7,80
Media bayesiana voti su BGG:
7,68

Voti e commenti per Lords of Waterdeep

8

E' un gran bel gioco, l'ho apprezzato molto, semplice e immediato, si apprende e si spiega rapidamente, scala abbastanza bene ed è strategicamente molto interessante e ben bilanciato.

5

Non mi è piaciuto per conto mio è piatto e un po' noioso. Il mercato offre di meglio

7

meccaniche: piazzamento.
regolamento: chiaro, può destare qualche dubbio sulla descrizione di alcuni edifici
interazione: più che altri indiretta, ma può diventare diretta con l'uso delle carte
scalabilità: buono da 2 a 5
durata: rispetta i tempi dichiarati, anzi forse dura anche meno
componenti: belli, ottimo organizer interno.
ambientazione: non riesce a trasmettere quello che vuole
fattore fortuna: un po presente nella pesca delle carte e nell'uscita delle quest, ma facilmente gestibile
originalità: meccaniche viste e riviste, semplicemente in un'altra ambientazione (per altro non molto sentita)
dipendenza dalla lingua: media, testo sulle carte e su qualche edificio
longevità: media. non offre niente di nuovo, quindi la sua rigiocabilità dipende dai gusti del vostro gruppo. è un gioco come tanti altri.
conclusioni personali: carino, una partita tira l'altra, ma alla lunga ci si accorge che è il solito gioco di piazzamento, con la novità delle carte. ma ci sono giochi comunque migliori. penso sia fuori luogo il personaggio che prende punti per gli edifici.

7

Tecnicamente ben fatto, ottimi i materiali ed il packaging, ma non aggiunge nulla di nuovo ai giochi di worker placement già in commercio. Potevano mettere degli omini in plastica invece dei cubetti di legno.

C'è senz'altro di meglio in commercio.

Voto 6.5

8

Nessun commento

6

Un gioco.... ingannevole :D
Di Waterdeep, infatti, ha solo il nome e poco più.

Di carino vi ho trovato solo la meccanica dell'identità segreta dei Lords, peraltro già ampiamente utilizzata in altri giochi, seppur con declinazioni differenti.

Il prezzo non vale quello che alla fine il gioco riesce ad offrire

7

Un bel gioco.
Un WP con qualche novità, materiali carini e un po' di suspence, alea e variabilità che non guastano.
Consigliato a chi vuole un gestionale alla tedesca con un certo appeal

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [Platone]

8

posso solo dire che una volta finita la partita.. ho subito voglia di rigiocarci ! (soprattutto se non ho vinto...:/ )

8

Meccaniche navigate applicate ad un'ambientazione affascinante e coinvolgente (per gli amanti del genere).

Non si piazza puzzilli per prendere e/o produrre risorse, ma per assoldare maghi/ladri/guerrieri/chierici e completare delle Quest. Si puo' anche costruire edifici, che garantiscono una rendita qualora altri giocatori piazzino sopra il loro puzzillo/agente.

Di WP games ce ne sono tanti a giro…verissimo…e le meccaniche di questo gioco non sono particolarmente innovative.

Tuttavia, secondo me, riesce egregiamente a mettere insieme varie meccaniche vincenti in un contesto molto più accattivante (per gli amanti del genere), rispetto alle ambientazioni più classiche (economico/commerciali).
Il gioco è piuttosto semplice da imparare e scorre via bene: una partita in 4 giocatori durerà un'oretta o giù di lì. Il set up è piuttosto veloce. L'alea un po' c'è: vero che non ci sono i dadi, ma c'è la pesca delle carte (Quest ed Intrigo), cosa che, insieme alla pesca del Lord inziale, aumenta la variabilità dei match. Questi fattori lo rendono un gioco estremamente riproponibile.

La dipendenza dalla lingua, c'è…ma non lo considererei un difetto…piuttosto una caratteristica. Solo le carte intrigo necessitano una traduzione…le altre sono praticamente tutte intuitive attraverso le icone.
C'è una certa interazione fra i giocatori, grazie alle carte intrigo (oltre al piazzamento).

La componentistica è valida e gli scomparti della scatola ben organizzati, eccetto forse per il denaro.

A me ed al mio eterogeneo gruppo di gioco, Lords of Waterdeep è piaciuto molto. Ci piace l'ambientazione, quindi siamo un po' di parte…ma, ripeto, le meccaniche sono a mio avviso navigate e vincenti. C'è spazio strategico: le azioni per turno sono limitate e quindi vanno scelte con cura (l'AP c'è…ma non è devastante come in altri giochi).
Poi alla fine lo scopo di tutti i giochi, a prescindere che siano più o meno originali, è quello di divertire…e Lords of Waterdeep ci ha "catturato"…forse anche più di altri giochi del genere antecedenti, sicuramente più profondi, complessi e completi…ma forse meno accattivanti (per il nostro modestissimo parere).

Bello.

Io lo consiglio vivamente.

Longevità: 1
Regolamento: 2
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 1

Per me, ora come ora, è un 8 pieno tendente all'8,5.

5

Ambientazione posticcia... che nemmeno rende bene. L'unica cosa che fa pensare (per un istante, poi passa) di essere a Waterdeep sono le immagini delle carte e le scritta del nome della città sul tabellone. Si tratta ne più ne meno dell'ennesimo gioco in cui si prendono cubetti per spenderli e fare punti vittoria, con la selezione "chi per primo fa l'azione la blocca agli altri", con la possibilità per i giocatori di costruire edifici che forniscono azioni supplementari. "Edifici" che sono soggetti a una certa dose di random, in nome della variabilità.
Insomma, non solo un gioco che risulta aver copiato qua e là da meccaniche ben note, ma anche soggetto a una certa dose di random (che per la tipologia di gioco non è un bene). La prima partita mi ha divertito senza entusiasmarmi, la seconda già iniziavo a storcere il naso, la terza credo sarà l'ultima. Offre davvero poco.
Sarebbe un 5 e mezzo.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Gioco abbastanza ambientato che porta una ventata di novità nel mondo di D&D. Semplice ma per niente banale ti permette di "giocartela" fino all'ultimo turno!

8

da traduttore, mi sono lanciato su questo gioco per l'ambientazione.
Provato sabato in 4. Che dire: bellissimo!
Si spiega (io spiegavo gli altri non sapevano neanche cosa fosse) in pochissimo e si gioca in neanche un'ora.
Fatte due partite: la prima sono in vantaggio importante, si va alla conta e cosa scopriamo? Arriviamo tutti in un pugno di punti con la sconfitta che mi viene portata via alla fine!
Seconda partita: qui per il fatto di non sapere dell'esistenza di un Lord che ottiene bonus dalla costruzione di Edifici, abbiamo regalato la partita al vincitore che ha superato i 100 pt.
Bello bello e bello!

7

VOTO A NASO DOPO 1 PARTITA (soggetto quindi a modifica)

Non concordo troppo con la recensione... che la fortuna non incida è imho un'affermazione decisamente fuorviante: alcune quest sono MOLTO forti se giocate all'inizio, e ci sono edifici equiparabili ai 3 grigi di Caylus che si portano in dote una fetta di vittoria... partire col piede giusto è una questione di fortuna ed incide sensibilmente durante la partita. Certo poi il king-bashing tende a livellare, ma questo non toglie che la fortuna esiste come in tutti i giochi in cui ci sono carte ed edifici pescati a caso.

Il gioco rimane comunque davvero piacevole e assolutamente rigiocabile, nonchè bastardo al punto giusto.
Da rigiocare.

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: //tinyurl.com/h36zvft)

8

Nessun commento

//s12.postimg.org/3obm9k6cd/ds2.jpg)
"And there was war in heaven: Michael and his angels fought against the dragon; and the dragon fought and his angels.."
Revelation 12:7

7

Nessun commento

8

No Comment

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

8

Bellissimo gioco, semplice, strategico è divertente. La scatola è perfetta.

"ludus est necessarius ad conversationem humane vite"

7

Per ora mi tengo basso... Ero tentato di dargli 8, ma mi ricorda troppo Caylus, a cui ho dato 6 (e che ho pure venduto). Si interagisce più che a Caylus e non è necessario prepararsi a pensare a lunghe sequenze di mosse obbligate, cosa che io ho sempre aborrito in un gioco di strategia. In questo gioco ti devi adattare agli eventi, non esclusivamente pianificarli.
La prima partita mi ha divertito molto, ma voglio attendere prima di rivedere il mio voto.

7

Nessun commento

8

Ottimo gioco di piazzamento...ottima la componentistica in particolare le monete sono splendide.....ma i cubetti....non si possono vedere..

I cubetti dovrebbero rappresentare monaci,guerrieri ecc...anche con molta fantasia...si perde di coinvolgimento ed ambientazione che il gioco meriterebbe..

7

Nessun commento

8

Voto arrotondato per eccesso: in realtà 7,5.
Un bel gioco, semplice, con una molteplicità di azioni da compiere e una certa facilità a reclutare avventurieri ( un po' meno i chierici e i maghi). Gioco veramente piacevole e non impegnativo, a scapito, tuttavia, della profondità. Si spiega in un niente e, nonostante l'ostacolo della lingua (ma niente di preoccupante, anche grazie alla traduzione delle carte intrigo che sono le uniche che potrebbero creare un attimo di difficoltà) si va avanti speditamente.
L'elemento aleatorio è circoscritto alle carte, non essendoci dadi, ma il suo risvolto positivo è una certa variabilità nelle partite. L'ambientazione è poco o per niente sentita (magari proprio perché tra gli avventurieri compaiono i maghi) e di D&D ha solo il logo sul tabellone! Per chi dovesse essere fondamentale ciò, sarebbe un problema. Per me non lo è affatto.
Da riprovare in cinque (o in sei nella programmata espansione!) in modo tale da avere più difficoltà di manovra a motivo di una maggiore presenza di avversari che, specie all'inizio, quando gli edifici avanzati ancora non ci sono o scarseggiano, può creare una maggiore difficoltà di reclutamento.
Consigliato.

Ho giocato a:

8

Nessun commento

La vita è un grande bel Boardgame...peccato avere le regole solo in tedesco! -MartyParty-

8

Acquistato un po' per caso si è rivelato una piacevolissima sorpresa! Abbiamo giocato svariate partite in 3 e 4 ed è sempre piaciuto a tutti. Forse alcune quest sono sbilanciate,non mi piace il lord che da punti per gli edifici,l'ambientazione non è "sentita",ma sta di fatto che continua ad ad essere richiesto dal mio gruppo e continua a divertirci.
Menzione particolare per il bellissimo packaging.

8,6

Un gestionale che scorra così agevolmente e senza tanti scervellamenti e che ti lascia alla fine la sensazione di essere riuscito a "costruire" qualcosa senza essere trascinato dal gioco stesso o trovare banale il tutto dovevo ancora trovarlo. Un plauso alla Wizards/Hasbro per essere riuscita a "ridurre" le meccaniche di un titolone come Caylus in un gioco immensamente meno brain-burner, dove anche se perdi hai la sensazione che sia stato per sfortuna e non per incapacità. Detto questo, mi urta leggermente la troppa dipendenza dalla fortuna nella combinazione quest/lord pescati a caso all'inizio della partita, ma nulla che non si possa eventualmente aggirare con un meccanismo di draft o con un sistema di scelta multipla. Consigliato.

8

giocato 2 volte; voto 8.
Bel giochino di posizionamento lavoratori. la scatola è fantastica e studiata VERAMENTE per contenere tutta la componentistica come si deve.

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

6

Gioco senza particolari pregi o difetti. Se non si è mai stati alle prese con giochi simili (del tipo, prendo cubetti per fare azioni che mi daranno punti vittoria) allora può piacere, ma sa tanto di visto e rivisto. Oltretutto una notevole delusione viene dall'ambientazione inesistente, dato che, con un nome del genere, mi aspettavo qualcosa di più coinvolgente.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

8

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Nessun commento

4

L'idea di fondo era carina per i giocatori di ruolo: mettersi per una volta "dall'altra parte della barricata" ed impersonare coloro che assoldano gli eroi e gli avventurieri, fare le parti di chi affida le quest e le avventure.

Peccato che la realizzazione lasci molto a desiderare. :(
Vista la ricchissima ambientazione e le numerosissime possibilità che offre, il bersaglio è stato clamorosamente mancato, l'ambientazione è totalmente assente e non si sente nemmeno un po'.
Se al posto di "guerrieri" "maghi" "chierici" e "ladri" chiamiamo i cubetti "pomodoro", "mozzarella", "olio" e "pasta" e sostituiamo la cucina del pizzaiolo alla città di waterdeep, il gioco non cambierà di una virgola.

Essenzialmente credo che si tratti un malriuscito tentativo da parte americana di realizzare un gioco "alla tedesca", molto molto semplice e molto all'acqua di rose. L'ambientazione gli è stata poi "appiccicata sopra" senza tante preoccupazioni.

Peccato.

8

Giudizio basato su una sola partita in 5 giocatori

Gioco di piazzamento con una struttura ben organizzata ed equilibrata, interessante la modalità per vincere soddisfando le quest che via via si pescano (cosa che rende buona la longevità), abbastanza alta l'interazione tra i giocatori, sia in modo indiretto bloccando le varie aree di piazzamento sia in modo diretto con le carte Intrigo.
L'ambientazione non si sente moltissimo
Vista la mia esperienza di gioco credo che renda il meglio in 4-5 giocatori, in 2 ho dei dubbi ma non avendo mai giocato in tale modalità mi riservo da dare giudizi sulla carta.
Consigliato!

8

Ottimo gioco di piazzamento stile fantasy. Ok, se al posto dei cubetti avessero utilizzato materiali più ricercati sarebbe stato meglio, ma la meccanica e la profondità del gioco non si discutono. Molto ben bilanciato, gli otto turni volano che è un piacere. INTRIGANTE!

9

Gioco con meccaniche di piazzamento lavoratori semplice ma non per questo poco profondo.
Divertente, le carte quest, gli edifici che vengono costruiti (10 al massimo per partita su 24 totali) e soprattutto l'impiego delle carte intrigo rendono il gioco sempre vario e assicurano una certa longevità.
Ottimo come introduttivo al genere!

8

Gran bel gioco, leggero ma fino a un certo punto e divertente. Ho già fatto tantissime partite ed è sempre piaciuto a tutti.

Gioco sempre in due.
Vendo: Martinique, Khet:the laser game, Chicago Express, LaGuerraDell'Anello.

8

Nessun commento

Vendo con RIBASSI, Britannia FFG 50€, The Battle at Kemble's Cascade ENG 25€, Loony Quest ENG 15€, Il tesoro della giungla 10€

8

Da giocatore occasionale quale sono, posso dire che Lords of Waterdeep mi sta piacendo molto!
L'ambientazione sarà poco sentita, ma non rovina il divertimento. L'interazione è molto elevata, è quasi certo che ad ogni round si debba fare i conti con un avversario che ti "ruba" l'edificio o la quest che volevi, o che ti venga giocato contro un intrigo che ti scombinerà i piani. Perciò è bene sempre avere due o tre mosse in mente. Il tutto in totale semplicità ed immediatezza, gioco alla portata di chiunque. La fortuna è presente in giusta dose per rendere il gioco godibile da chiunque. Infine, la varierà di intrighi, gli edifici da costruire e le carte "lord" riescono a differenziare quanto basta le partite.
E non dimentichiamo la grande qualità della produzione, che rende tutto più gustoso.

8

Il voto più appropriato sarebbe 7 e 1/2.
German leggero in stile fantasy: regolamento immediato, di facile apprendimento; durata di gioco contenuta, ottima scalabilità (a mio avviso, rende meglio in 4 giocatori) e interazione tra i giocatori più che discreta. Il colpo di genio sta nel aver "convertito" gli avventurieri a risorse da utilizzare per le quest (la cui risoluzione fornisce punti vittoria).

La fortuna è decisamente presente, la possibilità di far male a un singolo avversario, giocandogli contro molte carte intrigo rovinerà più di un'amicizia...

Forse l'unico neo sta nella mancata variazione delle risorse umane (chierici, incantatori, ladri e guerrieri sono semplici cubetti di vario colore... ma in fondo è un german!)

9

Nessun commento

Solo nel gioco è possibile per l'uomo essere veramente libero. Il gioco costringe alla parità perché tutti i giocatori hanno le stesse istruzioni, e mette in pratica la certezza del diritto, perché un gioco può esistere solo nel rispetto delle regole.

7

Nessun commento

10

Gioco fantastico, ha proprio tutto meccaniche ben collaudate, profondità strategica ed ambientazione eccelsa, c'è in giro chi dice che l'ambientazione in questo gioco è superflua o addirittura inesistente, ma non dategli retta, questo gioco approfondisce un lato mai esplorato, o esplorato rarissimamente da i giocatori dei vari dungeons & dragons e affini, qui non si gioca come avventurieri ma si gioca come i potenti signori degli intrighi della città di Waterdeep coloro che gli avventuriere vedono solo per ricevere ordini o lauti compensi, questo gioco ha un fascino tutto suo, e, cosa da sottolineare, sebbene sia un gioco legato al Franchise di D&d è stato creato sfruttando i vantaggi di ciò ma non è un gioco che vive solo grazie a questa sua parentela, tra l'altro non per questo è un prodotto destinato solo ad i giocatori di D&d ma piacerà anche a chi D&d lo odia.

8

Ottimo tedesco ambientato nel mondo di D&D. Godibilissimo anche per chi (come me) di D&D non ne sa una mazza.

Ultimamente ho giocato a...
//www.boardgamegeek.com/jswidget.php?username=pyrytus&numitems=7&text=none&images=small&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1.png)

7

Gioco semplice e sempre piacevole da giocare. Nel mio gruppo una partita viene sempre accolta con piacere.

Sarebbe un 7.5

9

Ottimo gioco di piazzamento, è in pratica una versione light di caylus con qualche cosina in più.
Perfetto per quella compagnia che non vuole cose troppo impegnative

10

Nessun commento

9

Nessun commento

8

Un german leggero con un'ambientazione carina, che purtroppo forse anche a causa della forma delle pedine (e un po' anche a causa dell'inglese) è un po' vacillante ma che comunque è presente e non è affatto posticcia.
A me piaciuto e ci rigiocherei volentieri... dalla sua ha anche il fatto di essere abbastanza veloce e questo è indubbiamente un pregio.

Si scopre più su una persona in un'ora di gioco,che in un anno di conversazione.
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Pupina84&numitems=9&header=1&text=title&images=small&inline=1&show=recentplays&imagewidget=1)

4

Una brutta copia di un german games, inoltre tradisce di molto le mie aspettative, speravo in una via di mezzo tra american e german.

8

Provato ieri grazie ad un amico, e il gioco mi è piaciuto parecchio.
Due punti a favore in rispetto ad altri classici giochi di "piazzamento operai":
1) la velocità di gioco, tra giocatori che conoscono le meccaniche il gioco scorre filato senza perdite di tempo, e direi che al massimo la partita potrà durare un 1 h.
2) il meccanismo di acquisizione di un "operaio" in più che avviene in contemporannea al 5° turno, dato che a volte in altri giochi simili è frustrante perdere un turno o due per farsi un operaio in più soprattutto se incapcitati perchè gli ultimi a piazzare.

8

Questo gioco partiva con brutte premesse: "un gioco D&D...omg roba da fanboy". Aperta la scatola, regole, setup e fine prima partita (2 giocatori) in 50 min scarsi: perdo 153 a 138 (cribbio!!). Commenti: "ne facciamo un'altra?!" (e poi un'altra - e un'altra...).
Potrei chiudere qui ma voglio aggiungere qualche considerazione:
- ambientazione: si può giocare tranquillamente considerandolo un astratto (prendo cubi per completare carte) e questo è un pregio per chi non conosce/non vuole conoscere D&D;
volendo però si può approfondire l'ambientazione (manuale, flavour text...) per non dire solo "scarto 2 cubi bianchi e 2 arancio, e prendo 12PV più 1 cubo bianco e 1 arancio", ma "ho mandato il mio agente a reclutare dei Paladini per localizzare un'area di wild magic, assicurandomi così la loro lealtà";
- cubetti: secondo me non sono inguardabili, è un problema di prospettiva; il giocatore è un potente Lord che tesse trame e manipola le persone, "pedine" nelle sue mani: è una visione dall'alto per cui non serve un dettaglio maggiore;
- meccaniche già note: è un worker-placement, ma con diverse novità; le carte intrigo permettono di utilizzare spazi già scelti da altri o giocare 2 pedine invece che 1, una casella permette di eseguire un'azione (gioca una carta) e poi re-impiegare la pedina in un'altra casella, ed inoltre ci sono pedine addizionali che possono entrare in gioco (es. Ambasciatore) oltre che un "rinforzo" di pedine da usare nel 5° turno;
- rigiocabilità: altissima, non solo i lord guadagnano PV per certi tipi di quest (o edifici) completati, ma le stesse quest hanno un effetto Plot che garantisce una "abilità" permanente e quindi diaboliche combo: se risolvo "Explore Ahghairon's Tower", ogni volta che guadagno un cubo viola (mago!) con un'azione prendo anche una carta Intrigo - e se risolvo "Place a Sleeper agent in Skullport", ogni volta che gioco una carta Intrigo guadagno 2 PV...

In conclusione: perfettamente scalabile da 2 a 5 (con l'espansione, fino a 6), partite rapide e molto tese ("Ho sconfitto Halaster e prendo ben 25 dannati PV!"), meccaniche euro ma con un pizzico di ameritrash (tutto mi dà punti, ogni cosa che faccio dà la sensazione di progredire subito, ed i punteggi finali raramente sono sotto i 100...), qualità dei componenti superba (la scatola gronda stile - ed i cubetti secondo me ci stanno; l'unica cosa, le carte sono fragiline, ma se le rivestite stanno a fatica nel loro spazio nella scatola), possibilità di giocarlo "di ruolo" oppure come meccanica secca; durata contenuta, anche in 4-5 (sui 90 min).
Straconsigliato a chi preferirebbe un clistere piuttosto che una partita a Caylus.

EDIT: rivedo dopo oltre 30 partite; rimane un bel gioco, veloce ed intrigante, ma la fortuna nella pesca delle Quest e/o negli edifici può rovinare anche la strategia più robusta; è un gran titolo, adatto a tutti, ma non mi sento di dargli 9, quindi abbasso ad 8.

"Do not infer or imagine more to a rule than is stated in it. When in doubt, interpret strictly."
Alan Emrich

8

Mi è piaciuto, un german mascherato da America dove ci si può dare anche fastidio, un pochino tattico, un pochino strategico, facile da spiegare, un gioco medio che è di fatto divertente!

Volley e Boardgame, cocktail perfetto

8

Nessun commento

7

Si lascia giocare volentieri.
Sarebbe un 7.5

8

Un giocone davvero ben fatto, facile da spiegare e proporre persino in occasioni casuali di gioco. Unisce la profondità di consolidate meccaniche worker placement a una gradevole collocazione del mondo di D&D. Molto divertente, lo consiglio assolutamente in congiunzione con l'espansione.

7

piazzamento lavoratori, con qualche variante come quest e carte intrigo. Elegante, bello e veloce.

7

Un piazzamento lavoratori asciutto ed estremamente efficace: regole ridotte all'osso e durata giusta, ottimo sia per neofiti che per giocatori più esperti.
Per completarlo e renderlo più interessante, è assolutamente necessaria l'espansione, che introduce la regola dei teschi, intrigante e per niente banale, portando il voto da 7 a 8.

7

Gioco di piazzamento German con ambientazione d&d totalmente marginale che comunque crea una buona cornice scenica per chi ama il genere.

Meccaniche semplici e di facile apprendimento anche a giocatori alle prime armi.
Tempi di gioco contenuti che ne fanno un buon 'filler rinforzato'

Sarei curioso di giocarlo con l'espansione per vedere se aumentano le variabili in gioco.

8

E' un piazz. lavoratori leggero che scivola bene grazie alla sua linearità e al tema ed aiuta ad avvicinare i neofiti ad un genere poco apprezzato da quest'ultimi

8

Equilibrato, ragionamento, interazione tra i giocatori. Non un brucia cervelli, ma è un bel gioco. Avulso dall'atmosfera fantasy dungeons and dragons, se non per l'ambientazione ed i nomi.

Chi vuol esser lieto, sia.

8

Nessun commento

Ia mayyitan ma qadirun yatabaqa sarmadi
Fa itha yaji ash-shutahath al-mautu qad
yantahi

CTHULHU FHTAGN

7

Un gioco a piazzamento lavoratori semplice e grazioso. Permette una buona interazione tra i giocatori tramite le carte Intrigo. Piacevole da giocare.

Strength does not come from winning. Your struggles develop your strengths. When you go through hardships and decide not to surrender, that is strength.

7,5

Ne riconosco gli oggettivi meriti. Un piazzamento lavoratori medio leggero con una forte componente di interazione e una componente aleatoria che dona longevità al tutto. Forse troppo acclamato per quanto, in realtà, restituisca; trovo (per mio gusto) un po' fastidioso il poter subire una mandatory in determinati punti della partita che rischia di mandare a monte i tuoi piani senza poter fare nulla. 

Vendo: Masmorra - Tragedy looper - Mi tierra: New era - Machi Koro (espanso) - Samara (espanso) + Kickstarter vari a prezzi stracciati
Compro: Twilight imperium 3 - Antiquity - Dune - Fields of despair - Crusader rex - After the flood

8

Ricorda molto Caylus questa sorpresa del 2012. La maggior differenza la vedo nella presenza delle carte che rende il gioco vario con strategie molto differenti da partita e partira, ma al tempo stesso aggiunge un po' di fattore aleatorio che potrebbe far accaponire la pelle agli amanti del gioco di William Attia. In questo gioco i Lords di Waterdeep devono cercare di risolvere Quest per avere vantaggi e fare punti vittoria. Le azioni sono sempre molto poche e qesto rende preziosa l'influenza sugli eroi o il possesso dei più importanti edifici della città. A mio avviso un ottimo titolo. - [Autore del commento: ottobre31]

8

Nessun commento - [Autore del commento: paolov73]

9,5

Un gioco semplice da spiegare e molto bello da giocare. L'interazione è presente in maniera ben calibrata, si presenta bene sia per i neofiti che per i gamers. Funziona benissimo anche in due, casa rara per questo tipo di giochi.

"ludus est necessarius ad conversationem humane vite"

7,6

Provato una volta senza espansione ed una volta con l espansione. Mi ė piaciuto di più giocare senza espansione perché così si dimostra il gioco che ė: un ottimo introduttivo o peso medio alla pari di Stone age. Quello che mi ė piaciuto molto ė stata la componentistica,la durata,la grafica e l interazione un po' più accennata rispetto ad altri giochi di questo tipo. Di contro però non mi ė sembrato un gioco molto esaltante perché ė molto light e quindi prima o poi si vuole provare altro. L espansione aggiunge la corruzione che ti permette di ottenere tanti lavoratori ,ma anche dei malus che si possono eliminare facilmente.non mi ė piaciuta molto perché tutto ruota intorno alla corruzione e quindi si gioca e si pensa in base ad essa. In definitiva mi ė sembrato un buon titolo che sicuramente non spicca ma che può accontentare tutti e la lingua non ė un problema(pensavo peggio).

Un bel gioco di piazzamento. Meno complesso di quello che potrebbe apparire a prima vista. Simile ,a volte, a Caylus. Leggermente dipendente dalla lingua.

6,5

Gioco molto freddo e poco ambientato ma con buoni materiali. Non mi fa gridare al miracolo e non mi pare nulla di innovativo o particolarmente interessante. Inoltre il poco bilanciamento delle quest, delle carte e dei personaggi iniziali me lo fa giudicare inferiore a tanti altri titoli simili.

9

Uno dei più bei piazzamento lavoratori che abbia giocato.
Leggero, profondo, elegante e bastardo quanto basta con l'ausilio delle carte intrigo.

Ambientato nel mondo fantasy di D&D (ovviamente ambientazione appiccicata su) ci si ritrova ad essere uno dei signori del crimine che vuole prevalere sugli altri per il controllo della cupa cittadina di Waterdeep. Collezionando avventurieri e affrontando imprese bisogna riuscire ad estendere la propria influenza fino a dominare gli altri.
E' piaciuto a tutti coloro a cui l'ho proposto. Con un Setup veloce e nonostante l'inglese, è di una comprensione molto semplice. Il voto riflette il fatto che è nell'elenco dei miei giochi preferiti e lo intavolo sempre molto volentieri.

7,8

7.75

6

Carino, niente di speciale

7

Nessun commento

7,9

peccato per l'ambientazione che proprio non si percepisce, pero' per il resto è un grna bel gioco da proporre anche ai neofiti.

sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=sava%2073&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

7

Nel complesso lo considero un buon gioco, avvicinabile anche dai neofiti.
Mi è stato detto che l'espansione lo migliora.

7,5

Un gioco vestito da american ma che nel cuore è proprio un german. Praticamente il paradigma del piazzamento lavoratori: metto il lavoratore, ottengo la risorsa, completo la quest, prendo i punti. Su questo si collocano alcuni aspetti interessanti quali le carte intrigo, i Lord con bonus variabili, un’ambientazione non immersiva ma piacevole. Un gioco semplice e lineare, ma appassionante, ottimo come introduttivo ma valido anche per i più esperti, che scorre via in tempi contenuti e scala bene da 2 a 5 giocatori. Potrebbe non piacere a chi cerca il controllo ad ogni costo, dato che l’alea è presente, così come l’interazione, a volte invadente; potrebbe scoraggiare per il prezzo elevato e per il fatto che si trova solo in inglese, ma altrimenti ottimo come gioco leggero. Se poi ci mettiamo anche l’espansione, che perfeziona un po’ tutti gli aspetti, abbiamo davvero un ottimo gioco.

7,8

Bel piazzamento lavoratori dalla durata contenuta e con una buona interazione. Si apprende e si spiega rapidamente.

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare