Il Principe

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6 su 10 - Basato su 30 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2005 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 60 minuti
Categorie gioco:
City BuildingRenaissance
Sotto-categorie:
Strategy Games
Famiglie:
Country: Italy

Recensioni su Il Principe Indice ↑

Articoli che parlano di Il Principe Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Il Principe Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Video riguardanti Il Principe Indice ↑

Per questo gioco non ci sono video, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un tuo video.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Il Principe: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
2013
Voti su BGG:
1173
Posizione in classifica BGG:
2883
Media voti su BGG:
6,43
Media bayesiana voti su BGG:
5,90

Voti e commenti per Il Principe

7

Il Principe e' un gioco che funziona: e' piacevole, equilibrato e scorrevole. Ahime', pero', non e' per niente originale, ne' tanto meno innovativo: appare come una ben congeniata commistione di meccaniche note e abbondamente riviste.

8

Nessun commento

7

7,5
Veloce, lineare, scorre via molto bene senza lasciarti annoiare mentre sei fuori turno. Non è il genere che più mi appassiona, ma è solo una questione di gusto personale.
Bel gioco.

7

Nessun commento

7

Il Principe è un bel gioco con delle meccaniche originali. Molto belle le aste con poco denaro a disposizione. C'e' una certa tensione per la paura di vederti portar via la città che ti può dare l'influenza dove ti serve di più.

4

La mia opinione è molto simile a quella di Chris Farrell e Christoph Heinzl, su boardgamegeek.
Prendere 4-5 meccanismi noti e strausati nel mondo dei giochi da tavolo e ideati da altri autori, unirli insieme, non basta per fare un gioco nuovo.
Diciamo che è un modo per non rischiare, visto che con questa metodologia, non si otterrà mai un gioco orrendo, visto che tutti i meccanismi sono già conosciuti e apprezzati nel settore dei giochi da tavolo e quindi il gioco avrà sempre una cerchia di persone che lo considererà un buon titolo.
Ma a chi giova acquistarlo quando gli stessi meccanismi sono già presenti in giochi mille volte più belli? L'autore non è certo l'unico a usare questo stratagemma, autori ben più noti ed in crisi di idee, applicano la stessa metodologia. Si prende un primo meccanismo da un gioco, un secondo da un altro, un terzo e così via, si appiccica un tema (in questo caso veramente appiccicato) e lo si presenta in tipografia.
Il problema è che se non avessi mai giocato ad un gioco, e non ne possedessi neppure uno, potrei anche acquistarlo ed essere contento. Ma dopo aver giocato a molti titoli, la conclusione può essere una sola: non posso riempirmi la casa di giochi di questo tipo perché sono inutili.
Questo commento vale anche per altri titoli, come Himalaya per esempio.

8

gioco molto breve, quando decidi di iniziare sei già a metà partita. tutto sommato il gioco è abbastanza divertente e appasionante anke se chi mette in gioco più città è + avantaggito e moooolte volte ti fregano proprio quella a cui stavi sbavando da un po'

6

Molto carino. Ha degli spunti originali.
Ma ci sono troppi modi per fare punti, ogni cosa che fai alla fine è buona!
Forse con il tempo si delineeranno delle strategie.
1 partita.

7

Bella componentistica (tessere stile Wallace), ottima profondità.

Scatola enorme e spropositata per i pezzi da contenere.

8

Certamente Il Principe è un titolo di primo rilievo. Strategicamente molto interessante e profondo, ed un'esperienza di gioco che si basa sulla pianificazione fine delle proprie decisioni. Mi piace anche il fatto che il gioco riesca ad essere abbastanza breve nonostante la complessità. La grafica è bella ed il regolamento sufficientemente snello anche se lo considero un gioco per giocatori. Non posso però non segnalare un difetto riguardante il tabellone, suddiviso in due parti di cui quella per il piazzamento dei ruoli, di dubbia utilità, ruba spazio alla mappa di piazzamento rendendola troppo angusta per gli araldi da posizionare.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare