Recensioni su Space Hulk: Death Angel – The Card Game Indice ↑

Articoli che parlano di Space Hulk: Death Angel – The Card Game Indice ↑

  • Approfondimenti
    | 9 commenti
    Volete imbracciare un blaster e sterminare gli xeno? Guidare un'astronave negli spazi siderali? Vivere l'emozione dei viaggi a curvatura? Ecco i giochi che ve lo permettono.
    Autore:
    IGiullari
  • Approfondimenti
    | 22 commenti
    I giochi nati per giocare da soli o che propongono modalità di gioco in solitaria possono dare un'esperienza di gioco valida ed alternativa. Ecco qualche suggerimento per trovare un gioco che faccia al caso vostro, dai più semplici ai più...
    Autore:
    Agzaroth

Eventi riguardanti Space Hulk: Death Angel – The Card Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Space Hulk: Death Angel – The Card Game: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Video riguardanti Space Hulk: Death Angel – The Card Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono video, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un tuo video.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Space Hulk: Death Angel – The Card Game: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
21272
Voti su BGG:
12120
Posizione in classifica BGG:
606
Media voti su BGG:
6,99
Media bayesiana voti su BGG:
6,78

Voti e commenti per Space Hulk: Death Angel – The Card Game

8

Bello bello bello. E' vero, conta molto il fattore fortuna: se il dado non gira, è molto dura perchè ad ogni scontro fallito segue la morte del marine senza appello. Poche chance di sopravvivenza, molto lavoro di squadra. Proprio come l'ispirazione del gioco. Inoltre si può giocare anche da soli, il che non guasta. Sarebbe bella un'espansione che aggiungesse qualche variante, ma già così cammina bene. Regolamento caotico.

Anche se è "solo" un gioco di carte, non va assolutamente sottovalutato.

7

Nessun commento

8

Non metto punteggio pieno unicamente per la "praticità" di lettura del regolamento (cercare qualcosa su quel manuale è come dover tirare un 6 con il dado del gioco) e per la frustrazione che ogni tanto mi dà il gioco quando vedo la mia squadra morire per quel singolo genoraptor rimasto in gioco. Per il resto il gioco è una droga.

6

Nessun commento

6

Nessun commento

8

Death Angel è un piccolo cooperativo che trovo estremamente accattivante per molteplici ragioni. Si tratta di un gioco estremamente tattico, in cui ogni scelta ha un peso che potrebbe risultare decisivo per la partita. In questo senso può essere un gioco "faticoso", ma le vittorie (per quanto sofferte) risultano spesso gratificanti.
Come tutti i cooperativi gli elementi casuali sono numerosi e preponderanti, ma l'impatto sullo stato di gioco delle scelte dei giocatori e dell'uso dei poteri speciali dei marines fanno spesso la differenza e il gioco raramente viene percepito come "ingiusto".

Death Angel è una prima scelta nell'ambito dei giochi "in solitario", e per più di un buon motivo. La modalità solitario è un bel puzzle che può restituire molte soddisfazioni, e in più ha il vantaggio di essere estremamente portatile con tempi di setup/cleanup minimi.

D'altro canto un difetto che si può trovare a Death Angel è l'imperfetta scalabilità al variare dei giocatori. L'unico accorgimento che il gioco usa è quello di variare il numero di nemici che vengono generati sui vari terreni di gioco, ma in certe configurazioni di gioco questo significa che si avranno delle zone in cui a ogni turno si concentreranno un gran numero di nemici difficili da sfoltire. Questo aspetto è critico, perché si incastra con altre due meccaniche di gioco che possono "rompere" la partita: il movimento e l'attacco dei nemici. Ciascun marine (a parte la squadra gialla) può muoversi solo di una posizione, e quindi avere tanti marines in formazione e solo due terreni per lato può significare che molti marines rimarranno tagliati fuori dalla battaglia per uno o più turni. Inoltre i nemici sono in grado di eliminare il marine che stanno attaccando se con un lancio di dado si ottiene un valore pari o inferiore al numero dei nemici che forma lo sciame attaccante: con un tasso di generazione di 4-5 unità (nel caso del major spawn) si localizzano moltissimi nemici che possono essere letali. In questo senso, reputo Death Angel giocabile e godibile solo con 1,2 e 4 giocatori.

Le regole sono confusionarie e non adatte a una consultazione veloce, però non presentano errori o deficit seri al punto da compromettere il gioco.

I componenti - in particolare le carte - sono di qualità eccellente, raro per giochi anche più grandi e costosi.

Longevità 2
Regolamento 1
Divertimento 1
Materiali 2
Originalità 2

Voto complessivo: 8. Ottimo in solitario, divertente con 2 o 4 giocatori, quasi ingiocabile con 3 o 6.

7

Longevità: 2
Regolamento: 0
Divertimento: 2
Materiali: 2
Originalità: 1

8

Da grande fan di Space Hulk non posso non apprezzare Death Angel. Il gioco è semplice, con l'elemento aleatorio predominante. Regole scritte in maniera confusa.

8

Ricrea perfettamente la scenografia del suo fratello maggiore (il gioco da tavolo)! Ottima la qualità delle carte ma alcune cose potevano farle meglio (specialmente il regolamento, troppo disarticolato!). La pecca e che ancora nn sono riuscito a vincere una partita!!! Conto molto sull'espansioni!

9

Nessun commento

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare