Rank
93

Stone Age

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7 su 10 - Basato su 416 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2008 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 90 minuti
Famiglie:
Stone Age

Recensioni su Stone Age Indice ↑

Articoli che parlano di Stone Age Indice ↑

Eventi riguardanti Stone Age Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Stone Age Indice ↑

Video riguardanti Stone Age Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Stone Age: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
44670
Voti su BGG:
42008
Posizione in classifica BGG:
96
Media voti su BGG:
7,58
Media bayesiana voti su BGG:
7,47

Voti e commenti per Stone Age

7

Gioco piacevole da giocare, con meccanismi non originali ma assemblati molto bene. Buonissimi i materiali e la grafica del gioco.
Lo preferisco di gran lunga ai Pilastri della Terra.

Longevità: 7
Regolamento: 8
Divertimento: 7.5
Materiali: 8
Originalità: 6

Voto: 7.3

8

Onestamente parlare di innovazione nelle meccaniche di gioco mi sembra eccessivo.

A mio parere è la saga del già visto, ma mirabilmente assemblato e supportato da materiali e grafica stupendi. Bernd Brunnhofer, alias il sig. Hans-im-Glueck e vero e unico autore di questo gioco (come del resto anche del citato Saint Petersburg) dimostra di saperci fare non solo come editore, ma anche come autore.

Effettivamente il lancio dei dadi può favorire o sfavorire eccessivamente un giocatore, ma questo non rovina un gran bel prodotto sotto tutti i punti di vista. In un'annata caratterizzata da scarsa qualità delle nuove uscite e da molte riedizioni di giochi del passato (sono un acceso sostenitore della teoria del 'si pubblica troppa roba') un lampo di luce. Fra l'altro anche uno dei 5 finalisti allo Spiel des Jahres. E se lo meriterebbe pure ...

9

questo gioco racchiude le migliori meccaniche tedesche degli ultimi tempi, ha materiali ottimi, una grafica stupenda e costa anche poco (in versione tedesca).

7

stone age x me è un appuntamento quasi giornaliero su BSW.
il gioco è semplice e scorrevole. l'interazione, seppure non alta, si presta a interferenze più o meno volute durante il piazzamento degli omini, soprattutto nelle partite a 3. le strategie di vittoria sono ridotte: capanne (praticamente imprescindibili) + un paio di bonus moltiplicatori (grano e popolazione/ popolazione + bonus civiltà /popolazione + attrezzi etc)

il lancio dei dadi, se non si utilizzano i modificatori (gli attrezzi), pesa parecchio sul gioco, soprattutto nei primi turni. così come la distribuzione random di carte civiltà e capanne che può avvantaggiare il primo di turno

interessante il sistema di punteggio misto (in parte segreto e in parte noto). anche se calcolare i punti vittoria "a mano" potrebbe essere macchinoso

da giocare online è divertente, anche se una partita si aggira sul 45/60 minuti

8

Il gioco in sè è divertente e dopo una ventina di partite (online) mi sento di dargli un otto.
Però la versione fisica avrà sicuramente una durata più lunga, probabilmente un filo troppo per un gioco di questa profondità e scarsa varietà, abbassandone il valore ad un probabile 7.

Il gioco sembra avere una certa varietà di scelte, ma temo che alla fin fine quelle con cui raggiungere la vittoria siano sempre le stesse o che, comunque, siano strettamente dipendenti dalle carte civilizzazione uscite quando sei primo di turno. Le tue scelte infatti sono spesso obbligate: raramente ti trovi a dover perdere quei 30 secondi per valutare due possibilità che sembrino equivalenti. Ciò è buono per la velocità del gioco ma è indice di mancanza di profondità.
L'incidenza della fortuna sembra molto più pesante qui che negli abbondanti (e spesso determinanti, comunque) lanci di dadi, dove sembra mitigata dalla presenza degli attrezzi e dai grandi numeri.
Sconsigliato a chi non piacciono i giochi dove la fortuna ha un peso determinante.
Consigliato per mischiare allo stesso tavolo giocatori abili (che vinceranno comunque) e meno abili.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

7

il gioco sembra ben costruito (ho fatto solo un paio di partite), ben articolato e scorrevole. Il problema è che non ci sta dentra mezza idea nuova. Piazzamento, risorse, punteggi, tutta roba già vista e stravista. Sette meno meno per il sapiente montaggio e perchè comunque è piacevole.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare