Recensioni su Thurn and Taxis Indice ↑

Articoli che parlano di Thurn and Taxis Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Thurn and Taxis Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Thurn and Taxis Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Thurn and Taxis in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Mercatino di Gnokketto - Giochi nuovi e non Offro lotto di giochi indivisibile €1.00 No Consegna a mano, Spedizione €8.00 gnokketto 13/06/2017
Thurn und taxis +2esp. - Play Offro lotto di giochi indivisibile €20.00 No Consegna a mano VAM208 26/03/2017
Thurn un taxis Offro gioco singolo €10.00 No Consegna a mano frankfrank 15/01/2017

Video riguardanti Thurn and Taxis Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Thurn and Taxis: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
16961
Voti su BGG:
15441
Posizione in classifica BGG:
327
Media voti su BGG:
7,12
Media bayesiana voti su BGG:
7,01

Voti e commenti per Thurn and Taxis

Ritratto di SdP
0

Se vi piace China/web of power questo non puo' non piacervi. E' un gioco di piazzamento molto dinamico che trovo semplice da imparare e piacevole da giocare. Credo che avra' un grande successo.

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

10

sistema di gioco praticamente perfetto , si impara bene (l'ho provato in Germania ad una fiera molto incasinata) , la lingua non importa , Rio o Hans vanno bene entrambi.
Ottimo !

10

incredibile sorpresa questo gioco.
la scatola e il contenuto gia' ti invitano a giocarci , ed e' semplice , divertente e la cosa principale e' che giocare la versione tedesca (o di un'altra lingua) non e' assolutamente un problema !
GRANDE !

5

Sinceramente non mi ha colpito. Lo trovo un po' povero. Inoltre non è originale in quanto lo trovo molto simile ad Atlantic Star, anche se qui c'è una componente di piazzamento.
Il gioco è quasi completamente in mano alla fortuna, se non escono le carte necessarie c'è ben poco da fare.

The Eagle Goblin

10

il gioco dei postini , il mio lavoro !!! finalmente ! divertentissimo !

9

Davvero un ottimo gioco! E' semplice, facile da spiegare, leggendo le regole si potrebbe pensare un gioco divertente, ma nulla di che. Quando si gioca si scoprono tutte le sue potenzialità, bisogna saper effettuare una buona strategia e adattarsi alla situazione sfruttando ogni occasione. La scelta dei personaggi al momento giusto può essere la chiave decisiva per la vittoria.

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

10

Gente che bel gioco !
Non ci ho giocato tantissimo , ma per quel poco che ho visto e' proprio ottimo !

8

Sicuramente un gioco ben studiato con una buona dotazione, molta strategia da attuare.
Mappa un po difficile da visualizzare, poca interazione tra giocatori!!

8

Ecco un gran bel gioco di piazzamento con buoni materiali splendidamente illustrati ed un regolamento chiaro ed esauriente che, almeno nella versione tedesca, integra un ricco approfondimento storico e artistico. Ha alcune similitudini con i best-sellers di Alan Moon "Ticket to Ride" o "Elfenland" e dei quali è una valida alternativa. Vi sono comunque differenze sostanziali nelle regole di posizionamento e nelle meccaniche di assegnazione punti che lo rendono assai interessante e originale. Le prime partite possono superare abbondantemente le due ore, ma restano comunque piacevoli anche se l'interazione è un po' limitata (come nei due giochi cui accennavo prima) e lasciano la voglia di rigiocarci.

"Con le carte in mano, tutti gli uomini sono eguali."
Nikolaj Gogol'

8

Il gioco non ha alcuna meccanica nuova o innovativa, però scorre via molto bene, un buon mix di strategia e fortuna, addatto a tutti e di durata abbastanza contenuta. Se cercate un gioco con queste caratteristiche è da prendere in conisderazione, se cercate un nuovo Puerto Rico, lasciate perdere.

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Bel giochino di Seyfarth che non ha inventato niente di nuovo. Il gioco è semplica ma strategico, veloce e godibile. Cosa volere di più da un gioco?

8

Bello, divertente e intelligente. Peccato che ci sia poca interazione fra i giocatori

9

bel gioco di buon gusto e sufficiente strategia.
con regole semplici da imparare e ottima cura x i materiali e la veste grafica.

frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!

8

Bel gioco semplice e dinamico.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

8

Molto carino, semplice e dinamico, ottima grafica, scorre via veloce e le strategie sono semplici ma intriganti, merita sicuramente.

8

Interessante commistione di meccaniche gia' viste (China, Ticket to ride, Atlantic Star), abilmente mixate in modo da produrre un gioco veloce, interessante, facile ma sufficientemente profondo.

7

Inizialmente l'ho trovato estremamente godibile sia per quanto riguarda la meccanica, che strizza l'occhio a Ticket to Tide e, perchè no, anche a Elfenland, sia per l'ottima componentistica e l'affascinante ambientazione. Tuttavia la scarsa interazione fra i giocatori alla lunga potebbe renderlo poco rigiocabile, un qualche meccanismo per mettere il bastone fra le ruote agli avversari non avrebbe guastato.

8

devo ancora provarlo...ma il materiale è carino....
ok provato.
è veramente carino.
molto semplice, la meccanica è immediata e le strategie molteplici.
la fortuna è presente ma non troppo decisiva.
mi piace!

8

Dopo parecchie partite rivedo in positivo il mio precedente commento. Sebbene Thurn & Taxis non proponga niente che non sia già stato riproposto in passato, la sapiente dosatura di meccaniche ampiamente collaudate (e probabilmente un lungo ed attento playtest) fanno di questo titolo un ottimo (e divertente) family-game.

8

Decisamente intrigante, fortuna presente ma in maniera equilibrata, discretamente semplici le regole ma ampia varietà strategica. Grande Seyfarth!

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

8

Davvero un gioco molto bello. Riesce a riprendere un tema che si è dimostrato di successo con i titoli della serie Ticket to ride, quello del creare linee e collegamenti tra città, rielaborandolo in una maniera originale in un gioco semplice ma non banale, che comporta scelte difficile, ma che per essere giocato con efficacia necessita un continuo controllo della situazione in mappa e delle azioni degli avversari.

Il gioco non è complesso o pesante e può essere giocato da famiglie e da amici non troppo dentro il mondo dei giochi ma sicuramente al giocatore esperto fornisce quegli stimoli e quelle possibilità che sempre si cercano in un gioco.

E' difficile, almeno nelle partite giocate fin'ora, individuare una strategia vincente. La corsa alla carrozza da 7, ad esempio, non sempre paga ma gli avversari devono stare attenti a non lasciare prendere ad uno un vantaggio eccessivo.

se si vuole trovare un difetto in questo gioco è nella mancanza di interazione tra i giocatori. In effetti diventa difficile giocare contro e se un avversario va in fuga gli altri non hanno molti strumenti per ostacolarlo se non quello di giocare al meglio per raggiungerlo.

Ritengo meritata la candidatura di questo gioco per lo SDJ 2006

Non ho provato la sua validità ed efficacia con 2o 3 giocatori, ma solo con 4.

Commento basato su poche (meno di 5) partite

7

Nessun commento

9

bel gioco divertente e soprattutto abbastanza veloce

tino

7

Abbasso il voto. Dopo averlo provato dal vero mi ha dato l'idea di un gioco in cui la fortuna la fa da padrone

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

9

Molto,molto bello...gioco di piazzamento strategico sobrio,di facile apprendimento, di durata accettabilissima e con un pizzico di fortuna che non guasta.Mi piace l'idea di comporre tracciati di città adiacenti rappresentate da carte.

6

gioco migliore per i miei gusti di Puerto Rico, piu' facilmente spiegabile e giocabile.
complimenti all' autore e a sua mogli per questo sdj.
carino il tema e diverse idee, non mi entusiasma ma e' un buon gioco.

7

Carino, giochino light per famiglie e neofiti.
Ottimi componenti.

7

Visto l'euforia generale su questo gioco ero molto curioso. Un po' però mi ha deluso. il gioco è semplicissimo , ma difficile da giocare bene! Si gusta dopo un certo numero di partite ( tipo Tigris per intenderci). Quello che mi lascia perplesso è che i giocatori non interagiscono in nessuna maniera e questo ne risente notevolmente!! Essendo un amante dei German Games io lo accetto, ma non per tutti è così. Non diventerà un Must!

7

Un voto sopra la soglia dell'accettabile è quanto di meglio posso dare all'ultimo Seyfarth, autore del (personalmente) sopravvalutato Puerto Rico. Il gioco non mi ha entusiasmato e rinnovo le impressioni di Gwaihir che riassumono la stessa sensazione che ho avuto, seppur sulla pesca delle carte si può muovere quel minimo di aleatorietà necessaria per renderlo movimentato. Secca partire con una buona tratta e rimanere a fishiettare perchè non trovo la carta per proseguire, occorre andare un pelo prevenuti e pescare in anticipo, sperando che gli avversari si trovino sulla stessa barca o si perde molto terreno. E poi per l'ennesima volta un gioco dove vince chi fa meglio i ca*** propri, qui è de gustibus ma l'interazione e praticamente NULLA, al massimo posso ripulire le città o prendere una carta che potrebbe servire a terzi, ma il meccanismo è talmente chiuso su se stesso che non conviene perdere tempo per tentare di ostacolare gli avversari, sopratutto perchè farlo è veramente autolesionista... Il problema è che occorrono molte partite per padroneggiarlo, ma rimane il retrogusto di gioco che non va molto lontano e offre scarsi spunti di rigiocabilità. Apprezzabile il regolamento semplice e la rivisitazione originale di meccaniche già collaudate, il gioco in sè lo rende molto appetibile per le famiglie e pertanto giustifico il voto per la discreta qualità. A conti fatti lo SDJ è meritato, però mi chiedo se un gioco simile avrebbe visto la luce e vinto questo premio, se l'autore non si fosse chiamato Seyfarth!

8

Giochino niente male della "Premiata Ditta" Seyfarth...non originalissimo nelle meccaniche ma intrigante quanto basta a trascorrere un'oretta senza scervellarsi troppo.Un pizzico di fortuna non guasta assolutamente,anche se una buona strategia ed una corretta visione d'insieme la spuntano sempre sulla sfiga.Dopo diverse partite,tende ad essere un tantino ripetitivo e noioso.Infatti i primi tempi l'abbiamo consumato,ora lo giochiamo molto più di rado,preferendogli altro.

N.ro Partite : Moltissime (più di 20).

Non vergognarti di dimostrare la tua ignoranza,ma vergognati di insistere in una sciocca discussione che la rivela. Jocelyn Eliz

6

Nessun commento

7

Sembra una mezza scopiazzatura di meccaniche trite e ritrite.
Però sembrano ben assemblate.
Pochissima interazione che poteva essere aumentata in qualche maniera.

7

Nessun commento

7

Per il momento mi tengo basso col voto. Dopo le prime partite, infatti, questo nuovo titolo non mi ha ancora pienamente soddisfatto.
Buona la semplicità di gioco e la diversità delle strategia ma non amo la scarsissima interazione che fa giocare ognuno per conto proprio.
Niente da dire per grafica e componenti che sono veramente ben fatti.
Onestamente non penso meritasse il titolo di "gioco dell'anno", sono contento che Seyfart lo abbia ricevuto, anche se sa un po' di contentino visto che gli era stato rubato su Puerto Rico

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

6

Bho, magari sarò una mosca bianca ma a me questo gioco non diverte molto.
Si, è lineare, semplice, veloce e con degli ottimi materiali, ma ha una longevità bassa, a livello di regole è un miscuglio (ben azzeccato) di altri giochi, non c'è alcuna possibilità d'interferire con gli avversari. Carino, ma ripetitivo e privo di mordente.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

6

Nessun commento

7

Molto semplice, forse un po' troppo ripetitivo, ma piacevola da giocare preso a piccole dosi, altrimenti diventa noioso.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

7

l'ho solo provato, ma mi è sembrato intelligente e valido.

8

Adattoa anche ai babbani. Veloce e carino, certo c'è un po' di fortuna.
Giocato: moltissimo
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 2
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

7

Nessun commento

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

8

Nessun commento

7

Ci ho giocato una sola volta e debbo dire che non è affatto male, soprattutto come End Game dopo una serata ricca di Giochi, valida alternativa all'ormai super gettonato in Ludoteca St. Petersburg delle ore 2.00 di notte. Non mi è piaciuto molto la grafica del tabellone poichè i colori soprattutto della regione centrale non sono il massimo ma direi che senza pretese è un gioco per tutti.

8

poche e semplici regole: si impara in 10'.
interessante da giocare.
ottimo gioco anche per due e di non lunga durata.
fortuna ridotta al minimo. d'altra parte cosa aspettarsi dall'autore di "Puerto Rico"?

L'obiettivo del giocatore è vincere
ma lo scopo del gioco è DIVERTIRSI

8

Nessun commento

7

Un gioco estremamente lineare, ben strutturato e senza troppe pretese. Piacevole da giocare anche se un po' troppo ripetitivo alla lunga. Mi piace soprattutto il sistema di punteggio (carrozza, tessere, uffici postali - in negativo) e la grafica (e la chiarezza) del tabellone. Un classico modello Carcassonne e Coloni di Catan.

Long. 1 (qualche espansione potrebbe rivitalizzarlo)
Rego. 2 (chiaro e ben illustrato. ottimo l'inserto storico)
Dive. 1 (TuT si lascia giocare senza problemi ma non è mai troppo appassionante)
Mate. 2 (stile impeccabile e materiali di prim'ordine)
Orig. 1 (alcune trovate sono molto carine - la gestione della tratta)

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

7

Provato una volta...non miè sembrato granchè....

"...vince chi fa più punti vittoria..."

7

Bel gioco semplice da capire e veloce!
Il fattore fortuna c'è e si sente, anche se bisogna pianificare bene le strategie per poter vincere. La partita fila via in modo abbastanza veloce.

8

Sembra una versione più avanzata di Ticket to Ride. E' molto divertente e bisogna pianificare bene le proprie mosse. Personalmente avrei preferito se la fine del gioco fosse più simile a Ticket to Ride, ovvero appena un giocatore finisce gli uffici postali o raggiunge la diligenza da 7, parte un'ultimo giro di gioco per TUTTI gli altri giocatori.

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

8

Bello veloce ed anche tattico.

7

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Hogweed&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

8

A me questo SDJ piace molto, bello piacevole d equilibrato L'autore mostra di saper creare giochi piacevoli anche se semplici. Non arriva ovviamente all'altezza di PR e la fortuna in questo gioco ne è una parte predominante, però è comunque intrigante e piacevole da giocare

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

8

Uno Spiel des Jahres strameritato. Il gioco è semplice ed elegante e meno facile da giocare bene di quanto si possa pensare. Dopo Puerto Rico e San Juan, un altro bel centro per Seyfarth!

7

Un giochetto leggero ma non banale. Se solo la fortuna non avesse tutto quel peso...

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

7

Un gioco semplice ma non banale. Ci si deve pensare e non è così scontato nelle sue meccaniche. Certo un pochino è legato alla pesca delle carte, ma non è così pericolosa la cosa, in quanto si può variare la strategia ricambiando tutte le carte disponibili per la scelta. Per le serate dove non ci si vuole spaccare il cervello e divertire ugualmente molto. Bravo il nostro autore di Puerto Rico che non si banalizza con questo suo nuovo titolo. Gioco consigliato anche per coloro che non conoscono il mondo dei boardgame.

8

Ricorda molto Ticket to ride, ma molto più strategico. La fortuna della pesca delle carte è limitata dalla meccanica del gioco, che tende a premiare la strategia, il tutto in un'ora di gioco.
LONGEVITA': 1 --> sempre piacevole rigiocarlo, ma non unico nel suo genere
REGOLAMENTO: 2 --> facile e chiaro
DIVERTIMENTO: 2 --> gioco veloce
MATERIALI: 2 --> buoni
ORIGINALITA': 1 --> impronta di Ticket to Ride

Fortunato colui che ha potuto conoscere le cause delle cose. (Virgilio, Georgiche, lI, 489).

7

Mah ...
La grafica c'è, l'ambientazione un po' meno, la meccanica funziona. Un bel giochino, nulla di più.

9

Molto carino anche se ognuno alla fin fine gioca per sè....

8

Gran gioco. Una perfetta via di mezzo tra il giochino che cattura l'attenzione dei neofiti (ad es. ticket to ride) e qualcosa di avanzato e più complesso che potrebbe piacere a chi mastica giochi da molti anni. Non è innovativo in qualcosa di particolare; ad esempio il sistema di punteggio non colpisce, tuttavia tutto scorre con la dovuta semplicità nella creazione dei percorsi e della scelta delle carte. La fortuna c'entra poco, così come l'interazione coi giocatori. In più duro poco (circa 45 - 60 min) e questo, lasciatemelo dire, è un pregio formidabile. Da avere.

7

Nessun commento

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...
(sdp)

7

Questo semplice giochino merita a mio parere un bel 7.
Molto semplice,dalle strategie basilari e con un pò di fortuna nel mezzo.Mi sono sempre divertito in tutte le partite che ho fatto.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

9

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Nessun commento

Ci'a'tut, Abracadambra

8

Il gioco è semplice da imparare, dopo due partite già si gioca bene.
La componente fortuna è ridotta veramente al minimo, e questo rende il gioco dal punto di vista tattico molto carino.

Peccato che si possa giocare soltanto in 4

7

carina l'idea di costruire dei percorsi, per cui do un sette per il fatto che le dinamiche di gioco sono diverse da quelle a cui generalmente ho giocato. Non mi ha particolarmente entusiasmato. Interazione con gli altri giocatori è praticamente nulla, aspetto che a mio avviso è limitante.

6

Ottimi materiali. Un gioco dove ognuno fa la propria strategia e c`e` poca interazione tra i giocatori. Conta molto la fortuna, se si fortunati anche le poche possibilita` di interazione decadono. Poco divertente e poco socializzante.

La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!

8

Molto carino esteticamente (nonostante rimanga un po' scuro per i miei gusti!). Il gioco è piacevolmente semplice nelle sue regole e scorrevole nel suo svolgimento. Sulla falsa riga di ticket to ride, hanno apportato qualche pregevole cambiamento.

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

7

Elegante e tutto sommato molto veloce, seppure per niente originale. L'interazione tra giocatori è davvero molto limitata, soprattutto considerando che l'unica mossa "bastarda" che si può attuare (prendere, cioè, una carta che servirebbe ad un altro giocatore) viene praticamente vanificata dal personaggio dell'Amministratore. In ogni caso, un gioco per tutti che non piacerà ai chi cerca una notevole profondità.

--
Stef - Stefano Castelli

7

Poco originale e scarsa interazione tra i giocatori, questi i difetti. Per il resto funziona bene.

Alessandro Bordin

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Questo gioco ha molte delle qualità che cerco in un boardgame: è di piazzamento, è leggero, dura poco, ha buoni materiali. Cosa chiedere di più?

Vero il fatto che non si possa "rompere le scatole" più di tanto agli altri giocatori (anche se i modi ci sono: l'amministratore, il direttore delle poste, lo stesso fabbro permettono di togliere opzioni e accelerare la partita a discapito degli avversari), ma se volete mazzate rivolgetevi a Junta! o Diplomacy. Qua si fornisce un servizio pubblico, eccheccavolo!

Gli dò 8, come ho dato 8 a Caylus. entrambi mi divertono nella stessa quantità, anche se la natura del divertimento è diversa.

Longevità 2 (La breve durata invoglia a fare più partite)
Regolamento 2 (Semplice, solido e non dà adito a dubbi)
Divertimento 1 (E' meglio non esagerare altrimenti si corre il rischio che venga a noia)
Materiali 2 (Di bell'effetto e di buona qualità)
Originalità 1 (non si può dire che il tema sia inflazionato...)

8

Evoluzione/involuzione di Ticket to Ride, il gioco ha un suo bell'impatto grafico, che mi ha colpito non poco nella sua semplicità.
Il gioco è piacevole da giocare, ha forse eccessivi modi di fare punti, il ché fa perdere di vista qualcosa alle prime partite... Il gap tra novizi del gioco e veterani (anche solo di una partita) può essere già pensate nonostante le meccaniche semplici.
Continuo a preferire TtR, ma questo forse perché questo voto/commento si basa su poche partite

8

Notevole.. poca interazione tra i giocatori.. ma divertente e semplice.

4

Noto con grande stupore la media dei voti data a questo gioco. Pazzesco. Trovo che dovreste valutare il gioco in maniera più equa, dimenticando che è lo SDJ2006 e che l'autore si chiama Seyfarth. Il gioco ha regole buone facili ed eleganti, ma è pesantemente influenzato dalla fortuna e non ha praticamente interazione fra i giocatori. Inoltre è poco divertente e noiosetto. Meriterebbe un 4,5 ma gli do 4 per "aprirvi gli occhi". Ragazzi: TuT è un gioco mediocre. Assolutamente.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

Dopo 3 partite fatte in un breve lasso di tempo,sono convito del fatto che la fortuna sia troppo
determinante in relazione al tipo di gioco.Preferisco il più onesto Ticket to ride in cui tra l'altro c'è
anche molta più interazione.A chi volesse un gioco di percorso strategico e privo del fattore fortuna
consiglio il validissimo Hermagor.Comunque do un 7 a questo TUT per via delle meccaniche interessanti e per la realizzazione piuttosto buona ma il gioco è stato sopravvalutato.

7

7,5

Gioco semplice e veloce, la fortuna c'è e fa parte del gioco ma con l'aiuto dell'amministartore, direttore e postino difficilmente si rimane in panne e si può pensare anche ad una strategia a breve/medio termine. Mi piace inoltre che si possa fare punti in diversi modi e le tratte sono funzionali agli obiettivi e non fini a se stesse, in questo lo preferisco nettamente a TTR.

8

Un bel gioco, una grafica molto elegante, non è difficile da spiegare neppure ai neofiti.

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Molto divertente, poco impegnativo, in famiglia o con le signore fa un figurone!

Il fattore "K" è...Bandito!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare