Recensioni su Thurn and Taxis Indice ↑

Articoli che parlano di Thurn and Taxis Indice ↑

Eventi riguardanti Thurn and Taxis Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Thurn and Taxis Indice ↑

Video riguardanti Thurn and Taxis Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Thurn and Taxis: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
18709
Voti su BGG:
16724
Posizione in classifica BGG:
376
Media voti su BGG:
7,11
Media bayesiana voti su BGG:
6,98

Voti e commenti per Thurn and Taxis

7

Nessun commento

"Qualunque cosa un uomo può immaginare, altri uomini possono rendere reale."

[Jules Verne]

7

Nessun commento

9

Anche se un po' condizionato dalle carte, le strategie per poter vincere sono molteplici.

9

Nessun commento

7

Gioco semplice ma non banale. Facilmente spiegabile anche ai giocatori occasionali e dalla durata non infinita (che potrebbe scoraggiare chi non è un super appassionato). I materiali sono ben fatti, anche se le carte sono piccoline e un poco fragili (dopo qualche partita si cominciano a vedere dei segni di usura). Tutto sommato un gioco ben strutturato da avere nella propria collezione. Voto: 7/8

7

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Il gioco dove tutto o quasi è predeterminato,nulla si può fare per contrasare gli avversari troppe sono le possibilità che su 12 carte ne esca una utile,troppa fortuna poca strategia,troppo tutto già scritto,,,carino per le famiglie..

8

Bello ma ZERO interazione trai giocatori. Ideali per quelli che non vogliono farsi male o litigare!

9

Gran bel gioco giustamente premiato con lo SDJ. Con poche semplici regole e' possibile impostare strategie differenti sfruttando i quattro poteri speciali dati dai personaggi, la vera chiave del gioco gquesta. Apparentemente meno legato alla fortuna di quanto in realta' esso sia, e' in grado di coinvolgere e farsi apprezzare da giocatori di ogni tipo.

7

sono possibili diverse strategie per vincere. l'importante, come dice Fenomeno, è di non farsi MAI sfuggire la carta PILSEN. la diligenza della vittoria passa da lì.
peccato soltanto che pecchi di interazione tra i giocatori. ci si accorge degli altri solo quando qualcuno ti cambia tutte le carte sotto il naso.

7

Giocato solo in quattro.
Supera la sufficienza per i bei materiali, l'originalità del tema ed una semplicità non banale ma funzionale.
Adatto per scaricarsi un po' dopo giochi più impegnativi e ad alta interazione.
Voto "reale": 6,5

Ogni sistema formale può provare la propria consistenza se e solo se il sistema stesso è inconsistente.

6

- [FAIR-VOTE] Commento basato su poche (meno di 5) partite

Quando ho letto l'autore ho pensato "chissà che giocone" visti anche i riconoscimenti. Poi dopo averlo provato l'ho trovato un giochino divertente. Non so quanto longevo. Un po arido.

MECCANICA 1,4
STRATEGIA 1,4
AMBIENTAZIONE 1,3
COMPONENTI 1,3
LONGEVITA' 1,0

7

Gran bel gioco dalla grafica ed i componenti assolutamente eleganti. Non eccessivamente lungo, non difficile da spiegare e da giocare. Un bell'acquisto, anche se non siamo di fronte ad un giocone assoluto.

8

giocando, giocando ho imparato ad apprezzarlo al meglio. veloce, meccaniche semplice e varietà di strategie possibili. ottimo per una partita veloce tra un mattone e l'altro ;-)

7

Nessun commento

7

Regolamento semplice e di veloce comprensione. Si spiega e si gioca in poco tempo.

For the fondamental truth, self-determination of the cosmos is the suede that mows like a harvest

9

Gioco che racchiude nelle sue dinamiche un "livello di complessità molto equilibrato": - può essere spiegato facilmente al giocatore "non esperto" (che lo apprezzerà di sicuro!) - il giocatore "esperto" non si stuferà a "ri-giocarlo". Buon gioco per "entrare ufficialmente" nel mondo dei Board Games, cominciando a ragionare (con semplicità) sulle strategie migliori da seguire. Consigliato a tutti.

Mauro

7

Nessun commento

9

Una partita tira l'altra. Amo i giochi di Seyfart e sebbene lo spessore di TUT sia completamente diverso da quello di PR, ritengo sia un ottimo gioco. Il costo abbastanza ridotto, la breve durata e la semplicità delle regole, lo rendono un gioco molto gradevole, da giocare più volte anche nella stessa serata. Proprio la semplicità delle regole potrebbe indurre a pensare che TUT sia banale nel suo svolgimento, mentre sin da subito salta all'occhio che chi sa gestire bene le carte a propria disposizione e sfruttare a dovere le azioni speciali si ritrova avanti dopo pochi round. Non mi dispiace affatto la possibilità di recupero di chi è indietro.
La presenza della fortuna si sente, ma raramente mi è capitato (e di partite ne ho fatte una marea) che un giocatore sia completamente tagliato fuori solo a causa della sfortuna.
La grafica è ben fatta e poco confusionaria rispetto ad altri titoli (vedi hermagor). Un gioco immancabile nella ludoteca di chi ama i giochi tedeschi. E' il gioco preferito da mia moglie. Ultimamente mi ha chiesto spesso di giocare: miracolo!!!

Meccanica: 2
Strategia: 2
Ambientazione: 1
Componenti: 2
Longevità: 2

8

La fortuna nella pesca delle carte si fa sentire ma il gioco scorre bene e veloce.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

6

Ho rigiocato ieri sera a distanza di tempo dalle prime partite. Mi sono convinto che è uno dei giochi più sopravvalutati e per questo correggo verso il basso il mio precedente voto.
T&T è rispetto a quello che si gioca di questi tempi troppo lineare e piatto e le lacune sono evidenti: peso della fortuna nella pesca che a volte si fa sentire molto, interazione bassissima, sbilanciamento soprattutto verso la fine della partita, dove viene premiato più chi finisce per primo le casette che chi sta giocando in modo più ragionato.
Insomma, un gioco appena sufficiente ma che davvero non merita di essere ricordato più di tanto.

7

[FAIR-VOTE] Commento basato su poche (meno di 5) partite
Uno SdJ interessante e piacevole da giocare. Dà l'impressione che la vittoria sia solo una questione di un'inezia (uno-due punti di vantaggio a volte bastano, nella mia pur limitata esperienza).

RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a "solo giochi belli ®":
//goo.gl/163wiY)
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"

8

Bel gioco sulle orme di "Ticket To Ride" che ne prende le meccaniche approfondendole (leggermente) con le 4 carte personaggio che permettono di attuare (nel breve periodo) strategie differenti. L'ambientazione è storica. Lo scopo del gioco è di tracciare (e percorrere) tragitti tra Svizzera, Austria, Germania e Ungheria, fino ad arivare in Polonia.
Per quanto semplice, il gioco risulta sempre divertente (complice anche la durata delle partite, mai troppo lunga).

Materiali: 1
Originalità: 1
Regolamento: 2
Divertimento: 2
Longevità: 2

-Più di 10 partite giocate-

"Quando il culo ragion contrasta, vince il culo, ragion non basta!"

8

Nessun commento

5

Nessun commento

E' Bello incontrare qualcuno che usa il cervello e pensa razionalmente. E' un contrasto piacevole col mondo reale. - Bilbo Baggins -

6

Devo dire che come primo impatto mi aspettavo di più da questo gioco.
Non mi è piaciuto il fatto di rimanere con carte in mano in modo forzato e non poterle rimettere in gioco. Questo può bloccare inconsapevolmente la strategia di un altro giocatore.
Poi solitamente si tende a farsi i propri percorsi senza guardare cosa fanno gli altri, quindi non tanta interazione.
Comunque buoni i materiali anche se le città sul tabellone potevano essere scritte meglio.

sassa

"dov'è finito il ladro ?"
"alle tue spalle sire..."

7

Piacevole, regolamento molto semplice, scorre bene. Materiali molto gradevoli, ma manca un po' l'interazione fra giocatori.

[FAIR-VOTE] Commento basato su poche (meno di 5) partite

8

Un altro bel gioco dello stesso autore di Puerto Rico, il cui aspetto più caratteristico è rappresentato forse dalla scarsa (per non dire inesistente) interazione fra i giocatori e che, di conseguenza, può renderlo non esaltante agli occhi di molti. In effetti l’unico momento in cui è possibile influire appena un po’ sul gioco dell’avversario è nel momento della scelta delle carte da aggiungere alla propria mano, anche se questo va fatto ovviamente in funzione della propria strategia, più che nell’interferenza con quella degli altri. Al di là di questo aspetto resta comunque un gioco che, anche se non troppo impegnativo, richiede una discreta pianificazione delle proprie mosse e un utilizzo ottimale degli “aiuti” che, uno per ciascun turno, possono essere forniti dai personaggi di contorno, fra cui quello di cambiare tutte le carte in tavola, che ricorda molto da vicino la stessa opzione presente in Atlantic Star. Proprio l’aiuto fornito da uno dei personaggi, ovvero il maniscalco, che permette di completare un itinerario di n carte facendolo valere fino a n+2, costituisce però una delle regole a mio avviso da rivedere, perché tende a banalizzare il gioco stesso; io proporrei pertanto di limitare tale valore aggiunto a n+1, e perciò, nel mio personale giudizio, gli fa perdere un mezzo voto.

7

Nessun commento

8

Semplice da spiegare e divertentissimo da giocare.

9

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Si impara facilmente, ed è veloce da giocare, ma allo stesso tempo va studiata una strategia per ottenere dei buoni risultati, il che rende il gioco non così banale.
Belli anche i disegni e i materiali.
Merita un bel 8.

yoghi e bubu
La Tana dei Goblin Lodi

Che la forza sia con voi...

9

Sempre divertente, partita dopo partita.

7

Nessun commento

Persegui la méta, ma abbi cura anche degli incontri e delle amicizie che accadono nel mentre percorri il cammino !

7

Un gioco di piazzamento che ha dalla sua semplicità e velocità. Come spicca per intelligenza e sagacità di alcuni meccanismi come quelle del percorso e del posizionare le stazioni in due modi alternativi. Intelligente dunque, ma con una componente fortuna limitata e limitabile che ce lo fa piacere sempre. Un bel lavoro che è ha vinto meritatamente il gioco dell'anno tedesco.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

9

Devo dargli un bel 9 perchè al di là che mi piace il gioco in sè è l'unico gioco che trovo del tutto appagante anche giocato in 2!

7

Nessun commento

The angel that deserves to die

8

un gioco bello, per tutti, un ticket to ride con meccaniche più interessanti; fattore alea a volte decisamente oltre l'accettabile ma i molti modi per poter ottenere punti lo rende in ogni caso strategicamente interessante

7

provato di recente (un paio di partite). Apparentemente un gioco a "bassa aggressività" ma interessante negli sviluppi strategici

Viridovix di Albernia
Conte della Spada Spezzata

8

Nessun commento

Ultimi giochi a cui ho giocato: //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=fulmine69&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

7

Nessun commento

Una volta eliminato l'impossibile, quello che resta, per quanto improbabile deve essere la verità. - S.H.

6

Gioco per famiglie. Che vuol dire che le scelte dei giocatori sono spesso dettate dalle carte disponibili e le possibili varianti tattiche sono piuttosto limitate. Nonostante questo il gioco è divertente e veloce. Piacerà a chi non ama i giochi aggressivi: la competizione è indiretta

7

Molto carino, ma non tanto impegnativo... non adatto per boardgamers assidui!
Il fattore fortuna è forse troppo alto e se non si fa in fretta a raccogliere punti si rischia sul serio di perdere la partita senza avere nessuna speranza...

Suggerirei di provare a scoprire non 6 carte, come previsto dal regolamento, ma 4 o addirittura 3, per provare a renderne più difficile il reperimento... ma è solo un'idea!!

4

per alcuni versi molto simile a Ticket to Ride, per altri a Power Grid... e ho appeno citato 2 dei giochi con l'ambientazione + brutta e pallosa della storia del gioco! Cavolo ma sarà l'ambientazione di un gioco? La distribuzione della posta?!? Per me l'ambientazione in un giocoè importante e questa è una delle peggiori/pallose, la prossima volta un bel gioco sui modelli 740 e la loro consegna entro il 16 del mese... che OO...

Longevità 0 giocato una volta e basta
Regolamento 1,5 facile e chiaro, anche x i babbani
Divertimento 0 grande assente
Materiali 1 senza infamia senza lode, le carte sono un pò piccole
Originalità 1 per essere originale è originale, ma se questa è l'innovazione io torno ai classici della storia

voto di 3,5 portato a 4, in fondo le meccaniche di gioco non sono male, ma si salvano solo quelle

9

Nessun commento

8

Gioco semplice, carino, adatto a tutti i giocatori.

Nonstante sia targato come un "gioco per famiglie", lo trovo molto interessante e divertente.

Il fattore aleatorio presente a causa delle carte è mitigato dalla possibilità di scegliere tra 6 carte (invece che di pescarne una alla volta...) con la possibilità di cambiarle anche tutte!

8

Proprio un bel gioco, divertente anche in 2.
Forse l'unica pecca è la pochissima interazione tra i giocatori.
Carte e tabellone davvero belli.

7

Gioco bellissimo. I meccanismi di gioco mettono il giocatore a fare delle scelte strategiche che danno rilievo al gioco. Poca interazione fra i giocatori, in quanto le proprie scelte non influiscono più di tanto sulle scelte degli altri.

8

Innanzi tutto si tratta di un gioco piuttosto rapido, che in partite a due non arriva a mezz'ora a match, per cui scivola via decisamente veloce. I materiali sono carini, consistendo in una mappa della Germania meridionale del 1800, in un pacchetto di casette colorate (gli uffici postali, 20 per uno), nelle carte, sulle quali sono raffigurate le città (da utilizzare per fare i percorsi: qui si mettono gli uffici postali solo nelle città, non sull strade che le uniscono come accade in Zug um Zug) ed in una serie di tagliandini (i 'chits' inglesi: ricordano moltissimo quelli di Zug um Zug versione Marklin) che rappresentano i bonus attribuiti per aver occupato con uffici postali determinati gruppi di città.

La meccanica di gioco è molto semplice, si spiega in 4 minuti Wink ed è possibile elaborare anche alcune piccole strategie per cercare di imporsi sugli altri. C'è una componente fortuna, ma, giocato bene, alla fine può non essere determinante. Laughing

Giudizio d'insieme: decisamente un gioco carino e mi sa che qualcuno di quelli che giocano da me prima o poi lo vorrà comprare a sua volta Laughing Laughing Ottimo rapporto qualità - prezzo (dalla Germania a meno di 20 euro) e totalmente indipendente dalla lingua (basta solo scaricarsi le regole in italiano)

7

Giochino leggero, non stanca mai.

[glow=red]VENDO:[/glow]Kickstarter Arcadia Quest Inferno+Pets+Pg+Pg Masmorra_Ashes+2Esp - Uppsala - Club degli spendaccioni - ecc.
8

Devo dire davvero bello, adatto a Gamers e non, può essere utilizzato anche come gioco di introduzione. Bello il materiale, peccato per le carte piccole le cui dimensioni non consentono di proteggerle con bustine e tendono quindi a rovinarsi. Bella meccanica anche se semplice. Bello il conteggio punti.

Partite giocate: >20

8

Gioco di posizionamento dalle meccaniche semplici ma originali, che unisce elementi tattici ad altri più strategici, pur non eliminando completamente il fattore fortuna.

7

Nessun commento

6

Nessun commento

8

Ottimo gioco per tutta la famiglia, semplicissimo da spiegare ma che permette comunque una certa strategia (niente di particolarmente impegnativo, ma adatto al target a cui si rivolge).
Le partite hanno una durata appropriata, il livello di difficoltà lo pone come un'ottima soluzione per avvicinare chi è alle prime armi e desidera un po' di strategia senza mille regole da ricordare.
E' piaciuto a tutti quelli con cui l'ho giocato, anche se non ho mai provato (e non credo proverò) tutte le espansioni che sono uscite finora.

PREGI: Veloce, fattore alea presente in giusta misura, materiali nella media, possibilità di creare semplici strategie (shuffle permettendo).

DIFETTI: Poca interazione tra i vari giocatori, alla lunga gli uffici postali tendono a scolorirsi, strategie non troppo profonde (adeguate comunque al target a cui è rivolto) e non troppo longevo.

(Commento basato su più di 10 partite)

Vendo Giochi
[spoil]NUOVI
Sword & Sorcery
Galaxy Defenders + KSExcl. + 2°KS
Stephenson Rocket KS
Azzardo di Bespin, Regno di Jabba + pack
Apocalisse (esp. The Others)
Zombie 15
Rattle, Battle... ITA
Claustrophobia
WQ Silver Tower
Space Hulk 4a ed.
Dreadfleet ITA
Space Cadets Duel Fighter
La lepre e la tartaruga
La Famiglia
Bandits on Mars
Medici Card Game
Mazzi Warcraft Card Game
Ravenloft:
Domini del Terrore
L'Antico Terrore
Ululati nella notte
Castel Spulzeer

Per i giochi usati chiedete[/spoil]

8

Nessun commento

8

Nessun commento

EX EX Presidente dell'
Associazione Ludica
CarriDisarmati

7

Nessun commento

9

Bellissimo!!! Gioco per tutti

La vita è un grande bel Boardgame...peccato avere le regole solo in tedesco! -MartyParty-

8

Gioco di immediato apprendimento e divertente. Apprezzato dai novellini come dai gamers più navigati tocca un ambientazione innovativa ma efficace.

"Allora il Capitano Nero si rizzò sulle staffe e urlò con voce spaventosa, pronunciando in qualche ignoto linguaggio parole di potere e terrore tali da lacerare cuori e rocce..."da L'assedio di Gondor (Il Signore degli Anelli)

8

Un ottimo gioco dalle meccaniche semplici ed eleganti, rilassato e intelligente.
E' molto bello da vedere, la mappa della Germania è carinissima.

Non c'è interazione diretta fra i giocatori ma è fondamentale avvantaggiarsi rispetto agli altri e quindi occorre confrontare la propria strategia con quella degli avversari.

If the doors of perception were cleansed, everything would appear to man as it is: infinite

7

Nessun commento

Oi! colui che esita è perduto! o COLEI...

7

Gioco molto bellino!Semplice veloce, adatto a tutti...molto dinamico eappetitoso per essere giocato più e più volte!

8

Nessun commento

9

Nessun commento

Un maestro dell'arte di vivere non distingue tra il lavoro e il gioco

8

Nessun commento

8

Nessun commento

LUDICI si nasce....Ma F.I.T.A. si diventa. B-M-F forever. Mitico Aledrugo che pur di non far vincere EvD si prostra, si sodomizza e fa diventare RE STEC....che dire tanto temuto e tanto Onore. Grazie di esistere Aledrugo.

6

Non capisco perchè piaccia tanto, a me sembra un semplice giochino come tanti altri e un po' bambinesco...

8

Nessun commento

Sois grand avant d'etre gras (Paul Eluard)
//www.triware.it/ebay/richard/100stazioni.png)

9

Nessun commento - [Autore del commento: Chromaline]

7

Davvero un bel gioco con una grafica molto elegante. Mi sembra un'evoluzione in meglio del già ottimo Ticket to Ride. Regole semplici e alla portata di tutti. E' molto difficile stravincere, si arriva sempre in volata e questo è un pregio. 7,5.

8

Si meriterebbe anche di più,ma effettivamente non è un "giocone". E' però facile e mai banale,divertente,agile,si afferranno le meccaniche in brevissimo tempo e promette tante e tante partite senza annoiarsi mai.Consigliato alle famiglie ma anche a giocatori "seri",a me che sono a metà è piaciuto molto.

"maledetta argilla..chi mi dona un'argilla per un legno? per una pecora? per un grano? maledetti...maledetti coloni della malora..."

7

Favoloso gioco da proporre a gruppi di non appassionati. in 10 minuti si spiegano le regole e dopo la prima partita chiunque può affrontarlo. Semplice ma non banale. Il voto sarebbe più alto se non fosse per l'inspiegabile assenza della possibilità di giocarlo in più di 4 persone (basterebbe un'espasione per 5-6...) e perché alla fine sono un pò stufo che tutti vogliano giocare sempre a questo invece che a qualche gioco un pò più impegnativo.

8

Nessun commento

6

Giocato molte volte (saranno state tra le 25 e le 35): il mio giudizio personale è che può costituire una valida alternativa quando si ha solo poco più di un'oretta di tempo con gli amici (e non si può iniziare qualcosa di più impegnativo), e/o se si vuole cambiare un po' rispetto alle solite preferenze. Per la precisione il mio voto è 6 e 1/2, e avrei optato per il 7, se solo non gli fossero stati assegnati tutti questi 9 e 10, a mio avviso improbabili...

CARATTERISTICHE: durata non eccessiva, gradevole realizzazione di carte e tabellone, cura per i riferimenti storici e geografici, il gioco richiede un discreto impegno tattico e, per la mia esperienza, la fortuna raramente incide con prepotenza sullo svolgimento delle partite. Tuttavia c'è da segnalare anche come esso risulti fortemente ripetitivo, che le strategie migliori si riducono ad una soltanto (con pochissime varianti), e che l'interazione tra i giocatori è purtroppo davvero scarsa.
Per finire, l'ambientazione è abbastanza grigia, per non dire deprimente (il gioco delle poste)...
PER L'ACQUISTO: totale indipendenza dalla lingua (può essere acquistato anche in tedesco: lo si trova per 15€).

CONSIDERAZIONI PERSONALI SUL PREMIO SPIEL DES JAHRES: con questa premiazione (2006), lo Spiel des Jahres è caduto parecchio in basso... rispetto a giganti del calibro di Siedler von Catan, Carcassonne, El Grande, Puerto Rico (International Gamers Award), a mio avviso questo giochetto dalle evidenti lacune sul piano della ripetibilità, della strategia e dell'interazione, non può assolutamente reggere il confronto. Non rimane che sperare che quell'anno, al concorso, davvero non ci fosse nulla di meglio!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare