Recensioni su Twilight Struggle Indice ↑

Articoli che parlano di Twilight Struggle Indice ↑

Eventi riguardanti Twilight Struggle Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Twilight Struggle: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Twilight Struggle Indice ↑

Video riguardanti Twilight Struggle Indice ↑

Gallerie fotografiche Indice ↑

Twilight Struggle: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
47375
Voti su BGG:
34440
Posizione in classifica BGG:
5
Media voti su BGG:
8,32
Media bayesiana voti su BGG:
8,17

Voti e commenti per Twilight Struggle

9

Nessun commento

9

Semlpicemente il miglior gioco per due persone. Molto strategico e combattuto fino alla fine. Molto bella la sequenza azione-reazione.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=izio1977&numitems=10&header=1&text=title&images=small-fixed&show=random&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&showplaydate=1&domains[]=boardgame&imagewidget=1)

8

Gioco eccellente- Il voto attribuito credo sia a crescere in quanto non sono un esperto di guerra fredda ma trarrò lo spunto per affinare la mia cultura in merito e ne beneficierà il piacere di gioco, già elevato.
L'elemento caratterizzante che ne rende semplicemente geniale la struttura è l'influenza. Non è un wargame; è esattamente la guerra fredda. E' necessario pianificare quindi una politica lenta di espansione della propria influenza, non trascurando quanta e dove ne acquisisce l'avversario, anzi in parte contrastandola.
Meccaniche fluide e senza alcuna sbavatura.La durata è medio/alta e decresce naturalmente con la conoscenza delle carte.
Materiali sicuramente buoni ma non eccelsi, ce ne sono di assai migliori (nulla di eccezionale il tipo di cartone nonostante l'edizione de luxe della Asterion; i talloncini vari - influenza etc - talvolta si rovinano nell'estrazione dai fogli di cartone). Eppure il prezzo imporrebbe maggiore qualità ed attenzione a tali aspetti, che non sono dettagli per il mondo ludico.
Bello il procedere degli eventi nei tre periodi in cui si suddivide il gioco e di conseguenza i mazzi di carte, suddivisi in 3periodi, a rappresentare inizio - metà e tarda guerra. Geniale anche la necessità di condurre operazioni militari (guerre interregionali e/o colpi di stato) per mantenere alta la tensione e conseguire punti. Davvero calzante in quanto la tensione deve rimanere sul filo dell'equilibrio senza evidentemente sfociare nella guerra nucleare.
In sintesi, è una eccellente rappresentazione della guerra fredda, con il piacere del gioco da tavolo; un gioco di livello.

La realtà è....vivere oggi e non aspettare domani, perchè il paradiso non è un luogo dove andare, ma una sensazione da provare. The Mission cap.2 pag.20

10

questo è probabilmente il gioco più bello di tutti i tempi, a patto che accettiate di giocare solo in due e non con tutta la compagnia. il clima di tensione è ricreato alla perfezione, ogni round di azione potrebbe scaturire vittoria o sconfitta. gioco facilissimo da capire come regole ma assolutamente difficile da giocare.
il massimo sarebbe presentarsi in uniforme, a rappresentare le fazioni contrastanti.
voto 10 con lode e bacio accademico

10

Un'opera eccezionale.

10

Nessun commento

9

Gioco veramente spettacolare. L'unico difetto, se vogliamo trovarglielo, è quello di poter giocare solo in due.

Il futuro era ieri. Pazienza.

9

me l'hanno regalato e una volta aperto non riuscivo a smettere di giocarci, una partita tira l'altra! per chi ama la storia le note relative alle carte nel regolamento sono una chicca!

10

Il mio gioco preferito! Ambientazione sentita, componenti ottimi, alto livello di strategia e una minima componente aleatoria che ci calza a pennello! Non trovo davvero nessun difetto a questo gioco che considero la pietra miliare dei Boardgame!

10

Semplicemente il miglior gioco di sempre.

9

Nessun commento

La vita é troppo preziosa per abbandonarla nelle mani del proprio destino.

8

Gran bel prodotto per 2 giocatori che ricrea perfettamente l'ambientazione della Guerra Fredda tramite il sistema denominato card-driven. Dopo un discreto numero di partite, posso dire che il gioco è veramente valido, la tensione è sempre alta, il tema di fondo è sentito e c'è molto margine d'azione per strategie e tattiche. L'unica pecca è il fattore aleatorio, che ogni tanto può incidere sulla partita e non parlo solo dei dadi, ma soprattutto delle carte che peschi (se in una fase ti trovi solo carte dell'avversario, troppe carte punteggio o troppo poche, puoi perdere senza aver giocato male). La componentistica è funzionale e graficamente ben curata, la plancia è enorme, ci deve stare tutto il mondo.

10

Molto bello, quando ho aperto la scatola ho pensato tutto qui?
Dopo la prima partita (durata un bel po') ero sconvolto dalla complessità del gioco.

9

Gioco eccezionale dall'esito imprevedibile. Ogni partita può concludersi in pochi minuti o dopo ore di equilibrio. Il tema storico è affrontato in maniera impeccabile e la componente fortuna è bene bilanciata dalle innumerevoli variabili strategiche.

9

Grandissimo gioco, anche solo per come ti fa vivere appieno il clima da guerra fredda. Mi tocca abbassarlo a 9, perchè vista l'eccessiva lunghezza non riesco a giocarci da mesi :(

8

Alta strategia e alte botte di sedere. Il pregio massimo del gioco è che ti tiene incollato alla partita ogni secondo.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

10

Stiamo parlando forse del migliore?
Probabilmente sì!
"maronne!"

E se poi ti diverti?!

9

Nessun commento

10

veloce da provare, ma intrigante e molto profondo da giocare al meglio.

il top del gaming strategico 1vs1. importante ma non fondamentale conoscere bene le carte. molto piu importante saper modificare la propria strategia di volta in volta a seconda della pescata di carte.

da provare e amare, nonostante a volte si vinca o perda per un pelo di fxxx su un tiro sbagliato, non lascia l'amaro in bocca, bensì la voglia di rigiocarlo meglio.

Pulla !!

9

Twilight Struggle è un gioco che diverte soltanto se c'è un notevole impegno da parte dei due giocatori. Richiede abilità strategica e pazienza nei momenti che sembrano critici. Insieme alla bravura non manca la fortuna nel tirare il dado e nel pescare le carte, le quali devono essere giocate con molta astuzia politica.
E' interessante osservare in che modo giochi una partita una persona che abbia vissuto quel periodo, ed un'altra che sia nata negli ultimi anni della Guerra Fredda.
Una vera e propria partita a scacchi tra U.S.A. e U.R.S.S.

10

Forse il miglior gioco 1vs1 mai fatto.
Se non lo è, rientra comunque nei titoli imprescindibili.

Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

//encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQcbJHLVC6wNcuQXy5stVxG24LzqUgldtt96BXMMPA6-fcr_0PC)
http://www.noferplei.it

9

Nessun commento

10

Bellissimo. Una partita a TS ti appaga e ti diverte.

10

Bello, bellissimo...ma non è da primo posto dato che la fortuna (carte pescate e dado) e molto influente nel gioco.
Strategico da 2 Bellissimo giocato con un compagno all'altezza.
Tra i Board game provati anche per è il migliore 1 vs 1

...non avro' altro dIO, all'infuori di me!

9

Miglior strategico per 2 (se si ha tempo a sufficienza per giocarlo). L'alea c'è e conta (nei dadi e nelle carte) ma fa parte del gioco e lo rende divertente. Tra due giocatori esperti i tempi effettivi di gioco si riducono a max 120', raramente le partite giungono al 10° turno. Profondità incredibile, sarà che a me piace moltissimo la storia contemporanea, ma quando gioco a TS ho sempre una febbrile eccitazione. Da giocare e rigiocare.
P.S.: per i neofiti ho un consiglio controcorrente: giocate con gli USA, perderete sicuramente le prime partite, ma giocando dalla parte statunitense avrete la possibilità di comprendere più velocemente la strategia complessiva del gioco che si sviluppa soprattutto dopo il 3° turno.

« We come from the land of the ice and snow!
From the midnight sun where the hot springs blow...
The hammer of the Gods...will drive our ships to new lands...
To fight the horde, singing and crying: Valhalla, I am coming! »

8

Bel gioco, a tratti fortunoso. Possono esistere turni in cui l'unica cosa da fare è accettare la supremazia dell'altro e cercare di contenere.

9

Finalmente ho questo gioco, e dopo numerose partite posso permettermi di valutarlo appieno.
Prima di tutto il giudizio: il gioco è bello, ma è migliorabile.
Allestire il gioco è un attimo, il tabellone stesso dà indicazioni su come piazzare i segnalini.
Il sistema di gioco è parecchio macchinoso, si dovrebbe semplificare (ad esempio nei primi 3 turni si giocano sei carte, poi sette: perchè?) .
Il libro di istruzioni vi spiega le regole, ma non vi darà nessun indizio su come giocare per vincere. Le istruzioni solo solo 10 facciate (5 pagine), ma vi ripeto che il gioco è macchinoso, quindi non vi sarà chiaro cosa comporta nel lungo periodo ogni vostra azione.
Il gioco è di carte, quindi la fortuna entra in gioco molto; anche se la meccanica di gioco complicata prova a bilanciare la fortuna, rimane un gioco di carte, con 110 carte diverse.
Il primo grossissimo limite del gioco è che bisogna conoscere tutte e 110 le carte per giocare discretamente. Se non si conosco tutte le carte, non è possibile fare una buona strategia. Quindi per divertirsi c'è bisogno che entrambi i giocatori ci abbiano giocato ognuno un bel po'.
Secondo punto: è un gioco di piazzamento, se non vi piace mettere e levare segnalini con numeri da un tabellone, non è per voi.
Terzo punto: durata del gioco. Sulla scatola c'è scritto 3 ore, ma non è vero. La prima volta forse arriverete a 4 ore, poi 3, poi mediamente 1 o 2 ore. Ma ripeto: solo se ci avete giocato molto. Conoscendo tutte le carte si gioca velocemente, e se siete fortunati, anche al 4 turno potreste vincere.
Quarto punto: compratevi una scatoletta con dei divisori (almeno 12-14 scomparti). L'edizione italiana deluxe vi dà solamente delle bustine per separare tutti i segnalini.
Per avere più idee sul gioco c'è il sito degli appassionati:
http://twilightstrategy.com
vi consiglio di leggervi
http://twilightstrategy.com/is-twilight-struggle-for-me/
e
http://twilightstrategy.com/new-to-twilight-struggle/

9

Gran gioco da due. Ambientazione che si avverte parecchio. Mi è sembrato ben bilanciato, tenuto conto che i due giocatori devono giocare in modo diverso nel corso della partita.

7

Nessun commento

VENDO

10

Gioco per due persone fantastico, ricrea benissimo la tensione tra Usa e Urss. Un pò lungo per un gioco a due ma molto appagante. Straconsigliato. Unico neo, ma che non incide vista la bellezza del gioco, i materiali non sono proprio irresistibili, soprattutto i quadretti con i numerini.

7

Mega Giocone Galattico. Ottima strategia. Solo il dado influisce sulla fortuna, il resto niente.
Voto al ribasso di uno per il fatto che avendo giocato a Labyrinth l'ho preferito. Molto più avvincente.
Ribasso ancora di 1 perchè ci ho rigiocato dopo labyrinth e mi sono annoiato.

9

IL gioco di strategia per antonomasia.

Consigliato a chi ama la storia contemporanea e vuole immergersi nel freddo clima del conflitto tra le due superpotenze che dominarono il mondo dalla fine della guerra al crollo del muro di Berlino.

Regole relativamente semplici, per una profondità e dinamiche inaspettate.
Un giocone di durata medio-lunga adatto a 2 giocatori che si conoscono bene e che vogliono impegnarsi. Ricordate che la 2a partita è sempre migliore di quella precedente, perchè è un gioco che da il meglio di sè ai livelli alti di impegno e strategia.

Lo scenario su cui si gioca: il mondo. Questo è forse l'aspetto più affascinante.
Presenza aleatoria a mio parere marginale.

Eleganti ed asciutti i materiali.
Nella nuova versione in Italiano decisamente migliorati. Soprattutto la mappa.

Se giocate con un nuovo giocatore lasciate a lui la Russia

Difetti:
Ne vedo solo due:
Richiede una certa dose di impegno, altrimenti non da soddisfazioni.
Chi conosce le carte è molto avvantaggiato

8

Nessun commento

9

Nessun commento

il tempo è ciò che impedisce alla luce di raggiungerci

9

Un giocone, una sfida intensissima per due giocatori. Un plauso agli autori che hanno dato vita ad un capolavoro... fedelissimo al contesto storico di riferimento.

9

Nessun commento

9

bellissimo graficamente e da giocare .

9

Nessun commento

9

Nessun commento

"In guerra non ci sono vincitori e perdenti ma solo morti e sopravvissuti"

8

Bellissimo gioco.
Non gli do voti altissimi perché è comunque legato alla fortuna della
pesca delle carte e può risultare a tratti frustrante (specie per gli Americani).
Se piace il tema storico, non rimarrete affatto delusi.
Da comprare dopo averlo provato, perché non per tutti.

10

Beh, un gioco molto profondo e strategico. Il caso è importante nella pesca delle carte e nel tiro del dado (comunque modificato), ma, a meno di non essere perseguitati dalla sfortuna, la strategia di gioco ha comunque la meglio. Gran gioco!

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=gapsxever&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagepos=center&inline=1&wishlistrank=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

9

Nessun commento

10

io gli do 10... se non si da 10 come voto a questo gioco non so quale altro lo meriti!
certo è ostico nelle prime partite, ma dopo averlo provato un paio di volte capirete perche è il gico numero uno al mondo (non dico per dire, dato che è il n° 1 nella graduatoria BGG)
io non risento della aleatorietà, penso sia minima e nell'arco delal partita si bilancia tra i due giocatori., qualcuno lamenta le carte, "e se mi esce una mano di carte piena di eventi avversari?" certo è dura, ma se rifletti un attimo vuol dire che anche il tuo avversario ha una mano piana dei TUOI eventi.
E' pero un gioco impegnativo, che dà il massimo divertimento a chi lo gioca con un minimo di impegno e che conosca le carte proprie e dell'avversario, e come a scopone scientifico, tenga conto di cosa è uscito e cosa no.

9

Nessun commento

Le mie ultime partite:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=shjivak&numitems=10&text=title&images=small&show=recentplays&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1"%20border="0")

9

Nessun commento

9

Nessun commento

9

Nessun commento

7

Nessun commento

10

Per me rimane il gioco 1vs1 migliore sul mercato. Necessita di alcune partite per conoscere le carte e migliorare le proprie scelte. 

9

Fatta una sola partita, non vedo l'ora che arrivi la seconda!
Ovviamente è difficile giudicarlo senza averci giocato un po' e senza conoscere abbastanza bene le carte, ma mi sembra proprio uno di quegli ottimi giochi col regolamento semplice, che scorrono veloci e ti divertono così tanto da non farti accorgere che sono passate 4 ore.
Per ora metto 9 "sulla fiducia", ma rivedrò il commento in futuro.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

10

Gioco dtraodinario, al momento il mio prferito

Nel gioco vince chi si diverte e chi arriva primo

10

Ho appena portato il mio voto da 9 a 10 dopo diverse partite.
Ero partito da 8, perchè nonostante mi piacesse molto, non volevo semplicemente omologarmi alla comunità BGG per vezzo personale.

Poi l'ho portato a 9 giocandoci ancora un po' di volte e vedendo che non mi stancava mai.

Ora lo porto a 10, perchè ho capito cosa c'è in Twilight Struggle che non trovo in nessun altro gioco, la caratteristica che rende perfetto un board-game: la semplice, meravigliosa, longevità eterna.

Twilight Struggle, per ora, è l'unico gioco a cui ho PIU' voglia di giocare dopo ogni partita.

10

Probabilmente il mio preferito ma non esente da piccole pecche... Pro -Racconta la guerra fredda in modo eccezionalmente fedele anche se in modo lievemente filo-americano. -Meccaniche semplici e originali anche se il regolamento non è scritto benissimo. -Ti tiene incollato al gioco fino alla fine -Nonostante racconti una storia ogni partita risulta diversa e imprevedibile Contro: -E' solo per 2 -La grafica non è accattivante -Elementi di fortunosità nei dadi (non eccessiva) e nelle carte punteggio (qui un po più decisiva).

9

Longevità 1,5
Regolamento 2
Divertimento 1,5
Materiali 1,5
Originalità 1,5
Bonus bellezza gioco in sè 1

//i.imgur.com/qxO8JSC.jpg)

10

Indiscutibilmente, alla pari di Through the Ages, il mio gioco preferito.
Trasuda epicità, tematicamente perfetto, dalla durata importante (e potrebbe certamente essere un deterrente per alcuni) ma avvolto da una tensione sempre crescente per le tante scelte richieste, spesso dolorose, ad ogni turno. Ad ogni mossa. Ad ogni alzata d'ingegno.
Colpi di stato, sommosse, corsa allo spazio, stato di DEFCON a pendere come una spada di Damocle tutto il tempo. E' la guerra fredda. E' la storia che stai riscrivendo al tavolo. Inarrivabile.

Vendo: Assault on Doomrock + espansione - Endeavor - SteamRollers - Posthuman KS - Axis & Allies Revised - Samara KS - Matterhorn - Redacted + espansioni
Compro: Piste Formula Dè (Interlagos/Silverstone/Suzuka) - Lisboa - Divinity Derby

7

Nessun commento

9

Nessun commento

VENDO My Little Scythe 30€, Moorea 10€, Sherlock MS Edizioni 5 euro a caso, Belfort eng 50€, Fugitive ita 18€, A Study in Emerald prima edizione 100€, Escape Room il gioco 28€

10

Nessun commento

10

il top per due giocatori.

9

edizione italiana. devo ancora capire come si gioca. ne ho solo sentito tanto parlare e bene! materiale ottimo meccanica intrigante è molto complesso per cui potrebbe essere giocato non solo da 2 persone esperte ma anche da 2 squadre di neofiti.

Daoel

6

non comunica nulla, divertimento zero, ma non è un cattivo gioco

10

Gran bel gioco, abbastanza scacchistico, nonostante i dadi! Ti lascia una gran voglia di rigiocarci.
L'edizione italiana deluxe ha ben poco di deluxe: la qualità dei materiali dei segnalini da defustellare era orrenda (ed è già un complimento!); i segnalini turno, PV, turno giocatore, DEFCON e operazioni militari includerli come edizione deluxe è una press in giro. In compenso, le carte, che poi sono il fulcro del gioco, sono di una qualità stupefacente.
Il dieci lo do al gioco, ma all'edizione italiana deluxe do un più che abbondante cinque!

9

Regolamento: Chiarissimo. Dopo un'accurata lettura del regolamento non ci sarà alcun dubbio su nessuna situazione di gioco. Il tutto è strutturato benissimo e ogni paragrafo termina con uno o più esempi chiarificatori. E' illustrata anche una partita turno per turno, elencando tutte le carte giocate, ed in che modo, da ogni giocatore. I due fogli di aiuto ai giocatori sono molto utili nelle prime partite.

Dipendenza linguistica: Altissima. Le carte sono zeppe di testo; il testo indica l'evento. Necessita l'edizione italiana!!!

Incidenza aleatoria: Alta. Si pescano carte, ed alcune di esse, oltre ad alcune azioni decise dai giocatori, prevedono il lancio di un dado. L'incidenza della fortuna, però, non è fastidiosa, benchè possa incidere, anche in maniera forte, sull'andamento della partita. Le meccaniche del gioco, e come aderiscono al tema trattato, fanno in modo che i giocatori accettino senza problemi anche un pizzico di mala sorte.

Incidenza strategica: Altissima. Bisogna gestire al meglio la propria mano di carte. Anche quando gli eventi delle carte sono associati all'avversario ( situazione spiacevole ma altamente probabile ) bisogna sapientemente gestire la sequenza con la quale giocarle, ed il modo in cui verranno utilizzati i rispettivi punti operazione. La corsa allo spazio, in questo, aiuta moltissimo, permettendo di scartare una carta avversaria senza far avvenire l'evento.

Scalabilità: Ottima. Gioco per due!!!

Componentistica: Tabellone da urlo; carte: le migliori in circolazione!!! I segnalini sono essenziali. Sicuramente tra i migliori componenti che io abbia mai trovato in un gioco da tavolo ( riferimento all'edizione italiana DELUXE ).

Bellissimo!!!

[glow=red]I miei giochi preferiti:[/glow]
//goo.gl/uwxYrH)

[glow=red]Le mie ultime partite:[/glow]
//goo.gl/seGQCj)

10

Pensavo che eclipse fosse il top (per dirla alla Briatore), ma Twilight è il sssogno.

9

Finalmente dopo tanto tempo ho avuto l'occasione di giocarlo sebbene già lo conoscessi come regolamento e dai vostri commenti, e devo dire che sono rimasto davvero felice di averlo fatto, al punto da sbilanciarmi su un voto decisamente alto, che da tempo non mi capitava di dare, che non raggiunge il massimo solo per questioni puramente soggettive che nel mio caso sono legate alla grafica ed alla qualità dei componenti (tranne le carte) ed al fatto che un gioco così ben fatto è davvero un peccato che sia solo per due giocatori.

Devo dire innanzitutto che il regolamento è chiaro, esauriente e non inutilmente voluminoso come spesso accade ultimamente, lasciando davvero poco spazio a interpretazioni e dubbi di sorta. La prima cosa che mi ha colpito è proprio che non è complesso da imparare, richiedendo di fatto poco sforzo, mentre è dannatamente complicato da giocare bene, dovendo fare scelte sempre difficili fra le diverse possibilità a disposizione, in funzione di strategie che sono soggette a cambi radicali e repentini anche e soprattutto in funzione delle mosse dell'avversario, ma anche tenendo in considerazione il diverso ruolo delle due superpotenze, che vede una vita relativamente più difficile inizialmente per gli USA e solo ins eguito per l'URSS. Perché qui è la seconda cosa che mi ha colpito, cioè il modo in cui effettivamente viene ricreato il clima della guerra fredda, ambientando il gioco in modo a mio parere assolutamente encomiabile dopo la valanga di astrattoni freddi e cerebrali cui parte della scuola tedesca ci ha fin troppo assuefatti nel corso degli anni. Se infatti sulle prime può lasciare perplessi il meccanismo delle carte punteggio e la casualità con cui queste possono capitare più o meno abbondantemente e frequentemente in mano nostra o del nostro avversario, questo è proprio uno degli elementi che più crea ambientazione nel gioco. Non sapendo se l'avversario ha in mano la carta punteggio di una certa zona, quando lo vedremo fare operazioni in una determinata area geografica ci andremo anche noi, e viceversa, secondo quello che effettivamente accadeva in scenari tipo: "gli americani si stanno muovendo in Sud America..." - "per quale motivo?" - "non ne ho idea, ma se interessa loro ci dobbiamo essere pure noi!".

E' vero che il gioco è un card driven e ci sono i dadi, quindi il fattore aleatorio è presente e ha un suo peso, ma è vero che se ci piace il gioco ambientato, i fattori casuali o comunque non prevedibili in un clima di guerra fredda ci stanno e sono mediamente ben tollerabili. Chi potrebbe considerare ben fatto un gioco in cui un colpo di stato oppure un riallineamento di influenza (che significa operazioni di comunicazione, informazione e divulgazione ad hoc) siano deterministicamente prevedibili nelle rispettive chances di successo e risultato?? Così come il meccanismo degli eventi storici, che in un modo o nell'altro si dovranno in larga parte verificare e modificano lo scenario in cui si gioca, dando spessore e ulteriore ambientazione mano a mano che il gioco procede spostando l'attenzione dei giocatori da un'area all'altra o da un tipo di operazioni all'altro. Altro bel cammeo è il livello di paranoia causato dallo stato di Defcon, che induce i giocatori a fasi più aggressive che si alternano a periodi di apparente distensione, potendo peraltro influenzare volontariamente lo stato di Defcon per mettersi in difficoltà a vicenda in funzione degli eventi che vengono poi giocati. Analogamente per la corsa allo spazio, che all'inizio può essere sottovalutata, ma che, al di là di ogni ideologia e dichiarazione propagandistica delle due superpotenze, è il solo modo davvero efficace per scartare una evento particolarmente scomodo evitando così di doverlo risolvere, creando anche qui una corsa ed un ulteriore campo di sfida per evitare che un potere speciale resti troppo a lungo di esclusivo appannaggio dell'avversario.

In estrema sintesi e a parte il poco detto in premessa, non posso che parlare bene di questo titolo, che si caratterizza anche per un tempo di gioco davvero ragionevole, a meno che il vostro avversario non sia il tipico pensatore slow-minded che comunque vi ammorberebbe anche a Perudo. Twilight Struggle entra prepotentemente nella mia personale scaletta di gradimento nella categoria per due giocatori come solo vero antagonista a Starship Catan (posto ovviamente che non sono titoli confrontabili e la scelta fra i due dipende dall'avversario a disposizione), che finora era il solo gioco di questo tipo ad avere per me un valore di rigiocabilità sicuro.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

8

Nulla da dire. Come concetto ed esperienza di gioco vale un 10 superlativo.

Abbasso il mio voto a 8 perchè dopo una dozzina di partite inizio a registrare una rigiocabilità davvero limitata.
Ho l'impressione, personalissima, che alla lunga diventi un pò ripetitivo...

9

Nessun commento

Bazinga!

9

Atmosfera ai massimi livelli. Come 1 vs 1 è il migliore. Nonostante il fattore fortuna (che si sente) durante la pesca delle carte, devo dare obbligatoriamente un voto alto per premiare la raffinata meccanica di gioco. Bella la grafica e belli i componenti, un gioiello.

9

Meritatamente in cima alle classifiche di vendita e gradimento.

10

Nessun commento

9

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Ottimo!!

9

Nessun commento

9

Nessun commento

non c'è più il futuro di una volta!

10

Finora il mio gioco preferito in assoluto, ambientatissimo, asimmetrico, profondo. Non riesco a trovargli un difetto

10

Gioco profondissimo ambientazione perfetta puoi cambiare il corso della storia controllando eventi e comandando le politiche geostrategiche mondiali.
E' gioco che esalta ai limiti della megalomania, da utilizzare con equilibrio :)
Eccezionale

8

Nessun commento

8

Nessun commento - [Autore del commento: Axl]

10

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=nuvolablu&numitems=5&header=1&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

10

Nessun commento

9

Ho aspettato una vita prima di comprarlo, nonostante la prima posizione su BGG parlasse chiaro. Mi è piaciuto tantissimo da subito, e appena fatta una partita ne farei subito un' altra. Indubbiamente richiede rodaggio ma se ti prende come ha fatto a me il fatto di dover imparare le carte il più possibile a memoria non è per niente un difetto come da molti ritenuto ma solo uno stimolo a migliorare sempre di più. Bello, bello, bello.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=dottgioia&numitems=6&header=1&text=title&images=small-fixed&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

10

Dà dipendenza abbestia! Bello a fiamma!

7

Il perfetto bilanciamento tra caso (le carte e il dado) e strategia (il tabellone). Probabilmente il gioco che riesce a conciliare meglio questi due fattori, con nel mezzo un'ambientazione di grande fascino e assolutamente funzionale alle meccaniche di gioco. La competizione diretta uno contro uno aumenta la concentrazione e facilita nel trovare compagni per giocare. Potrei andare avanti, anche volendo non riesco a trovargli un difetto.

8

Gioco superbo, da avere assolutamente se si gioca spesso in 2

10

Un gioco talmente bello che è riduttivo qualsiasi commento. Ricreato perfettamente il clima della guerra fredda tra USA e URSS, le tensioni sono palpabili ad ogni pesca delle carte associate ad un evento. Missioni nello spazio, colpi di stato e tantissima tattica e strategia. E' un war-game come concezione, ma è a tutti gli effetti un card-driven. Veramente un ottimo gioco soprattutto ora che c'è la versione in Italiano!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare