Recensioni su Wallenstein (first edition) Indice ↑

Articoli che parlano di Wallenstein (first edition) Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Wallenstein (first edition) Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Wallenstein (first edition): Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Video riguardanti Wallenstein (first edition) Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Wallenstein (first edition): voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
2814
Voti su BGG:
3473
Posizione in classifica BGG:
510
Media voti su BGG:
7,48
Media bayesiana voti su BGG:
6,86

Voti e commenti per Wallenstein (first edition)

8

Gioco molto bello e che amo particolarmente. L'ambientazioen non è affatto male, i materiali sono belli e le meccaniche buone. Wallestein è un falso wargame, nel senso che avrebbe tutto per essere più incentrato sugli scontri( o almeno un pò di più...), ma di fatto è un gestionale! Dico questo perché le battaglie di fatto sono poche ( o comunque non molte) e quando si attacca può capitare di sbilanciarsi troppo lasciando così il territorio da cui è partito l'attacco sguarnito (e a llora le persone tendono a non combattere!) In genere nel primo anno si cerca di costruire in tranquillità, nel seondo si costruisce si...ma si cerca anche di conquistare territori con chiese, palazzi e negozi già pronti....ma visto che in un anno si possono fare al più 6 scontri (troppi da gestire ), ne vengono fatti molto meno.
Bella l'idea della torre, che a differenza dei dadi da la possibilità di recuperare, a volte, le truppe usate per le guerre...compensando così scontri andati male per sola sfortuna...comunque...la torre dà e la torre prende...è crudele!! Sicuramente c'è troppa fortuna in questo gioco, e solo per questo non lo reputo eccelso, infatti l'uscita delle carte evento, dell'ordine di gioco e delle carte azione(di cui 5 su 10 coperte) rendono troppo randomico il gioco. Quindi si ha la sensazione di pianificare molto...poi però tutti questi fattori aleatori contano troppo. Ah, aggiungo che è piuttosto lungo.

Ma a giocarlo ci si diverte veramente molto.
Da avere di sicuro!

8

- [FAIR-VOTE] Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite

Dopo diverse partite finite (putroppo solo online ma comunque più di 10) rivedo il mio giudizio. Gioco molto bello e tattico. La pianificazione dell'intero anno è il momento più importante del gioco che decide tra vittoria o sconfitta visto che bisogna tentare di indovinare il comportamento degli altri.
Lo svolgimento delle azioni in ordine casuale rischia ogni turno di romperti le uova nel paniere. Da provare. Peccato difficile reperirlo visto che è fuori produzione. Non so cosa cambia nella riedizione in veste orientale ovvero Shogun.
MECCANICA 1,9
STRATEGIA 1,9
AMBIENTAZIONE 1,3
COMPONENTI 1,5
LONGEVITA' 1,3

8

Nessun commento

8

Un gioco di controllo territori piuttosto impegnativo, con il fattore casualità introdotto in modo veramente originale dall’invenzione della torre in cui gettare i cubetti per risolvere i conflitti. Inizialmente pensavo che proprio la presenza della torre avrebbe causato grandi stravolgimenti nello svolgimento delle partite, determinandone l’esito in misura sostanziale, ma poi mi sono reso conto che in realtà non è così, anche perché il risultato dipende molto dal numero di cubetti di ciascun colore che vi vengono introdotti, e questo a sua volta dipende da come si gioca e quindi dalla tattica più o meno redditizia che si è adottato. Per il resto si tratta di un gioco abbastanza difficile, nel senso che richiede un’attenta pianificazione nell’utilizzo delle risorse e nella scelta corretta dei territori sui quali esercitare le varie azioni disponibili, da risolvere secondo un ordine prestabilito, per ciascun turno dalle carte apposite (ed in effetti è qui, oltre che nella pesca delle carte evento, che il peso della fortuna si sente di più). Proprio per questo, però, nel panorama dei giochi di strategia e combattimento si colloca fra i più interessanti, e di sicuro fra i migliori di Dirk Henn, che per il resto ci aveva abituato a titoli più “leggeri” (Metrò, Alhambra, Atlantic Star, ecc.).

8

[FAIR-VOTE] Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite
Il gioco è tutto un costruire al momento giusto e difendere i frutti del duro lavoro. Dà molte soddisfazioni sfilare all'avversario un territorio chiave al momento giusto così come riuscire a prevedere le mosse degli altri così da approfittarne. Non apprezzo molto invece la pesca casuale degli eventi delle stagioni. Finora l'ho giocato solo a turni su spielbyweb, e continuo a giocarlo volentieri.

8

Particolare la risoluzione dei combattimenti sulla torre.

7

Nessun commento

8

Per quanto ci sia un pò di aleatorietà(o forse anche per questo)è un gioco decisamente intrigante.
Da avere(questo o Shogun,fate voi).

9

Gioco godibilissimo e longevo. Intrigante e originale il sistema di risoluzione dei combattimenti.

A voler essere ipercritici ad ogni costo le uniche pecche sono:
- l'uso dei teutonicamente astratti cubetti come tokens può comprensibilmente suscitare una viscerale ostilità nei confronti del gioco da parte del giocatore alla sua prima esperienza
- il setting causa inenarrabili sofferenze linguistiche al giocatore italiano che dovrà ricorrere a dolorosi contorsionismi ogni volta che intende pronunciare il nome di una provincia/regione. Dopo 10 minuti di gioco con giocatori madrelingua che continuavano a ripetere "cosa? quale? ma questa provincia non esiste sulla plancia! Attacchi da dove a dove?!" mi limitavo ad indicare sobriamente con la mano le regioni interessate...

9

Nessun commento

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare