a proposito di...GIOCHI ESTREMI DEI GIOVANI

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

a proposito di...GIOCHI ESTREMI DEI GIOVANI

Messaggioda genma1 » 28 feb 2005, 10:02

Per chi non sa di cosa sto parlando vi rimando al link in home:
http://nuke.goblins.net/modules.php?nam ... =0&thold=0

Incredibilmente indignato non ho potuto che scrivere la seguente mail alle edizioni Paoline, ed invito anche voi a farlo per far sentire il vostro dissenzo ;)

Salve,
Sono un giovane Ingegnere Elettronico da sempre appassionato di giochi di strategia e GIOCHI DI RUOLO.

Mi è stata comunicata l'esistenza del libro da voi prodotto e di alcuni passi non proprio corretti per non dire che facciano vera e propria disinformazione:

Climati, ha appena pubblicato una ricerca intitolata «I giochi estremi dei giovani» (Edizioni Paoline), dove segnala che i «giochi di ruolo» possono avviare i giovani a «familiarizzare» con lo spiritismo e con «fantasie» di possessione diabolica e di reincarnazione.

Ora... nella mia vita ho sempre amato giocare e ho sempre giocato, mi sono laureato in Ingegneria con il massimo dei voti e nel minor tempo, sono profondamente cattolico. Quanto detto qui mi offende, devo pensare che le persone quando dico di amare i giochi di ruolo pensino che sia un satanista o che stia praticando qualcosa di molto pericoloso? No grazie, continuerò a giocare, a lavorare, a segnalare contenuti di alcuni libri come profondamente disinformativi, scritti da chi probabilmente non sa neanche cosa sia un gioco di ruolo!

Posso credere che qualche satanista giochi ai GdR, ma senza il sano e normale spirtito ludico, lo sa l'autore del libro che quando si gioca ad un gdr la cosa che si fa di più è ridere? Quale forma si satanismo prevede un'attività dove si gioca, si scherza e si ride insieme? E se invece fosse una sana e stupenda forma di aggregazione? Se fosse l'alternativa alle "diaboliche" discoteche?

Tutto è sbagliato. Le discoteche sono sbagliate, il cinema è sbagliato, i videogiochi sono sbagliati.

Questo tipo di stampa sta perdendo credibilità tra i giovani, come i dottori che dicono di non mangiare troppa carne perchè aumenta l'acido urico, la pasta aumenta l'insulina e fa ingrassare, i dolci non ne parliamo, le verdure affaticano l'intestino.

Mi dissocio fortemente dal contenuto di questo libro, anche perchè se questo totolo può fare scalpore tra chi è di generazioni passate e non sa. Vi assicuro che contenuti di questo tipo fanno perdere di credibilità trai giovani la vostra casa editrice che ho sempre considerato "politicamente corretta" e promotrice di libri ad alto contenuto culturale.

Era solo per darvi un consiglio.
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda Favar » 28 feb 2005, 11:42

Grande genma1!

Anche io ho scritto questa mail alle ediz. Paoline:

Salve, mi chiamo Michele Mura, ho 32 anni ed abito a Pisa. Da tanti anni faccio giochi di ruolo, giochi da tavolo, sport, ascolto musica, gioco con il computer, ecc... Se solo un millesimo del contenuto del vostro "libro" fosse credibile inizierei ad avere paura e mi chiuderei in casa. Vi consiglio caldamente di informarvi maggiormente sugli argomenti che trattate poiché probabilmente non sapete neppure cosa sia un gioco di ruolo. Se fossi un genitore consiglierei a mio figlio di leggere il vostro libro per fargli capire che tutto ciò che fa è assolutamente normale (giocare di ruolo, ascoltare musica, indossare una maglietta nera, ecc...) e invece ciò di cui deve avere paura è l'ignoranza e l'ottusità della gente. Vi invito a trascorrere una giornata insieme a me, da quando mi alzo, vado a lavoro, gioco con i miei amici, pratico palestra, vado al cinema, ecc... e magari riuscirete a capire quale è la differenza tra il bene ed il male. Magari alla fine vi verrà anche il desiderio di tornare indietro sui vostri passi e ripensare a ciò che avete scritto sul "libro".

Cordialmente
mm
Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!
Offline Favar
Monta vi' che vedi Lucca
Monta vi' che vedi Lucca

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
Game Inventor
TdG Translator
 
Messaggi: 4452
Iscritto il: 23 giugno 2003
Goblons: 3,340.00
Località: Pisa (Italy)
Utente Bgg: Favar
Facebook: Michele Mura
Twitter: MicheleMura72

Messaggioda genma1 » 28 feb 2005, 11:49

Favar ha scritto:Anche io ho scritto questa mail alle ediz. Paoline:

Super Favar! :grin: Credo sia davvero importante dire la nostra, far capire che siamo normali... anzi meglio ;)

Spero che anche molti altri goblin abbiano inviato la loro, o almeno un messaggio nel quale si dice "mi dissocio totalmente da..."
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda sdp » 28 feb 2005, 12:18

Se pure approvo lo spirito con cui abbiamo espresso e comunicato il nostro dissenzo verso alcuni contenuti del libro, vogio ricordare a tutti alcuni punti secondo me importanti:
1) non e' una crociata contro la chiesa
2) Il libro non e' scritto dalla chiesa ma da una persona
3) C'e comunque un giornalista che raccoglie queste informazioni con spirito poco critico e le pubblica facendole defacto proprie.

Di seguito la lettera di Beniamino Sidoti:

Giro anche qui la lettera al giornalista del corriere che ho inviato sulla ml di gdr2 per commenti

At 11:27 +0100 25-02-2005, Ben Sidoti wrote:

> Gentile Luigi Accattoli,
> ho letto il suo articolo "tra i giovani cresce un satanismo fai da te, colpa anche dei giochi di ruolo", pubblicato sul Corriere della Sera il 18 febbraio, segnalatomi da colleghi interessati al gioco di ruolo. Io stesso lavoro come giornalista, e mi occupo di giochi in generale. Le scrivo inoltre a nome di gdr2, associazione nata per proporre della controinformazione su tutto ciò che riguarda il gioco (e il gioco di ruolo in particolare: http://gdr2.org).
> Le scrivo per segnalarle alcune imprecisioni e illazioni contenute nel suo articolo, che tendono a mettere sotto cattiva luce un hobby praticato da molti giovani (e meno) e studiato con attenzione da studiosi più seri di Carlo Climati. Il suo articolo, citando le parole di Climati (e senza offrire alcuna smentita o secondo parere) fa pensare non solo che esista un pericolo "satanista", ma che questo si propaghi come un male sottile attraverso non più i mezzi di una volta (mi riferisco ovviamente alle bufale dei dischi suonati al contrario, a un logo di un'industria, ai pupazzi di Guerre Stellari, ai libri per ragazzi o ai protocolli dei Savi di Sion, a sua scelta), ma addirittura attraverso i giochi.
> Il Gris, che come tanti centri ha il vizio di autonominarsi "esperto" di una certa materia, ama prendersela con i giochi di ruolo: sul sito citato troverà traccia di altri attacchi, altrettanto stupidi. Ciò nonostante, non è una fonte seria: non è ripetendo molte volte una falsità che questa diventa vera.
> I giochi di ruolo, come gli yogurt e il detersivo, per fare due esempi (attaccati in passato da altri "seri" studiosi dell'esorcismo) non portano al satanismo, né a nessun comportamento deviante (sociologicamente o psicologicamente). Vi sono fior di tesi di laurea, di studi, di saggi apparsi in Italia e all'estero, che dimostrano il contrario; nel nostro sito può trovare indicazione ad alcuni di questi studi (ma forse sarebbe bastato cercare in un motore di ricerca la frase "giochi di ruolo"). Le segnalo anche che giochi di ruolo, adattati al contesto scolastico, vengono usati anche in ambito educativo, e perfino in parrocchia o in oratorio.
> Da dove nasce allora il sospetto "satanista"?
> Alcuni giochi di ruolo parlano esplicitamente di "magia", come capita in ogni ambientazione fantasy (ma anche nelle fiabe che si raccontano ai bambini, senza che questi diventino satanisti). I giochi presentano quindi dei "mondi alternativi" in cui la magia è controllabile. Si tratta di una finzione funzionale al gioco e all'immaginazione. Però è una cosa che dà fastidio al Gris e ai suoi omologhi esteri: ecco quindi che ogni oggetto culturale che contenga un riferimento alla "magia" non cristiana (pur nella chiara cornice della finzione) diventa "satanista". Sto semplificando, ovviamente: ma molto meno di quanto fatto da Climati e da lei nel riprendere le sue parole senza contraddittorio.
>
> Cordiali saluti,
> Beniamino Sidoti,
> presidente dell'associazione Gdr2

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

Offline sdp
TechnoGoblin
TechnoGoblin

Avatar utente
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Programmer
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 2530
Iscritto il: 15 maggio 2003
Goblons: 55,800.00
Località: Roma (Italy)

Messaggioda Xarxus » 28 feb 2005, 14:26

Mi piacerebbe sapere se, indipendentemente dalla veemenza con cui vengono portate proteste, si riceva risposta dal giornalista o dalle Edizioni Paoline. Se ne avete, perfavore, datecene informativa.

Grazie
Sono Goblin Questi Romani
Offline Xarxus
Goblin Affoga-Dønnøle
Goblin Affoga-Dønnøle

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3859
Iscritto il: 29 luglio 2003
Goblons: 410.00
Località: Roma - Big Tree

Messaggioda Kaitarn » 28 feb 2005, 16:43

d'altronde è il Corriere delle Sera, più di tanto non mi aspetto
Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...
Offline Kaitarn
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 288
Iscritto il: 02 marzo 2004
Goblons: 380.00
Località: Foligno (PG)

Messaggioda Mariov » 28 feb 2005, 18:27

Mamma mia, che ignoranza. Io non ho mai giocato a un GdR, ma solidarizzo decisamente con voi. Tesi come quelle di Climati sono id un'arretratezza impressionante.
Che tristezza :(
Offline Mariov
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 444
Iscritto il: 24 gennaio 2005
Goblons: 440.00
Località: Suno (NO)

satana

Messaggioda talbot » 28 feb 2005, 19:19

- a parte la questione sul libro, ossia i soliti luoghi comuni per cui si scarica gui GdR problemi di disagio giovanile ben più grandi di 4 elfi e due goblin...credo che:

- se certi giovani " diventano satanisti", ciò rientra fra le scelte e gli stili di vita che la nostra società deve assicurare e garantire a chiunque.

- uno è satanista? fatti suoi.
è un omicida ? è un criminale in quanto omicida, non in quaanto satanista.
Tanto quanto un automobilista ubriaco investe un pedone....

- tanto più padre amorth e vespa vanno a dire che il diavolo esiste altrettanto ci saranno grulli suggestionabili che diventano satanisti.

- quindi un po' crociata non guasterebbe. :twisted:

- saluti

talbot
Offline talbot
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 16 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Trieste TS

Messaggioda genma1 » 1 mar 2005, 9:06

Pensavo...
Ovviamente siamo tutti d'accordo con il fatto che certe idee siano fuori luogo e secondo me anche offensive nei riguardi dei giocatori ma:

credo che un fondo di verità ci sia, non nel senso che il GdR è uno strumento satanico, ci mancherebbe altro, però potrebbe essere un mezzo che se utilizzato a dovere concede un forte transfert e quindi uno sfogo a qualche spostato. Ma anche senza arrivare all'eccesso satanico credo che i giocatori di ruolo si dividano in due categorie:

1) chi quando gioca ride
2) chi quando gioca lo fa con estrema serietà perchè il giocatore diventa il personaggio...

beh secondo me anche questa seconda categoria è dannosa perchè non sa vivere il gioco per quello che è e fa a tutti i GdR sani una pessima pubblicità

voi che ne dite?
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda simoneC » 1 mar 2005, 10:43

genma1 ha scritto:1) chi quando gioca ride
2) chi quando gioca lo fa con estrema serietà perchè il giocatore diventa il personaggio...


Se lo stesso si potesse dire dei boardgames direi che non mi sembra una affermazione veritiera.
Non so se l'esempio calza ma non gioco ai GDR per cui accontentatevi ma pesate la parole per quelle che sono.
Io ad esempio gioco solo per divertirmi. Non ho altri scopi.
Però ci sono situazioni in cui una persona può immedesimarsi nel contesto, ad esempio leggo molto anche libri fantasy e devo dire che se la lettura è intrigante mi calo completamente nell'atmosfera creata nel libro. Divento anch'io un personaggio. Sto insieme ai protagonisti.
Oppure non ho mai visto Kasparov ridere mentre gioca a scacchi, forse anche lui si immerge completamente nell'astrazione scacchischica (licenza).

Anche se un giocatore giocasse come al punto 2) non vedo sinceramente quale sia il problema.
Offline simoneC
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1497
Iscritto il: 27 dicembre 2004
Goblons: 20.00
Località: Roma - IKEA (Romanina alè o o)

TdG Autoproduced

Messaggioda genma1 » 1 mar 2005, 10:49

simoneC ha scritto:Anche se un giocatore giocasse come al punto 2) non vedo sinceramente quale sia il problema.

Ma anche io quando impersono il mio personaggio sono serio e cattivo, pensa che in Ad&D era un necromante davvero perfido, ma se un compagno di gioco cade dalla sedia mentre sta per tirare il d20 della vita e gli si rovescia addosso la cocacola che aveva vicino io mi metto a ridere...il mio personaggio invece gli darebbe un bel calcio e gli direbbe anche "idiota alzati!"...

Non è che una seduta sia un continuo di far casino e battute anzi, ma si gioca per divertirsi ed in genere se ci si diverte si ride, se poi a scacchi non si ride a livello professionistico questo è ovvio, gli sportivi sono tesi quando gareggiano e lo sono anche io se faccio un torneo... ma se gioco con amici è un pò diverso

spero di essermi spiegato meglio ;)
Ultima modifica di genma1 il 1 mar 2005, 10:52, modificato 1 volta in totale.
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda fabio » 1 mar 2005, 10:49

genma1 ha scritto:1) chi quando gioca ride
2) chi quando gioca lo fa con estrema serietà perchè il giocatore diventa il personaggio...
beh secondo me anche questa seconda categoria è dannosa perchè non sa vivere il gioco per quello che è e fa a tutti i GdR sani una pessima pubblicità
voi che ne dite?


Non vedo niente di male a impegnarsi seriamente per vivere il proprio personaggio durande una partita di GdR. Non fannno lo stesso gli attori quando si preparano per uno spettacolo o un film?
Esiste sempre e comunque una linea ben chiara a tutti i giocatori che separa la vita reale e la finzione; se a qualcuno capita di confondere o ignorare questa linea non è certo colpa dell'attività che sta svolgendo, semmai è colpa di un vero e proprio disagio psicologico.
f
Offline fabio
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 850
Iscritto il: 30 giugno 2004
Goblons: 260.00

Messaggioda Amaryllis » 1 mar 2005, 11:51

Io sono per l'immedesimazione completa.
Al di fuori del gioco, il mio pg può influenzarmi ed io posso influenzare lui, ma la linea di confine è ben chiara.
Non vedo cosa c'entri l'immedesimazione con il satanismo.
:grin:
Amaryllis-Schumaryllis
Sogno d'un'ombra l'Uomo

Sono una fava!!!
Offline Amaryllis
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1205
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 10.00
Località: Mordor (Lodi)

Messaggioda genma1 » 1 mar 2005, 12:00

Amaryllis ha scritto:Non vedo cosa c'entri l'immedesimazione con il satanismo. :grin:

Nulla, ma credo che persone fisiche che cominciano a parlare come i loro eroi nella vita reale possano dare fastidio a qualcuno che spara a zero sui GdR perchè non sopporta questi soggetti... ma è chiaro che il satanismo è un'altra storia...

rimane il fatto che la la vita non è il gioco, e non per mancanza di tempo ma perchè non deve esserlo, non vedo neanche positivamente chi nella vita si sente realizzato solamente quando gioca... almeno in linea di principio, sono un fautore dell'equilibrio nelle cose e considerate che tutti mi considerano un maniaco ludico che ha superato il punto di non ritorno 8-O
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda Favar » 1 mar 2005, 13:08

L'ufficio stampa dell'editore mi ha risposto. Invito tutti a leggere il libro e magari parlarne con l'autore direttamente sul suo sito.
Ecco la mail:

La ringrazio per la sua comunicazione per quanto riguarda l'argomento dei
giochi di ruolo nel libro da noi edito <I giochi estremi dei giovani>.
Vorrei chiederle però se ha avuto modo di leggere il libro, dal momento che l'articolo del Corriere della Sera (che è l'articolo più citato) faceva riferimento ad un convegno di aggiornamento per sacerdoti su "esorcismo e preghiera di liberazione". In quel contesto la citazione del libro risulta forse un po' forzata; la cosa migliore è prendere in mano il libro e, a partire dai contenuti in esso espressi, è possibile un confronto e un dibattito. La sua lettera, comunque, è stata girata all'autore, Carlo Climati, che senza dubbio le risponderà. Carlo Climati ha anche un sito: www.carloclimati.com e può, se lo desidera, aprire un dialogo con l'autore.
Ancora na volta la ringrazio per aver comunicato le sue impressioni e ci
auguriamo che sia possibile approfondire l'argomento con reciproca soddisfazione.
Con cordialità. sr Beatrice Salvioni


Questa la mia risposta:

Sono estremamente contento della vostra risposta, segno di serietà e attenzione verso il pubblico.
Leggerò assolutamente il libro (mi capisca, ma quando ho sentito certe affermazioni mi sono sentito pungere sul vivo). Inoltre non mancherò, una volta completata la lettura, di dibattere sull'argomento direttamente con l'autore. Comunque mio personale consiglio, da inesperto del settore, è quello di controllare (ma mi rendo conto che non è assolutamente facile) ciò che i giornalisti scrivono a proposito delle vostre pubblicazioni perché talvolta le forzature (la cito testualmente) sono un po' controproducenti.

Mille grazie ancora della risposta.

Distinti saluti
Michele Mura
Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!
Offline Favar
Monta vi' che vedi Lucca
Monta vi' che vedi Lucca

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
Game Inventor
TdG Translator
 
Messaggi: 4452
Iscritto il: 23 giugno 2003
Goblons: 3,340.00
Località: Pisa (Italy)
Utente Bgg: Favar
Facebook: Michele Mura
Twitter: MicheleMura72

Prossimo


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti