Abbiamo bisogno di nuovi giochi?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, pacobillo, Sephion, Rage

Messaggioda vittogol » 23 set 2008, 17:31

Mi viene quindi in mente un'altra riflessione che sto facendo questi giorni:

- ci sono giochi che si apprezzano e si godono se giocati piu` volte e sviscerati nelle strategie, con persone al tuo stesso livello (Brass, Puerto Rico, Amun Re, Principi di Firenze, ecc.)

- ci sono giochi le cui strategie sono piu` evidenti, o magari sono condizionati dalla fortuna, il cui scopo (riuscendoci) e` dare divertimento immediatio, distrarre, socializzare ecc.

- e poi ci sono un sacco di giochi che...... non capisco a cosa servono (forse sono questi i giochi con le "solite meccaniche" e fatti solo per motivi commerciali che sono un "di piu`"?)

Ovviamente si puo` ampliare la mia classificazione, che si basa su i miei gusti personali, ma davvero trovo sul mercato troppo giochi troppo simili!!!!

ciao
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1307
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste
Mercatino: vittogol

Messaggioda tpx » 23 set 2008, 20:22

Di sicuro viviamo in una società in cui c'è troppo di tutto**. Videogiochi non ce ne sono forse troppi? Lettori Mp3? Cellulari? Sono le contraddizioni del nostro tempo. Quando avevo l'Amiga ho giocato a Zack McCracken per settimane e settimane, mio nipote (12) adesso ha due consolle, e appena scarta un gioco pensa già al prossimo (posso io biasimarlo? Io che ho Bg ancora incellofanati? Io che ho ancora giochi per PC intonsi, da anni?).
Ormai, per darmi una giustificazione, mi dico: lavori da 23 anni, guadagni, tua moglie guadagna più di te, non bevete, non fumate. Già solo per questo, rispetto a fumatori e bevitori medi, risparmio quel che basta per comprarmi un gioco, quando mi va!

Purtroppo questo ragionamento (no fumo, no alcool) lo faccio ogni volta che compro musica, libri, roba da bici, bici, roba da sci, sci, abbigliamento sfizioso, roba apple...Ma chi se ne frega, la vita è breve. Di certo, quando guardo lo scaffale del mio FLGS penso che ci siano troppi giochi non belli, ma perchè negare ad un autore la gioia di essere pubblicato?

**Peraltro, a Torino, c'è anche una squadra di (pseudo) calcio di troppo...
























:lol: :lol: :lol:
Offline tpx
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Author
 
Messaggi: 2072
Iscritto il: 26 gennaio 2005
Goblons: 730.00
Località: Torino
Mercatino: tpx

Messaggioda Favar » 24 set 2008, 10:41

tpx ha scritto:[...]
ma perchè negare ad un autore la gioia di essere pubblicato?
[...]


Non so perché ma sento di dover quotare. 8)
Soprattutto durante questi giorni di attesa...
Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!
Offline Favar
Monta vi' che vedi Lucca
Monta vi' che vedi Lucca

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
Game Inventor
TdG Translator
 
Messaggi: 4452
Iscritto il: 23 giugno 2003
Goblons: 3,340.00
Località: Pisa (Italy)
Utente Bgg: Favar
Facebook: Michele Mura
Twitter: MicheleMura72
Mercatino: Favar

Messaggioda vittogol » 24 set 2008, 12:34

**Peraltro, a Torino, c'è anche una squadra di (pseudo) calcio di troppo...


Approvo! :twisted:
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1307
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste
Mercatino: vittogol

Messaggioda Amon » 24 set 2008, 16:35

tpx ha scritto:Purtroppo questo ragionamento (no fumo, no alcool) lo faccio ogni volta che compro musica, libri, roba da bici, bici, roba da sci, sci, abbigliamento sfizioso, roba apple...Ma chi se ne frega, la vita è breve.

Beh, visti i risultati, volendo, puoi sempre tagliare sull'abbonamento allo stadio...sai quanti giochi nuovi! :grin:


P.S. Non potevo non farla questa battuta, soprattutto dopo le tre fresche pere rifilate all'unica vera squadra di Torino (a Torino) dalla mia Inter...
Trovo la televisione davvero molto istruttiva. Ogni volta che qualcuno mette in funzione l'apparecchio, me ne vado nell'altra stanza a leggere un libro. (Groucho Marx)
Offline Amon
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: 16 dicembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Rovereto (TN)
Mercatino: Amon

Messaggioda wallover » 24 set 2008, 16:41

Io sento porre questa domanda da almeno 20 anni, perche' non e' un fenomeno recente e gia' allora, pur in tempi dove la produzione di novita' era un decimo di quella odierna, si aveva la sensazione di "troppo".
Se questa domanda la facesse un editore, gli direi che sì, ne abbiamo bisogno. Perche' un editore che non pubblichi almeno uno-tre-cinque giochi all'anno perde il motivo di andare alle fiere, perde visibilita', perde clienti... semplicemente "perde".
Se la facesse un venditore, gli direi che se sul mercato non uscissero giochi nuovi lui non potrebbe continuare a vendere i vecchi, una volta colmata la richiesta del mercato.
Sarebbe un bene calmierare le uscite, considerando la pubblicazione solo di prodotti realmente nuovi o di qualita', ma per un sacco di fattori facilmente presumibili cio' non e' possibile. Se moltiplichiamo il numero di produttori presenti a Essen e moltiplichiamo per la cifra indicativa di 4-5 novita' per ognuno di essi otteniamo una cifra spropositata. vvio che una tale massa di novita' sara' assorbita in vari modi dal mercato, e alla lunga chi ha lavorato meglio (nel design, ma anche nella promozione e nella distribuzione) alla fine ce la fara' a tornare l'anno successivo.

Visto che la domanda la fa un appassionato, un giocatore, io credo che cio' sia nonostante tutto un bene. L'abbondanza di scelta non dovrebbe essere vista come un difetto ma come una risorsa da cui attingere, ognuno con i propri gusti, con le proprie certezze (giuste o sbagliate, chi puo' dirlo), con i propri doppioni. In queste scelte sono importanti i giudizi e i riferimenti che siti come questo riescono a dare, e le occasioni per provare o giudicare le nuove uscite non mancano. Queste sono risorse importanti, soprattutto per chi oggi si avvicina al'hobby e non ha una "cultura ludica" (oddio l'ho detto) alle spalle.
Anche nei giochi e' presente una evoluzione: alcuni giochi sono invecchiati e sono scomparsi, alcuni forse troppo presto; altri continuano a piacere a distanza di anni; da certi giochi ne sono nati altri e senza di essi non ci sarebbero mai stati.
Se non ci piacciono, non compriamoli, non giociamoci. E' il servizio migliore che possiamo fare a noi stessi e a tutto il settore.
Ciao, WO
Offline wallover
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 376
Iscritto il: 14 giugno 2004
Goblons: 630.00
Località: Piossasco (TO)
Mercatino: wallover

Messaggioda tanis70 » 24 set 2008, 17:38

wallover ha scritto:Se non ci piacciono, non compriamoli, non giociamoci. E' il servizio migliore che possiamo fare a noi stessi e a tutto il settore.


Aggiungerei che vale anche per i distributori ed i negozianti: se non reputate valido un prodotto, non prendetelo "solo perchè ce l'hanno anche i miei concorrenti".

In definitiva, abbiamo bisogno di nuovi giochi come di nuovi film, libri, dischi ecc... naturalmente sarebbe molto meglio per tutti se i nuovi giochi fossero di qualità migliore rispetto alla media delle uscite attuali, e questo si ottiene solo se, da acquirenti a qualsiasi livello, si è capaci di effettuare una selezione.
Offline tanis70
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: 30 gennaio 2005
Goblons: 330.00
Località: Torino
Mercatino: tanis70

Messaggioda ASA » 25 mag 2009, 0:48

Così io non leggo un libro pubblicato nel 1866 ma preferisco uno uscito nel 1996. Allo stesso modo posso ritenere un gioco pubblicato negli anni '70 molto valido, ma è anche vero che gioco ad uno che è uscito quest'anno (e.g. di D&D amo la primissima edizione del 1974 ma gioco assolutamente alla 4a di quest'anno).

Assolutamente d'accordo: il gusto evolve ed è impossibile non tenerne conto.

Nessuno più gioca a Magic Realm... eppure a tutt'oggi non è uscito un gioco (a parere di molti) che possa essergli paragonato. Perchè? "non ci sono le miniature", "le pedine sono disegnate in maniera arcaica", francamente stupidaggini: ma la ragione mia è che le regole sono troppo astruse e spesso non hai sei ore di tempo per giocarlo con tutte le regole.

Anche qui mi trovi d'accordo: pur non avendo una grandissima esperienza ho qualche gioco "complesso" - Sicilia '43 o East & West - che ormai giacciono abbandonati... e sono stati sostituiti da Age of Empire III (che peraltro ha le miniature mentre i 2 sopra non le avevano :oops: ).

Così credo sia necessario che vengano pubblicati nuovi giochi. Sviluppano il mercato, sviluppano la "creatività" (in realtà l'elaborazione dei dati), sviluppano il mondo stesso dei giocatori. Il mondo si evolve, i giochi pure.

C'è anche da tener presente anche il fatto che chi aveva abbandonato i GdT per anni e si è riavvicinato solo di recente, ha trovato un mondo nuovo... francamente non ho avuto altra scelta se non il ricominciare!!! :lol:
You'll never have the second choice to make the first impression
Offline ASA
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 660
Iscritto il: 18 marzo 2009
Goblons: 20.00
Località: Olgiate Olona (VA)
Mercatino: ASA

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti