Area autoproduzione

Sulla famosa manifestazione di giochi e fumetti. About the famous event related to comics and games

Area autoproduzione

Messaggioda stec74 » 3 nov 2011, 16:47

Sono stato a Lucca sabato, ma non mi e' sembrato che l'area autoproduzione fosse particolarmente attiva quest'anno... o sbaglio? Forse sono passato di fretta, ma non ho notato nulla di particolare, qualcuno puo' farmi ricredere ed indicarmi cosa mi sono perso?
BGG: https://www.boardgamegeek.com/collection ... large&ff=1

"Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta..."
( William Blake )
Offline stec74
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Organization
Top Uploader
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: 22 febbraio 2010
Goblons: 590.00
Località: Bologna
Mercatino: stec74

Re: Area autoproduzione

Messaggioda Stef » 3 nov 2011, 17:15

stec74 ha scritto:Sono stato a Lucca sabato, ma non mi e' sembrato che l'area autoproduzione fosse particolarmente attiva quest'anno... o sbaglio? Forse sono passato di fretta, ma non ho notato nulla di particolare, qualcuno puo' farmi ricredere ed indicarmi cosa mi sono perso?


L'ho scritto anche nel mio piccolo report.

In effetti tolto l'attivissimo Angelo (comunque, di fatto anche lui in fiera con una sola "novità", Assist) c'era poco che ha attirato la mia attenzione.

Tipo, due anni fa era moooolto più viva.

Boh?
--
Stef - Stefano Castelli
Offline Stef
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Top Author
Game Inventor
 
Messaggi: 8132
Iscritto il: 19 agosto 2004
Goblons: 430.00
Località: Roma
Utente Bgg: castef
Twitter: il_paradroide
Mercatino: Stef

Messaggioda Lleyenor » 4 nov 2011, 10:05

Parlo per quanto mi riguarda dopo qualche anno in cui, assieme all'amico Vezzini, abbiamo preso parte alle varie fiere in Area Autoproduzione ;)

Partecipare ad eventi come quello di Lucca ha un costo non di poco conto, sia per quanto riguarda il tavolo espositivo sia per quanto riguarda l'eventuale pernottamento/sostentamento dei giorni che si passano in fiera..

A meno di vendere almeno un centinaio di scatole dei propri giochi, difficilmente si arriva anche solo a recuperare la metà dell'investimento..lo puoi fare per un po' sperando che la visibilità offerta attiri l'attenzione del pubblico di giocatori, ma sinceramente abbiamo visto più vendite in fiere di paese piuttosto che in quelle grosse come Ludica, Lucca e Play..perché è difficile confrontarsi direttamente con le grosse case editrici che stanno a pochi metri da te ed offrono giochi sicuramente di componentistica con qualità superiore..

Angelo ha sempre fatto grandi cose per mantenere viva l'Area Autoproduzione..su questo non c'è nulla da eccepire e va ringraziato, ma potete ben capire che in eventi come la fiera appena passata, avendo in mano un proprio gioco da presentare convenga più girarsi la fiera parlando con le varie case editrici piuttosto che aspettare siano loro a venirti a trovare al tavolo..
Offline Lleyenor
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6158
Iscritto il: 02 ottobre 2005
Goblons: 120.00
Località: Bresso (Mi)
Mercatino: Lleyenor
10 anni con i Goblins Sono un Goblin

Messaggioda stec74 » 4 nov 2011, 10:40

In effetti temo che abbiate ragione, tra pernottamento e visibiilta', forse il gioco (termine adatto in questo caso) non vale la candela.
La confusione delle grosse fiere non aiuta molto, pero' e' anche vero che Play offre molto piu' spazio e la gente si ferma molto piu' volentieri e con piu' calma. Se pero' lo scopo e' soprattutto quello di presentarsi agli editori quale puo' invece essere la formula giusta secondo voi?
BGG: https://www.boardgamegeek.com/collection ... large&ff=1

"Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta..."
( William Blake )
Offline stec74
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Organization
Top Uploader
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: 22 febbraio 2010
Goblons: 590.00
Località: Bologna
Mercatino: stec74

Messaggioda Lleyenor » 4 nov 2011, 11:04

Andarci di persona a parlare ;)

Se uno avesse la possibilità di domicilio gratuito (metti per conoscenze) per passare qualche giorno in fiera, è ottimo cmq avere un proprio tavolo in Autoproduzione per far provare il proprio gioco all'utenza interessata..e qualora non si vada con l'intento di vendere non vi sono neanche grossi costi ad avere uno spazio..
Offline Lleyenor
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6158
Iscritto il: 02 ottobre 2005
Goblons: 120.00
Località: Bresso (Mi)
Mercatino: Lleyenor
10 anni con i Goblins Sono un Goblin

Messaggioda paolo » 4 nov 2011, 11:04

Scusate, ma se uno non va per vendere cosa ci fa all'area autoproduzione??
Offline paolo
Veterano
Veterano

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 695
Iscritto il: 28 ottobre 2004
Goblons: 410.00
Località: Parma
Mercatino: paolo

Messaggioda stec74 » 4 nov 2011, 11:06

Perche', vendere ha dei costi aggiuntivi?
BGG: https://www.boardgamegeek.com/collection ... large&ff=1

"Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta..."
( William Blake )
Offline stec74
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Organization
Top Uploader
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: 22 febbraio 2010
Goblons: 590.00
Località: Bologna
Mercatino: stec74

Messaggioda Stef » 4 nov 2011, 11:08

stec74 ha scritto:Se pero' lo scopo e' soprattutto quello di presentarsi agli editori quale puo' invece essere la formula giusta secondo voi?


Beh, innanzitutto direi che se un autore vuole andare a Lucca per presentare i propri titoli agli editori significa che, di fatto, l'autoproduzione NON gli interessa più. O sbaglio?
--
Stef - Stefano Castelli
Offline Stef
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Top Author
Game Inventor
 
Messaggi: 8132
Iscritto il: 19 agosto 2004
Goblons: 430.00
Località: Roma
Utente Bgg: castef
Twitter: il_paradroide
Mercatino: Stef

Messaggioda Lleyenor » 4 nov 2011, 11:10

Come tutti, se vuoi vendere devi comprare uno spazio x lo stand/tavolo quello che sia..

Se dimostri soltanto e vuoi vedere se può esserci interesse per un tuo gioco e magari pensare di autoprodurtelo, a volte puoi avere uno spazio senza costi..
Offline Lleyenor
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6158
Iscritto il: 02 ottobre 2005
Goblons: 120.00
Località: Bresso (Mi)
Mercatino: Lleyenor
10 anni con i Goblins Sono un Goblin

Messaggioda Lleyenor » 4 nov 2011, 11:21

Stef ha scritto:Beh, innanzitutto direi che se un autore vuole andare a Lucca per presentare i propri titoli agli editori significa che, di fatto, l'autoproduzione NON gli interessa più. O sbaglio?


Se si ha una sola giornata per andare in una fiera come Lucca (x questioni lavorative ed economiche), uno cerca di sfruttare al meglio le opportunità offerte, no?

Poi ovviamente parlo a titolo personale, dopo aver autoprodotto due giochi ed esser rimasto con cinque o sei confezioni degli stessi (e cmq non essendo rientrato degli investimenti fatti per il pochissimo ricarico sul prezzo di produzione) ed avendone un terzo nuovo come prototipo tra le mani..
Offline Lleyenor
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6158
Iscritto il: 02 ottobre 2005
Goblons: 120.00
Località: Bresso (Mi)
Mercatino: Lleyenor
10 anni con i Goblins Sono un Goblin

Messaggioda Angiolillo » 4 nov 2011, 13:08

Stef ha scritto:Beh, innanzitutto direi che se un autore vuole andare a Lucca per presentare i propri titoli agli editori significa che, di fatto, l'autoproduzione NON gli interessa più. O sbaglio?


In effetti, a mio parere sono due strade divergenti. Essere autoproduttore significa diventare editore in prima persona. Quindi andare in cerca di un editore è alternativo al pubblicarsi da sé. E per farlo basta un prototipo completo e giocabile, non serve un prodotto commerciabile.

Rare le eccezioni che coniugano le figure dell'autoproduttore con quella dell'autore conto terzi. Ci sono storie di successo come quella di Emanuele Ornella, che ogni anno portava una tiratura di un nuovo gioco alla fiera di Essen (e la esauriva regolarmente), mentre il gioco dell'anno precedente era in vendita dai big come Amico e Rio Grande (ricordo il lancio di Oltremare con una bellissima caravella di qualche metro appunto alla Amigo e tavoli dimostrativi in quantità); l'anno dopo il gioco nuovo era ceduto ad altre big e ce n'era ancora un più nuovo autoprodotto. O come quella di Elena Fyrogeni, 16.500 copie autoprodotte di Squek! (per lo più nel Lazio) e poi diritti ceduti a Rocco Giocattoli per l'Italia e Kaissa per la Grecia, che ne continuano da anni la produzione.
Ho parlato di due casi di cui ho conoscenza più diretta. Potrei citarne altri, come quello di Mario Papini che ha anche lui vari titoli passati dall'autoproduzione alla licenza internazionale. Ma sono appunto storie relativamente rare, direi. Di solito credo che convenga molta chiarezza su quello che si vuol fare: se l'autore puro o il produttore. Personalmente conosco i miei limiti, non sono un imprenditore e non credo di avere le doti per farlo: quindi cerco di piazzare i miei giochi agli editori più adatti, e di usare il mio tempo per espanderli o farne di nuovi piuttosto che per produrli, distribuirli, venderli.
I miei due cent, come si suol dire.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo


Torna a Lucca Comics & Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti