BOS 2011

Sulla famosa manifestazione di giochi e fumetti. About the famous event related to comics and games

Messaggioda Angiolillo » 9 nov 2011, 11:09

Macché scuse, non preoccuparti: la colpa magari era della spiegazione che sottintendeva troppo. Siamo qui per chiarirci, sono lieto che serva.

E credo anche, per tornare al Best of Show, che il premio alla carriera a Roberto Di Meglio sia un riconoscimento a un grande birraio artigianale italiano dei tempi pionieristici. Non sarà il suo merito più noto ma X-Bugs, già rifiutato da grandi aziende, è diventato un successo internazionale proprio perché lui - nonostante eminenti colleghi lo sconsigliassero - lo ha pubblicato e portato all'estero quando ancora non era molto pensabile né consueto, con editori più o meno di nicchia ma comunque d'immagine di varie nazioni (che so, Steve Jackson Games). E poi grazie a lui Wings of War, e poi la Guerra dell'Anello, e poi Marvel Heroes e poi altri ancora hanno seguito lo stesso sentiero che man mano si faceva strada e poi autostrada. E tra i compagni di viaggio c'erano giochi come Bang!, e i già avviati giochi dfella Venice Connection, e altri di altre piccole aziende italiane. Che magari univano gli sforzi per avere un primo stand collettivo dedicato al gioco d'autore italiano a Norimberga, e magari nel padiglione buono dei giochi da tavolo e non in fondo ai nuovi capannoni tra gli ultimi arrivati, perché molto si è lavorato spalla a spalla.

Ma insomma mi sembra di fare il raccontino di guerra del nonno un po' brillo al bar del paese, meglio salutare e piglare la porta su gambe malferme. Felice di essermi spiegato, torno al lavoro commentando: un Best of Show alla carriera davvero meritato.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Frost82 » 9 nov 2011, 11:27

:) E' stiamo comunque andando OT.

La mia idea, ed è proprio per quello che mi distacco poi dal BoS, è proprio quella espressa da Mikelezz (anche se con toni, direi, ancora più gravosi dei miei): la giuria, così come molti italiani gamers, non sa distinguere tra i giochi per famiglia e i giochi per tutti, la cui differenza è sottile, ma c'è. :roll:

E' per quello che un premio come "Miglior Gioco da Tavolo per Famiglie" alla fine va a "Rattus", anche se, purtroppo, Rattus NON è un gioco per famiglie.
Solitamente cerco di avere i guanti di velluto, ma quando serve metto quelli di ghisa.
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00
Mercatino: Frost82

Messaggioda Lollo » 9 nov 2011, 15:06

Bentrovati a tutti.
Rispondo in generale per punti ma senza fare microquoting perché scrivete molto in fretta per i miei ritmi e non riuscirei a starvi dietro.

Questione "Premio della fiera". Non mi è chiaro cosa sfugga della definizione. Comunque magari mi sarò spiegato male io. Ci riprovo!
Per me premio della fiera significa che non vuole essere il Premio Ufficiale Italiano Al Bel Gioco, perché per come è strutturato è difficile che lo sia. Significa che è un riconoscimento dato da una organizzazione privata che ha come scopo quello di organizzare una manifestazione pubblica e di segnalare dei giochi a chi la frequenta. La fiera è chi la organizza o chi la frequenta? In questo caso "la fiera che premia" è chi la organizza, mi pare.
Comunque, cosa comporta che questo sia il premio di una fiera?
Comporta che il premio viene dato dentro al periodo cronologico di svolgimento della fiera e che non è, ovviamente, interessante che sia dato dopo.
Comporta che non viene assegnato dai lavapavimenti ma da un gruppo di persone di nomina. Se queste persone non sono gradite non lo dovete dire qui ma lo dite con una mail ufficiale all'organizzazione. Però dovete anche spiegare il perché. Così magari l'anno prossimo sceglieranno secondo altri criteri. Se qualcuno pensa di poter fare di meglio, perché non manda il proprio cv ludico? (sono serio, non lo dico per provocare).
Una cosa che l'essere il premio di una fiera NON comporta automaticamente, ma che ho trovato e che ho apprezzato tantissimo, è che l'ente organizzatore, dopo la nomina dei giurati, non mette piede (letteralmente!) in giuria. Così non ci sono interferenze di nessun tipo (se non vogliamo considerare Fabrizio un'interfenza, ovviamente).
Come sempre, ci sono molti aspetti migliorabili. Per esempio sarebbe bello se la giuria non cambiasse in blocco ma ci fosse un po' di sfasamento per garantire più continuità. Ma le cose si imparano facendole.

Questo è il mio parere su cosa significa essere un "Premio della fiera". Non penso che debba essere caricato di ulteriori significati e contenuti. Io per primo vorrei che in Italia esistesse un premio alla SdJ che premia la qualità, la profondità, ecc. Ma non si può sempre pretendere dagli altri che facciano ciò che vorremmo che esistesse. :-)
Così rispondo anche a Mattia (ciao Mattia!). Sai che per me la divulgazione ludica e la creazione di una cultura del gioco sono un pallino che cerco sempre di avere presente. Come mai non esiste un analogo dello SdJ in Italia? Non lo so, ci saranno tante motivazioni. Perché non lo creiamo? Anzi, perché non lo creano i Goblin? Vorrei che anche questa mia proposta fosse letta propositivamente, non è una provocazione. C'è già la Ludoteca Ideale, d'accordo. Ma se i Goblin hanno la forza di una rete capillare di giocatori, con un tasso di partite giocate molto alto... perché non sfruttarlo? Però, c'è qualcuno che ha voglia di sbattersi *lui in prima persona* per farlo? Che ha voglia di ricevere critiche? Perché, è chiaro, capiterà che qualcuno dica "buuh, sono tutti dei venduti, sotto ci sono sicuramente le solite pastette!" E altri hanno sottolineato che, in tempi recentissimi, proprio in Germania il meccanismo ha mostrato molte pecche.

Veniamo alla terminologia. Mi fa piacere vedere tutta queste certezza nel dare definizioni. Io, a differenza di alcuni, sono molto più in imbarazzo nel definire con evidenza matematica cos'è un "gioco per famiglie" o "gioco per tutti".
Ho letto con interesse la definizione di Federico in altro thread, e trovo molto intelligente che tale definizione venga circoscritta al catalogo RedGlove. Non c'è e non può esistere una definizione unica e condivisa. L'uso può consolidare delle convenzioni ma non è mai esaustivo o completo. In questi casi specifici, quello che è per me un gioco per famiglie può non esserlo per te e viceversa; anche i vari pareri espressi su questo forum mi sembra mostrino come non ci sia un accordo univoco sul contenuto da dare a questa etichetta, che è sempre strumentale e interpretabile.
Tornando al discorso delle scelte-con-conseguenze del mio primo post, si possono operare le seguenti scelte:
* chiamiamo questa categoria "Gioco per tutti" e ci rassegniamo al fatto che parteciperanno nella stessa categoria un gioco in grado di coinvolgere anche i più piccoli come Pecore al pascolo e un gioco da morose come Lupus in tabula o Dixit.
* continuiamo a chiamarlo "Gioco per famiglie" cercando di essere più restrittivi secondo l'accezione proposta da Federico. In questo caso si rende più esiguo il club dei "Giochi per famiglie" e si va a ingolfare la categoria dei "Giochi per esperti"; quindi ci mettiamo a confrontare Dixit con Twilight Imperium.
* mettiamo sia la categoria "Gioco per famiglie" sia quella "Gioco per tutti". Può essere interessante ma c'è il problema dell'esagerare con i premi, che poi sembra di voler dare dei contentini a tutti. Anche altri premi che sono stati proposti mi sembrano meno interessanti. C'è sempre un "miglior editore emergente" a cui dare un premio? Anzi, più di uno tra cui scegliere? Sennò poi va a finire che ti accusano di aver creato il premio avendo già in mente l'editore a cui darlo. E poi cosa vuol dire "emergente"?

In generale comunque mi sembra che abbiamo appurato che parte delle critiche riguardanti Ristorante Italia è che abbiamo una diversa concezione del termine "gioco per famiglie" (e non dico "la mia concezione è oggettivamente, automaticamente e graniticamente quella giusta e la vostra, che siete incompetenti, è sbagliata": dico che ne abbiamo due diverse). Geniale il commento dei ragazzi che in fiera volevano provare il gioco sugli specchi e se ne sono allontanati perché "non sono una famiglia"! :-))) Questo, coi giochi di ruolo, mi è capitato spessissimo: se ti vuoi rivolgere a un pubblico che non parla il tuo linguaggio, devi necessariamente derogare dalle categorie che sei abituato a maneggiare.

Sul perché abbia vinto Rattus c'è la motivazione ufficiale del comunicato del premio. Senza entrare troppo nello specifico, alla giuria è sembrato in generale "più" degli altri, pensandolo dentro alla categoria che per noi significa una cosa precisa (probabilmente diversa rispetto alle aspettative che avevano gli editori che hanno iscritto i giochi al premio). L'analisi può non essere condivisibile, come abbiamo detto ne abbiamo parlato a lungo anche internamente. L'output finale è stato quello.

Sulla questione prezzo, l'analisi di Federico è interessante e la condivido. Oltretutto non trovo appropriato andare a fare i conti in tasca all'editore: con tutta quella cartotecnica è semmai un miracolo che Ristorante Italia costi *solo* 50 euro.

Sui giochi in PDF: come notato dal sempre ottimo Angiolino, la scena ludica cambia col tempo e iniziative come quella di un premio dovrebbero cercare di riflettere il più possibile queste variazioni. Nel campo dei gdr la vendita in pdf è ormai uno standard, almeno negli States. Io stesso credo ormai di comprare 50% in cartaceo e 50% in pdf.
Se fosse possibile acquistare direttamente un file elettronico in fiera (che ne so... da un terminale presente nello stand?), secondo me sarebbe iscrivibile già secondo il bando attuale. Questo è il mio parere.

C'erano sicuramente altre cose in sospeso ma adesso non mi sovvengono. Eventualmente integrerò.

Altrettanta cordialità!
Lorenzo
Offline Lollo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 28 giugno 2004
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Lollo

Messaggioda Angiolillo » 9 nov 2011, 15:21

Sempre da memoria storica: un premio italiano stile SdJ c'è stato, è durato un decennio circa. Era a giuria, con autorevoli giurati. Qua i risultati:

http://www.goblins.net/modules.php?name ... _premio=13

Guarda caso si è spento a fine anni '90, quando anche i candidati al BoS si sono rarefatti (siamo all'epoca di Basic Egitto), dopo un'edizione in cui non è stato premiato nemmeno un gioco, subito prima che X-Bugs e altri giochi fuggissero da questo deserto migrando all'estero con le loro valigie prima di cartone e poi di vero cuoio. Ma mi rifermo, un'ulteriore analisi storica del periodo sarebbe OT.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda LoboKDS » 9 nov 2011, 19:08

Angiolillo, i premi alla carriera alle persone vive (e nel pieno dell'attivita') secondo me portano sfiga :P

Nadir: ma L'unico anello era (e') in vendita come pdf? Perche' secondo me la discriminante e' anche quella. Perche' un pdf non puo' essere una "copia commerciale" se poi non e' venduto in quel formato.
Offline LoboKDS
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 84
Iscritto il: 18 marzo 2004
Goblons: 170.00
Località: Torino
Mercatino: LoboKDS

Messaggioda il_Nadir » 9 nov 2011, 20:44

Nadir: ma L'unico anello era (e') in vendita come pdf? Perche' secondo me la discriminante e' anche quella. Perche' un pdf non puo' essere una "copia commerciale" se poi non e' venduto in quel formato.

All'estero sicuramente si. Per quanto riguarda l'edizione italiana è una possibilità che immagino GU abbia valutato o stia valutando.
Diciamo che per il mercato italiano ci siamo quasi verso una diffusione importante di questo formato come all'estero, ma al solito siamo un po' indietro anche in questo (ma la cosa fa il paio esattamente con il mercato degli ebook più in generale).
Comunque al di la del caso "unico anello" il tema dei GdR prodotti in formato PDF è in prospettiva importante da valutare per un premio come il BoS.
Offline il_Nadir
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 633
Iscritto il: 01 ottobre 2007
Goblons: 30.00
Località: Milano
Mercatino: il_Nadir

Messaggioda Nyarly » 9 nov 2011, 20:51

L'Unico Anello lo avremmo potuto mettere in vendita come pdf se avessimo voluto il giorno stesso della presentazione, ma visto che non è stato accettato a prescindere dal fatto che noi lo potessimo vendere in pdf o meno, non è diventato neanche necessario farlo.

Come ben sai per andare in stampa è necessario un pdf ad alta risoluzione, e quindi viene da se che avremmo potuto mettere in vendita un pdf in bassa. Il sito di GU è già strutturato per questo.
Offline Nyarly
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 04 gennaio 2006
Goblons: 60.00
Località: Milano
Mercatino: Nyarly

Messaggioda LoboKDS » 9 nov 2011, 21:35

Lo so che e' un appiglio, Silvio. Cavillavo sulla letter of the law.
Offline LoboKDS
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 84
Iscritto il: 18 marzo 2004
Goblons: 170.00
Località: Torino
Mercatino: LoboKDS

Messaggioda Lollo » 9 nov 2011, 21:39

Nyarly ha scritto:L'Unico Anello lo avremmo potuto mettere in vendita come pdf se avessimo voluto il giorno stesso della presentazione, ma visto che non è stato accettato a prescindere dal fatto che noi lo potessimo vendere in pdf o meno, non è diventato neanche necessario farlo.


Be', mi sbilancio un po' ma spero vivamente che lo iscriviate al BoS dell'anno prossimo!
Ciao
Lorenzo
Offline Lollo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 28 giugno 2004
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Lollo

Messaggioda brizio » 9 nov 2011, 22:11

mikelezz ha scritto:Due piccole aggiunte:
a) Ho sentito parlare che nel 1993/1994 la "giuria popolare" è stata un fallimento (pur nessuno sappia dire il perché). Mi auguro sia la barzelletta di chiusura Zelig Off, perché tirare fuori avvenimenti di 18 anni fa è sinceramente ridicolo, così come è ridicolo che 2 anni di ipotetico fallimento determinino un cambio radicale nella votazione, mentre 15 anni di critiche non scalfiscano minimamente l'organizzazione.
Peraltro in 18 anni il mondo si è piuttosto evoluto (all'epoca internet doveva ancora diffondersi).


Concordo che in 18 anni siano cambiate molte cose e che oggi forse si potrebbe trovare una soluzione tecnica per ovviare ai problemi che si erano presentati nel 1993/1994 con la giuria popolare.
Cito da wikipedia per quanto riguarda il perché all'epoca la giuria popolare era stata accantonata:
"Nelle prime due edizioni del concorso il premio si chiamava semplicemente Best of Show ed il vincitore era decretato direttamente dal pubblico: nella prima edizione rispondendo a una domanda su quale fosse il proprio gioco favorito, nella seconda votando su una scheda consegnata con il biglietto e sulla quale erano prestampate le novità della manifestazione".

Tra parentesi: conosco un solo premio per giochi da tavolo basato sulla giuria popolare, il Deutscher Spiele Preis.
Anche la Ludoteca Ideale, se non erro, usa un mix tra voto popolare e giuria di esperti.

mikelezz ha scritto:b) Gli Oscar vengono dati da una giuria di 6.000 membri (ma forse negli USA sono tutti co****ni, visto che a quanto pare bastano 5 giurati per avere una parvenza di obiettività :) )
c) Gli Oscar sono circa 30, divisi per categorie, e non solo sono divisi per nazionalità, ma questa è considerata al contrario... Cioè premiamo film in lingua (la loro), e uno di questi premi è invece per il film straniero!
Qui invece si fanno tante segate perché si è chiesto di fare semplicemente il contrario, ovvero di aggiungere un premio che premiasse opere italiane e un po' di Made in Italy! Incredibol ma vero. :)


1) Il paragone tra cinema e giochi da tavolo in italiano non sta in piedi;
2) Se ho capito bene, non sono un esperto, ogni nazione candida un film all'Oscar e tra questi viene scelto il miglior film straniero.
Ti sembra un bel metodo?

mikelezz ha scritto:L'iterazione di Carcassone è buona se non si considerano le ultime espansioni, che modificano il gioco rendendolo più complesso, più difficile, da più party game a molto più aggressivo, e quindi meno family. E' un classico gioco per tutti, ma nella versione base (o con le prime espansioni) è molto family. In questa l'interazione fra giocatori è sempre e solo indiretta e non sono permessi "colpi gobbi" (anzi, il fatto non si possano posizionare omini negli stessi spazi degli altri aiuta a distendere il clima ed evitare tensioni date dal "rubare lavoro altrui").


Si, parlavo del Carcassonne base o con al massimo le prime due espansioni. Concordo che sia un family. Concordo un po' meno sul fatto che l'interazione sia solo indiretta e non si possano fare bastardate.
Mia moglie si chiede che regolamento di Carcassonne tu abbia letto.

mikelezz ha scritto:A me sembra piuttosto banale riconoscere giochi per famiglia, per tutti, per adulti, per gamer, sinceramente non vedo la tua difficoltà nel farlo (o forse non hai mai avuto a che fare con la crescita dei bambini da non capire cosa è educativo e cosa no?).


La mia bimba ha solo due anni, quindi non sono ancora arrivato al periodo dei giochi family.
E comunque non ho difficoltà a riconoscere tra giochi per famiglia, per tutti, per adulti e per gamer o almeno non credo di averle.

Ciao
Offline brizio
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 04 novembre 2007
Goblons: 0.00
Località: Mering
Mercatino: brizio

Messaggioda Frost82 » 10 nov 2011, 0:20

Hai ragione Fabrizio, però alla fine Rattus viene fuori gioco per famiglie, ma purtroppo non lo è.

Per fare una prova, possiamo provare a proporre un gioco sulla peste bubbonica ai primi 5 editori di giochi per famiglia tedeschi: vediamo in quanti diranno "si che bel gioco per famiglia, lo pubblichiamo".

Ma se comunque come premio intendevate "miglior gioco semplice per tutti", come ho già ribadito, ci sta: Rattus è un bel ruzzino per tutti (ma non è un family).

Torniamo in carreggiata: mi pare che i giurati del BoS abbiano già espresso il concetto che loro credevano di dare un premio ad un gioco semplice, non ad un gioco per famiglie. O sbaglio?
Solitamente cerco di avere i guanti di velluto, ma quando serve metto quelli di ghisa.
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00
Mercatino: Frost82

Messaggioda brizio » 10 nov 2011, 1:36

Frost82 ha scritto:1) Non ho creato Red Glove grazie a Da Vinci, Nexus (ora Ares) o chi per essa. Quando ho creato Red Glove non sapevo nemmeno dove stavano di casa e avevo giocato solo e unicamente a Rolemaster in lingua inglese. Quindi è merito di chi se ci sono nuove realtà? Di chi le ha fatte fortunatamente. Basta con questo italianismo che è "sempre bello ciò che c'era".


Curiosità OT: avevi qualcosa a che fare anche con il gruppo che nel 2004 pubblicò Rolemaster (*) in italiano o ne hai acquisito i diritti soltanto successivamente?

(*): BoS Miglior Gioco Tradotto 2004, una delle scelte meno limpide e più cariche di conseguenze degli ultimi dieci anni di BoS.
Offline brizio
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 04 novembre 2007
Goblons: 0.00
Località: Mering
Mercatino: brizio

Messaggioda Frost82 » 10 nov 2011, 9:55

Assolutamente una mazza.

Il gioco base fu tradotto da un gruppo di Pisa + l'editore pisano.

Io diedi una mano a Strategiochi a partire da Arms Law in poi.

Purtroppo quel manuale come traduzione faceva veramente ribrezzo e il fatto che abbia vinto "miglior traduzione" la dice lunga, una delle tante fesserie del premio. :lol:
Solitamente cerco di avere i guanti di velluto, ma quando serve metto quelli di ghisa.
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00
Mercatino: Frost82

Messaggioda Lobo » 10 nov 2011, 10:25

@ Lollo

Giusto per dire il cv io lo posso anche mandare ma mi pare di capire che le selzioni dovrebbe farlo chi ne capisce di giochi se no le autoprposte potrebbero seppellire il buon Fabrizio, che invece dovrebbe sapere chi è chi del mondo ludico.

Detto ciò può essere che manderò il mio cv.

Per il premio della Tana ci stiamo lavorando da tempo e chissà che non ti stupisca a breve :grin: , ma devi tener conto che molti editori e molte associazioni ci vedono come il fumo negli occhi e spesso criticano (con le loro ragioni no lo nego) quindi l'oportunità del premio l'abbiamo sempre messa in discussione per questo motivo, oltre al fatto che l'italiano medio nonsa accettare le sconfitte ma questo è un altro discorso

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 3726
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 20,011,502.00
Località: Flaminius - TdG
Utente Bgg: Lobo
Board Game Arena: LGZ
Mercatino: Lobo
Puerto Rico Fan Twilight Struggle fan Sono un Goblin Terra Mystica Fan Membro della giuria Goblin Magnifico Star Wars: X-Wing Fan BoardGameArena Player Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col rosso Tifo Roma Gundam fan Goldrake fan Podcast Fan Ventennale Goblin

Messaggioda Lollo » 10 nov 2011, 11:28

Lobo ha scritto:Detto ciò può essere che manderò il mio cv.


A scanso di sgradevoli equivoci, preciso che è una proposta mia e non viene dall'organizzazione del premio, che è quella incaricata di nominare i giurati.
Resto in attesa con curiosità se tirate fuori il goblinpremio!

Ciao
Lollo
Offline Lollo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 28 giugno 2004
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Lollo

PrecedenteProssimo

Torna a Lucca Comics & Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti