Che libro mi consigliate?

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Eithereven, Dera

Messaggioda Proto77 » 7 ott 2010, 7:53

Consiglio caldamente "Gli inganni di Locke Lamora" di Scott Lynch.
Potremmo definirlo un cappa-e-spada con tocchi di umorismo alla Dumas, ma secondo me è unico nel suo genere.
E il personaggio principale è il primo ladro veramente credibile (anche se eccezionale) di cui abbia mai letto la storia.
L' azione si svolge tutta in una città che ricorda molto la Venezia rinascimentale e si chiama Camorr, ti basta per capire l' antifona?
Impossible is nothing. Anything is possible, with enough determination.
Offline Proto77
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 212
Iscritto il: 03 febbraio 2009
Goblons: 0.00
Località: Milano
Mercatino: Proto77

Messaggioda Puccio76 » 7 ott 2010, 12:04

Ok lo cercherò appena ho finito con quelli presi in biblio. Spero solo che non ci sia un boss locale la cui figlia si sposa all'inizio della narrazione con invitati che vanno a chiedergli un piccolo favore (inizio de "Il padrino"). Anche se così fosse ci farei un pensierino. In particolare perchè mi piacciono molto i libri di cappa e spada. Se ti interessa ce ne sono di molto belli di Arturo Pérez-Reverte. Forse conosci alcuni titoli dato che uno è diventato anche un film: http://it.wikipedia.org/wiki/Arturo_P%C3%A9rez-Reverte

Grazie e a presto.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Puccio76 » 23 ott 2010, 15:19

Ho latitato un poco e sono arrivato a un buon punto con i libri consigliati:

- Jonathan Strange e il Signor Norrell. Sono attorno a pagine 100 e posso assicurare che non andrò oltre. Non mi piace. Sono troppo infantile e mi piacciono le cose più movimentate. L'idea di fondo della parte iniziale mi è piaciuta molto, ma non il modo in cui è scritta. comunque grazie per il consiglio.

- Alice non è ancora rientrato in biblio e mi tocca aspettare.

- Leviathan di Scott Westerfeld e Illustrato da Keith Thompson. Mi è piaciuto molto. Il libro è piuttosto piccolo se si considara che ci sono anche molte immagini e disegni molto suggestive. I libri impostati come uno storyboard (come Rumo di Walter Moers) incontrano i miei gusti. Se ci aggiungiamo che è ambientato all'alba di un'immaginaria prima guerra mondiale in cui le due alleanze in conflitto sono i Cigolanti caratterizzati da bipodi da combattimento e affini, contro i Darwinisti che usano bestie di sintesi come dirigibili, arimi viventi e animali da soma. Sono infantile, ma il "possente bipode imperiale" risveglia in me ricordi e nostalgie del giocatore di WH40000. Bellissimo.

- Serie di Kyralia o la trilogia della Magia Nera di Canavan Trudi. In realtà solo il terzo volume in quanto avevo già letto glia altri quest'estate. Degna conclusione di una bella trilogia. Quando ho iniziato il primo volume ero perplesso e avevo paura di trovarmi di fronte una nuova Ursula K. Le Guin con le stesse pretese di rivalsa da femminista frustrata. Mi sono sbaglaito. La storia è meno scontata del previsto e si sente un "tocco femminile" nella narrazione fantasy. Non il solito sdolcinato raccontino, ma una storia con un certa coerenza e con una certa dose di azione e morti a bizzeffe. I personaggi sono interessanti e con un certo spessore.

- Artemis Fowl e la colonia perduta. Niente da aggiungere oltre quello che avevo già detto sui volumi precedenti. Ho il sospetto che stia prendendo la brutta piega di Clive Cussler: ha un gran bel modo di scrivere, ma dopo una mezza dozzina di libri è fin troppo palese che sta copiando se stesso per tirare avanti. Vediamo cosa mi aspetta la "trappola del tempo" prima di sparare a zero.

Ho iniziato "la via della spada" il secondo volume della serie young samurai di chris Bradford. Romanzetto leggero, ma istruttivo se vi piacciono le arti marziali nel giappone feudale dell'inizio del 1600. Il primo volume era interessante e si lascia leggere bene ed è molto scorrevole, un poco scontato, ma riescce a dare al lettore un'infarinata di bushido e di etichetta della rigida società nipponica del tempo.

Ciao e a presto.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Martian » 31 ott 2010, 6:33

Leviathan di Scott Westerfeld e Illustrato da Keith Thompson.


Ero partito in quarta trattenendo l'hype (l'edizione originale in inglese costava e pesava quanto uno scooter), ma poi in realtà ho scoperto il target e io proprio non riesco a leggere i libri direttamente dedicati ai ragazzi. Delusione totale con qualche lacrima.
For the fondamental truth, self-determination of the cosmos is the suede that mows like a harvest
Offline Martian
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 396
Iscritto il: 19 dicembre 2005
Goblons: 60.00
Località: Taitung, TW
Mercatino: Martian

Messaggioda Puccio76 » 18 nov 2010, 16:01

@martian Il fatto è che sono un fan di Walter Moers per il modo di scrivere e di rappresentare il libro come uno story board con immagini ispirate al capitolo che stai leggendo. In più ci aggiungo che l'ambientazione genere steampunk a me piace molto. Ma i gusti son gusti e apprezzo il tuo commento. In particolare sulla descrizione del formato dell'edizione. Azzeccatissima.

Ho finito "la via della spada" e devo confessare che è proprio carino. Sarà molto apprezzabile per chi ha fatto un poco di judo o karate e troverà molti termini ed espressioni in uso sul tatami.

Ho finito "Artemis Fowl la trappola del tempo" non ho intenzione di sprecare altre parole oltre quelle dette nel post che gli ho dedicato.

Ho letto "Ragazza lupo" di Martin Millar. Per citare il forum "the book lover" è uno "young adult": troppo leggero per poco introspettivo per essere un romanzo per un pubblico maturo e troppo pesante come argomenti e situazioni per essere un libro per bambini. In sostanza mi ha appassionato molto la lettura di questo libro e l'ho divorato in poco tempo. La/le protagoniste hanno delle caratteristiche particolari in comune: sono belle, alte e magre che le rende insopportabili alla ragazza media dai 12 ai 60 anni e ognuna ha la sua dose più o meno pesante di problemi psicologici, comportamenti asociali e pulsioni da tossicomani e alcoliste, tanto da renderle piuttosto credibili. Non considerato il fatto che con la luna piena mattono su una trentina di kili di muscoli, pelo e zanne. Ai miei occhi è un bel mix di violenza, sentimenti e... sentimenti violenti. Lo consiglio ad un pubblico un po' adulto, non tanto per le scene hot(presenti, ma debitamente edulcorate), ma per l'ambiente e le situazioni che vivono le protagoniste. Una cosa che ho apprezzato molto è la totale mancanza di buonismo. In particolare la così detta "complicità femminile" vige solo quando gli interessi pratici o sentimentali di una non sfiorano quelli dell'altra. L'alternativa è più cruenta, ma meno acida di quello che succede nel mondo reale tra pseudo-amiche.
Per capire se è un libro controverso, ma di pregio cito "E' il libro che stavo aspattando da 20 anni" di Neil Gaiman.

Ciao.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Puccio76 » 20 nov 2010, 20:02

Ho finito oggi "Mistborn. L'ultimo impero" di Sanderson Brandon.
Decisamente carino. La storia non è delle più originali, almeno all'inizio, ma poi prende una piega inaspettata (almeno per me). Dato che è il primo libro di una trilogia lascia MOLTI punti in sospeso, ma mi sembra ben articolata con un'ambientazione interessante. Per chi ha giocato a D&D con ambientazione Birthright può trovare molti punti in comune: origine ereditaria dei poteri magici e il problema della distinzione in caste. I nobili e skaa (schiavi) sono differenti non solo nel vestire e negli atteggiamenti, ma anche nell'accesso alla magia. I nobili possono ereditare uno dei poteri (misting) oppure tutti (mistborn). Purtroppo per i nobili anche i mezzosangue hanno la possibilità di ereditare i poteri. Il controllo delle nascite dopo rapporti extra-casta è ferreo, ma non infallibile. Il metodo è piuttosto semplice: dopo il rapporto la partner viene uccisa. Semplice?
No. Se hai un potere pressochè assoluto non ti preoccupi troppo dove/come hai soddisfatto i tuoi "pruriti" dopo un paio di caraffe di vino.

Aspetto di procurarmi gli altri poi li recensisco. Lo consiglio.

Ciao.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Puccio76 » 15 dic 2010, 0:37

Su consiglio di un altro goblin ho letto "l'orda del vento" di Alain Damasio.
Premetto che mi ha interessato molto perchè è una lettura molto diversa dal solito sia come contenuto sia come tecnica narrativa. Devo fare una premessa: l'autore vive da anni come un eremita con pochi contatti con la "vita civilizzata" come noi la conosciamo. Non ha, per sua scelta. molti degli agi e delle comodità che noi diamo per scontati e quasi dovuti. Dalla sua diversa percezione della vita deriva un diverso approccio a esigenze personali fino ad percezione del mondo che trasmette nella sua opera.
Per molti versi è una via di mezzo tra un esperimento di psicologia e un romanzo di avventura tipo Odissea. Spesso lento come la quotidianità dei giorni di marcia. Altre rapido e febbrile come una battuta di caccia nel bosco.
E' un libro troppo particolare per descriverlo senza che l'interlocutore lo abbia letto. Io almeno non mi sento capace.
In definitiva mi è piaciuto, ma non sono sicuro di consigliarlo: dipende troppo dal mio interlocutore. Essendo così particolare è molto probabile che alcuni lo osanneranno, altri lo relegheranno ad una soffitta.
E' un libro da scoprire e non è stata una lettura facile.
Ciao.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Proto77 » 15 dic 2010, 8:59

Ho letto anch' io l' orda del vento e concordo nel dire che è molto particolare.
Personalmente mi è piaciuto, ma lo consiglierei solo a qualcuno interessato a leggere libri diversi dal solito.
Impossible is nothing. Anything is possible, with enough determination.
Offline Proto77
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 212
Iscritto il: 03 febbraio 2009
Goblons: 0.00
Località: Milano
Mercatino: Proto77

Messaggioda Puccio76 » 18 dic 2010, 19:03

Grazie ad un ottimo consiglio di Cyrano ho letto il seguito di "Ragazze Lupo": "Vex e Kalix" di Martin Millar.
Confermo che la recensione, già fatta, di "ragazze lupo" è applicabile anche al suo seguito, ma con alcune dovute precisazioni.
Ritroviamo le "ragazze" (i maschi qui non contano molto) alle prese con vecchi e nuovi problemi. I personaggi del libro precedente ci sono quasi tutti. (No spoiler!)
Molto interessante anche se meno leggero del precedente.
Per certi versi più buonista del capitolo precedente, ma non voglio raccontare troppo.
Non condivido alcune recensioni fatte sul libro. In particolare soffre un poco di un male comune di molti sequel: tende ad essere ripetitivo in alcune scene: quelle più importanti. Con il primo libro Millar ha definito il suo cliché e nel secondo lo ha ricalcato fedelmente (Ok molti chiamano questo modo di agire "coerenza"). Per fortuna lascia aperte alcune porte per un eventuale seguito.

Molto carine le scene con scambi di battute tra i personaggi e le scene di combattimento.
In definitiva un buon libro, ma non eccezionale come il precedente.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Puccio76 » 7 gen 2011, 17:03

Ho appena finito il primo libro della serie shadow hunter di Cassandra Clare.
Le recensioni promettono un "horror-fantastico", ma secondo me di "horror" se ne vede di più la domenica pomeriggio in TV.
Tralasciando il sarcasmo posso dire che è un libro molto scorrevole, per niente scontato (almeno per me) e piuttosto "cinematografico".
Con quest'ultimo aggettivo voglio sottolineare che c'è molta azione, azzeccati colpi di scena, qualche scambio di battute carino e pungente, ma troppo breve per essere veramente interessante. Sono degni di nota i personaggi principali, ma tutti gli altri non hanno molto spessore. Non voglio dire che è un romanzetto, dato che è un libro nato per essere una parte di un progetto più ampio.
Quindi i presupposti sono abbastanza buoni e aspetto di poter leggere i prossimi per avere un'opinione definitiva su tutta l'opera.
Al momento lo consiglio per il modo in cui è scritto e per la trama.
Ammetto che i più smaliziati troveranno molti "copia-incolla" da altre opere di pregio come Star Wars, Harry Potter e altri i cui nomi ora mi sfuggono, ma questo non toglio nulla alla qualità di questo libro.

Buona lettura.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Messaggioda Jehuty » 7 gen 2011, 19:47

L'ho letto anche io tempo fa, e il 2° è lì ad aspettarmi dopo la fine di quello che sto leggendo ora.

Mi trovo perfettamente d'accordo con la tua analisi, leggendolo ripensavo spesso alle innumerevoli volte in cui avevo letto Enrico Vasaio....
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8284
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda Asliaur » 16 feb 2011, 11:02

Dipende motlo anche da cosa hai gia' letto. Gemmell non e' male, scrive bene ed ha belle idee, unico limite, abbastanza relativo, che gli trovo e' il bagno di sangue che propina quasi ogni volta.
Ricordo ancora che una volta a fine libro commentai "ma qui qualcuno alla fine si e' salvato!"

Divertente e con buono spirito e' il ciclo del Belgariad di David Eddings, altri suoi libri/cicli conservano un po' del suo spirito, ma sono di livello decisamente inferiore.
Grazie e saluti,

Asliaur dell'Onda d'Argento
Offline Asliaur
Elven Spy...
Elven Spy...

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3611
Iscritto il: 15 luglio 2003
Goblons: 20.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: Asliaur

Messaggioda Cyrano » 17 feb 2011, 14:55

Grazie di avermi segnaltato il seguito di "Ragazze Lupo" lo prenderò sicuramente ;)
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Puccio76 » 3 mar 2011, 20:46

Ho latitato un poco.
Ho finito il secondo libro della serie shadow hunter di Cassandra Clare.
come il primo è un libro molto scorrevole.
Ci sono dei bei scambi di battute. Merita il podio d'onore il tentativo di un personaggio di fare "outing" con i prorpi genitori. Con la piccola eccezione che invece di spiegare la sua condizione di "sessualità diversa" cerca di spiegargli la sua sua condizione di "diversaemente vivo".
Per il resto è un libro piuttosto carino ed animato.
Lo considero un degno seguito del bel precedente.

Successivamente ho attaccato il secondo di Mistborn.
Anche questo è un degno seguito di un buon primo libro. Potrei ricalcare a piene mani la recensione precedente (a parte la scenetta dell'outing). Comunque la trama di questo volume è piuttosto articolata e, nella sua complessità, scorrevole e piacevole. Ho trovato alcune idee sulla trama molto belle. Penso che il sistema di magia descritto sia tratto da un buon GDR fantasy. O potrebbe benissimo ispirarlo.
Ovviamente il finale lascia qualche discorso aperto... Sto mentendo. Quasi lascia una scena a metà. Altro che spiraglio. Comunque mi ha convinto e aspetto con impazienza il terzo.

Invece è con un un po' di amaro in bocca che mi appresto a descrivere il secondo di Percy Jackson. Se mi fossi sottoposto ad un'operazione per rimuovere quella piccola parte di cervello in cui risiedono i pochi ricordi di mitologia greca, forse, avrei potuto apprezzare questo libro. La trama è così lineare e scontata da far pensare ad un livello di SuperMario (quello pe commodore64). Se non sapessi chi era Ulisse e che giro dell'oca ha fatto per tonare a casa sarei potuto rimanere sorpreso degli strani incontri compiuti dai nostri eroi in erba. Se non sapete resistere senza leggere e se l'alternativa è un "capolavoro di romanca avventura" di Danielle Steel o non sapete nulla (ma proprio NULLA) di mitologia greca è un libro passabile.

Per rifarmi dall'ultima delusione ho ripescato un vecchio classico: Monnalisa Cyberpunk di W. Gibbson. Uno dei suoi migliori libri del genere da lui inventato. Se non l'ha proprio inventato lui ne è comunque uno dei più grandi esponenti. Per chi gioca come me ad Infinity troverà alcune idee riprese poi nel gioco come l'Aleph e i robot telecomandati da comattimento detti REM. Lo stile con cui è scritto è ancora quello acerbo con frasi a mitraglia che devono essere lette o molto piano ed un paio di volte o molto velocemente se sembrano perdere di significato e le scene descritte diventano incomprensibili. A parte queste infime difficoltà è comunque un capolavoro. L'ho divorato di gusto, anche se non era la prima volta che leggevo. Esattamente come un piatto di chili piccante può essere duro per chi non piace il genere, ma è un capolavoro per chi sa apprezzare il genere.

Ora cambio drasticamente genere e mi butto su Stefano Benni. Pane e tempesta mi sta aspettando da Natale e Benni è un'ostrica capace di creare perle letterarie di rara bellezza, anche se leggere e ridanciane.
Ciao.
Offline Puccio76
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 28 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Viserba
Mercatino: Puccio76

Precedente

Torna a Tempo Libero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti