Ci stiamo stufando dei giochi tedeschi?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

Messaggioda vittogol » 2 gen 2008, 15:31

Volevo fare una riflessione riguardo all'argomento di questo topic, cioè: avete notato che esistono dei giochi chiaramente di carattere german perfettamente calati nell'ambientazione?
Mi riferisco in particolare a Power Grid e a Imperial, in entrambi si sente "fortissimamente" l'ambientazione e si ha la percezione durante tutta la partita del ruolo che si impersonifica!!!

Secondo me sono dei giochi "perfetti"!!!

Io credo che questo sia il massimo, se poi questo tipo di giochi si possono migliorare con materiali migliori (vedi Guerra dell'anello, ecc.)ottimo !!!
Il gioco bello quindi, secondo me, non può prescindere dalle meccaniche (semplici, eleganti, ecc.), e contiene la capacità di amplificare l'esperienza con un'ambientazione perfettamente calata.

Ciao a tutti
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1306
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste

Messaggioda Angiolillo » 2 gen 2008, 16:15

>in entrambi si sente "fortissimamente" l'ambientazione e si ha la >percezione durante tutta la partita del ruolo che si impersonifica!!!

Così come ci sono autori italiani che fanno giochi alla tedesca, forse alcuni autori tedeschi iniziano a fer giochi all'americana... o all'italiana! ;)
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,460.00
Località: Roma

Messaggioda frankiedany » 2 gen 2008, 21:26

a me piace variare:
xciò gioco un pò di genere tedesco e un pò USA x non annoiarmi :grin:
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre

Messaggioda Anatra » 2 gen 2008, 23:01

Lascio un pensierino anche io.
O l'uno o l'altro vanno bene entrambi, tant'è vero che possiedo e gioco con balocchi che nascono al di qua e al di là dell'oceano. L'importante è che alla fine mi piacciano.
I Coloni di catan mi annoiano come poche cose nella vita, al contrario Tigris & Euphrates è una sorpresa ogni volta.
World of Worcraft mi causa acidità di stomaco ma mi diverto come un matto con Squad Leader (a me le pedine di cartoncino non danno alcun fastidio anzi, ma qui si entra nell'inquietante buco nero del "gusto personale").
Ammetto che c'è comunque una - diciamo così - predilezione per uno stile di gioco in cui la meccanica soltanto non sia il gioco stesso, e a quanto ho appena scritto c'è sempre l'eccezione, e di eccezioni ne ho comperate diverse.
Sono d'accordo con chiunque abbia detto che alla fine i gusti cambiano o tendono a mutare, ma questo è nell'ordine naturale delle cose. Mi piace il lampredotto ma non potrei mai mangiare lampredotto per tutta la vita.
Fortunatamente i giochi si acquistano, si giocano, si fa magari indigestione, si passa ad altro e si ripongono in comodi armadi o scaffali. Ma quando viene voglia di "lampredotto" sono sempre lì che aspettano, anche dopo anni.
"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)
Offline Anatra
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1413
Iscritto il: 19 settembre 2006
Goblons: 20.00
Località: Interzona

Messaggioda Morpheus » 3 gen 2008, 1:51

Devo dire che anche io sono stato riavvicinato a questo mondo di giochi da tavolo dai german games, anzi da un italian-german game "Inkognito".

Da allora ho acquistato, giocato e goduto della freschezza, bellezza estetica, della profondità (di alcuni) e della rapidità dei giochi tedeschi. Nonostante tutto questo però dopo un po' di tempo ho iniziato ad avere crisi di rigetto per tali giochi, che ripeto hanno avuto il merito di avvicinare tanta gente a questo mondo ma hanno anche appiattito il panorama ludico. Cmq questi giochi li gioco e li continuerò a giocare, limitandomi a evitare i giochi bufala e/o noiosi.
Certo quando devo scegliere se giocare a Caylus (media 2 h 1/2) o Here I Stand (media 7/8 h), beh allora corro subito a vestirmi da Protestante! :lol:

In ultimo vorrei direi che per me l'ambientazione nasce insieme alla meccanica di gioco e non dopo o molto dopo come l'amico Pennuto aveva detto ca. un anno addietro.
Non posso pensare ad un autore (tolto Knizia ovviamente...) che si metta lì a sviluppare una meccanica di gioco senza minimamente preoccuparsi che ambientazione appiccicargli.... tanto meno penso che Risiko! sia un gioco ambientato, tutt'altro: le unità non hanno distinzione, il giocatore non si identifica con nessuna nazione, l'unico scopo delle carte è di fare il tris come il poker (con jolly annesso) e via dicendo...
Secondo me seguendo quel ragionamento il Monopoly (ricordo che è del 1903) è stra-ambientato, ogni giocatore possiede dei terreni che fa più o meno fruttare costruendo abitazioni o alberghi, ci sono le compravendite di terreni e via discorrendo.

Detto questo i german games per me rimarranno sempre un buon introduttivo al mondo ludico con più lati positivi che negativi, ma se si vuole la partita gratificante allora forza american games! :-))

Baci a tutti di buon 2008!
Offline Morpheus
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6410
Iscritto il: 04 aprile 2005
Goblons: 33,340.00
Località: Marino (Roma) - Roman Castles

Messaggioda Kobayashi » 3 gen 2008, 10:20

Ci stiamo stufando dei German Games?


No. :grin:
Diciassette? Regina!! SUBITO!!!

NEW! Il mio VENDO a MI/MB/PLAY
Offline Kobayashi
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2757
Iscritto il: 24 aprile 2006
Goblons: 210.00
Località: Arcore
Utente Bgg: kobayashi.issa
10 anni con i Goblins

Messaggioda Enkidu » 3 gen 2008, 17:42

linx ha scritto:
Enkidu ha scritto:
... chi ha detto che alle donne non piacciono i giochi bellicosi? :lol: ;)

Per esperienza mia è così.
Fra i 4 giochi da te citati ti consiglierei Age of Empire III, ma non aspettarti molti combattimenti (a naso neanche troppi coinvolgimenti da parte delle donne del gruppo).


Guarda... da quando stiamo giocando ai Coloni di Catan e ho coinvolto la mia ragazza le mie possibilità di vittoria sono precipitate a zero... 0!!! Ogni volta mi taglia le gambe o tagliandomi le strade o appioppandomi il brigante così vince sempre qualcun altro! Neanche minacciandola che per 3 mesi nn si t****ba la convinco!!! incredibile! un pò di guerra ci vuole... così almeno posso ribellarmi :D ! Grazie mille per il consiglio!
Offline Enkidu
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1827
Iscritto il: 01 gennaio 2008
Goblons: 80.00
Località: milano
Utente Bgg: kalevi1999
Board Game Arena: Leonardino
Yucata: Leonardino

Re: Ci stiamo stufando dei giochi tedeschi?

Messaggioda elgamoth » 3 gen 2008, 19:09

Mikimush ha scritto:Forse che dopo un po' di tempo, quando cioè si abbia un certo numero di giochi alle spalle, diminuisca l'appeal delle fini meccaniche e aumenti invece il desiderio di trovare nel gioco un maggior coinvolgimento?


si, dopo un po' i cubi vengono a noia...

un gioco alla tedesca è (a mio avviso ovvio) bello se è veloce...tipo yspacoso...mentre quando si arriva a caylus...ci si spara sugli zebedei.
per carità il sistema e le meccaniche sono fantastiche...ma il gioco dopo un po' è una palla pazzesca...

preferisco i giochi con una ambientazione coinvolgente, divertenti e con una componente fortuna tale da renderli....giochi...e non altro
REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
https://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558
Offline elgamoth
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2072
Iscritto il: 23 novembre 2004
Goblons: 160.00
Località: Roma HornHelias

Re: Ci stiamo stufando dei giochi tedeschi?

Messaggioda linx » 3 gen 2008, 20:26

elgamoth ha scritto:un gioco alla tedesca è (a mio avviso ovvio) bello se è veloce...tipo yspacoso...mentre quando si arriva a caylus...ci si spara sugli zebedei.
per carità il sistema e le meccaniche sono fantastiche...ma il gioco dopo un po' è una palla pazzesca...

preferisco i giochi con una ambientazione coinvolgente, divertenti e con una componente fortuna tale da renderli....giochi...e non altro


Non sembri lo stesso Elgamoth che ha detto questo di Memoir (votandolo 4) ;)

"chi lo definisce un wargame leggero...non ha mai avuto a che fare con un wargame vero...dove si tiene conto anche delle condizioni metereologiche...il gioco potrà essere anche ben strutturato ma alla fine è un sistema di gioco che poteva anche andare bene in una battaglia di coniglietti contro paperotti oppure, per restare sullo storico romani vs cartaginesi ecc ecc. di storico ha i disegni e del wargame proprio nulla. .... "
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 5935
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Re: Ci stiamo stufando dei giochi tedeschi?

Messaggioda elgamoth » 3 gen 2008, 21:01

linx ha scritto:
elgamoth ha scritto:un gioco alla tedesca è (a mio avviso ovvio) bello se è veloce...tipo yspacoso...mentre quando si arriva a caylus...ci si spara sugli zebedei.
per carità il sistema e le meccaniche sono fantastiche...ma il gioco dopo un po' è una palla pazzesca...

preferisco i giochi con una ambientazione coinvolgente, divertenti e con una componente fortuna tale da renderli....giochi...e non altro


Non sembri lo stesso Elgamoth che ha detto questo di Memoir (votandolo 4) ;)

"chi lo definisce un wargame leggero...non ha mai avuto a che fare con un wargame vero...dove si tiene conto anche delle condizioni metereologiche...il gioco potrà essere anche ben strutturato ma alla fine è un sistema di gioco che poteva anche andare bene in una battaglia di coniglietti contro paperotti oppure, per restare sullo storico romani vs cartaginesi ecc ecc. di storico ha i disegni e del wargame proprio nulla. .... "


memoir si spaccia per un wargame....dicasi lo stesso per battlemaster o come si chiama l'altro giochino fantasy con i pupazzi ed il tabellone.

un tridimensionale è un tridimensionale, un gioco da tavolo è un gioco da tavolo.

io gioco ai tridimensionali (40k a livello alto, fow a livello amatoriale) e memo44 mi pare una presa per i fondelli.

come giochi da tavolo preferisco quelli che son fatti per essere tali...senza far finta di essere qualcosa di altro.

aggiungo poi la parte di commento che hai tralasciato e che è la più importante:
il voto scarso è per il fatto che le regole son fatte bene e la componentistica è buona ma questo NON è un wargame come invece vorrebbe essere..... se tu l'avessi messo tutto avresti spiegato il perchè di quel 4
REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
https://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558
Offline elgamoth
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2072
Iscritto il: 23 novembre 2004
Goblons: 160.00
Località: Roma HornHelias

Messaggioda Normanno » 4 gen 2008, 13:25

Beh, io non ho mai apprezzato i giochi "alla tedesca" (con poche eccezioni), e non riesco a capire cosa ci sia di bello in Caylus o Puerto Rico. Mi spiego meglio: eccetto i giochi totalmente astratti, ai quali non gioco praticamente mai, ogni gioco ha il suo perchè, a mio parere. Per cui Puetro Rico per una serata può essere divertente. Ma dovendo scegliere, preferisco sempre giochi che abbiano due fattori:

1) il dado. Io non amo molto i giochi senza un minimo di casualità; non che ami l'eccesso di dadi, o i dadi messi in meccaniche che non dovrebbero prevedere la casualità (e.g. la scelta delle azioni possibili in un turno non dovrebbe essere lasciata ai dadi); però secondo me il gioco di piazzamento puro è noioso - ma ci sono le eccezioni: Cave Troll, Amun Re, Age of Empires III per nominarne alcuni.

2) il tema. I giochi astratti sono decisamente noiosi; non sono un amante degli scacchi nè delle meccaniche matematiche, per quanto ogni tanto possono essere divertenti. Anche i giochi di Knizia spesso possono essere pesanti e attaccati, come si dice a Napoli, "con la sputazza" al tema proposto. Preferisco sempre giochi che rispecchino almeno un po' il tema.

Concludendo: non sono un amante dei giochi "tedeschi", e nella mia piccola ludoteca è più facile trovare giochi a tema, giochi divertenti (intendo dire comici), e giochi all'americana. Trovo tuttavia che la strada intrapresa da alcuni gioconi, come per esempio Age of Empires III sia forse la migliore: le meccaniche tendono "alla tedesca", ma il tema, i componenti, il "flavour", tutto è "all'americana".

Piccola noticina... io non riesco a digerire la definizione "Ameritrash", e questo proprio perchè secondo me tranne eccezioni dividere i giochi in due categorie precise e senza sovrapposizioni è impossibile.
Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6577
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Podcast Maker

Messaggioda Izraphael » 4 gen 2008, 14:54

Kobayashi ha scritto:
Ci stiamo stufando dei German Games?


No. :grin:


Anzi :grin:
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda Starmaster » 4 gen 2008, 16:12

Personalmente amo a dismisura i giochi "alla tedesca", anche se non disdegno i gioconi con miniature varie e token a tonnellate.

Ultimamente sto giocando solo con German Games causa tempo ridotto, però mi sta salendo molto la voglia di ammazzarmi a colpi di dadi e minia.
Twilight Imperium III è uno dei miei preferiti e la Guerra dell' Anello mi attira moltissimo, comunque no...non mi sto stufando di giocare con cubetti ed affini... :grin:...anzi, non mi bastamo mai...
Offline Starmaster
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4387
Iscritto il: 13 giugno 2005
Goblons: 180.00
Località: Canegrate (Milano)

Messaggioda tanis70 » 4 gen 2008, 18:30

Io mi stufo solo dei giochi brutti...

fuori dalla battuta, l'unica distinzione sensata secondo me è tra giochi ben riusciti e giochi riusciti meno bene. Poi. è vero, si possono sempre classificare per genere, come i film, ma tra un bel film horror ed un orribile commedia preferirò sempre il primo, così come tra un horror mediocre ed una commedia divertente preferisco la seconda.

E' poi vero che ci sono periodi di maggiore o minore fortuna di un genere rispetto ad un altro. Ultimamente mi pare la tendenza sia alla contaminazione, introducendo elementi tedeschi in giochi che non lo sono, e dando un'ambientazione un pò più coerente ai giochi germanici.
Offline tanis70
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 1418
Iscritto il: 30 gennaio 2005
Goblons: 330.00
Località: Torino
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook

Precedente


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti