Ciò che detesto dei libri è...

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Eithereven, Dera

Messaggioda Luca » 18 nov 2005, 11:47

Da scrittore amatoriale, la cosa che detesto di più nei libri sono gli auto-spoiler degli autori.
Esempio.

Jack salutò Anna con sufficienza. Non sapeva che non l'avrebbe mai più rivista.

Ora, posto che sono entrambi personaggi del libro, magari importanti, perché diamine mi spoileri così??? Fammi VEDERE Anna che muore, o fallo sapere a Jack in altro modo, in diretta... non me lo DIRE.

Maestri di questo sono Stephen King e Neil Gaiman.
Offline Luca
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 19 febbraio 2004
Goblons: 10.00
Mercatino: Luca

Messaggioda linx » 18 nov 2005, 12:39

Concordo con te , Luca, sul fatto che S. King ha questa brutta abitudine.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6302
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Falcon » 18 nov 2005, 12:46

Luca ha scritto: Da scrittore amatoriale, la cosa che detesto di più nei libri sono gli auto-spoiler degli autori.
Esempio.

Jack salutò Anna con sufficienza. Non sapeva che non l'avrebbe mai più rivista.

Ora, posto che sono entrambi personaggi del libro, magari importanti, perché diamine mi spoileri così??? Fammi VEDERE Anna che muore, o fallo sapere a Jack in altro modo, in diretta... non me lo DIRE.

Maestri di questo sono Stephen King e Neil Gaiman.


Invece io adoro queste cose!... De gustibus.
Ricordo un intervista in cui Stephen King diceva proprio che queste mosse fanno spesso incavolare i lettori, quindi li colpiscono, quindi è una trovata buona! 8)

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Messaggi: 5488
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,384.00
Località: Senigallia (An)
Mercatino: Falcon
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ventennale Goblin

Messaggioda ermes73 » 18 nov 2005, 13:32

randallmcmurphy ha scritto:
ermes73 ha scritto:...un film in pratica! ....Leggere per migliorare il proprio lessico mi sembra veramente riduttivo e poco importante...



Già, è meglio un film allora..



...Sono due cose diverse!!!!Il film ti tarpa sicuramente tutta la tua immaginazione e creatività...non credi? ;)
(H)Ermes
Messagero degli dei e guida delle anime
La Terra-di-Mezzo©...per chi ama la letteratura Fantasy
Offline ermes73
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1990
Iscritto il: 22 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: ermes73

Messaggioda randallmcmurphy » 18 nov 2005, 21:42

Sì..sono due cose diverse..io per adesso preferisco i film..li sento come piaceri più intensi, e coinvolgono più attivamente uno dei sensi più importanti come la vista, che nei libri spesso deve solo "sopportare"...per non parlare dell'udito, che nei libri spesso e volentieri deve "difendersi" dai rumori..

Per quanto riguarda la fantasia..beh io con un film mi faccio dei viaggi che non hai idea... :grin:

Poter immaginare un'ambientazione invece di vederla non è che sia necessariamente e universalmente migliore..mi sembra un po' altezzoso dire che se un libro scatena la fantasia, invece un film la tarpa..un libro ha confini più caotici, un film no..tutto sta nel vedere come uno si sappia muovere in questi confini...ecco la differenza, che è soggettiva, legata alle percezioni di ognuno e quindi non intrinseca di una maggiore valenza dei libri..o vogliamo dire che chi non è affascinato dai libri è un povero di spirito e chi lo è invece è più colto e profondo? Per me non è così..è questione di percezioni, e spesso di momenti della vita..di possibilità..un libro sicuramente è più impegnativo di un film, e io lo sento come uno svantaggio...solo questo mi sento di dire..
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2901
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,700.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Necros » 18 nov 2005, 22:34

randallmcmurphy ha scritto:Sì..sono due cose diverse..io per adesso preferisco i film..li sento come piaceri più intensi, e coinvolgono più attivamente uno dei sensi più importanti come la vista, che nei libri spesso deve solo "sopportare"...per non parlare dell'udito, che nei libri spesso e volentieri deve "difendersi" dai rumori..



sono pienamente daccordo con te, già ormai trovare quelle due orette di tempo per andare al cinema ti capitano un volta ogni mese e mezzo, figuriamoci la calma e la pace e soprattuto il tempo per legger un buon libro, ad esempi io per cause di forza maggiore devo ancora finire un libro a cui sono già arrivato a metà ma non riesco più a toccarl da 2 mesi.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda ermes73 » 18 nov 2005, 23:36

..mi sembra un po' altezzoso dire che se un libro scatena la fantasia, invece un film la tarpa..


...anche a me piacciono i film, in modo comunque diverso in cui mi piacciono i libri e non c'è un meglio e un peggio...Il libro riesce sicuramente a stimolare la propria immaginazione...gli scenari, le ambientazioni, i personaggi....il film stimola la percezione e accentua più facilmente il coinvolgimento...

Sono comunque diverse emozioni e stimoli...non si possono paragonare.
Se non ti piace leggere o trovi altre cose più interessanti e belle da fare mica è una colpa...nella vita si deve fare quello che piace e non costringersi a fare cose per dimostrare di essere in un certo modo...

Se non ti piace leggere non lo fare!Sono d'accordo :approve:
(H)Ermes
Messagero degli dei e guida delle anime
La Terra-di-Mezzo©...per chi ama la letteratura Fantasy
Offline ermes73
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1990
Iscritto il: 22 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: ermes73

Messaggioda Amaryllis » 19 nov 2005, 0:54

Ragazzi, non potete mettermi a paragone il Film e il Libro, suvvia... :evil:
Dietro al Libro (non come oggetto, ma come entità) ci sono plurimi millenni di storia, e quindi di possibilità di scelta per tutti i gusti, le occasioni, le necessità, gli ambiti... La nuova arte del cinema invece è troppo giovane, benchè parecchio fiorita, per reggere il confronto..
Un'argomentazione su tutte: se il mondo vivesse un'esplosione atomica alla Kenshiro, e venisse ritrovato un dvd... Che cosa ne farebbe la nostra amata Lynn?? Se invece trovasse un libro... sarebbe sufficiente imparare a leggere da qualcuno che avesse più di venticinque anni e potrebbe fruire dell'opera! Non fidatevi della tecnologia... Inoltre, quanto ci vuole - escluso l'ingenium, necessario in entrambi i casi - per comporre e pubblicare un'opera letteraria? Penna, carta e gli agganci giusti in una casa editrice! Per un film, non basta avere una cinepresa e le mani in pasta con un produttore... E ancora, lasciando perdere i Grandi e badando piuttosto a noi poveri fruitori: un libro si può godere ovunque: in treno, a letto, in sala d'attesa, sulla tazza del cesso 8-O :lol: ... Per un film serve necessariamente un supporto che, esclusi casi specifici, si trova in casa. :-?
Gli elementi potrebbero essere ancora molti, ma la chiudo qui - dato che quest'apologia del libro è un po' OT, visto che il thread trattava proprio l'argomento opposto!!! :roll: Mi sono lasciata prendere dall'entusiasmo... 8)
Amaryllis-Schumaryllis
Sogno d'un'ombra l'Uomo

Sono una fava!!!
Offline Amaryllis
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1205
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 10.00
Località: Mordor (Lodi)
Mercatino: Amaryllis

Messaggioda Leia » 21 nov 2005, 15:55

Necros ha scritto:
randallmcmurphy ha scritto:Sì..sono due cose diverse..io per adesso preferisco i film..li sento come piaceri più intensi, e coinvolgono più attivamente uno dei sensi più importanti come la vista, che nei libri spesso deve solo "sopportare"...per non parlare dell'udito, che nei libri spesso e volentieri deve "difendersi" dai rumori..



sono pienamente daccordo con te, già ormai trovare quelle due orette di tempo per andare al cinema ti capitano un volta ogni mese e mezzo, figuriamoci la calma e la pace e soprattuto il tempo per legger un buon libro, ad esempi io per cause di forza maggiore devo ancora finire un libro a cui sono già arrivato a metà ma non riesco più a toccarl da 2 mesi.


X Randall: che significa che la vista deve "sopportare" nei libri? Intendevi affaticamento a livello fisico? Perche' se no, in genere, a me quando leggo e' come se mi entrassero direttamente le immagini nel cervello, non e' che sopporti nulla... Caso diverso e' se uno ha difficolta' oggettive a leggere (problemi di vista, dislessia etc). Ma altrimenti leggere *dovrebbe* essere un automatismo che non crea una barriera alla fruizione del contenuto.
X Necros: mi sembra piuttosto il contrario: x un film devo trovare almeno un paio d'ore libere, nella migliore delle ipotesi (film dato in tv) se no ci aggiungi il tempo di andare a noleggiarlo o al cinema. Il libro lo leggi anche 10 minuti alla volta sull'autobus, prima di andare a dormire, dopo l'ufficio prima di cena, insomma quando ti pare e per quanto tempo vuoi...
May the Force be with you!
Offline Leia
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 107
Iscritto il: 24 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Roma (ma sono di Venezia)
Mercatino: Leia

Messaggioda Galdor » 21 nov 2005, 16:00

ermes73 ha scritto:...anche a me piacciono i film, in modo comunque diverso in cui mi piacciono i libri e non c'è un meglio e un peggio...Il libro riesce sicuramente a stimolare la propria immaginazione...gli scenari, le ambientazioni, i personaggi....il film stimola la percezione e accentua più facilmente il coinvolgimento...

Concordo al 1000%! :grin:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda linx » 21 nov 2005, 17:58

A parer mio ogni storia ha il modo migliore per essere espressa.
Il film ha dalla sua l'immediata semplicità dell'immagine e il lusso del sonoro ed è adattissimo a sviluppare tutte le trame d'azione e quelle d'atmosfera.
Tutte le trame in cui c'è una forte analisi dei personaggi o una storia che ha bisogno di tempo per svilupparsi sono più difficilmente adattabili a quella forma d'arte.
Spesso guardando un film qualcosa mi distrae e mi perdo una frase/sequenza importante che non recupererò fino alla prossima visione rendendo quella che stavo seguendo... castrata. Ergo: se voglio guardare un film impegnativo devo registrarlo se voglio recepirlo al meglio.

Al contrario se trovo un libro che mi descrive fisicamente un paesaggio o un personaggio mi annoio a morte e se descrive una sequenza d'azione può capitare che faccio fatica a immaginarmela.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6302
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda TheLawyer » 5 mar 2006, 22:06

Falcon ha scritto:
Luca ha scritto: Da scrittore amatoriale, la cosa che detesto di più nei libri sono gli auto-spoiler degli autori.
Esempio.

Jack salutò Anna con sufficienza. Non sapeva che non l'avrebbe mai più rivista.

Ora, posto che sono entrambi personaggi del libro, magari importanti, perché diamine mi spoileri così??? Fammi VEDERE Anna che muore, o fallo sapere a Jack in altro modo, in diretta... non me lo DIRE.

Maestri di questo sono Stephen King e Neil Gaiman.


Invece io adoro queste cose!... De gustibus.
Ricordo un intervista in cui Stephen King diceva proprio che queste mosse fanno spesso incavolare i lettori, quindi li colpiscono, quindi è una trovata buona! 8)


Ha ragione Falcon!
C'è differenza tra gli eventi che sono a conoscenza del lettore e quelli che sono a conoscenza del personaggio...

Fatte le dovute proporzioni è un po' come diceva Hitchcock, che la suspence è quando lo spettatore sa che al personaggio accadrà qualcosa, mentre il personaggio lo ignora...

Tornando alla domanda: io AMO i libri, dico sempre che dovrei smettere di comprarne e leggere prima tutti quelli che ho già in casa, ma non ce la faccio!

Se c'è una cosa che odio: quelli che scrivono la quarta di copertina...loro sì che sono i maestri dello spoiler!!!
Everybody is special. Everybody. Everybody is a hero, a lover, a fool, a villain. Everybody. … Everybody has their story to tell
(V for Vendetta)
Offline TheLawyer
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 3068
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 90.00
Località: Leeds, West Yorkshire, United Kingdom
Mercatino: TheLawyer

Precedente

Torna a Tempo Libero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti