Come nasce la passione?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda kadaj » 29 lug 2012, 16:21

Raistlin ha scritto:
Crow ha scritto:Siamo davvero destinati a rimanere una nicchia?


Secondo me sì, fintanto che le priorità per alcuni sono differenti. E' sempre, tutta una questione di priorità.


Concordo con Raistlin. Per quanto magari col tempo (come sta d'altronde succedendo) si nota sempre più un notevole interesse da parte della "grande utenza" riguardo ai giochi da tavolo, non è possibile e non esiste una formula magica per attirare improvvisamente gente che fino al giorno prima non considerava minimamente questa parte del mondo. ;)
Offline kadaj
Goblin Scriptor
Goblin Scriptor

Avatar utente
 
Messaggi: 27223
Iscritto il: 21 agosto 2009
Goblons: 14.00
Località: Aosta
Mercatino: kadaj
Io faccio il Venerdi GdT! Sono di bocca buona

Messaggioda Angiolillo » 29 lug 2012, 17:10

Secondo me invece la passione puà anche nascere dal nulla, esplodere all'improvvisi, in chi fa un felice scoperta (che sia la musica classica, la cucina etmnica, il gioco da tavolo, il parapendio, la politica extraparlamentare o chissà che altro). Quelli di cui abbbiamo parlato sono fattori che agevolano la passione, non sono la passione in sé e forse nemmeno elementi del tutto necessari. A mio parere.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Raistlin » 29 lug 2012, 20:33

Angiolillo ha scritto:Secondo me invece la passione puà anche nascere dal nulla, esplodere all'improvvisi, in chi fa un felice scoperta (che sia la musica classica, la cucina etmnica, il gioco da tavolo, il parapendio, la politica extraparlamentare o chissà che altro). Quelli di cui abbbiamo parlato sono fattori che agevolano la passione, non sono la passione in sé e forse nemmeno elementi del tutto necessari. A mio parere.


Mmm da ferreo sostenitore di causa/effetto non sono d'accordo. Credo che nella vita ben poco sia dovuto alla casualità.. tutto ha un motivo, nel bene o nel male. O almeno questo ho maturato nella mia personalissima esperienza, vivendo e osservando.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6046
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Messaggioda nakedape » 30 lug 2012, 0:36

Angiolillo ha scritto:Secondo me invece la passione puà anche nascere dal nulla, esplodere all'improvvisi, in chi fa un felice scoperta (che sia la musica classica, la cucina etmnica, il gioco da tavolo, il parapendio, la politica extraparlamentare o chissà che altro). Quelli di cui abbbiamo parlato sono fattori che agevolano la passione, non sono la passione in sé e forse nemmeno elementi del tutto necessari. A mio parere.


Non sono d'accordo. :grin:
Ma nemmeno un pò. :grin:
Nella mia esperienza personale di divulgatore di gdr e ultimamente da appassionato di gdt non ho mai visto nessuno provare o tentennare. O ci hai la predisposizione, o nisba. Se ce l'hai alla prima occasione esplode, altrimenti non innescherà mai.
Questo per l' hard core gaming. Poi ci sono persone che si trovano attorno ad un tavolo a lanciare dadi, ma per loro il gioco è una protesi della socialità, dello stare insieme. Per l'hard core gamer la cosa importante non è "trovarsi insieme", ma spiegare il tabellone e cominciare la sfida...
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12691
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Raistlin » 30 lug 2012, 1:54

nakedape ha scritto:Per l'hard core gamer la cosa importante non è "trovarsi insieme", ma spiegare il tabellone e cominciare la sfida...


Concordo appieno. Ne ho conosciuti... sono quelli che nel mio gruppo vengono definiti 'automi'. Mi ricordo una volta che un amico mi disse 'Porto un mio amico oggi per giocare'; arriva costui, si siede e comincia la partita senza il minimo convenevole. Mai guardato nessuno in faccia tutto il tempo, solo immerso nei calcoli. Inoltre poi, probabilmente infastidito dalla nostra tranquillità nel giocare la partita, praticamente giocava per tutti...! Del tipo: 'Boh, tu puoi solo fare quello... tu invece passa pure perchè tanto non hai risorse e non puoi fare nulla di conveniente con quello che hai... tu invece prova a pescare.. che hai trovato? Ah, quella carta.. peccato, non puoi fare granchè, al massimo compra l'edificio X perchè a pari costo è migliore sul lungo termine dell'edificio Y del 25%. Io muovo qui e costruisco questo e faccio 12 punti, mossa scontata... sicuramente lui che gioca per ultimo terminerà il turno andando là e facendo 3 punti porca miseria! Eh sono troppo sotto, qui non ce la faccio mi sa. Lo sapevo che sei turni fa non dovevo comperare 3 soldati ma solo 2! Lo sapevo mannaggia!'
Tutto così. A fine partita poi, quando solitamente si rimane un po' lì a discutere sulla partita stessa considerando la validità del gioco o meno, si alza - credevo fosse andato al bagno! - invece torna con la giacca, pronto ad andarsene. Lo accompagno all'uscio e gli dico 'Beh.. magari ci si rivede, se vuoi tornare...' e lui 'Ah sìsì... Boh ciao'. Socialità ZERO. E mai più rivisto (e meno male aggiungerei...!)
Che dire.. per me non è una cosa molto bella tutto ciò... :)

Io appartengo sicuramente alla categoria che ritiene il gioco da tavolo una 'protesi della socialità' (a proposito, gran bella definizione :)); per me non vi è altro scopo nel giocare. Un briciolo di competitività sì, altrimenti non ha senso giocare, ma proprio un briciolo perchè di più fa male.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6046
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite