Come parlare di giochi

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, pacobillo, Sephion, Rage

Come parlare di giochi

Messaggioda Angiolillo » 21 feb 2007, 12:53

Un interessante dibattito sulla pulizia verbale (e mentale, le due cose sono connesse) parlando di giochi:
http://www.boardgamegeek.com/geeklist/19686/

IMHO, la mia impressione è che sia piuttosto giusto temere che anche per l'Italiano si debbano proporre analoghe eleganti riflessioni.

Salutoni,

Andrea
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5398
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda randallmcmurphy » 21 feb 2007, 13:59

Ma che viaggi si fa quel michael barnes??

qui ho cominciato a ridere anche io quando ha fatto un esempio inserendo praticamente TUTTI i modi di dire che vorrebbe eliminare:

Useage: Here are my musings on my first impressions on TWILIGHT IMPERIUM 3rd EDITION. It is clearly broken due to considerable issues with the ISC and the luck element. I'm a bit concerned about the game's length, which I rather thought was too long. I didn't go into the game having read the rules at all and the whole time I gazed wistfully over at the "Dancin' Duckling" table wishing that my inevitable defeat would come quickly and I could join my peers. The whole affair is rather fiddly and there is no tuckbox for the cards.


Trovi che anche qui da noi ci sia questo uso improprio di tanti vocaboli? E questa prosopopea nel menzionarli?

Beh..io sono più preoccupato del fatto che anche noi usiamo i LORO vocaboli..tipo post e thread e "my 2 cents" e schifezze varie... ;)
Ultima modifica di randallmcmurphy il 21 feb 2007, 14:17, modificato 1 volta in totale.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Angiolillo » 21 feb 2007, 14:10

Beh, alcune considerazioni come quella sul fatto che il downtime (da noi "tempi morti") non sia un difetto del gioco ma una sana intercapedine per frizzi, lazzi, versarsi un'altra birra e andare a far pipì mi sembrano di utilità universale.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5398
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda randallmcmurphy » 21 feb 2007, 14:29

Sì..alcune cose in mezzo a quel guazzabuglio di parole è anche condivisibile, o perlomeno trattabile, ma più che altro mi interessava sapere la tua opinione sulle MIE domande.. :grin:

Poi se vogliamo parlare nello specifico, ad esempio a me i frizzi e lazzi (e soprattutto cibarie e beveraggi) nei giochi spesso mi infastidiscono e il "downtime" purtroppo per gli altri è sempre un problema (leggersi a tal proposito la discussione in merito alla durata dei giochi http://nuke.goblins.net/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=14199&postdays=0&postorder=asc&start=15)

Inoltre il barnes inneggia al "luck element" e sbeffeggia i giochi europei e i suoi appassionati..cosa alquanto tipica fra i convinti americanofili..

Insomma mi è sembrato più un intervento goliardico che non altro..

Ed è per questo che ti avevo fatto quelle due domandine..per tralasciare un attimo quell'aspetto e vedere se ci poteva essere anche qualcosa riferibile direttamente a noi in merito ad improprietà e prosopopea.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Angiolillo » 21 feb 2007, 15:18

randallmcmurphy ha scritto:Sì..alcune cose in mezzo a quel guazzabuglio di parole è anche condivisibile, o perlomeno trattabile, ma più che altro mi interessava sapere la tua opinione sulle MIE domande.. :grin:


Ok scusa, ci provo!

randallmcmurphy ha scritto:Ma che viaggi si fa quel michael barnes??


Non so... Anche se all'item 4 della geeklist sembra irridere le iniziative anti-droga nelle scuole e nel commento all'item 22 rivela una certa familiarità con le problematiche della droga. Non indago oltre.

randallmcmurphy ha scritto:Trovi che anche qui da noi ci sia questo uso improprio di tanti vocaboli?


Uso improprio senza dubbio, basti vedere cosa è stato messo anche qui nella Tana (dove pure c'è gente che se ne intende) nella categoria "giochi di comitato". Comunque il mondo del gioco non è mai stato molto rigoroso nella terminologia (basti vedere come sia nata la locuzione "mappe geomorfiche", prendendo un granchio su certe mappe geomorfiche modulari dell'Avalon Hill com binabili in vari modi - la gente ha pensato che "geomorfico" significasse modulare, non "che rappresenta la conformazione terrestre").

randallmcmurphy ha scritto:E questa prosopopea nel menzionarli?


Forse non nella stessa misura, ma direi che nei vari forum un certo tono un po' supponente a volte ci prende tutti, e allora i paroloni (anche stranieri) e la retorica e la falsa modestia si affacciano abbastanza. Mah.

randallmcmurphy ha scritto:Beh..io sono più preoccupato del fatto che anche noi usiamo i LORO vocaboli..tipo post e thread e "my 2 cents" e schifezze varie...


Condivido, e cercherò di starci più attento io stesso. Già cercavo di farlo in passato: si noti che nell'intervento iniziale di questo dibattito ho usato appunto il termine "dibattito" e non "thread"... ;)

Comunque sto lavorando a un piccolo contributo che andrà nella direzione di chiarire e approfondire linguaggio e concetti ludici. State sintonizzati, come direbbero in inglese gli anglofoni... Tra qualche mesetto può anche essere che lo pubblichi.

Salutoni a tutti,

Andrea
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5398
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Iup » 21 feb 2007, 19:38

Io invece vorrei proseguire su quanto proposto da Angiolillo nel primo post (anche perché credo sia più corretto discutere del tema del titolo).

Ebbene la geeklist (come è solito fare Barnes) scanzonata e divertente mette il dito sulla piaga di una certa terminologia che però colpisce un po' tanti settori. (e anch'io ci casco spesso...) :oops:

Quando leggo le sue risposte mi sganascio (è sempre ruvido, sarcastico e caustico) anche se non condivido quasi mai il contenuto! (però ha il pregio dell'onestà: se una cosa non gli piace non gli piace anche se è mainstream).
Offline Iup
Esperto
Esperto

 
Messaggi: 531
Iscritto il: 27 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Pavia (PV)
Mercatino: Iup

Messaggioda randallmcmurphy » 21 feb 2007, 20:16

Parafrasando barnes...

Sorry per il mio post in questo thread..magari non è mainstream ma volevo un feedback anche se ero un po' OT.. 8-O

:tongue7: :grin:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda linx » 21 feb 2007, 21:21

randallmcmurphy ha scritto:Beh..io sono più preoccupato del fatto che anche noi usiamo i LORO vocaboli..tipo post e thread e "my 2 cents" e schifezze varie... ;)


Trovassi il termine giusto in italiano lo userei: odio dovermi ricordare dove va la acca di thread.
Angiolillo dice dibattito e mi adeguerò.
E post come me lo traducete ufficialmente? Risposta?

Per i "my 2 cents" io ormai li odio anche nella versione italiana. Non vedo ragione di aggiungerlo in continuazione. Come se non fosse ovvio che tutto ciò che viene espresso è solo un'opinione personale.

Scusate se non rispondo sul tema principale ma oggi ho un mal di testa che mi spacca e di mettermi a leggere l'inglese non se ne parla.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Online linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6474
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Angiolillo » 21 feb 2007, 21:29

linx ha scritto:Per i "my 2 cents" io ormai li odio anche nella versione italiana. Non vedo ragione di aggiungerlo in continuazione. Come se non fosse ovvio che tutto ciò che viene espresso è solo un'opinione personale.

Scusate se non rispondo sul tema principale ma oggi ho un mal di testa che mi spacca e di mettermi a leggere l'inglese non se ne parla.


Beh... il commento sui due cent è già perfettamente in linea con il dibattito principale: molte delle osservazioni mosse su BGG partono da osservazioni analoghe. Bingo!

...scusate, volevo dire: Tombola! ;) ;) ;)
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5398
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda randallmcmurphy » 22 feb 2007, 5:35

Per post non va benissimissimo anche messaggio?? Cosa saranno mai 5 lettere in più? O vogliamo finire anche noi come gli americani che non sanno nemmeno come si scrivono le parole?

Beh..noi in soccorso abbiamo la nostra molto più limpida fonetica, ma comunque riporto a tal proposito una simpatica esperienza:

Ho modo di incontrare e frequentare, insieme ad alcuni componenti della mia famiglia, diversi simpaticissimi cittadini americani, per via del mio lavoro (parentesi di attualità: dipendenti della Lockheed Martin i famosi produttori dei 133 F35 che abbiamo appena comprato per la modica cifra di 13 miliardi di euro..e infatti sono molto contenti..loro prendono circa 2500$..alla settimana!!! ora ho capito il perchè..).

Bene..siccome gestiamo dei locali di ritrovo e ristorazione è capitato che mio fratello si sia imbattuto nell'impossibilità di descrivere adeguatamente un prodotto in vendita per via della presenza al suo interno del cavolfiore..che non era in grado di tradurre adeguatamente nella gloriosa lingua inglese..per cui ha chiesto ad un americano con discrete conoscenze di italiano come si dicesse cavolfiore..e lui prontamente: Cauliflower! E allora mio fratello che doveva indicarlo nel menù esposto ai clienti multilingua del nostro locale ha chiesto come si scrivesse...

Beh..non credo vi sorprenderete se vi dico che lui stesso non sapeva bene se scriverlo cauliflower o couliflower o caulyflower..insomma ha dovuto chiederlo ad un altro che per fortuna aveva un po' di memoria fotografica in più!

Insomma in definitiva io credo che la pigrizia mentale e sintattica sia lo specchio (uno dei tanti che ci troviamo di fronte) di una contrazione culturale da non sottovalutare! Senza voler eccedere in cavilli e noiosità è ovvio che abbreviazioni e termini stranieri (io non mi sognerei di chiamare il computer..ordinateur per fare un esempio stupido dell'eccessivo campanilismo) siano a volte d'uopo..ma non vorrei che svanisse la concezione di cosa voglia dire... d'uopo! :grin: E sono STRASICURO che veramente pochi giovani figli dell'era di internet sappiano ormai cosa voglia dire..non è che sia fondamentale saperlo ma se fate due più due ecco che capirete dove voglio andare a parare..e poi se anche Bill Gates impone a sua figlia di usare internet non più di 45 minuti al giorno! :grin:

Comunque.. Bingo va benissimo..tanto più che adesso sembra il gioco più bello del mondo viste le CENTINAIA di sale aperte nel nostro proibizionistico paese... :grin: e anche qui ce ne sarebbe di che parlare noi che ai giochi dovremmo essere attenti..passa sempre l'indicazione che gli unici giochi cui gli italiani meritino di essere "indotti" siano i pacchi il bingo e il lotto..bell'insegnamento!

La smetto va..che poi vado FUORI TEMA..! :grin:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda romendil » 22 feb 2007, 10:30

Vorrei aggiungere che, IMHO, che odio anche sentir dire "IMHO"... Magari si potrebbe dire "secondo me", ma anche questo è ovvio, non sto mica scrivendo sotto dettatura! ;)
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Online romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7352
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,235.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Mercatino: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda Angiolillo » 22 feb 2007, 11:26

Effettivamente ci sono due temi: l'anglofilia o esterofilia da un lato, la pulizia verbale e mentale dall'altro.

La prima si estrinseca in vari modi, anche in pregiudizio verso prodotti locali (a volte motivato da giochi italiani non particolarmente brillanti nell'ideazione o nella realizzazione) o supina accoglienza di prodotti esteri anche non impeccabili, nonché nell'uso del linguaggio esterofilo. Perché dire che un gioco è "beer and pretzel" anziché "tarallucci e vino"? A voi la risposta.

Poi c'è il discorso appunto del non dover necessariamente precisare il "secondo me" e affini, usi contro cui il nostro amico inglese si scaglia. E direi che su queste cose ci potremmo anche riflettere un pochino. Anche nello specifico ludico. Per fare un esempio, perché ghettizzare gli autoproduttori? Perché calcare la mano sul fatto che un gioco è stato pubblicato da un autore a sue spese? Certo, per il mio primo approccio con un gioco sapere che si tratta di un'autoproduzione è rilevante: anche perché un gioco del genere non è passato al filtro dei tester delle case editrici, e quindi io sono un po' più guardingo nell'esaminarlo. Ma poi, quando il gioco è sugli scaffali e va con le sue gambe, continuare a etichettarlo come "autoprodotto" mi sa un po' come di metterlo in una "categoria protetta". Se un gioco è bello e funziona, lo è indipendentemente dalla ragione sociale e dai finanziamenti di chi lo pubblica, e quindi ne giudico materiali, grafica, meccanismi, rapporto qualità-prezzo indipendentemente da quello: la qualità delle autoproduzioni attuali, del resto, me lo consente. E poi giochi autoprodotti come Subbuteo o Scarabeo finiscono per andare avanti con le loro gambe e delle loro origini la gente, giustamente, si scorda (tranne noi storici del gioco).

Ma è solo uno dei vari esempi possibili (su BGG ne trovate vari altri).

Salutoni!

Andrea
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5398
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti