Come si scoprono le proprie affinità ludiche?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Come si scoprono le proprie affinità ludiche?

Messaggioda simox » 20 giu 2010, 7:04

Ragazzi, a voi è mai capitato di dichiarare la passione sfrenata per un genere di giochi, ed essere congeniali ad un altro?

Io per esempio mi profetizzo sempre un fan incallito dei giochi di guerra e infatti sto semre lontano ai giochi che non permettono un minimo di violenza gratuita, eppure col tempo mi sono reso conto che mi comporto meglio nei giochi di piazzamento.

Perchè?

Ecco delle testimonianze con un mio amico

Partita a Dust
-Vince il mio amico con un grosso stacco di punti, a causa di un mio errato dispiegamento delle forze

Partita ad Age of Mythology 1 e 2

Semplicemente, ha fatto il guerrafondaio e ha iniziato ad attaccarmi sin dal primo turno, incapace anche solo di organizzare una forza di contrattacco

E salvo innumerevoli partite di giochi come yugioh! e magic, anche se lì era più per la politica "chia ha tutte rare vince" che per dellemie deficenze, e poi giochi come Mutant Chronicle miniature collezionabili, Warhammer 40000 e Arcane Legions
-Il mio amico mi faceva il sedere con quei 8 battlesuit prototype e vulcan
-In questo gioco ero bravo tanto da aver ottenuto piùvittorie che sconfitte, ma cmq Napoleone mi starà aspettando per fucilarmi :lol:
-Quando lo avevo provato con Normanno, in gran parte della partita mi sono comportato indipendente, ma se non era per delle note di Normanno mandavo i miei legionari al macello

E ora passiamo ai giochi che si avvicinano molto al piazzamento militare

Small World

Tante volte ci ho giocato, tante volte ho vinto :grin:

Cave Troll
2 partite con un mio amico: la prima l'avevo cmq persa ma solo perchè avevamo fatto confusione con le regole, così abbiamo fatto la seconda partita per rivincita...gli ho aperto il sedere come una pesca :lol: .

Ovvio: non dico di essere un giocatore da competizione a questi giochi, intendo semplicemente che con essi ritengo di comportarmi meglio.

E voi, avete mai affrontato questo cammino di ricerca del proprio genere ludico?
Offline simox
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1083
Iscritto il: 02 settembre 2009
Goblons: 850.00
Località: Campania
Mercatino: simox

Messaggioda Pey » 20 giu 2010, 11:15

A me è successo più o meno la stessa cosa con i ferroviari: dato che sono appassionato di ferrovie pensavo mi piacessero parecchio, ma presto li ho trovati noiosetti e son passato ai gestionali e piazzamento (oltre che cooperativi) che ho scoperto piacermi molto di più.
Tra persone SENSATE, parlando, ci si mette d'accordo (Vania - L.A.G.N.A. 2010)
Offline Pey
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2402
Iscritto il: 20 maggio 2009
Goblons: 0.00
Località: Chieri(TO) - Savigliano(CN)
Utente Bgg: Pey81
Board Game Arena: Pey
Mercatino: Pey
Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda Rayden » 20 giu 2010, 13:03

Interessante questione quella del "cammino di ricerca del proprio genere ludico", ma nelle tue considerazioni ignori una distinzione fondamentale: quella tra ciò che ti diverte e ciò in cui vinci.
E' abbastanza umano, infatti, essere piacevolmente colpiti (chiamala "soddisfazione", se vuoi) da ciò in cui si riesce meglio. Anche a scuola, le materie in cui ognuno prende voti migliori sono quelle per cui crede di essere più "portato". Però, analizzandosi più razionalmente, ci si rende conto che, in un gioco, non solo quando si vince ci si diverte! Anzi, qualcuno potrebbe sostenere il contrario: "in un genere in cui sono molto forte non mi diverto perché non c'è sfida".
E così, ad esempio, nella mia Top5 ci sono alcuni giochi in cui sono una schiappa (v. Diplomacy).

Quindi, secondo me, il tuo spunto andrebbe distinto in due thread diversi: "i generi che amo" e "i generi in cui sono forte". A quale dei due alludevi?
Immagine
Offline Rayden
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Organization
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: 09 gennaio 2008
Goblons: 1,300.00
Località: Pescara
Mercatino: Rayden

Messaggioda simox » 20 giu 2010, 16:13

Rayden ha scritto:Interessante questione quella del "cammino di ricerca del proprio genere ludico", ma nelle tue considerazioni ignori una distinzione fondamentale: quella tra ciò che ti diverte e ciò in cui vinci.
E' abbastanza umano, infatti, essere piacevolmente colpiti (chiamala "soddisfazione", se vuoi) da ciò in cui si riesce meglio. Anche a scuola, le materie in cui ognuno prende voti migliori sono quelle per cui crede di essere più "portato". Però, analizzandosi più razionalmente, ci si rende conto che, in un gioco, non solo quando si vince ci si diverte! Anzi, qualcuno potrebbe sostenere il contrario: "in un genere in cui sono molto forte non mi diverto perché non c'è sfida".
E così, ad esempio, nella mia Top5 ci sono alcuni giochi in cui sono una schiappa (v. Diplomacy).

Quindi, secondo me, il tuo spunto andrebbe distinto in due thread diversi: "i generi che amo" e "i generi in cui sono forte". A quale dei due alludevi?


Wow, una domanda intelligente che merita una risposta intelligente (nei limiti delle mie abbastanza limitate capacità :oops: )

Se leggi meglio il mio topic, però, la risposta è tutta lì: ho detto in maniera esplicita di andare pazzo per tutto ciò che implica il comandare e rompere qualcosa, ma poi gioco veramente bene solo nei giochi di piazzamento .

Ed ecco il succo: sempre nel topic, ho dichiarato la mia propensione verso giochi che soddisfano entrambi questi miei poli: così gioco a Small World che è di piazzamento ma implica cmq guerra e conquiste, come Cave Troll dove si confrontano mostri e avventurieri, e anche in Warangel, gioco di guerra, il fattore piazzamento iniziale delle pedine è cruciale...giochi di piazzamento, poi, puramente gestionali come Coloni e Alta Tensione, posso essere anche il campione mondiale, li odio e non ci giocherei manco ad essere pagato.

Adesso è tutto chiaro?
Offline simox
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1083
Iscritto il: 02 settembre 2009
Goblons: 850.00
Località: Campania
Mercatino: simox

Messaggioda Simone » 21 giu 2010, 8:18

io non ho ancora trovato il mio genere.....

vado pazzo per tutto e perdo ad ogni cosa solitamente

Gioco a tutto

I cooperativi come Arkham. Ghost Stories
I gestionali come Puerto
Tedeschi come Tinner's
Americani come Descent
Party Games come Jungle Speed
Card Driven/Wargame come memoir 44 o commands and colors

Guardo solo il mio divertimento e lo stare in serenità, con la mia associazione, che è fatta di amici soprattutto

Che tipo di giocatore sono?

Perchè infilarsi per forza in stereotipi?

Perchè fissarsi su un genere e chiudersi con quello?

Provando anche generi non esattamente congeniali ai vostri gusti, a mio avviso avrete delle gradite sorprese

Uno potrebbe semplicemente giocare a tutto quello che gli piace e tutto quello che gli piace potrebbe essere piu' semplicemente tutto quello che lo diverte?

PS .....ma sono fortunato in amore!
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11423
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti