Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Moderatori: pacobillo, Sephion, Dera

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda Mod_XXII » 21 apr 2016, 22:50

Se non altro l'hai postato su sproloqui.
"In my mind my dreams are real"
"Two players. Two sides. One is light one is dark"
Online Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 7533
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 380.00
Località: "Polo Nerd" (Pg)
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Backgammon Fan Io gioco col giallo Epic Card Game fan

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda Sveltolampo » 21 apr 2016, 23:35

eddai che c'avete con computerman :pippotto: ?

qua scriviamo ogni cosa che ci passa per la testa...e nella sua "testa quadra" (in riferimento all'avatar sia chiaro :asd: ) è uscito sto pensiero :rotfl: ...che poi non mi sembra malaccio :sisi:

però non so che dire...io sono un tipo tranquillo (pure troppo :pippotto: ) e se mi capita un figlio scapestrato sarei decisamente messo male...mi dovrei trovare direttamente a contatto con il "problema"

anch'io ho fatto cavolate nella vita ma mai esagerando credo dipenda dal carattere, mio fratello, che è sempre stato un po' più "agitato" alla fine ha fatto le mie stesse cavolate ma alla fine siamo rientrati nella "reta via"...credo :sava73:

comunque ho una valida compagna che li saprà mettere ben in riga...e non vorrei essere nei loro panni :snob: dovreste vederla quando la fanno incavolare... :rotfl: :rotfl: :rotfl:

daje computerman...a me non frega la tua età, però sarei curioso di sapere come mai ti sei svegliato una mattina eti è saltata in testa sta domanda? :pippotto:
mi pare curioso :sisi:
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 11222
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Telegram Fan

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda computerman » 21 apr 2016, 23:47

phalanx ha scritto:
Quindi in un topic in cui uno chiede agli altri che ne pensa di Pozioni Esplosive, ti sembrerebbe normale chiedere l'età?

ma sei serio?
la prenderó come provocazione, dato che non credo che tu possa pensarlo veramente. in ogni caso la tua risposta evasiva mi fa pensare che in questa discussione in cui tu fai solo le domande e non elargisci risposte, che l'etá (la tua in particolare) sia un fattore determinante.

voglio passare oltre e darti una risposta, anche se non al tuo quesito.
Capisci che i quesiti che poni non hanno risposta? la teoria non esiste sui casi specifici e non ha senso sui casi ipotetici.
sembra che tu non abbia considerato minimamente cosa ti é stato detto in precedenza da chi ha dei figli.

come mai ti interessa questo argomento parecchio off topic rispetto all'argomento principe della board?
dubito che sia solo per un disinteressato desiderio di conoscenza, soprattutto visto che tu hai giá la tua regola aurea (le cinghiate) e non desideri avere una prole.


Sono serissimo e le "cinghiate" lo avrei dovuto mettere tra virgolette evidentemente visto che vi siete soffermati solo su quello. Mi dispiace che il "gioco" e/o la curiosità non sia passato come tale, ma addirittura si dubita di cosa?
Ma sta cosa che questo è un forum dedicato l'ho già sentita, ma non la capisco. Se qui si parlasse solo di giochi non esisterebbe una sezione "sproloqui" e comunque ti sei perso l'incipit del topic, lo stesso post l'ho fatto in un altro forum mediamente frequentato da persone più giovani e comunque diverse da quelle che frequentano questo :)
Mi piaceva mettere a confronto le reazioni di varie generazioni, ma qui l'esperimento non ha funzionato. Mi dispiace l'abbiate presa cosi male :)

Mik ha scritto:Secondo me in molti ti hanno risposto e credo che tu non capisca perché non hai un figlio.

Mio papà, quando ero adolescente, una volta mi disse che fare il genitore è "il mestiere più difficile del mondo".
All'epoca mi pareva un poco una cavolata, visto che il coltello dalla parte del manico ce l'hanno loro e sembrano sempre così sicuri su cosa devi fare o meno.

Ora sono genitore e capisco a pieno quella frase.
Quando ti poni con il figlio per educarlo fingi sicurezza quando lo riprendi e cerchi di educarlo. Ma in realtà sei pieno di dubbi.

Perché una cosa che va bene per un bambino non va bene per un altro perché reagiscono in modi totalmente diversi, a volte inaspettati.
Molte volte anche in base ai momenti cambiano le reazioni.
Anche i genitori con più figli spesso li devono approcciare in modo diverso, perché quel che funziona con uno non funziona con l'altro.

Quindi tu prendi delle scelte in base a quel che credi di conoscere di tuo figlio/a (e andando avanti credo diventi sempre più difficile perché lì si conosce sempre meno in quanto iniziano a costruirsi le loro vite indipendenti), ma ne raccoglierai gli effetti solo dopo anni. E comunque ti rimarrà sempre il dubbio se si è presa la decisione migliore.

Quindi la tua domanda non può avere un unica risposta perché dipende da troppi fattori.

Ed è qui che credo a molti sia sorta la domanda riguardo alla tua età.
Perché da un ragazzo giovane senza figli, ci si può anche aspettare il tuo tipo di approccio... Da una persona sopra una certa età, anche senza figli ma con un poco di spirito di osservazione, farebbe piuttosto strano.


Se fosse un gioco, crescere figli sarebbe il più American degli American... Ma personalmente lo trovo meraviglioso!!


Si ho capito il punto di vista che mi avete espresso. Va be io la chiudo qui, non vorrei urtare altre sensibilità e mi scuso se qualcuno si è sentito in qualche modo disturbato :)

Inviato dal mio LG G2 utilizzando tapatalk
Offline computerman
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1687
Iscritto il: 14 gennaio 2015
Goblons: 150.00
Telegram Fan

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda Sephion » 22 apr 2016, 0:13

Allora: se tuo figlio arriva a 16 anni che si chiude in camera e fa quello che vuole oppure figlia a 17 anni esce col 40enne e fa quello che vuole vuol dire che hai sbagliato la sua educazione per almeno 15 anni di fila. Non ho figli, ma credo che un figlio tu lo debba seguire dalla nascita. Se ti comporti come un pessimo genitore un figlio/a viene su come l'hai descritto tu, altrimenti cresce come una persona con dei valori. Non è che un figlio cambia a 15 o 14 anni. Un figlio devi educarlo. È una responsabilità

Inviato dal mio D2303 utilizzando Tapatalk
I know I was born and I know that I'll die, but in between is mine.

Aiutaci a creare il gioco della Tana dei Goblin!
la-tana-dei-goblin-gdt-bozze-dei-disegni-t87061-90.html

Immagine
Offline Sephion
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Organization
 
Messaggi: 2317
Iscritto il: 27 novembre 2011
Goblons: 20.00
Località: Fiumicello (UD)
Sei iscritto da 5 anni. Sono un Goblin Ho partecipato alla Play di Modena Berserk fan Birra fan Playstation fan Cloud Strife fan Ventennale Goblin

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda computerman » 22 apr 2016, 0:19

Sephion ha scritto:Allora: se tuo figlio arriva a 16 anni che si chiude in camera e fa quello che vuole oppure figlia a 17 anni esce col 40enne e fa quello che vuole vuol dire che hai sbagliato la sua educazione per almeno 15 anni di fila. Non ho figli, ma credo che un figlio tu lo debba seguire dalla nascita. Se ti comporti come un pessimo genitore un figlio/a viene su come l'hai descritto tu, altrimenti cresce come una persona con dei valori. Non è che un figlio cambia a 15 o 14 anni. Un figlio devi educarlo. È una responsabilità

Inviato dal mio D2303 utilizzando Tapatalk

Si ho sentito questa cosa e ti dico che penso sia vera al 90%. Nel senso che si raccoglie quasi sempre ciò che si semina, ma non penso sia matematico. Ci sono buoni genitori il cui figlio diventa un deliquente e genitori deliquenti il cui figlio viene su alla grande.
Però come detto nella normalità è come dici!

Inviato dal mio LG G2 utilizzando tapatalk
Offline computerman
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1687
Iscritto il: 14 gennaio 2015
Goblons: 150.00
Telegram Fan

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda IGiullari » 22 apr 2016, 2:05

Sephion ha ragione.. e non è il 90% ma il 100% dei casi.

Siamo educatori e il discorso lo viviamo quotidianamente.

Una regola non c'è. Tantomeno un modus operandi. Te la giochi, è subito buona e necessariamente buona la prima.

Nei tuoi due esempi limite, un ragazzo/a del genere ha genitori disinteressati a lui/lei e che non si preoccupano di lui/lei.

A leggerti ti credevamp un 40enne.. dopo questo post crediamo tu abbia 18anni.
Senza offesa eh.. vorremmo averli noi!

In altri termini, la fai semplice su un discorso difficile volendolo affrontare con profondità ma senza averne alcuna conoscenza.

Il tutto in simpatia e pour parlè. Non è noatra intenzione offendere nessuno.
Un giullare è un essere multiplo; è un musico, un poeta, un attore, un saltimbanco; è una sorta di addetto ai piaceri alla corte del re e principi; è un vagabondo che vaga per le strade e dà spettacolo nei villaggi...
Offline IGiullari
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer 1 Star
 
Messaggi: 15547
Iscritto il: 27 marzo 2013
Goblons: 2,310.00
Località: Saluzzo (CN)
Utente Bgg: IGiullari
Board Game Arena: IGiullari
Agricola fan Puerto Rico Fan Sono stato alla Gobcon 2015 Sono un Goblin Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Five Tribes Fan Star Realms Fan Seasons Fan The Castles of Burgundy Fan Le Havre Fan Caylus Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Sono stato alla fiera di Essen Sono un Sava follower 7 Wonders Duel fan Io amo Feld Ho sostenuto la tana alla Play 2016

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda nuvolaz » 22 apr 2016, 8:10

Mio figlio fa già gli stracazzi suoi a 8 mesi. Figuriamoci se devo immaginarmelo a 14 anni. Non è un problema che si può immaginare poi. Sono situazioni così complesse e con variabili altamente aleatorie che sarebbe solo una Pippa mentale.

Sicuramente in una situazione estrema (da film) come quelle che citi tu chiederei il consiglio di un professionista psicologo o psichiatra.

Ma sono sicuro che non ce ne sarebbe proprio bisogno se per 18 anni gli hai donato solo amore ed attenzioni.
Offline nuvolaz
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2058
Iscritto il: 30 novembre 2013
Goblons: 10.00
Località: Barletta
Utente Bgg: nuvolaz
Board Game Arena: nuvolaz
Yucata: nuvolaz

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda paperoga » 22 apr 2016, 9:22

Non ho figli, ma sono abbastanza in disaccordo con molti di Voi.
Affermare che il 100% del comportamento di un adolescente è merito/colpa dell'educazione impartita dai genitori mi sembra un'assoluta esagerazione, è chiaro che un figlio cresciuto in una famiglia con sani principi, senza grossi problemi sociali, trattato amorevolmente con rispetto e attenzione avrà meno problemi comportamentali nei confronti di un bambino che queste cose non le ha avute, ma l'educazione è il comportamento sono dati anche e soprattutto dalla scuola, dalle cerchie di amici e conoscenti, dalla società dall'ambiente circostante e, purtroppo, in molti casi anche dalla TV, bisogna inoltre dire che nella fase adolescenziale c'è una sorta di rifiuto dell'autorità genitoriale che può portare a scompensi ed a comportamenti come quelli ipotizzati da computerman, comportamenti, quelli descritti neanche troppo estremi.
Quanto al fatto che non si possa rispondere a tali ipotetiche domande, che non si possano formulare risposte in quanto ogni bambino è un mondo a sè, ogni genitore ha una sua maniera di rapportarsi etc. etc. è sicuramente un fatto inconfutabile, ma si può ugualmente avere una propria opinione e dei principi guida su cui fare affidamento, altrimenti ci si troverebbe spiazzati nel momento topico, altrimenti non ci sarebbero così tanti trattati e libri sulla questione, altrimenti "il come educare" non subirebbe cambiamenti nel tempo, positivi o negativi non sta a me giudicarlo.
La mia specifica risposta da non genitore a computerman è che va bene il rispetto, la comprensione, il dialogo sempre che la cosa sia reciproca, ma ci sono anche delle regole da rispettare e che senza arrivare alla cinghia, si debba punire quando c'è un'evidente mancanza, la gravità ed il tipo di punizione quelle sì dipendono da caso a caso.............e comunque una bella sberla/buffetto ogni tanto non ha mai fatto male a nessuno :grin:
Per quanto riguarda la tua età, anch'io ritengo non sia influente in questa discussione......certo che però adesso mi è montata una curiosità che non ti dico......quasi quasi apro una discussione/sondaggio -Computerman, giovane nerd o vecchio pirata?!??!? :grin: :grin: :grin:
Online paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda Slade » 22 apr 2016, 9:37

Il genitore non e' colui che ti dice le cose come vanno fatte, e' colui che ti educa, che ti da l'esempio di come vivere certi momenti. I bambini (sopratutto i piccoli, ma da li metti i semi per come cresceranno) non ti ascoltano molto, ma ti osservano, sempre e comunque. Prova a dire ad un bambino 1000 volte di lavarsi le mani e fara' sempre capricci, prova a lavarle con lui, fagli sentire il profumo delle mani pulite, imposta un gioco per cui appena pulite si corre a fare sentire il profumo ai genitori e sara' lui il primo ad essere felice quando le lava.
I genitori sono i punti saldi, sono coloro che con la loro vita, e non solo a parole, devono trasmettere i valori ai figli. Per cui se ci fossero dei casi limite come descrivi, la causa e quindi il modo di comportarsi, andrebbe prima di tutto (come ti hanno gia' detto) ricercato nei 15 anni di vita precedente. Purtroppo non ci sono risposte "pronte all'uso", e le risposte facili (tipo le "cinghiate") forse andrebbero analizzate un po' piu' a fondo.
Un ultimo appunto, ma con tutto il tatto possibile, non e' una polemica... in un topic come questo l'eta' dell'interlocutore e' importante per capire il "registro" da usare, per capire il tipo di "esperienza" che la persona con cui stai parlando puo' aver vissuto. Quando si chiedono consigli sull'acquisto di un gioco, e' normale chiedere a quali giochi si e' abituati a giocare, quali piacciono, e talvolta anche l'eta', in particolare per la fascia 4-10 ogni anno e' importante.
Come vedi provando ad immaginare la tua eta' anche il registro della mia risposta e' cambiato (non il contenuto)
Ludoteca Itinerante: https://www.ludoteca-itinerante.it
L'uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.
Offline Slade
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1242
Iscritto il: 09 gennaio 2010
Goblons: 0.00
Località: Imola (BO)

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda romendil » 22 apr 2016, 10:19

Difficile dare una ricetta e difficile che l'ipotetica ricetta possa funzionare in ogni situazione. Il mestiere di genitore si impara sul campo e spesso si trasmette quanto appreso dai propri genitori (errori compresi). L'importante secondo me è mantenere un continuo colloquio, cercare di capirlo, cercare di farsi capire. E fargli capire che gli vuoi bene e che si può fidare di te. Se si arriva a quell'età con quei problemi probabilmente qualcosa non ha funzionato da prima.
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7006
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,215.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda computerman » 22 apr 2016, 10:19

IGiullari ha scritto:Sephion ha ragione.. e non è il 90% ma il 100% dei casi.

Siamo educatori e il discorso lo viviamo quotidianamente.

Una regola non c'è. Tantomeno un modus operandi. Te la giochi, è subito buona e necessariamente buona la prima.

Nei tuoi due esempi limite, un ragazzo/a del genere ha genitori disinteressati a lui/lei e che non si preoccupano di lui/lei.

A leggerti ti credevamp un 40enne.. dopo questo post crediamo tu abbia 18anni.
Senza offesa eh.. vorremmo averli noi!

In altri termini, la fai semplice su un discorso difficile volendolo affrontare con profondità ma senza averne alcuna conoscenza.

Il tutto in simpatia e pour parlè. Non è noatra intenzione offendere nessuno.

Secondo me siete troppo ottimisti, pensare di influire al 100% sulla vita di un figlio mi sembra eccessivo. Pensare che tutto ciò che lo circonda non influisca o faccia presa su di lui mi sembra utopistico.
Andando agli eccessi, se fosse così, tutti i figli, farebbero i lavori che piacciono ai genitori o sposerebbero chi vogliono i genitori (se avessero avuto il genitore chiamiamolo perfetto). Sono più del pensiero di paperoga sinceramente.

P.S. Parlate di esperienza, credo che l'esperienza di essere genitori si acquisisca sul campo, io non l'avrò mai quel tipo di esperienza. Per questo ero curioso di avere il pensiero di altre persone.

paperoga ha scritto:Non ho figli, ma sono abbastanza in disaccordo con molti di Voi.
Affermare che il 100% del comportamento di un adolescente è merito/colpa dell'educazione impartita dai genitori mi sembra un'assoluta esagerazione, è chiaro che un figlio cresciuto in una famiglia con sani principi, senza grossi problemi sociali, trattato amorevolmente con rispetto e attenzione avrà meno problemi comportamentali nei confronti di un bambino che queste cose non le ha avute, ma l'educazione è il comportamento sono dati anche e soprattutto dalla scuola, dalle cerchie di amici e conoscenti, dalla società dall'ambiente circostante e, purtroppo, in molti casi anche dalla TV, bisogna inoltre dire che nella fase adolescenziale c'è una sorta di rifiuto dell'autorità genitoriale che può portare a scompensi ed a comportamenti come quelli ipotizzati da computerman, comportamenti, quelli descritti neanche troppo estremi.
Quanto al fatto che non si possa rispondere a tali ipotetiche domande, che non si possano formulare risposte in quanto ogni bambino è un mondo a sè, ogni genitore ha una sua maniera di rapportarsi etc. etc. è sicuramente un fatto inconfutabile, ma si può ugualmente avere una propria opinione e dei principi guida su cui fare affidamento, altrimenti ci si troverebbe spiazzati nel momento topico, altrimenti non ci sarebbero così tanti trattati e libri sulla questione, altrimenti "il come educare" non subirebbe cambiamenti nel tempo, positivi o negativi non sta a me giudicarlo.
La mia specifica risposta da non genitore a computerman è che va bene il rispetto, la comprensione, il dialogo sempre che la cosa sia reciproca, ma ci sono anche delle regole da rispettare e che senza arrivare alla cinghia, si debba punire quando c'è un'evidente mancanza, la gravità ed il tipo di punizione quelle sì dipendono da caso a caso.............e comunque una bella sberla/buffetto ogni tanto non ha mai fatto male a nessuno :grin:
Per quanto riguarda la tua età, anch'io ritengo non sia influente in questa discussione......certo che però adesso mi è montata una curiosità che non ti dico......quasi quasi apro una discussione/sondaggio -Computerman, giovane nerd o vecchio pirata?!??!? :grin: :grin: :grin:

Mi hai fatto ammazzare con il titolo del sondaggio :asd:
Slade ha scritto:Il genitore non e' colui che ti dice le cose come vanno fatte, e' colui che ti educa, che ti da l'esempio di come vivere certi momenti. I bambini (sopratutto i piccoli, ma da li metti i semi per come cresceranno) non ti ascoltano molto, ma ti osservano, sempre e comunque. Prova a dire ad un bambino 1000 volte di lavarsi le mani e fara' sempre capricci, prova a lavarle con lui, fagli sentire il profumo delle mani pulite, imposta un gioco per cui appena pulite si corre a fare sentire il profumo ai genitori e sara' lui il primo ad essere felice quando le lava.
I genitori sono i punti saldi, sono coloro che con la loro vita, e non solo a parole, devono trasmettere i valori ai figli. Per cui se ci fossero dei casi limite come descrivi, la causa e quindi il modo di comportarsi, andrebbe prima di tutto (come ti hanno gia' detto) ricercato nei 15 anni di vita precedente. Purtroppo non ci sono risposte "pronte all'uso", e le risposte facili (tipo le "cinghiate") forse andrebbero analizzate un po' piu' a fondo.
Un ultimo appunto, ma con tutto il tatto possibile, non e' una polemica... in un topic come questo l'eta' dell'interlocutore e' importante per capire il "registro" da usare, per capire il tipo di "esperienza" che la persona con cui stai parlando puo' aver vissuto. Quando si chiedono consigli sull'acquisto di un gioco, e' normale chiedere a quali giochi si e' abituati a giocare, quali piacciono, e talvolta anche l'eta', in particolare per la fascia 4-10 ogni anno e' importante.
Come vedi provando ad immaginare la tua eta' anche il registro della mia risposta e' cambiato (non il contenuto)

Probabilmente sono stato poco chiaro, ma le risposte non erano per me ma per voi. Non voglio sapere come trattare i miei figli (non ne voglio) ero curioso di capire in quella situazione ipotetica come vi sareste comportati.
Avrei potuto ricalcare trame di film e chiedervi "se domani vi trovaste nel 1800 cosa fareste?". Purtroppo alcuni hanno risposto cominciando a spiegarmi che le macchine del tempo non esistono e altri invece si sono tuffati nel gioco. Probabilmente ho messo male giù il topic io e sono stato poco chiaro, ma era questo il senso e per questo non serve la mia età. Anzi paradossalmente sarebbe più interessante l'età di chi risponde per vedere se a parità di anni esiste un modus operandi simile :)

Inviato dal mio LG G2 utilizzando tapatalk
Offline computerman
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1687
Iscritto il: 14 gennaio 2015
Goblons: 150.00
Telegram Fan

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda Slade » 22 apr 2016, 10:49

computerman ha scritto:Probabilmente sono stato poco chiaro, ma le risposte non erano per me ma per voi. Non voglio sapere come trattare i miei figli (non ne voglio) ero curioso di capire in quella situazione ipotetica come vi sareste comportati.
Avrei potuto ricalcare trame di film e chiedervi "se domani vi trovaste nel 1800 cosa fareste?". Purtroppo alcuni hanno risposto cominciando a spiegarmi che le macchine del tempo non esistono e altri invece si sono tuffati nel gioco. Probabilmente ho messo male giù il topic io e sono stato poco chiaro, ma era questo il senso e per questo non serve la mia età. Anzi paradossalmente sarebbe più interessante l'età di chi risponde per vedere se a parità di anni esiste un modus operandi simile :)


Allora forse l'inghippo e' proprio qui... un genitore appena sente parlare di "figli" entra nella modalita' "seria/allerta/preoccupazione/tatto/dolcezza"... impostare un "gioco" con un argomento come questo, chiedendo l'intervento di genitori, portando degli esempi cosi' forti (che purtroppo esistono come realta') non avrebbe che potuto portare a delle argomentazioni serie. Come ti e' gia' stato spiegato non c'e' una risposta ne' facile, ne' pronta all'uso, ne' utilizzabile in tutti i casi, andrebbe analizzata un po' la situazione in modo approfondito e con dei dati anche sulla vita precedente di questa "ipotetica" famiglia con questi figli.
Spero comunque che da tutti gli interventi ti sia arrivato questo grandissimo senso di protezione che i genitori hanno per i figli, la consapevolezza della difficolta' di trovare la strada giusta per educarli e la buona volonta' di fare il meglio per loro. Una risposta per noi non serve, sappiamo che non esiste una ricetta per tutti, ma cerchiamo la nostra giorno per giorno, eventualmente confrontandoci con altre persone, ma avendo la consapevolezza che comunque i consigli che otterremo li dovremo "modellare" alla nostra realta'.
Paolo, 40 anni, genitore di Luca 3 anni e mezzo ;)
Ludoteca Itinerante: https://www.ludoteca-itinerante.it
L'uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.
Offline Slade
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1242
Iscritto il: 09 gennaio 2010
Goblons: 0.00
Località: Imola (BO)

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda martinale18 » 22 apr 2016, 11:03

Ho aspettato un po' per dire la mia. Ho raccolto le idee.
La domanda provoca evidentemente un disagio in coloro che sono genitori, perché come si affronterebbe questa situazione?
Andiamo per gradi.
I figli non ci appartengono, appartengono alla vita, noi cosa possiamo fare.
Aiutarli....come?
Ovviamente con l'esempio. Non posso pretendere o sperare che mio figlio o mia figlia abbia un buon comportamento se io stesso dico una cosa ma ne faccio un'altra.
Certo arrivare a 17/ 18anni ed accorgersi che tuo figlio/figlia sono ribelli mi sembra un tantino tardivo.
Ma poi se andiamo in fondo alla parola Ribelle, siamo sicuri che sia cosi terribile.
Lasciarsi andare buttare via la propria vita senza scopo, a mio modo di vedere non è essere ribelli, ma significa essere stupidi quello si sarebbe drammatico.
Adesso ho 40anni e passa, ma quando ne avevo 16 o 18 non ero molto tenero.
Non avevo alcun rapporto con mio padre, perché, ma perché stavo crescendo, ed il mio mondo cozzava con quello dei miei genitori, avevo bisogno di libertà di conoscenza di esplodere.
E se non lo fai a quella età fisiologicamente, succederà drammaticamente più in la con gli anni.
In quella età ti costruisci e puoi facilmente perdere il senso dell'orientamento se non hai validi appigli, che possono essere lo sport la musica una ragazza/o che ti aiuti, la famiglia stessa.
Si la famiglia come punto di riferimento, come nido sicuro, che ci sostiene e ci riscalda, e non significa essere mammoni, basta solo sapere che c'è.
Invito ad ascoltare una canzone degli Skiantos, Ribelle, dove il protagonista dichiara di esserlo, ma chiama la mamma per rassicurarla che sta bene e che le vuole bene.
Noi tracciamo una via , viviamo vivremo con i nostri figli, io ne ho due 10 e 9 anni, vigilia dell'adolescenza, solo per un piccolo pezzo con loro, poi dovranno camminare da soli, perché noi non li potremo più prendere in braccio ma solo tendere una mano o sostenerli.
L'uomo o donna che oggi siamo è solo il frutto di tante esperienze di mille possibilità, di insegnamenti esempi più o meno validi, dell'educazione genitoriale alla amicizia alla TV di ciò che abbiamo vissuto.
Nel mio piccolo, sto dicendo ai miei figli non quello che devono fare, ma quelle che sarebbero le conseguenze di ciò che faranno.
Devono scegliere con propria testa, ma avere sempre un obiettivo nella vita, raggiunto quello porsene un altro.
L'uomo vive di obiettivi altrimenti si perde.
Secondo me il nostro lavoro genitoriale è questo, la vita è la loro ma con tutto quello che ne deriva.



Inviato da tapatalk
Una volta che si è trovato se stessi, bisogna essere in grado, di tanto in tanto, di perdersi... e poi di ritrovarsi.
-- Friedrich Wilhelm Nietzsche
Offline martinale18
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2588
Iscritto il: 07 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: PESCARA
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda paperoga » 22 apr 2016, 11:53

Da non genitore, forse vedo le cose in maniera meno coinvolta, da osservatore dei figli degli altri forse riesco ad essere più obbiettivo ed oggettivo e due cose mi sento di dirvi
1) non pensate di non entrare in conflitto con i vs figli né di essere un modello (manco se di lavoro faceste la rockstar) per loro in un periodo più o meno lungo della loro adolescenza, che tra l'altro in Italia sembra durare fino alla soglia dei trent'anni :grin: :grin:
2) a volte l'eccessiva protezione può essere deleteria (quando si arriva all'eccesso non sta a me dirlo) e portare a conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti, un esempio? figli che hanno ragione e maestri/professori che hanno torto e che non sanno fare il loro mestiere, cosa sempre più comune
Un'ultima cosa, non pensate -io non sono così, a me non succederà- preparatevi per tempo :grin:
Online paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 3535
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano

Re: Come vi comportereste con un figlio "ribelle"?

Messaggioda sava73 » 22 apr 2016, 12:00

che dire .. C-Man non mi fai venire molto voglia di rispondere.
Ti confesso onestamente che mi hai indisposto alla discussione... chiedi di partecipare ad un "gioco" (??) ma non ti metti in gioco.
Che poi onestamente non che mi interessi molto, ma quanto la stai facendo lunga.

Amen.
Buon divertimento ;)
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Online sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 21749
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,624,341,229.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin

PrecedenteProssimo


  • Pubblicita`

Torna a Sproloqui e chicche varie



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti