Competitività nei GdT

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda danyjey » 25 set 2015, 11:27

Protos ha scritto:assolutamente no. nella competiione vincere non è affatto la cosa più importante.
è solo uno dei momenti costitutivi della competizione, quello che fornisce un obbiettivo. poi anche il discorso della vittoria è relativo per ogni competizione e per ogni partecipante.
il senso più profondo del gioco è proprio la competizione, ma con un significato totalmente diverso da quello di voler primeggiare.
quella è una deviazione del significato originario.

Assolutamente si invece.
Scopo della competizione è primeggiare, che Tu voglia attribuirgli un significato diverso solo perché la stai inserendo nell'ambito di un Gioco, è una cosa puramente soggettiva.
Ripeto, i Giochi hanno molteplici scopi, e che il senso più profondo di un Gioco sia la competizione è una tua "scelta di approccio"... non un dato di fatto.
Anche il Monopoly è un competitivo... vogliamo affermare che Monopoly è nato per mettere le persone in competizione?
Quindi, dal momento che le "mire" di un gioco sono molteplici, dipende tutto dalla scelta che facciamo nel momento in cui ci sediamo al tavolo.
Se decido di mettere la competizione in cima alla lista, avrò il chiodo fisso della vittoria...tradotto in cifre: ossessione.
Se decido di mettere in cima alla lista la compagnia e il relax con gli amici... farò di tutto per vincere col chiodo fisso che il bicchiere di birra non resti vuoto :snob:
Offline danyjey
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1727
Iscritto il: 28 febbraio 2007
Goblons: 350.00
Località: TORINO
Mercatino: danyjey

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Protos » 25 set 2015, 12:58

danyjey ha scritto:Assolutamente si invece.
Scopo della competizione è primeggiare, che Tu voglia attribuirgli un significato diverso solo perché la stai inserendo nell'ambito di un Gioco, è una cosa puramente soggettiva.
Ripeto, i Giochi hanno molteplici scopi, e che il senso più profondo di un Gioco sia la competizione è una tua "scelta di approccio"... non un dato di fatto.
Anche il Monopoly è un competitivo... vogliamo affermare che Monopoly è nato per mettere le persone in competizione?
Quindi, dal momento che le "mire" di un gioco sono molteplici, dipende tutto dalla scelta che facciamo nel momento in cui ci sediamo al tavolo.
Se decido di mettere la competizione in cima alla lista, avrò il chiodo fisso della vittoria...tradotto in cifre: ossessione.
Se decido di mettere in cima alla lista la compagnia e il relax con gli amici... farò di tutto per vincere col chiodo fisso che il bicchiere di birra non resti vuoto :snob:


perdi il 90% del significato di competizione.
se metti la competizione in cime alla lista non sarai affatto ossessionato dalla vittoria, a meno che tu non abbia mistificato il significato di competizione, ma in quel caso non stai comunque competendo realmente. quello che dici non ha senso, per rendertene conto basterebbe che tu ti soffermassi ad osservare tutti gli ambiti dove la competizione è il fulcro dell'attività, dagli sport ai giochi da tavolo. se il senso ultimo della competizione fosse primeggiare e vincere a tutti i costi, non avrebbe senso partecipare a una competizione a meno che non si fosse certi della vittoria o di avere concrete possibilità di farcela. tutto ciò va esattamente contro il concetto di competizione stesso, che dà al concetto di vittoria sia un significato diverso, sia una posizione gerarchica diversa.
s
Offline Protos
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1952
Iscritto il: 21 maggio 2011
Goblons: 0.00
Località: vicino Roma
Mercatino: Protos

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Micenea » 25 set 2015, 13:37

Protos dacci una spiegazione del significato di "competizione" perché sul vocabolario la correlazione con la brama di vittoria è abbastanza diretta.
Offline Micenea
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 05 novembre 2012
Goblons: 90.00
Località: Roma
Mercatino: Micenea

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Archie » 25 set 2015, 13:48

Gioco per il gusto ed il piacere che mi dà il giocare.
Gioco per il gusto ed il piacere che mi dà la compagnia dei giocatori.
Gioco per il gusto ed il piacere che mi dà l'eventuale vittoria.
L'eventuale ma non necessaria per gli scopi uno e due.
E' competitività "piena", parziale, residuale, "interpretata"?
Boh, sinceramente e schiettamente: M.N.F..
Buona competizione a tutti.
*****************************************
https://asgard.forumfree.it/
Offline Archie
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Organization
 
Messaggi: 963
Iscritto il: 12 agosto 2005
Goblons: 0.00
Località: Pianiga (VE)
Utente Bgg: Archie10
Mercatino: Archie

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Protos » 25 set 2015, 13:55

Micenea ha scritto:Protos dacci una spiegazione del significato di "competizione" perché sul vocabolario la correlazione con la brama di vittoria è abbastanza diretta.


se i vocabolari contenessero tutti i significati più profondi delle cose, invece di semplici accezioni comuni delle parole appartenenti a una lingua, non esisterebbero discussioni :grin:
la brama di vittoria, o la vittoria in senso lato, sono momenti della competizione, essenziali se vuoi, ma non ne esauriscono minimamente il significato.
nel mio primo post o provato a dare la mia spiegazione di "competizione". dico provato perché l'argomento è ancora più complesso

P.S. trovare in un vocabolario di lingua italiana il concetto di "brama per la vittoria" nella spiegazione del termine "competizione", oltre che normale è assolutamente indicativo di come il nostro popolo la percepisca. sinceramente mi sarei stupito del contrario :asd:
Offline Protos
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1952
Iscritto il: 21 maggio 2011
Goblons: 0.00
Località: vicino Roma
Mercatino: Protos

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda glokta » 25 set 2015, 14:45

premesso che per me si sta un po' parlando del sesso degli angeli, segnalo che anche in quel di Albione il significato è lo stesso (l'etimologia della parola è la stessa infatti) dall'Oxford Dictionary
The activity or condition of striving (addirittura) to gain or win something by defeating or establishing superiority over others.

giusto per essere pedante al massimo cum petere è dirigersi assieme verso lo stesso punto, nel senso di concorrere.
Every man has his excuses, and the more vile the man becomes, the more touching the story has to be. What is my story now, I wonder?
Offline glokta
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1054
Iscritto il: 03 marzo 2015
Goblons: 20.00
Località: Vicenza
Mercatino: glokta
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Micenea » 25 set 2015, 14:45

L'avevo letto di sfuggita e non ricordavo fossi tu l'autore del post. Davvero molto interessante.
Offline Micenea
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 05 novembre 2012
Goblons: 90.00
Località: Roma
Mercatino: Micenea

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Galandil » 25 set 2015, 14:57

Protos ha scritto:
Micenea ha scritto:Protos dacci una spiegazione del significato di "competizione" perché sul vocabolario la correlazione con la brama di vittoria è abbastanza diretta.


se i vocabolari contenessero tutti i significati più profondi delle cose, invece di semplici accezioni comuni delle parole appartenenti a una lingua, non esisterebbero discussioni :grin:
la brama di vittoria, o la vittoria in senso lato, sono momenti della competizione, essenziali se vuoi, ma non ne esauriscono minimamente il significato.
nel mio primo post o provato a dare la mia spiegazione di "competizione". dico provato perché l'argomento è ancora più complesso

P.S. trovare in un vocabolario di lingua italiana il concetto di "brama per la vittoria" nella spiegazione del termine "competizione", oltre che normale è assolutamente indicativo di come il nostro popolo la percepisca. sinceramente mi sarei stupito del contrario :asd:


Per favore, non ricominciare una diatriba sterile e ad minchiam tipo quella sui grandi numeri.

Le lingue si evolvono e lo devi accettare, competere in italiano non ha più lo stesso significato di cum petere in latino. Altrimenti restiamo fermi al greco o al latino antico. E non è così, che ti piaccia o meno.
Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!
Offline Galandil
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2880
Iscritto il: 17 marzo 2004
Goblons: 100.00
Località: Castiglion Fiorentino (AR)
Mercatino: Galandil

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Protos » 25 set 2015, 15:17

Galandil ha scritto:Per favore, non ricominciare una diatriba sterile e ad minchiam tipo quella sui grandi numeri.

Le lingue si evolvono e lo devi accettare, competere in italiano non ha più lo stesso significato di cum petere in latino. Altrimenti restiamo fermi al greco o al latino antico. E non è così, che ti piaccia o meno.


non hai capito nulla sulla questione dei grandi numeri, così come non hai capito nulla ora. però ti piace sfottere e questo è indubbio.
non si tratta di evoluzione delle lingue, ma significati che si danno ai termini in base al contesto, un conto è il linguaggio comune, un conto quello filosofico e un altro quello matematico. parafrasando il mio precedente post: nei vocabolari trovate soltanto i significati base di ogni termine, quelli rinvenibili nel linguaggio comune. quando si provano ad affrontare discussioni in termini un po' più elevati con i significati del vocabolario ti ci pulisci il deretano.

@glotka

pedante all'inverosimile :asd:
quella era una battuta relativa al mio primo post sul popolo italiano e la competitività, non la questione.
invece il cum petere è molto in linea con quanto ho detto
Offline Protos
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1952
Iscritto il: 21 maggio 2011
Goblons: 0.00
Località: vicino Roma
Mercatino: Protos

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Galandil » 25 set 2015, 15:27

Protos ha scritto:non hai capito nulla sulla questione dei grandi numeri, così come non hai capito nulla ora. però ti piace sfottere e questo è indubbio.


Sarà allora un caso che, nonostante tutti quelli intervenuti in quell'altro thread, persone anche decisamente più esperte in materia di me e di te, ti abbiano chiesto a più riprese anche solo un link a supporto della tua tesi (la legge logicamente fa acqua), tu non sia stato in grado di soddisfare la richiesta. Il fatto che a te piaccia parlare del nulla per ore e ore senza portare materiale a supporto della tua tesi, a parte le tue stesse parole, è altrettanto indubbio.

non si tratta di evoluzione delle lingue, ma significati che si danno ai un termini in base al contesto, un conto è il linguaggio comune, un conto quello filosofico e un altro quello matematico. parafrasando il mio precedente post: nei vocabolari trovate soltanto i significati base di ogni termine, quelli rinvenibili nel linguaggio comune. quando si provano ad affrontare discussioni in termini un po' più elevati con i significati del vocabolario ti ci pulisci il deretano.


Ok, ancora con le chiacchere. Ora mi trovi e mi linki un qualcosa che dia supporto al fatto che "competere", quando si parla a livello filosofico (lol), abbia un significato diverso da quello "comune". E' la cosa che ho sempre considerato più ridicola dei filosofi - inutili chiaccheroni che oggi hanno fatto il loro tempo, ma non vogliono accettarlo minimamente. :asd:
Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!
Offline Galandil
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2880
Iscritto il: 17 marzo 2004
Goblons: 100.00
Località: Castiglion Fiorentino (AR)
Mercatino: Galandil

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda danyjey » 25 set 2015, 15:53

Protos ha scritto:perdi il 90% del significato di competizione.

No Protos... non sono io che perdo il 90% del significato di competizione... sei Tu che ne ignori il 90% del suo reale significato.
Protos ha scritto:se metti la competizione in cime alla lista non sarai affatto ossessionato dalla vittoria

Se metto la competizione in cima alla lista, vuol dire che sto focalizzando TUTTO il mio interesse sulla vittoria.
I mei compagni di gioco non sono più degli amici... sono RIVALI sui quali vorrò affermarmi senza se e senza ma.
Diversamente da questo, significa dare AL GIOCO un altro significato, non alla COMPETIZIONE.
Se da un lato è possibile dare al Gioco più "interpretazioni", proprio perché nasce con più orientamenti, non è possibile invece dare alla parola competizione più significati.
Tu ti focalizzi sul voler avere una "competizione secondo Protos", quando in realtà le sfumature che dai alla parola stessa altro non sono che diversi modi di GIOCARE... non di competere ;)
Protos ha scritto:quello che dici non ha senso, per rendertene conto basterebbe che tu ti soffermassi ad osservare tutti gli ambiti dove la competizione è il fulcro dell'attività, dagli sport ai giochi da tavolo. se il senso ultimo della competizione fosse primeggiare e vincere a tutti i costi, non avrebbe senso partecipare a una competizione a meno che non si fosse certi della vittoria o di avere concrete possibilità di farcela. tutto ciò va esattamente contro il concetto di competizione stesso, che dà al concetto di vittoria sia un significato diverso, sia una posizione gerarchica diversa.
s

Stai generalizzando a dismisura... non ti soffermi sul fatto che in qualsiasi competizione gli sforzi verranno concentrati sul raggiungimento della vittoria... ma sono competizioni.
I GdT NON sono competizioni, offrono semplicemente la possibilità di competere, ma non essendo l'unica possibilità puoi orientare i tuoi sforzi anche ad altro, mentre nella competizione NO.
Offline danyjey
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1727
Iscritto il: 28 febbraio 2007
Goblons: 350.00
Località: TORINO
Mercatino: danyjey

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Protos » 25 set 2015, 17:13

danyjey ha scritto:No Protos... non sono io che perdo il 90% del significato di competizione... sei Tu che ne ignori il 90% del suo reale significato.


sta diventando una gara a chi ce l'ha più lungo... :grin:

Se metto la competizione in cima alla lista, vuol dire che sto focalizzando TUTTO il mio interesse sulla vittoria.
I mei compagni di gioco non sono più degli amici... sono RIVALI sui quali vorrò affermarmi senza se e senza ma.
Diversamente da questo, significa dare AL GIOCO un altro significato, non alla COMPETIZIONE.
Se da un lato è possibile dare al Gioco più "interpretazioni", proprio perché nasce con più orientamenti, non è possibile invece dare alla parola competizione più significati.
Tu ti focalizzi sul voler avere una "competizione secondo Protos", quando in realtà le sfumature che dai alla parola stessa altro non sono che diversi modi di GIOCARE... non di competere ;)


facciamo così, ripartiamo da zero.
il gioco non è solo competizione, va bene possiamo convenire su questo punto. io dico che la competizione però è il punto centrale del gioco, tu no e sul concetto di competizione le nostre posizioni divergono. io dico che il senso più profondo della competizione è mettersi alla prova, mettersi in gioco, misurarsi con se stessi, tu dici che è primeggiare e si compete soltanto per vincere e superare gli altri.
ti dico cosa perde la tua concezione di competizione:
-perdi il momento fondamentale in cui la competizione è una sfida con se stessi, oltre che con gli altri.
-perdi il significato più profondo di mettersi in gioco, perché la tua visione porta ad ottimizzare la scelta delle sfide, trovandoci così a prediligere quelle più semplici che ci vedranno trionfare con maggiori probabilità. mettersi in gioco significa proprio volersi misurare con qualcosa di ignoto o addirittura più grande, non accettare le sfide che ci fanno sentire sicuri.
-perdi in parte anche quello di mettersi alla prova, perché alla fine conta solo il risultato finale in relazione ai partecipanti (ovvero se hai superato un determinato numero di sfidanti fino ad emergere vittorioso), non il percorso affrontato indipendentemente dall'esito.
-perdi anche il significato più profondo di vittoria, perché la subordini soltanto a un determinato contesto, inteso come sfida, concorrenti, posizione finale. senza il risultato non è una vittoria aver superato un proprio limite, non lo è aver migliorato le proprie capacità, non lo è l'impegno profuso nella sfida e tante altre cose ancora.
-perdi il concetto di concorrere per migliorarsi, misurandosi con gli altri, perché quel misurarsi diventa un semplice riuscire o non risucire a batterli, a qualsiasi costo.
-perdi il concetto di sportività, perché il risultato finale ha il potere assoluto di riabilitare qualsiasi evento accaduto nel percorso.
tutte questi elementi sono presenti in qualsiasi competizione sportiva, ma anche nei giochi da tavolo e in generale in quasi la totalità dei giochi. in tutte queste realtà c'è comunque competizione, intesa in senso più stretto come partecipare insieme ad altri ad una sfida per superare degli ostacoli, insieme o l'uno contro l'altro.
tutti questi elementi sono razionalmente legati a questo concetto basilare di competizione, ora sono io che mi invento una definizione dal nulla, o sei tu che non vedi qualcosa?

Stai generalizzando a dismisura... non ti soffermi sul fatto che in qualsiasi competizione gli sforzi verranno concentrati sul raggiungimento della vittoria... ma sono competizioni.
I GdT NON sono competizioni, offrono semplicemente la possibilità di competere, ma non essendo l'unica possibilità puoi orientare i tuoi sforzi anche ad altro, mentre nella competizione NO.


il fatto che gli sforzi vengano concentrati per la vittoria, anzi, ti dirò di più, vengono concetrati per conseguire il miglior risultato possibile, non smentisce in alcun modo la mia definizione. non ho mai detto che non si compete per vincere, ho detto che questo è un momento fondamentale insieme a molti altri e non l'unico ad avere valore assoluto.
i gdt non sono competizioni ma offrono la possibilità di competere si commenta da sé :pippotto:
anche negli sport ti concentri su altro, tipo socializzare e stare insieme comunque
Offline Protos
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1952
Iscritto il: 21 maggio 2011
Goblons: 0.00
Località: vicino Roma
Mercatino: Protos

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Agzaroth » 25 set 2015, 17:20

ma "cum petere" non è quando si fa a gara a chi scoreggia più forte? :sava73:
Immagine
Offline Agzaroth
Black Metal Goblin
Black Metal Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author 1 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 24730
Iscritto il: 23 agosto 2009
Goblons: 18,000.00
Località: La Spezia
Utente Bgg: Agzaroth
Mercatino: Agzaroth
Puerto Rico Fan HeroQuest Fan Sono un cattivo Membro della giuria Goblin Magnifico The Great Zimbabwe Fan Race Formula 90 Alta Tensione Fan Caylus Fan Lewis & Clark Fan Io gioco col nero Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Il trono di spade Fan Brass fan Antiquity fan Iron Maiden fan Podcast Fan Podcast Maker Ventennale Goblin Gears Of War Fan El Grande Fan Glenn More Fan

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Galandil » 25 set 2015, 17:30

Agzaroth ha scritto:ma "cum petere" non è quando si fa a gara a chi scoreggia più forte? :sava73:


:facepalm:
Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!
Offline Galandil
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2880
Iscritto il: 17 marzo 2004
Goblons: 100.00
Località: Castiglion Fiorentino (AR)
Mercatino: Galandil

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda glokta » 25 set 2015, 17:42

Agzaroth ha scritto:ma "cum petere" non è quando si fa a gara a chi scoreggia più forte? :sava73:

Infatti quello è il significato principale di competizione (Potrei anche fare battute su come degli inglesi intendono quel "cum" petere )

Sparato fuori da tapatalk... credo
Every man has his excuses, and the more vile the man becomes, the more touching the story has to be. What is my story now, I wonder?
Offline glokta
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1054
Iscritto il: 03 marzo 2015
Goblons: 20.00
Località: Vicenza
Mercatino: glokta
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: carlitos, kikki e 1 ospite