Competitività nei GdT

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Galandil » 21 set 2015, 23:40

Mod_XXII ha scritto:Va beh, ma questo è quello che fanno TUTTI. Giocare per perdere è insensato.
Io (come altri suppongo) contestavamo la competizione solo quando diventa la condizione unica di divertimento.


Non esserne così certo, anzi. Che è quello che noi hardcore gamers stiamo dicendo da eoni: si gioca per vincere, lo scopo di un gioco è quello. La competizione è appunto condizione necessaria se si sta giocando ad un competitivo. E quando invece si sentono cose del tipo "è più importante l'aspetto sociale del giocare al gioco in se" che ci parte l'embolo. Non è boardgaming. E' "altro".
Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!
Offline Galandil
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2880
Iscritto il: 17 marzo 2004
Goblons: 100.00
Località: Castiglion Fiorentino (AR)
Mercatino: Galandil

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda riccardo favalli » 22 set 2015, 7:57

Galandil ha scritto:
Mod_XXII ha scritto:Va beh, ma questo è quello che fanno TUTTI. Giocare per perdere è insensato.
Io (come altri suppongo) contestavamo la competizione solo quando diventa la condizione unica di divertimento.


Non esserne così certo, anzi. Che è quello che noi hardcore gamers stiamo dicendo da eoni: si gioca per vincere, lo scopo di un gioco è quello. La competizione è appunto condizione necessaria se si sta giocando ad un competitivo. E quando invece si sentono cose del tipo "è più importante l'aspetto sociale del giocare al gioco in se" che ci parte l'embolo. Non è boardgaming. E' "altro".


Sinceramente però non ho mai letto nessuno dire che gioca per perdere, io ho letto di gente che dice, miro a vincere, ma se per farlo devo rovinare una giornata ad altri non lo faccio. Che è un pò diverso da dire gioco per perdere.
Credo che la differenza stia solo in ciò che si è disposti a "sacrificare" (è un termine un pò esagerato ma non me ne viene in mente uno piu' soft) per vincere.
"Sono responsabile di quello che dico, non di quello che capiscono gli altri"
Offline riccardo favalli
Saggio
Saggio

 
Messaggi: 1889
Iscritto il: 20 febbraio 2014
Goblons: 0.00
Mercatino: riccardo favalli

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda LordDrachen » 22 set 2015, 8:42

Galandil ha scritto:Nope, se non sei competitivo non DIVENTI bravo. La faccenda del "talento naturale" è una favoletta, ti devi fare un mazzo così (cit.) per diventare bravo. E in un gioco, significa sforzarsi nel riuscire a battere quanti più avversari possibile. Competitivo, appunto.

Questo no.
L'intelligenza di tipo spaziale e/o logico-matematica aiutano. Ci sono persone che vedono cose che io non vedo, e questo indipendentemente se ci si fa il mazzo o meno.
L'esperienza ad un gioco la puoi acquisire anche giocando in solo (su alcuni titoli).
Farsi il mazzo non è quindi legato all'essere competitivo, ma a farsi il mazzo. Banalmente.
Esistono titoli che si prestano più allo studio che al giocare per vincere, almeno in una fase iniziale.
Se giochi sempre per vincere senza capire il gioco e sfruttando ingenuità di avversari, non necessariamente diventi bravo.
Se giochi con altre persone ultra-competitive ed esperte, ad esempio, non impari. Perché sfrutteranno una mole di esperienza
tale che ti precluderanno elementi cruciali.
Farsi il mazzo quindi non è giocare per vincere E BASTA. E' studiare il gioco. E a volte studiare è meglio con più di un cervello.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Tanelorn » 22 set 2015, 8:46

Ma cosa vuol dire che per vincere rovini la giornata ad un altro? O Bari, e allora e un'altra cosa, o se vinci onestamente è l'altr!
o rosica il problema è dell'altro. Se uno mi spacca in modo spettacolare io sono più contento che quando vinco e voglio capire come ha fatto. Giocare impegnati non vuol dire guardarsi in cagnesco e affrontarsi in un'atmosfera di gelo, vuol dire giocare dando il meglio e sapendo che anche gli altri lo fanno. Purtroppo è dura trovare persone che riescano a staccare il gioco dal rapporto personale, per cui tanti rosicano quando in gioco gli fai qualcosa che li sega, oppure giocano alla buona per evitare discussioni. Ma il problema è in loro.
Offline Tanelorn
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3031
Iscritto il: 04 marzo 2008
Goblons: 0.00
Località: Bologna
Mercatino: Tanelorn

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda LordDrachen » 22 set 2015, 8:49

Galandil ha scritto:si gioca per vincere, lo scopo di un gioco è quello. La competizione è appunto condizione necessaria se si sta giocando ad un competitivo. E quando invece si sentono cose del tipo "è più importante l'aspetto sociale del giocare al gioco in se" che ci parte l'embolo. Non è boardgaming. E' "altro".

Questo si.
Ma questo si discosta dal precedente post.
Un conto è dire che lo scopo del gioco è vincere, un conto è dire ogni volta che ti siedi al tavolo devi giocare alla morte.
Giochi alla morte se hai avversari al tuo livello.
Se vado a giocare con Federer e gioca come se fosse la finale dell'US Open, io non imparo il tennis e lui non migliora di certo.

Un punto dolente del gaming è la gente che vince sfruttando il dislivello, il bug abusing, il meta gaming, la diplomazia (dove non prevista), o la guerra psicologica.
Ed è tutta gente competitiva. Quindi essere competitivi non basta, bisogna anche sapere quando esserlo.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda LordDrachen » 22 set 2015, 9:01

Tanelorn ha scritto:Se uno mi spacca in modo spettacolare io sono più contento che quando vinco e voglio capire come ha fatto.

Se te lo dice. Perché se sono str**zo io ti spacco e non ti accorgi di come ho fatto se ho esperienza.
Ovviamente parlando di hard games.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda riccardo favalli » 22 set 2015, 9:05

Tanelorn ha scritto:Ma cosa vuol dire che per vincere rovini la giornata ad un altro? .


Semplice, prova tu a fare una partita a Axis & allies global da 16 ore con un novizio. Io l'ho fatto, al turno due avevo conquistato Londra, al turno 4 il Giappone ha conquistato l'India, quindi cosa fa? Sta li 14 ore a guardarsi intorno?
Allora gli ho spiegato passo passo cosa fare per difendersi bene, cosa fare per non farsi conquistare, come muoversi ecc. Di fatto mi sono precluso la possibilità di vincere ma almeno non l'ho buttato fuori dal gioco al 4 turno di 20 o piu'.
Tu cos'avresti fatto? Se volevi vincere teoricamente saresti dovuto stare zitto giusto?
Axis non è un german dove puoi dirgli come fare punti, o gli dici come bloccare un attacco o lui è fuori al 4 turno, ma se ti blocca l'attacco al 70% hai perso.
Quindi cosa avrei dovuto fare?
"Sono responsabile di quello che dico, non di quello che capiscono gli altri"
Offline riccardo favalli
Saggio
Saggio

 
Messaggi: 1889
Iscritto il: 20 febbraio 2014
Goblons: 0.00
Mercatino: riccardo favalli

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Johan » 22 set 2015, 9:15

Ottimi interventi di Lord Drachen. La competitività deve essere relazionata alla situazione in cui essa è richiesta/viene messa in campo, alle persone con cui si ha a che fare ecc.

Più in generale, concordo che o si è competitivo o non lo si è. Ma non è tutto bianco e nero. C'è gente competitiva che al primo errore dell'avversario o dimenticanza si impunta e non cede di un millimetro (competitivo aggressivo, ti sei dimenticato di sfruttare la regola quindi peggio per te), chi è più morbido e permissivo al riguardo (e non è meno competitivo eh: può voler vincere nonostante l'avversario abbia sfruttato il regolamento a fondo, anche con la "compresione ed aiuto" dell'avversario stesso), chi percepisce il gioco in altro modo ancora.

E anche chi non gioca competitivo ha differenti gradi di fruizione della sfida. Quindi semplificare al massimo il discorso competitività come tali propongono è fondamentalmente sbagliato.

Il vero competitivo poi può essere soddisfatto di un'esperienza di gioco anche se non ha conseguito la vittoria finale se A) si è trovato di fronte un avversario di pari livello o superiore, e ha "perso" in modo sportivo ed onorevole B) apprende nuovi elementi che potranno essergli utili in futuro per conseguire risultati ancora migliori. Ma sono sicuro si possano indicare anche altre cose.

Trovo abbastanza sintomatico che chi difende la competitività in modo più energetico esponga le proprie tesi in modo profondamente aggressivo.
Offline Johan
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2474
Iscritto il: 04 maggio 2010
Goblons: 90.00
Località: Modena
Utente Bgg: ilGianni
Mercatino: Johan

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Mod_XXII » 22 set 2015, 9:33

Johan ha scritto:si è. Ma non è tutto bianco e nero. C'è gente competitiva che al primo errore dell'avversario o dimenticanza si impunta e non cede di un millimetro (competitivo aggressivo, ti sei dimenticato di sfruttare la regola quindi peggio per te), chi è più morbido e permissivo al riguardo (e non è meno competitivo eh: può voler vincere nonostante l'avversario abbia sfruttato il regolamento a fondo, anche con la "compresione ed aiuto" dell'avversario stesso), chi percepisce il gioco in altro modo ancora.

E anche chi non gioca competitivo ha differenti gradi di fruizione della sfida. Quindi semplificare al massimo il discorso competitività come tali propongono è fondamentalmente sbagliato.

Il vero competitivo poi può essere soddisfatto di un'esperienza di gioco anche se non ha conseguito la vittoria finale se A) si è trovato di fronte un avversario di pari livello o superiore, e ha "perso" in modo sportivo ed onorevole B) apprende nuovi elementi che potranno essergli utili in futuro per conseguire risultati ancora migliori. Ma sono sicuro si possano indicare anche altre cose.

Trovo abbastanza sintomatico che chi difende la competitività in modo più energetico esponga le proprie tesi in modo profondamente aggressivo.


Bell'intervento, concordo su tutto.
Immagine Immagine Immagine
Offline Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 8083
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 380.00
Località: "Polo Nerd" (Pg)
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
Mercatino: Mod_XXII
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Le Havre Fan Backgammon Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Epic Card Game fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Innovation fan Podcast Maker

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda sava73 » 22 set 2015, 10:29

Johan ha scritto:Trovo abbastanza sintomatico che chi difende la competitività in modo più energetico esponga le proprie tesi in modo profondamente aggressivo.


in effetti anche io non capisco perchè una discussione debba essere posta in toni così aggressivi.
Sono convinto che Shock & Co. aprendo questo topic abbiano sperato nella partecipazione plenaria degli utenti al fine di avere un'idea il piu' condivisa possibile .. non capisco invece perchè esasperare i toni al limite del vilipendio, che tutta questa competitività non permetta di capire che così facendo chi vorrebbe partecipare potrebbe sentirsi intimidito o peggio possa preferire scrivere in altre discussioni?
Bah.. ci risponderanno che non essendo Veri Giocatori Competitivi non meritano nemmeno di scrivere in questo topic :asd:
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 22561
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,619,721,929.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Mercatino: sava73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin Chiuso un carrello se ne apre un altro. I love American Io gioco Classico

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda Archie » 22 set 2015, 10:32

sava73 ha scritto:in effetti anche io non capisco perchè una discussione debba essere posta in toni così aggressivi.

Evidentemente taluni sono così competitivi nel gioco che poi finiscono per esserlo anche quando si discute.
*****************************************
https://asgard.forumfree.it/
Offline Archie
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Organization
 
Messaggi: 963
Iscritto il: 12 agosto 2005
Goblons: 0.00
Località: Pianiga (VE)
Utente Bgg: Archie10
Mercatino: Archie

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda sava73 » 22 set 2015, 10:36

ma l'eccesso di competitività uccide la discussione.. in cui lo scopo non puo' essere "vincere" (you are doing it wrong .cit :asd: ) ma appunto discutere.
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 22561
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,619,721,929.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Mercatino: sava73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin Chiuso un carrello se ne apre un altro. I love American Io gioco Classico

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda gen0 » 22 set 2015, 10:46

Mod_XXII ha scritto:
Galandil ha scritto:ti hanno colpito duramente quando avevi troppe torri -> ti hanno messo in una situazione di difficoltà che pregiudica la vittoria -> assimili la cosa per evitare di ritrovarti nella stessa situazione in futuro -> ri-aumenti le tue possibilità di vittoria. ;)


Va beh, ma questo è quello che fanno TUTTI. Giocare per perdere è insensato.
Io (come altri suppongo) contestavamo la competizione solo quando diventa la condizione unica di divertimento.


Ma è una questione di comprensione e, soprattutto, voglia di comprendere.

Galandil è convinto che o si gioca solo per divertirsi, col sorriso da imbecilli, guardando lo smartphone ogni 5 minuti, ridendo coi tizi che guardano la tv, alzandosi per andare in bagno ogni 20 secondi ecc..
Oppure si gioca come dice lui (per capirci lo definirei "ultra-competitivo").

Non riuscite a capirvi perchè non ci si vuole capire fondamentalmente. Sfugge la via di mezzo. Cioè il giocare per divertirsi E voler vincere senza però dare al tutto un'atmosfera da finale del torneo mondiale...ed ora si spera che galandil non sfrutti questa frase per dire che allora si gioca solo per divertirsi, col sorriso da imbecilli ecc. o come un modo per dire che allora non si gioca per vincere se non c'è un'atmosfera da finale mondiale...
Ultima modifica di gen0 il 22 set 2015, 10:49, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Offline gen0
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2811
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 70.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0
Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Podcast Maker

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda LordDrachen » 22 set 2015, 10:48

Archie ha scritto:Evidentemente taluni sono così competitivi nel gioco che poi finiscono per esserlo anche quando si discute.

Penso di essere più aggressivo nel dibattito che nel gioco.
Nel gioco anzi tendo a usare solo la rappresaglia, mai l'attacco indiscriminato. :D
In ogni caso in questa discussione sto decisamente a mezza strada tra le posizioni.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Competitività nei GdT

Messaggioda riccardo favalli » 22 set 2015, 10:49

sava73 ha scritto:ma l'eccesso di competitività uccide la discussione.. in cui lo scopo non puo' essere "vincere" (you are doing it wrong .cit :asd: ) ma appunto discutere.


Io devo fare ammenda, ho risposto in maniera aggressiva ad un post di Galandil e mi scuso di ciò.
Io amo la discussione, ma hai assolutamente ragione quando si discute, bisogna essere pronti a ragionare e a mettere in discussione le proprie idee, altrimenti diventano tanti monologhi messi insieme.
"Sono responsabile di quello che dico, non di quello che capiscono gli altri"
Offline riccardo favalli
Saggio
Saggio

 
Messaggi: 1889
Iscritto il: 20 febbraio 2014
Goblons: 0.00
Mercatino: riccardo favalli

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Blackrider81, Matt81 e 2 ospiti