Switch to full style
Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.
Rispondi al messaggio

2 mar 2007, 11:53

Anche a casa mia non si fa! :police: Al limite è permesso nei primi turni di una partita ad un gioco nuovo. A chi è alle prime armi si consente di solito di ripetere una mossa se rovina la partita di tutti. Certo, a volte dopo si ringrazia di una mossa che favorisce anche noi, ma non si va a dire "guarda che ti converrebbe muovere così..."

p.s. Per chi fosse interessato, consiglio di dare un'occhata a questobell'articolo sull'etica nel gioco.

Re: ....

2 mar 2007, 12:05

TheLawyer ha scritto:
aledrugo1977 ha scritto:Al TdS di solito gioco 1 contro 3 mentre il quinto gira sotto la mia influenza. E' molto bello metterlo nel ...... senza che se ne accorgano fino all'ultimo...quando ci riesco ovvio...


Allora sarai molto contento delle bastonate che hai preso nel primo turno della nostra partita online...che ti serva da avvertimento!! :twisted: la prossima è una testa di cavallo (anzi, di cervo!) nel letto! :twisted:


...beh francamente ci sono abituato coi miei amici...speravo nell'effetto sorpresa online invece giù randellate!!! Meglio, ci sarà più gusto alla resa dei conti, senza vasellina!!! :twisted:

dipende

2 mar 2007, 12:17

linx ha scritto:
aledrugo1977 ha scritto:...il Nemico pubblico numero uno sono sempre io, quindi so che la partita è giocata in genere contro di me. Detto questo io alludo, insinuando dubbi nella mente avversaria...non entro mai nel merito direttamente.


No, qui non è un problema di dubbi e allusioni.
Parlo di illustrare cose ovvie che ogni giocatore dovrebbe capire ma che, per qualche motivo (stanchezza, distrazione, fatica ad inserirsi nei meccanismi del gioco) non lo fa rischiando di compromettere le mosse che tu ci hai costruito sopra.
Non è un fattore di gioco politico ma solo un assicurarsi che gli altri non giochino "alla Katzo" (famoso giocatore norvegese non troppo abile).


...dipende chi hai davanti.
ci sono varie categorie di giocatori:

ragionevoli
pensatori
dormitori
impulsivi
scazzati
schizofrenici
vendicativi

A seconda del gruppo si và dalla partita pacata ma tesissima
allo svacco al limite dell'insulto!!

dipende

2 mar 2007, 12:26

Noi abbiamo la fortuna di essere un gruppo di amici in cui non c'è nessuno che se la prende... e tutti amiamo ridere e scherzare.
Se il giocatore alla prima esperienza fa un errore di solito la frase è "non è che sia una gran mossa perchè a)... b)... ecc..." e tendenzialmente gliela si fa ripetere.
Dopo qualche partita quando sbagli palesemente mossa la frase si trasforma in "ma sei proprio un cane!!! Con sta mossa fai vincere quello o quell'altro... Oppure è molto svantaggiosa per te!". Il malcapitato cerca una giustificazione più o meno plausibile "scusate, oggi ho il gomito che mi fa contatto con il ginocchio..." e poi ci si fa una bella risata tutti insieme :lol:

....

2 mar 2007, 12:46

Jalavier ha scritto:Noi abbiamo la fortuna di essere un gruppo di amici in cui non c'è nessuno che se la prende... e tutti amiamo ridere e scherzare.
Se il giocatore alla prima esperienza fa un errore di solito la frase è "non è che sia una gran mossa perchè a)... b)... ecc..." e tendenzialmente gliela si fa ripetere.
Dopo qualche partita quando sbagli palesemente mossa la frase si trasforma in "ma sei proprio un cane!!! Con sta mossa fai vincere quello o quell'altro... Oppure è molto svantaggiosa per te!". Il malcapitato cerca una giustificazione più o meno plausibile "scusate, oggi ho il gomito che mi fa contatto con il ginocchio..." e poi ci si fa una bella risata tutti insieme :lol:


...il meglio -o il peggio, a seconda dei punti di vista- l'ho visto fare da due fratelli, stimati professionisti del Foro e giornalista: quasi alle mani per un attacco all'Africa del Nord (sì, ahimé si parla di Risiko!). Devo ammettere che mi sono divertito come un matto!

2 mar 2007, 12:58

Nel mio gruppo invece usiamo un'altra "regola": prima di fare una mossa importante, se qualcuno è indeciso o solo per illustrare meglio le possibilità che ha, a turno ognuno consiglia la mossa che secondo lui è la migliore, poi c'è un giro di discussione dove ognuno cerca di dimostrare che la sua mossa è la migliore rispetto alle altre, poi il silenzio. Il giocatore adulto e vaccinato sceglie la migliore PER SE. Anche se si accorge che il consiglio è stato dato con un secondo fine, rimaniamo amici come prima, è solo un gioco, anche perchè, forse, tutti i quattro consigli sono stati di parte e ogni mossa (per sua natura) alla fine avvantaggia o svantaggia qualcuno più degli altri.
Diciamo che dopo aver deciso la mossa, il giocatore si deve quasi giustificare, cioè dire di aver fatto la mossa per questo motivo tattico, non per antipatia o per principio (tipo vinci sempre tu perciò non ti sto a sentire...); Questo è secondo me più importante, e qui abbiamo avuto accese discussioni, cioè evitare le coalizioni implicite, ecco la regola della giustificazione (ne parlavo in un vecchio thread) ma solo quelle temporanee atte a dar vantaggio solo a se stessi e solo nella partita in corso. Ciao

senato

2 mar 2007, 13:07

SWANEE ha scritto:Nel mio gruppo invece usiamo un'altra "regola": prima di fare una mossa importante, se qualcuno è indeciso o solo per illustrare meglio le possibilità che ha, a turno ognuno consiglia la mossa che secondo lui è la migliore, poi c'è un giro di discussione dove ognuno cerca di dimostrare che la sua mossa è la migliore rispetto alle altre, poi il silenzio. Il giocatore adulto e vaccinato sceglie la migliore PER SE. Anche se si accorge che il consiglio è stato dato con un secondo fine, rimaniamo amici come prima, è solo un gioco, anche perchè, forse, tutti i quattro consigli sono stati di parte e ogni mossa (per sua natura) alla fine avvantaggia o svantaggia qualcuno più degli altri.
Diciamo che dopo aver deciso la mossa, il giocatore si deve quasi giustificare, cioè dire di aver fatto la mossa per questo motivo tattico, non per antipatia o per principio (tipo vinci sempre tu perciò non ti sto a sentire...); Questo è secondo me più importante, e qui abbiamo avuto accese discussioni, cioè evitare le coalizioni implicite, ecco la regola della giustificazione (ne parlavo in un vecchio thread) ma solo quelle temporanee atte a dar vantaggio solo a se stessi e solo nella partita in corso. Ciao



...capperi, una notte a Montecitorio sarebbe meno diplomatica!!

Re: senato

2 mar 2007, 13:30

aledrugo1977 ha scritto:...capperi, una notte a Montecitorio sarebbe meno diplomatica!!


:lol: :lol: :lol:
Concordo. Stavo giusto commentando io:" ...e alle 3 di notte siamo ancora in piedi per finire la partita".

2 mar 2007, 13:36

paolo ha scritto:Linx, secondo me dovresti imparare a tacere quando giochi. Fingere di dare consigli con buoni propositi quando invece sai di tirare l'acqua al tuo mulino (mi pare di capire che si tratta di questo in fondo) è un meta-gioco che in tanti non apprezzano (a me farebbe incazzare come una bestia).


Che cattivo che sei :cry:
Io non fingo di dare consigli con buoni propositi! Io non fingo praticamente mai nella vita, sono per la massima onestà.
Però mi disturba che uno mi rovina la mia unica partita settimanale per una mossa palesemente errata.
E questo "argomento" l'ho aperto proprio perchè mi disturba che alcune persone mi considerino malizioso proprio per questo :-x

Il fatto che poi quando gioco online chatto un casino è solo per creare un'atmosfera più familiare. Quando gioco con gli amici in realtà sono concentratissimo sul mio gioco e quindi silenziosissimo.

2 mar 2007, 13:51

Ci sono anch'io!!!

Dunque che dire su quest'argomento scottante... credo di dover quotare chi analizza il gruppo di gioco e ci si comporta di conseguenza. Mi sono ritrovato in gruppi con gente che quasi ti mena perchè agisci secondo i tuoi scopi/obiettivi mentre altri gruppi che ignorano palesemente orrori madornali di strategia... sinceramente preferisco le scazzottate in quanto mi danno un senso di attaccamento/interesse al gioco che non si percepisce nei gruppi apatici (sembra quasi che ti fanno un favore a mettersi seduti al tavolo a giocare o che non hanno niente di meglio da fare). Col gruppo attuale abbiamo giocato solo a d&d boardgame e a risiko... di consigli ne sono fioccati peggio di una tempesta e tutti prima dell'azione compiuta. Ci siamo scannati non poco ma alla fine tutti con il mal di testa ci siamo lasciati contenti e felici :-))
È giusto dare consigli per tirare acqua al proprio mulino? Tremendamente si (a patto che lo facciano tutti). L'intera politica mondiale si basa su questo e non vedo perchè si debba eliminarlo, è comunque un modo per migliorare la propria diplomazia. Poi secondo me è deprimente che tutti stiano in silenzio ad attendere una mossa e poi lancino cariolate di critiche. Preciso che il mio discorso si basa sul termine "consigliare" e non "obbligare" o chissà cos'altro.

2 mar 2007, 15:05

SWANEE ha scritto:Nel mio gruppo invece usiamo un'altra "regola": prima di fare una mossa importante, se qualcuno è indeciso o solo per illustrare meglio le possibilità che ha, a turno ognuno consiglia la mossa che secondo lui è la migliore, poi c'è un giro di discussione dove ognuno cerca di dimostrare che la sua mossa è la migliore rispetto alle altre


Sì, anche nel mio gruppo accade spesso questo.

2 mar 2007, 20:08

Ci tengo a dire che questo nostro modo di fare può sembrare cattivo, ma non lo è, per il semplice fatto che la posta in palio è solo quella di vincere una partita.... non chissà quali denari e ricchezze.
Poi proprio per il fatto di spiegarsi a fondo e discutere la mossa con tutti, è molto difficile che uno riesca a consigliare una mossa palesemente atta ai suoi scopi, e camuffare il tutto dando una giustificazione tattica sotto l'egida di altri tre di Montecitorio.... nella maggior parte dei giochi è impossibile. Quindi alla fine delle dispute di solito ne esce sempre la mossa migliore per il giocatore di turno (anche se è capitato con un neofita, di essere stato consigliato/ingannato dal marpione di turno...).
Questa mentalità che io chiamo scacchistica (negli scacchi non ci si può ammazzare), evita lo sciacallare su orrori avversari, e da una più ampia prospettiva delle mosse che si possono fare di volta in volta, aiutando anche il neofita ad apprendere le varie possibilità che offrono le regole; e anche perchè dopo ore di partita, vincere per demeriti altrui fa passare la voglia di giocare....

2 mar 2007, 20:30

ciao Linx,
devo dire che mi ritrovo a dare consigli quando gioco con i giocatori meno esperti, cerando di far comprendere la profondità strategica di certe decisioni e più n generale per eviatre grosse ingenuità...

quando inceve gioco con gente più esperta, io sono malizioso al 100% e mi incavolo da morire di fronte ad ogni scempiaggine condotta contro i mie interessi!!!! .. per il resto intervengo solo se mi accorgo che il vantaggio altrui comprometterebbe la mia partita..
più malizioso di così!.. :oops:

come dite..? è da b:::ardi?...
il nostro motto è :
il primo è primo, il secondo è nessuno!!!!

e per meglio dire:
quando uno chiude un occhio, qualche volta, è per prendere la mira!!!

mio dio...

2 mar 2007, 20:58

SWANEE ha scritto:Ci tengo a dire che questo nostro modo di fare può sembrare cattivo, ma non lo è, per il semplice fatto che la posta in palio è solo quella di vincere una partita.... non chissà quali denari e ricchezze.
Poi proprio per il fatto di spiegarsi a fondo e discutere la mossa con tutti, è molto difficile che uno riesca a consigliare una mossa palesemente atta ai suoi scopi, e camuffare il tutto dando una giustificazione tattica sotto l'egida di altri tre di Montecitorio.... nella maggior parte dei giochi è impossibile. Quindi alla fine delle dispute di solito ne esce sempre la mossa migliore per il giocatore di turno (anche se è capitato con un neofita, di essere stato consigliato/ingannato dal marpione di turno...).
Questa mentalità che io chiamo scacchistica (negli scacchi non ci si può ammazzare), evita lo sciacallare su orrori avversari, e da una più ampia prospettiva delle mosse che si possono fare di volta in volta, aiutando anche il neofita ad apprendere le varie possibilità che offrono le regole; e anche perchè dopo ore di partita, vincere per demeriti altrui fa passare la voglia di giocare....


...mio dio, voi applicate l'evangelismo ludico!!!
Tutti dicono la propria al fine di consigliare la mossa migliore sotto premesse euristiche?!
Ma la vostra è una setta :twisted: o un gruppo ludico?!

Mi sembra roba da club inglese snob.... ;)

io sono per pane e salame (non mentre si gioca, si unge la roba altrimenti) nel senso che il gioco deve fluire!! Il fattore tempo è notevole, prendere la decisione migliore in modo autonomo e celere!!!
In AXIS & ALLIES REVISED ho introdotto la clessidra da 2minuti per dichiarare tutte le mosse!!!

fate un poco voi... :grin:

2 mar 2007, 21:32

SWANEE ha scritto:Poi proprio per il fatto di spiegarsi a fondo e discutere la mossa con tutti, è molto difficile che uno riesca a consigliare una mossa palesemente atta ai suoi scopi, e camuffare il tutto dando una giustificazione tattica sotto l'egida di altri tre di Montecitorio.... nella maggior parte dei giochi è impossibile.


No. No. Son ben d'accordo che è un ottimo sistema. Il problema è che le conversazioni sono state bandite proprio per dare la possibilità di finire le partite. Quando comunque dò i consigli non maliziosi di cui stavo parlando gli altri non aprono bocca solo perchè effettivamente hanno poco o niente da ribattere: sono osservazioni palesi a tutti.
Rispondi al messaggio