Consiglio: Romanzi storici con ambientazione medievale

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Eithereven, Dera

Consiglio: Romanzi storici con ambientazione medievale

Messaggioda polloviparo » 17 nov 2008, 16:37

Dopo aver letto:

"I pilastri della terra" e "Mondo senza Fine" di Follet
"Il diavolo della cattedrale" di Schatzing
"La cattedrale del mare" di Falcones

cosa mi consigliate per leggere un buon romanzo storico con ambientazione medievale "sui generis"....

Ho visto in libreria "Il giullare" di Patterson, ma leggendo la trama, ho il timore possa risultare un po'banale...

Grazie
Offline polloviparo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 21 settembre 2005
Goblons: 280.00
Località: Forlì
Mercatino: polloviparo

Messaggioda aringarosa » 17 nov 2008, 16:57

8-O no so cosa vuoi dire con "sui generis"...
ma "il nome della rosa"... non si può evitare di prenderlo in considerazione... (anche se hai visto il film)...
Offline aringarosa
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1829
Iscritto il: 13 settembre 2005
Goblons: 400.00
Località: Noicattaro (BA)
Mercatino: aringarosa

Messaggioda Angiolillo » 17 nov 2008, 17:15

Consiglioo i tre libri di Gunther d'Amalfi, cavaliere templare, scritti da Franco Cuomo: appunto "Gunther d'Amalfi, cavaliere templare", "Il vCodice Macbeth" e l'ultimo "Il tradimento del Templare":
http://www.francocuomo.it/squinn/default.asp

Cuomo ha scritto anche altri romanzi di ambientazione medievale, come il ciclo dedicato a Carlo Magno:
http://www.francocuomo.it/libri.asp?cat=1
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5407
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda polloviparo » 18 nov 2008, 1:56

Beh con "sui generis" intendo dire "sui generis"...

Nel senso di un romanzo "simile" per genere a quelli elencati.

A parte "Il diavolo nella cattedrale" in cui prevale forse l'aspetto "giallo" della vicenda, gli altri romanzi presentano sicuramente delle analogie.

Con questo non sono a dire, come invece alcuni fanno, che il romanzo di Falcones sia assimiabile all'opera di Follet.

Con analogie mi riferisco agli intrecci sentimentali, agli amori "sofferti", alle ingiustizie subite, alla povertà ed alle epidemie che interessano le storie dei protagonisti.

Ai buoni con la "B" maiuscola e agli altrettanto cattivi con la "C" maiuscola, senza sbavature, delineati un un bianco nero che non prevede grigi...

Angiolillo ti ringrazio per i consigli, sicuramente saranno dei validissimi libri , ma ho sviluppato una certa reticenze e una sorta di repulsione alla parola "templare".

Nell'era post "Dan Brown", entri in libreria e ovunque ti giri: "la maledizione del templare", "la vera storia dei templari", "il segreto dei templari", "la croce dei templari".... insomma templari ovunque !

Il nome della Rosa avendo visto il film (pur immaginando che il libro sia superiore) non mi invoglia, preferirei qualcosa di nuovo...

Grazie comunque per i consigli !
Offline polloviparo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 21 settembre 2005
Goblons: 280.00
Località: Forlì
Mercatino: polloviparo

Messaggioda Ultimo_Nephilim » 18 nov 2008, 9:35

se ti piace il genere non puoi non conoscere Bernard Cornwell :-D

leggiti la pentalogia di Excalibur (la trovi tra i best seller a poco prezzi) che non ne rimarrai deluso.
Offline Ultimo_Nephilim
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2067
Iscritto il: 08 luglio 2007
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Ultimo_Nephilim

Messaggioda Angiolillo » 18 nov 2008, 11:22

Beh, Gunther d'Amalfi è al di sopra di ogni sospetto... Intanto è del 1989, quindi prima dell'ondata modaiola. E poi è scritto da un saggista, romanziere e uomo di teatro di indubbio spessore, pur essendo un piacevole romanzo.

Coincidenza, oggi su una bancarella ho trovato i suoi primi tre romanzi del ciclo di Carlo Magno e li ho comprati.

Ma un bel "Q" di Luther Blisset?
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5407
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Mafe55 » 18 nov 2008, 12:01

Ciao se ti è piaciuto i pilastri della terra puoi leggerti il seguito "Mondo senza fine" sempre di Ken Follet.
Puoi provare a leggere anche Medicus di Noah Gordon, l'atzeco di Gary Jennings e la quadrilogia del templare di Jan Guillou.
Un saluto e buona lettura. :grin:
La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!
Offline Mafe55
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 438
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 560.00
Località: Roma (Ostia Antica)
Mercatino: Mafe55

Messaggioda Ghiacciogrigio » 18 nov 2008, 12:16

Non sono appassionato del genere, cmq anche se l' ambientazione non è medioevale dovrebbe piacerti (amori "sofferti", ingiustizie subite, povertà epidemie etc etc.)

Turms l' Etrusco di Mika Waltari

oppure più giallo i vari romanzi di "Aristotele detective",di Margaret Doody


ciao
Offline Ghiacciogrigio
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 20.00
Località: Altroquando
Mercatino: Ghiacciogrigio

Messaggioda Drascu » 18 nov 2008, 12:49

un classico : Ivanhoe di W. Scott. :-)
" AND THEY SHALL KNOW NO FEAR "
Offline Drascu
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 02 settembre 2008
Goblons: 0.00
Località: Tortona (AL)
Mercatino: Drascu

Messaggioda UltordaFlorentia » 18 nov 2008, 16:07

"Opera al nero "di Marguerite Yourcenar.
Se stiamo alla datazione classica è appena dopo la fine medioevo (1500) ma è un "romanzone" di rara qualità!

per ulteriori info: http://it.wikipedia.org/wiki/L'Opera_al_nero
Offline UltordaFlorentia
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1511
Iscritto il: 01 agosto 2007
Goblons: 0.00
Località: Firenze/Scandicci
Utente Bgg: Ultor da Florentia
Facebook: Emanuele Ultor False
Mercatino: UltordaFlorentia

Messaggioda Ciaci » 18 nov 2008, 17:59

Angiolillo ha scritto:Consiglioo i tre libri di Gunther d'Amalfi, cavaliere templare, scritti da Franco Cuomo: appunto "Gunther d'Amalfi, cavaliere templare", "Il vCodice Macbeth" e l'ultimo "Il tradimento del Templare":
http://www.francocuomo.it/squinn/default.asp


Volevo partecipare consigliandoti Cuomo, ma vedo che l'ha già egregiamente fatto Andrea. Non posso quindi che ribadire la bontà di questi titoli che pur non avendo il formato "mattone" dei libri di Follet creano un'atmosfera molto accattivante.

N.B.: Dan Brown ha solamente sollevato la polvere sulla marea di libri del filone templare che già giacevano sugli scaffali ben prima del suo romanzo, basti pensare che Il Santo Graal, che non è un romanzo, ma una specie di inchiesta, è del 1982. E per rimanere in tema ludico lo stesso Brown ha disseminato il suo romanzo di riferimenti a questo testo. oltre che nella trama anche nei nomi dei personaggi, come Teabing che risulta essere un anagramma di Baigent uno degli autori del libro succitato.
Offline Ciaci
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 981
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 510.00
Località: Spilimbergo (PN) e dintorni
Mercatino: Ciaci

Messaggioda Inuyasha » 18 nov 2008, 18:31

Hai gusti molto simili ai miei per questo ti consiglio un libro che ho amato molto: "Il longobardo" di Salvador.
Romanzo storico ambientato in un Italia dominata dai longobardi ai tempi di Re Rotari.
Sono un mezzo demone cacciatore di giochi
Offline Inuyasha
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1202
Iscritto il: 24 maggio 2004
Goblons: 0.00
Località: Palermo
Mercatino: Inuyasha

Messaggioda vittogol » 18 nov 2008, 21:25

Un piccolissima precisazione sul significato di "sui generis" da garzanti:
si usa per indicare una persona o cosa o qualità singolare, strana, che non assomiglia ad altri, e che pertanto non è facilmente definibile

ciao
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1307
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste
Mercatino: vittogol

Messaggioda Normanno » 18 nov 2008, 23:05

Bernard Cornwell forever. Non solo excalibur, ma la trilogia del Cavaliere Nero, quella dei Re Sassoni, il romanzo Stonehenge... tutti consigliatissimi.

Inoltre ti consiglio la serie delle indagini di Fratello Cadfael, di cui però non ricordo l'autore.
Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6671
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Mercatino: Normanno
Podcast Maker

Messaggioda polloviparo » 19 nov 2008, 1:20

Anzitutto grazie a tutti per i preziosissimi consigli.

Sappiate che sto consultando online a una a una tutte le schede dei libri che mi avete consigliato !

Alla prima occasione, mi recherò in libreria per dare anche un'occhiata ai libri "fisicamente".

Scusate, sono stato forse frainteso, non volevo dire che i libri che mi avete consigliato sui templari siano delle "scopiazzature" che sfruttano la moda del momento...

Anzi come giustamente specificate i romanzi sono antecedenti alle opere di Dan Brown.

E' semplicemente un problema mio... diciamo che essendoci così tanti libri sui templari e avendone letti diversi sull'argomento Graal, ho una specie di rifiuto verso i cavalieri crociati...

Comunque non mancherò di dare un'occhiata anche alle opere di Cuomo.

Per quanto riguarda la definizione di "sui generis" essendo una locuzione latina che significa "di un genere tutto suo" (fonte wilkipedia) l'ho volutamente utilizzata per indicare sul genere dei libri elencati "accomunandoli" ed "incasellandoli" un po' forzatamente in un genere ben definito.

Concordo comunque che possano esistere altri testi analoghi ed assimilabili per cui l'utilizzo della locuzione può apparire impropria.

Per il momento mi ha colpito molto favorevolmente "Il longobardo" almeno per quanto mi è stato possibile farmi un'idea attraverso le recensioni e le opinioni di chi l'ha letto.

Grazie ancora a tutti per i consigli e se qualcuno vuole aggiungere titoli ho pronti carta e penna per prendere appunti ! :grin:
Offline polloviparo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 21 settembre 2005
Goblons: 280.00
Località: Forlì
Mercatino: polloviparo


Torna a Tempo Libero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti