Difficoltà di un gioco: quali i parametri?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Difficoltà di un gioco: quali i parametri?

Messaggioda UltordaFlorentia » 15 ott 2016, 19:47

Ciao, chiedo il vostro parere in merito alla questione (filosofica?) della difficoltà di un gioco: quali parametri/criteri (il più possibile oggettivi) dovrebbero essere coinvolti nel determinare la difficoltà di un gioco da tavolo?

Attenzione vorrei si parlasse di difficoltà legate ai processi decisionali richiesti dall'esperienza di gioco e non all'acquisizione del regolamento.

Grazie in anticipo a chi sarà così gentile da rispondere
Offline UltordaFlorentia
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1511
Iscritto il: 01 agosto 2007
Goblons: 0.00
Località: Firenze/Scandicci
Utente Bgg: Ultor da Florentia
Facebook: Emanuele Ultor False
Mercatino: UltordaFlorentia

Re: Difficoltà di un gioco: quali i parametri?

Messaggioda steam » 15 ott 2016, 21:13

Se è punitivo, se richiede una conoscenza totale di tanti elementi ( le carte di tta o le milestone di fcm), se ha tante eccezioni.
All primes are odd except 2, which is the oddest of all
Offline steam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1769
Iscritto il: 21 maggio 2016
Goblons: 40.00
Mercatino: steam
Telegram Fan


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti