Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda eriadan » 1 lug 2015, 9:09

Ciao a tutti, probabilmente questo topic poteva stare anche in sproloqui ma penso sia più calzante qui.
Premessa: non è mia intenzione avviare questa attività, questa è solo una speculazione.

Io vivo in Trentino, regione molto dedita al turismo. Si discuteva della diffusione dei giochi in scatola e di sfruttare economicamente un'ampia collezione di giochi ed è uscita questa idea: perché non proporre agli alberghi del territorio un servizio "noleggio giochi in scatola e dimostratori?". L'attività sarebbe prendere contatti con vari alberghi e proporre, dietro compenso, serate a tema giochi dove un manipolo di spiegatori si reca in albergo e propone dei giochi agli avventori, i giochi poi sarebbero disponibili ad essere noleggiati per una/due settimana.

Il dubbio è questo: è legale? Secondo me no perché penso che si acquisti un gioco solo per uso domestico e non si acquisti il diritto di sfruttamento economico del titolo in questione (che si eserciterebbe noleggiando il gioco), ma anche guardando alcuni giochi che possiedo non ho visto riportati termini di legge che potrebbero impedire questa pratica come accade nei film in cui è specificato che la visione del film deve essere solo ad uso domestico.

Voi che ne pensate?
Offline eriadan
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Illustrator
Game Illustrator
 
Messaggi: 984
Iscritto il: 16 luglio 2008
Goblons: 100.00
Località: Trento
Utente Bgg: eriadan
Facebook: eriadan
Mercatino: eriadan

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda Kobayashi » 1 lug 2015, 11:07

[malandrino mode]

Quand'anche fosse, il problema sarebbe facilmente risolvibile facendo figurare l'albergatore come acquirente dei giochi. In questo modo il dimostratore venderebbe "solo" il servizio di spiegazione che in quanto tale non è passibile di contestazione sul diritto d'autore.
O così credo.

[/malandrino mode]
Diciassette? Regina!! SUBITO!!!

NEW! Il mio VENDO a MI/MB/Lucca
Offline Kobayashi
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3008
Iscritto il: 24 aprile 2006
Goblons: 110.00
Località: Arcore
Utente Bgg: kobayashi.issa
Mercatino: Kobayashi
10 anni con i Goblins Io gioco col nero

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda nand » 1 lug 2015, 13:46

eriadan ha scritto:Il dubbio è questo: è legale? Secondo me no perché penso che si acquisti un gioco solo per uso domestico e non si acquisti il diritto di sfruttamento economico del titolo in questione (che si eserciterebbe noleggiando il gioco), ma anche guardando alcuni giochi che possiedo non ho visto riportati termini di legge che potrebbero impedire questa pratica come accade nei film in cui è specificato che la visione del film deve essere solo ad uso domestico.

Però la restrizione sulla visione domestica sui film non si può IMHO applicare su qualunque sfruttamento economico di un bene, ma solo su quelli coperti da diritto d'autore, se non erro quella restrizione viene regolamentata dalla SIAE (in Italia), e solo sulle opere che sono state registrate presso quell'azienda, per questo su un gioco da tavolo non si può applicare alcuna norma di quel tipo (come non la si potrebbe applicare su un film non registrato presso la SIAE), dato che la SIAE tutela "solo" film, libri, musica, opere teatrali e software. D'altra parte nessuna casa editrice, che io sappia, si è mai espressa in tal senso vietando l'uso o pretendendo royalty sul guadagno che arriva dall'utilizzo dei suoi prodotti, e se non c'è alcuna legge o norma che lo regola, non vedo come un'azienda possa intervenire in tal senso.
Offline nand
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 10 agosto 2004
Goblons: 400.00
Località: Modena
Utente Bgg: n_and
Mercatino: nand
Ilsa Magazine fan

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda wolframius » 1 lug 2015, 15:17

Se fosse illegale allora lo sarebbero anche tutte le aree gioco libero alle varie fiere, no? Poco importa in questo caso se lo si fa a scopo di lucro o meno.
Offline wolframius
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1834
Iscritto il: 19 gennaio 2012
Goblons: 0.00
Località: Piacenza/Pavia
Mercatino: wolframius

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda eriadan » 1 lug 2015, 15:28

wolframius ha scritto:Se fosse illegale allora lo sarebbero anche tutte le aree gioco libero alle varie fiere, no? Poco importa in questo caso se lo si fa a scopo di lucro o meno.

Mumble, ci avevo pensato anche io ma tutto sommato la fiera penso sia un contesto diverso e l'attività nella fiera viene spesso condotta da associazioni che si muovono con statuti non a scopo di lucro e con fine divulgativo.
Il dubbio era proprio se invece fosse istituibile una impresa che guadagnasse sfruttando un gioco acquistato noleggiandolo.

Per Nand.
Vero, non c'è scritto, di per se in tal caso si sfrutterebbe più un vuoto legislativo che una effettiva possibilità. Lo so che se la legge non dice che è vietato è permesso ma stavo ragionando più da un punto di vista morale che etico (essendo più una speculazione filosofica che altro)
Offline eriadan
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Illustrator
Game Illustrator
 
Messaggi: 984
Iscritto il: 16 luglio 2008
Goblons: 100.00
Località: Trento
Utente Bgg: eriadan
Facebook: eriadan
Mercatino: eriadan

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda Izio » 1 lug 2015, 17:08

Secondo me e' legale in tutti i sensi.
E' come se io compro un'automobile. E poi la noleggio. E' legale (pagando tasse, ecc.).
Secondo me e' la stessa cosa.
Comuqnue nel caso di no, basterebbe dire che che si paga solo il dimostratore e il gioco e' usato nella sua funzione di forma di intrattenimento.
Offline Izio
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 336
Iscritto il: 10 febbraio 2011
Goblons: 0.00
Località: Genova
Utente Bgg: izio1977
Mercatino: Izio

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda traico7 » 1 lug 2015, 17:31

eriadan ha scritto:
wolframius ha scritto:Se fosse illegale allora lo sarebbero anche tutte le aree gioco libero alle varie fiere, no? Poco importa in questo caso se lo si fa a scopo di lucro o meno.

Mumble, ci avevo pensato anche io ma tutto sommato la fiera penso sia un contesto diverso e l'attività nella fiera viene spesso condotta da associazioni che si muovono con statuti non a scopo di lucro e con fine divulgativo.
Il dubbio era proprio se invece fosse istituibile una impresa che guadagnasse sfruttando un gioco acquistato noleggiandolo.

Per Nand.
Vero, non c'è scritto, di per se in tal caso si sfrutterebbe più un vuoto legislativo che una effettiva possibilità. Lo so che se la legge non dice che è vietato è permesso ma stavo ragionando più da un punto di vista morale che etico (essendo più una speculazione filosofica che altro)

Le associazioni sono non a scopo di lucro, ma le fiere si..
Dall'alto della mia ignoranza (che è tanta, alcuni potrebbero precisare ) credo sia perfettamente legale.. Ma considerando il fatto che, se uno volesse intraprendere una strada di questo tipo, avrebbe sicuramente bisogno di un commercialista, quale figura migliore per informarsi sulla questione?
L'importante è vincere o partecipare??? Nessuna delle due... L'importante è giocare con le regole giuste...
Offline traico7
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5939
Iscritto il: 07 maggio 2013
Goblons: 5,690.00
Località: Modena
Utente Bgg: traico7
Board Game Arena: traico7
Yucata: traico7
Mercatino: traico7
Puerto Rico Fan Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan Sei iscritto da 1 anno. Sono stato alla Gobcon 2015 Sei nella chat dei Goblins Sono un Goblin Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Hai fatto l'upload di 10 file Le Havre Fan Lords of Waterdeep fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Birra fan Io odio Traico! :D Playstation fan Battlestar Galactica fan Io amo Feld Pizza fan Michelangelo fan Hai scritto 5 recensioni Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Io uso il mercatino della Tana dei Goblin Boba fan Pandemic Legacy Fan Podcast Fan Telegram Fan Harry Potter Ventennale Goblin Ho comprato la spilla alla Play 2017 Concordia Fan I love German

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda donhaldo » 1 lug 2015, 19:15

nand ha scritto:
eriadan ha scritto:Il dubbio è questo: è legale? Secondo me no perché penso che si acquisti un gioco solo per uso domestico e non si acquisti il diritto di sfruttamento economico del titolo in questione (che si eserciterebbe noleggiando il gioco), ma anche guardando alcuni giochi che possiedo non ho visto riportati termini di legge che potrebbero impedire questa pratica come accade nei film in cui è specificato che la visione del film deve essere solo ad uso domestico.

Però la restrizione sulla visione domestica sui film non si può IMHO applicare su qualunque sfruttamento economico di un bene, ma solo su quelli coperti da diritto d'autore, se non erro quella restrizione viene regolamentata dalla SIAE (in Italia), e solo sulle opere che sono state registrate presso quell'azienda, per questo su un gioco da tavolo non si può applicare alcuna norma di quel tipo (come non la si potrebbe applicare su un film non registrato presso la SIAE), dato che la SIAE tutela "solo" film, libri, musica, opere teatrali e software. D'altra parte nessuna casa editrice, che io sappia, si è mai espressa in tal senso vietando l'uso o pretendendo royalty sul guadagno che arriva dall'utilizzo dei suoi prodotti, e se non c'è alcuna legge o norma che lo regola, non vedo come un'azienda possa intervenire in tal senso.


Attenzione a non confondere SIAE con il diritto d'autore che tutela le opere dell'ingegno.
Un'opera dell'ingegno è protetta a prescindere che questa sia registrata alla SIAE (o a qualsiasi altra autorità competente
in materia), infatti la tutela nasce con l'opera stessa e il non averla registrata, semmai, creerà qualche problema all'autore
nel momento in cui dovesse far valere i propri diritti in sede legale.

Si tenga anche presente che, per quanto riguarda la legge sul diritto d'autore, qualsiasi sfruttamento di
un'opera dell'ingegno è comunque vietato fatto salvo ciò che viene *esplicitamente* concesso da chi ne detiene i diritti.
Quindi, se un'opera non riporta scritto nulla in merito, si deve comunque intendere "all rights reserved".
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda nand » 1 lug 2015, 19:41

donhaldo ha scritto:Attenzione a non confondere SIAE con il diritto d'autore che tutela le opere dell'ingegno.
Un'opera dell'ingegno è protetta a prescindere che questa sia registrata alla SIAE (o a qualsiasi altra autorità competente
in materia), infatti la tutela nasce con l'opera stessa e il non averla registrata, semmai, creerà qualche problema all'autore
nel momento in cui dovesse far valere i propri diritti in sede legale.

Giusta precisazione, sono d'accordo.

donhaldo ha scritto:Si tenga anche presente che, per quanto riguarda la legge sul diritto d'autore, qualsiasi sfruttamento di
un'opera dell'ingegno è comunque vietato fatto salvo ciò che viene *esplicitamente* concesso da chi ne detiene i diritti.
Quindi, se un opera non riporta scritto nulla in merito, si deve comunque intendere "all rights reserved".

Già, ma quali sono questi "diritti"? Personalmente avevo sempre inteso quella frase come protezione dalla copia.
Offline nand
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 10 agosto 2004
Goblons: 400.00
Località: Modena
Utente Bgg: n_and
Mercatino: nand
Ilsa Magazine fan

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda donhaldo » 1 lug 2015, 19:56

nand ha scritto:
donhaldo ha scritto:Si tenga anche presente che, per quanto riguarda la legge sul diritto d'autore, qualsiasi sfruttamento di
un'opera dell'ingegno è comunque vietato fatto salvo ciò che viene *esplicitamente* concesso da chi ne detiene i diritti.
Quindi, se un opera non riporta scritto nulla in merito, si deve comunque intendere "all rights reserved".

Già, ma quali sono questi "diritti"? Personalmente avevo sempre inteso quella frase come protezione dalla copia.


Credo si possa sicuramente includere un gioco da tavolo tra le opere dell'ingegno, quindi soggette alla tutela del diritto d'autore.
I vincoli nell'uso del gioco da parte di chi lo compra credo siano equiparabili a quelli di un libro, di un cd, di un dvd: posso usarlo personalmente, prestarlo o venderlo ad amici (rimane un'unica copia che passa di mano), ma non lo si può usare in un contesto
che trae profitto (o lucra) dall'uso di quel gioco senza che ciò sia stato esplicitamente autorizzato dal detentore dei diritti.
Ho visto alcuni esercenti mettere a disposizione dei propri clienti dei giochi da tavolo: possono farlo? Senza autorizzazione
non ne sono sicuro, così come non potrebbero far vedere film o fare ascoltare musica senza pagarne i dovuti diritti (alla siae
in quel caso).

La risposta al quesito posto non è così semplice, secondo me...
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Diritto d'autore e sfruttamento economico dei giochi

Messaggioda nand » 2 lug 2015, 0:58

donhaldo ha scritto:Credo si possa sicuramente includere un gioco da tavolo tra le opere dell'ingegno, quindi soggette alla tutela del diritto d'autore.

Non è facile riuscire a far risalire un gioco da tavolo nelle opere citate dalla legge:

Sono protette ai sensi di questa legge le opere dell'ingegno di carattere creativo che appartengono alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all'architettura, al teatro ed alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione.

Sono altresì protetti i programmi per elaboratore come opere letterarie ai sensi della convenzione di Berna sulla protezione delle opere letterarie ed artistiche ratificata e resa esecutiva con legge 20 giugno 1978, n. 399, nonché le banche di dati che per la scelta o la disposizione del materiale costituiscono una creazione intellettuale dell'autore.


Secondo l'autrice di questo articolo il diritto d'autore non offre alcuna tutela diretta per i giochi da tavolo:
http://www.ddastudiolegale.it/2015/03/d ... o/?lang=it

donhaldo ha scritto:I vincoli nell'uso del gioco da parte di chi lo compra credo siano equiparabili a quelli di un libro, di un cd, di un dvd: posso usarlo personalmente, prestarlo o venderlo ad amici (rimane un'unica copia che passa di mano), ma non lo si può usare in un contesto che trae profitto (o lucra) dall'uso di quel gioco senza che ciò sia stato esplicitamente autorizzato dal detentore dei diritti.
Ho visto alcuni esercenti mettere a disposizione dei propri clienti dei giochi da tavolo: possono farlo? Senza autorizzazione
non ne sono sicuro, così come non potrebbero far vedere film o fare ascoltare musica senza pagarne i dovuti diritti (alla siae
in quel caso).

La risposta al quesito posto non è così semplice, secondo me...

Temo che vada molto ad interpretazione: un giudice potrebbe equiparare un gioco da tavolo ad un giocattolo, ma dato che esistono negozi che li noleggiano, questi negozi pagano licenze ai produttori originali del giocattolo? Mi sembrerebbe molto strano se avvenisse (e non vedo come il giocattolo possa essere stato venduto in origine con clausole in tal senso, per prevenire il loro utilizzo a scopo di lucro).

Altra analogia: nei tornei di videogiochi gli organizzatori sono tenuti a pagare una licenza extra per usare i videogiochi in pubblico e trarne un profitto? O è sufficiente avere acquistato n copie del videogioco?
Offline nand
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5283
Iscritto il: 10 agosto 2004
Goblons: 400.00
Località: Modena
Utente Bgg: n_and
Mercatino: nand
Ilsa Magazine fan


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti