Durare meno è meglio (!!!!!!!!)

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Messaggioda SWANEE » 11 feb 2006, 22:45

Secondo me il fattore tempo non deve incidere sulla valutazione/recensione del gioco. Ci sono giochi riusciti che durano 10 ore, e giochi riusciti che durano 10 minuti e viceversa!! Quindi secondo me la lunghezza deve essere indicata in sede di commento, ma solo come informazione per chi eventualmente lo deve acquistare, ma non deve incidere sul voto che invece deve indicare la bontà e la riuscita del gioco (strategia, tattica, influenza della fortuna, feeling, meccaniche aderenti al tema trattato, ecc...)
Ovvio poi che in fase d'acquisto è fondamentale comprare un gioco tenendo conto delle esigenze del proprio gruppo di giocatori (durata e numero di giocatori).
A me personalmente danno più soddisfazione i giochi lunghi, a costo di spezzettarli compro quasi solo quelli.... nonostante il mio gruppo ha poco tempo (circa 2 ore a settimana...)
L'importante non è vincere ma sapere quello che sta facendo il tuo nemico!
Offline SWANEE
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 707
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 0.00
Località: ERCOLANO (NA)
Mercatino: SWANEE

Messaggioda Necros » 12 feb 2006, 17:00

Se impiegamo un certo numro di min.\ore per un gioco mi sembra ovvio che meriti quel tempo impiegato
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda Cippacometa » 13 feb 2006, 14:22

Ricordiamo per un momento le 5 "voci" che devono essere tenute in considerazione quando si vota un gioco:
1 - Longevità
2 - Regolamento
3 - Divertimento
4 - Materiali
5 - Originalità

Un "gioco lungo" (mi cito) per essere giocato necessita le seguenti "condizioni":

I - Il gruppo di giocatori deve essere motivato ed appassionato.
II - Il gruppo di giocatori deve avere tempo a sufficienza.
III - Il gioco deve piacere tanto a tutti perché questi siano motivati, appassionati e disposti a dedicarvi tanto tempo.
IV - Si deve essere disposti e felici a proseguire fino alla fine anche in presenza di situazioni irrecuperabili.

Per me, un gioco del genere ha un problema legato alla voce 3 (Divertimento) perché le condizioni I, III e IV sono difficili da ottenere, specie per tutti i giocatori contemporaneamente.
Inoltre, tale gioco potrebbe avere un possibile "bug" nel Regolamento (voce 2) nel caso in cui questo fosse di applicazione macchinosa e time-consuming (togliendo inutilmente tempo al tempo di gioco vero e proprio) ovvero non necessariamente funzionale al gioco in sé: condizione II, III e IV.
Infine, se si fatica a trovare "la compagnia giusta" (condizione I, III e IV) oppure il "tempo" (condizione II e IV) tale gioco avrà probabilmente un problema di Longevità (Voce 1): "il gioco X è bello, ma non si riesce mai a giocare/finire una partita!"

Per questo dico che la "lunghezza eccessiva" (concetto comunque oggettivo ed opinabile) è un limite, ovvero un difetto, dei "giochi lunghi", che ha effetto sul mio voto: in particolare, perché influenza le valutazione alle voci 1, 2 e 3.

Rimangono comunque nella valutazione dei fattori imponderabili e personalissimi per cui, per esempio, muovere Mech e spararmi a BattleTech per 5 ore di fila mi diverte, spostare ciclicamente quadratini di cartone a giochi tipo History of the World dopo 2-3 ore mi annoia.
Quindi, BT che dura 5 ore non è lungo, mentre HotW che ne dura altrattante sì? Oppure BT è lungo ma non fa niente, HotW è lungo e che palle? Nessuo dei due è lungo?
Credo siano entrambe "lunghi", solo che BT mi piace di più quindi non ci faccio caso, anzi mi piace, mentre HotW mi appassiona meno quindi dopo un po' mi stufa... ma se fosse più corto sarebbe un'altro gioco!

Questione di "feeling" col gioco, feeling legato all'ambientazione, all'estetica, al tipo di meccaniche ecceterera.
Per questo definire la durata d'un gioco "lunga" è soggettivo, e per questo un commento/voto di un gioco sono anche soggettivi. Per le recensioni uno doverebbe cercare di "distaccarsi" quanto più gli è possibile, ma pure questo distacco è soggettivo e diverso da persona a persona.

Insomma: ma quanto è lungo un "gioco lungo"?!? :lol:
Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)
Mercatino: Cippacometa

Messaggioda linx » 14 feb 2006, 20:58

Bellissima analisi Cippacometa.
In definitiva la lunghezza non è un difetto in se ma, fondamentalmente tende a peggiorare eventuali difetti presenti che diventano spesso non più trascurabili.

Comunque alla tua ultima domanda rispondo:
un gioco lungo è quello che non si riesce a finire in una singola serata.
Quindi è comunque una lunghezza soggettiva: per i gruppi con lunghi pensatori o inesperti esistono moltissimi giochi lunghi.
Per i gruppi con giocatori esperti e impulsivi non moltissimi.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6079
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Cippacometa » 14 feb 2006, 21:09

linx ha scritto:Bellissima analisi Cippacometa.
Ringrazio sentitamente!

linx ha scritto:Comunque alla tua ultima domanda rispondo:
un gioco lungo è quello che non si riesce a finire in una singola serata.
Quindi è comunque una lunghezza soggettiva:
...anche perché dipende da che ora inizia la "serata"!!! :mrgreen:
Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)
Mercatino: Cippacometa

Messaggioda Necros » 14 feb 2006, 21:16

O quanto la si fa durare!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda sinat75 » 14 feb 2006, 21:24

linx ha scritto:Bellissima analisi Cippacometa.
In definitiva la lunghezza non è un difetto in se ma, fondamentalmente tende a peggiorare eventuali difetti presenti che diventano spesso non più trascurabili.


Sono fondamentalmente d'accordo :grin: ma integro con:

"In definitiva la lunghezza non è un difetto in se ma, fondamentalmente tende a peggiorare eventuali difetti presenti e tende a migliorare elementi come l'atmosfera e l'immedesimazione"
-- Sinat --

"...e cantava mentre l'arma fumava del sangue nero dei giganti che costituivano la guardia del corpo di Gothmog, finchè questa tutta si dissolse..."
Offline sinat75
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 30 gennaio 2004
Goblons: 30.00
Località: Amsterdam
Mercatino: sinat75

Messaggioda Necros » 14 feb 2006, 21:27

Quoto sia con sinat sia che con Cippino!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda linx » 16 feb 2006, 18:58

sinat75 ha scritto:
linx ha scritto:Bellissima analisi Cippacometa.
In definitiva la lunghezza non è un difetto in se ma, fondamentalmente tende a peggiorare eventuali difetti presenti che diventano spesso non più trascurabili.


Sono fondamentalmente d'accordo :grin: ma integro con:

"In definitiva la lunghezza non è un difetto in se ma, fondamentalmente tende a peggiorare eventuali difetti presenti e tende a migliorare elementi come l'atmosfera e l'immedesimazione"


Appoggio l'apertura in positivo dell'integrazione. Penso anzi possa essere il motivo per cui ad Athafil (o come cavolo si scrive) piacciano soprattutto i giochi lunghi: sono i dettagli che allungano i tempi di gioco, gli stessi dettagli che migliorano l'ambientazione.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6079
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite