E' tutta colpa di Pinocchio.

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Messaggioda simox » 11 nov 2011, 8:09

Psicoanalista ha scritto:voglio condividere questa cosa visto che c'è un post a riguardo sul disprezzo del giocare e di chi gioca. A me ripetono spessissimo che è incomprensibile come un ragazzo come me che fa un lavoro socialmente utile, che fa parte di un'associazione che lotta per i diritti GLBT, che è una persona "estreamente colta" (dicono), che ha un "forte senso di responsabilità" (dicono), che vive la sua diversità in modo "ammirevole" (dicono) e coraggioso, così "intelligente" (dicono)...

possa essere così immaturo da interessarsi ai giochi come un bambino troppo cresciuto?! (dicono... purtroppo). E a me cadono le braccia non ho nemmeno la forza di ribattere...


uhm...restando sul tema libri-giochi...mi stai MOSTRUOSAMENTE ricordando "la carriola" di Pirandello...anzi E' proprio quella situazione 8-O

Quando ho un mano un American Game, non mi faccio scrupoli a modificarlo a mani basse per soddisfare le mie esigenze di gioco: sbilanciamenti immondi e situazioni assurde nel gioco fanno parte del divertimento

Offline simox
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1083
Iscritto il: 02 settembre 2009
Goblons: 850.00
Località: Campania
Mercatino: simox

Messaggioda Angiolillo » 11 nov 2011, 8:44

Mai perdere la forza. E forse la chiave è in quell'"estremamente colto" che andrebbe esteso anche alla cultura ludica. Sul gioco si sono scritte buone cose, anche sulla sua importanza e sulla sua utilità (benché il gioco sia per definizione "improduttivo" e "gratuito"). Secondo me proprio nei libri sul gioco, e nei libri a cui essi rimandano e di cui tramite essi puoi scoprire gli aspetti relativi ai giochi (per esempio Italo Calvino, Collezione di sabbia - Mondadori, 1984: "Molte volte l’impegno che gli uomini mettono in attività che sembrano assolutamente gratuite, senz’altro fine che il divertimento o la soddisfazione di risolvere un problema difficile, si rivela essenziale in un ambito che nessuno aveva previsto, con conseguenze che portano lontano. Questo è vero per la scienza e per la tecnologia. Il gioco è sempre stato il grande motore della cultura.") puoi trovare quelle risposte da dare a chi pensa che il gioco sia solo un modo sciocco di "ammazzare il tempo" che avrebbe impieghi ben più utili.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Pey » 11 nov 2011, 9:17

Vorrei poi fare notare come biologicamente tutti gli animali "giochino" e lo usino come forma per smaltire eventuale stress accumulato.

L'uomo è l'unico animale che tende a smettere di giocare e ha problemi di stress...
Tra persone SENSATE, parlando, ci si mette d'accordo (Vania - L.A.G.N.A. 2010)
Offline Pey
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2386
Iscritto il: 20 maggio 2009
Goblons: 0.00
Località: Chieri(TO) - Savigliano(CN)
Utente Bgg: Pey81
Board Game Arena: Pey
Mercatino: Pey
Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda Umb67 » 11 nov 2011, 11:23

pennuto77 ha scritto:A dirla tutta in realtà pinocchio come messaggio principale veicola quello che si diventa "umani" solo dopo che ci si è inseriti nel mondo del lavoro e nella società.......che non è proprio un gran messaggio...... ;)


Mi viene in mente la canzone "In fila per Tre" di Bennato, che ovviamente fa parte dell'album dedicato a Pinocchio :)
Offline Umb67
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 736
Iscritto il: 11 marzo 2010
Goblons: 120.00
Località: Mendrisio (Svizzera)
Mercatino: Umb67

Messaggioda Angiolillo » 11 nov 2011, 11:35

Ahi ahi ahi mio caro Umberto... da primo biografo di Bennato (in senso cronologico, non certo d'importanza) devo correggerti: "In fila per tre" è da "I buoni e i cattivi", 1974, secondo LP di Bennato. Quello di Pinocchio è il quinto, "Burattino senza fili" (1977), anche se riferimenti a Collodi ci sono anche prima ("Franz è il mio nome", da "La Torre di Babele", 1976) e dopo (un intero LP si chiamerà poi "Il Paese dei Balocchi"). ;) ;) ;)

Curiosità: Bennato è anche autore di un gioco da tavolo.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: kikki e 0 ospiti