Erikson e Malazan

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Eithereven, Dera

Erikson e Malazan

Messaggioda Antares » 15 ott 2007, 10:27

Ciao a tutti i goblin che leggeranno,
nessuno ha iniziato questa saga?
Io sono al secondo libro "La dimora fantasma"... fantasy strana ma
molto apprezzabile anche se certi passaggi dei libri sono davvero molto ostici.
Non so se è la traduzione o anche se l'originale è così, ma alcuni punti
son costretto a rileggerli due volte.
Che ne pensate?
Ciao ciao,
Antares.
Offline Antares
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 11 ottobre 2007
Goblons: 0.00
Località: Verona
Mercatino: Antares

Messaggioda Jelerak » 15 ott 2007, 11:55

Io ho letto in lingua originale tutti i volumi della saga che sono usciti finora (da Gardens of the Moon fino a Reaper's Gale) e l'ho adorata fin dal primo volume. E' indubbiamente molto originale e ben scritto. Non ha la cura maniacale del dettaglio di Martin ma in compenso la scala temporale e spaziale entro la quale si svolgono gli eventi è veramente immensa. E i personaggi sono indimenticabili. Non so come sia riuscita la traduzione italiana ma è una saga che ho consigliato e consiglio caldamente a tutti gli appassionati di fantasy.
Offline Jelerak
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 386
Iscritto il: 01 dicembre 2003
Goblons: 80.00
Località: Den Haag
Mercatino: Jelerak

Messaggioda Antares » 19 ott 2007, 14:35

Sull'originale nessun dubbio... alcuni tratti sono proprio belli. Le battaglie del settimo nella "Dimora Fantasma" sono veramente ben scritte.
Mi lasciano alcuni dubbi certi passaggi che ancora non so quanto aderenti alla storia: esempio per rimanere alla "Dimora", la nave dei non-morti o il "sacrificio" di Sormo al quale partecipa Duiker dopo la battaglia sul fiume. Per tornare ai "Giardini" la storia del tiranno Jaghut.
Per il resto, nulla da dire, ottima fantasy senzadubbio.
Ciao ciao,
Antares.
Offline Antares
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 11 ottobre 2007
Goblons: 0.00
Località: Verona
Mercatino: Antares

Messaggioda Tarabs » 29 ott 2007, 20:26

Ottima saga, l'ho appena iniziata ma ne vale sicuramente la pena. Un po' pesante l'inizio ma poi gli avvenimenti ti coinvolgono molto e sfogli le pagine una dopo l'altra. Secondo solo a Martin a mio parere
Offline Tarabs
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 385
Iscritto il: 16 gennaio 2007
Goblons: 0.00
Località: Torino
Utente Bgg: Tarabs83
Board Game Arena: Tarabs83
Yucata: Tarabs83
Mercatino: Tarabs

Messaggioda ermes73 » 3 feb 2008, 21:32

Il 18 Gennaio è uscito il 5° libro edizione italiana Armenia...Maree di Mezzanotte, eccolo:

Immagine

Sto leggendo il primo libro. Come già detto da altri goblin, l'inizio è un po' ostico dal punto di vista narrativo ma piano piano la matassa viene sciolta...MOLTO BELLO!Consigliato!
(H)Ermes
Messagero degli dei e guida delle anime
La Terra-di-Mezzo©...per chi ama la letteratura Fantasy
Offline ermes73
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1990
Iscritto il: 22 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: ermes73

Messaggioda Jaime » 11 ott 2008, 23:00

Antares ha scritto:Mi lasciano alcuni dubbi certi passaggi che ancora non so quanto aderenti alla storia: esempio per rimanere alla "Dimora", la nave dei non-morti o il "sacrificio" di Sormo al quale partecipa Duiker dopo la battaglia sul fiume. Per tornare ai "Giardini" la storia del tiranno Jaghut.
Per il resto, nulla da dire, ottima fantasy senzadubbio.
Ciao ciao,
Antares.


La saga è davvero epica e la rileggo proprio in questo periodo. Molti passaggi oscuri si chiariscono un po' nei volumi successivi: la famosa nave fantasma si spiega nella prima parte del quarto volume ad esempio...certo bisogna averci parecchia memoria... Fantay decisamente non per tutti cmq
"Non ci sono uomini come me. Ci sono io. E basta"
Offline Jaime
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 06 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Jaime

Messaggioda JesterCap » 31 mag 2011, 19:12

Riporto in voga questo vecchio post.

I mesi stanno passando quindi molti di voi magari si sono avvicinati a questa saga come me.

Io sono arrivato al termine della prima parte delle Memorie di Ghiaccio.

Come si sono evolute le vostre opinioni?

Io la sto trovando fantastica soprattutto nelle sfaccettature dei personaggi estremamente reali soprattutto nel non essere sbilanciati a livello di bene e male (spero di aver espresso in maniera capibile il concetto non vorrei di rischiare di fare spoiler)
Al mio segnale scatenate....la Palma!!!!!!!!!!!
Offline JesterCap
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 87
Iscritto il: 11 maggio 2011
Goblons: 0.00
Località: Rivarolo Canavese
Mercatino: JesterCap

Messaggioda Jaime » 31 mag 2011, 21:50

le mie opinioni sono evolute..in negativo. non sono riuscito a finire l'ultimo libro di cui non ricordo nemmeno il nome....troppo confuso, articolato...al quinto volume sarebbe bene avere un'idea ben precisa dell'universo nel quale siamo calati....e ancora non ho capito cosa cappero sia un canale....bah Martin, quelle delle cronache del ghiaccio e del fuoco rimane insuperato...
Offline Jaime
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 06 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Jaime

Messaggioda JesterCap » 1 giu 2011, 8:22

Ammetto che io Martin lo conosco poco (letto solo un libro e mezzo) quidi non posso fare un reale paragone tra i due mi riprometto di cimentarmi anche nella lettura delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco per poter avere termini di paragone corretti.

A me non dispiace la complessità di Malazan, vero che ogni tanto bisogna rileggere alcuni passaggi perchè sono un poco intricati però non ho mai trovato elementi come gli Arsori di Ponti in altri romanzi Fantasy l'ho trovato una novità interessante (novità in termini di mia cultura letteraria), come anche le figure degli Ascendenti tra il divino e l'umano.
Al mio segnale scatenate....la Palma!!!!!!!!!!!
Offline JesterCap
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 87
Iscritto il: 11 maggio 2011
Goblons: 0.00
Località: Rivarolo Canavese
Mercatino: JesterCap

Messaggioda Jaime » 3 giu 2011, 12:21

Il problema a volte non è tanto la complessità ma l'incomprensibilità.
Da non sottovalutare inoltre la costante , completa "sospensione dell'incredulità" a cui, volente o nolente il lettore deve sempre ricorrere per andare avanti

Ad esempio... per quale motivo riunire colossali eserciti, elaborare raffinate strategie militari quando un mastino dell'ombra puo' massacrare 1000 soldati in cinque minuti??
"Non ci sono uomini come me. Ci sono io. E basta"
Offline Jaime
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 06 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Jaime

Messaggioda CorvoRosso » 5 set 2011, 16:34

volevo proprio aprire un topic per mettere a confronto quelle che sono, a mio parere, le due saghe fantasy migliori in circolazione, quando mi sono imbattuto in questo che già affrontava parzialmente il tema. quindi lo rilancio con questo nuovo spunto:

Martin e le cronache di ghiaccio&fuoco VS Erikson e la caduta di Malazan

a chi lo scettro del vincitore? il confronto ci può stare, pur differendo l'impostazione delle due vicende, una più attinente al medioevo tradizionale, l'altra farcita di elementi fantastici del tutto originali. eppure, la mole di personaggi, l'intreccio delle vicende ecc... secondo me li rendono perfettamente confrontabili. io sono solo al III volume di Erikson (nel quale per rispondere a Jaime vengono spiegate un bel po' di cosette rispetto ai canali e agli ascendenti) quindi non posso ancora esplrimermi...
Offline CorvoRosso
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 06 gennaio 2009
Goblons: 0.00
Località: http://andrea-zanotti.blogspot.it/
Mercatino: CorvoRosso

Messaggioda Jaime » 8 set 2011, 14:09

x corvo

Discuterei sul fatto che sono simili o meglio: lo sono per la mole dei personaggi e i bizantinismi della trama..... ma per il resto.....


Cmq sai già il mio voto :-)



CMQ io mi sono fermato al quiinto di volume e effettivamente qualche abbozzo di spiegazione c'e' ma non le ho trovate molto convincenti...Cmq la cosa che ho sempre detestato di questa saga è che non conosci mai il limite: ti ammassi con enorme fatica un esercito di un milone di soldati e poi da qualche canale salta fuori un mastino dell'ombra o un toblokai o un chiassache' che te li massacra in quindici minuti; in maree di mezzanotte c'era un personaggio femminile che in un breve passaggio stava attenta a non perdere un capello perchè non venga utilizzato in qualche oscuro sortilegio. High fantasy decisamente eccessivo per i miei gusti... Aggiungiamo alcune fasi eccessivamente farsesche: come il rapporto fra un certo padrone e un certo sevo (non continuo per evitare spam) nel sopraccitato volume....

Insomma come si dice dalle mie parti..."Ci HO DATO A MUCCHIO"
Offline Jaime
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 06 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Jaime

Messaggioda CorvoRosso » 9 set 2011, 8:21

ti ammassi con enorme fatica un esercito di un milone di soldati e poi da qualche canale salta fuori un mastino dell'ombra o un toblokai o un chiassache' che te li massacra in quindici minuti;


già, su questo ti do ragione. mi ricorda tanto warhammer fantasy battle dove bastava un personaggio potente a compiere massacri devastanti rovinando tutta la tensione delle partite :lol:

certo, martin è più realistico (anche se pure lui qualche supereore e qualche creatura dai poteri illimitati ce li piazza).

diciamo che a me Erikson piace proprio per la castità e imprevedibilità del tutto. certo sono solo al III volume, quindi puo benissimo essere che alla lunga questa "confusione" stanchi... vedremo!
Offline CorvoRosso
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 284
Iscritto il: 06 gennaio 2009
Goblons: 0.00
Località: http://andrea-zanotti.blogspot.it/
Mercatino: CorvoRosso

Messaggioda Natalor » 9 set 2011, 11:14

Io ho letto solo i giardini della luna, l'ho trovato veramente brutto, non lo consiglio a nessuno. Intanto, mi sembrava di aver iniziato a leggere la storia da metà, nonostante questo fosse il primo libro della serie. Gli eventi già accaduti non sono introdotti, ma questa potrebbe anche essere una scelta stilistica (che però crea solo confusione nella testa di chi legge). Poi, l'autore non descrive nulla. Avevo difficoltà a immaginarmi l'aspetto di un personaggio perché non c'è una descrizione, insomma ogni personaggio è rappresentato solo da un nome, questo per quanto mi riguarda significa solo che il libro E' SCRITTO MALE. I personaggi mi sono sembrati anche poco caratterizzati ed eccessivi nel numero (e molti sono inutili). La trama è confusionaria fino all'inverosimile. Non si capisce (come è già stato detto) quali sono i limiti della magia e degli ascendenti. Qualche spunto originale effettivamente c'è, ma paragonare Erikson a Martin è un sacrilegio, le Cronache sono molto molto superiori alla Caduta.
Offline Natalor
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 586
Iscritto il: 23 marzo 2007
Goblons: 20.00
Località: Trevi (PG)
Mercatino: Natalor

Messaggioda Cronos » 23 dic 2011, 17:09

Mi trovo d'accordo pressoché in tutto con Natalor.
Anch'io ho fatto una fatica terribile a leggere il primo libro, dovendomi destreggiare tra personaggi non descritti, storie iniziate a metà, riferimenti a cose mai spiegate.
L'ho trovato uno stile di scrittura davvero ostico ed ermetico.
Non so poi quanta responsabilità sia del traduttore, considerando che spesso questi romanzi vengono fatti tradurre anche a gente non preparata e sottopagata.
In ogni caso leggere i Giardini non mi ha fatto venire voglia di proseguire la saga, è già tanto se sono arrivato alla fine del primo libro capendoci qualcosa.
Il non descrivere però è una grossa lacuna, come sottolineava Natalor, che va al di là della traduzione e che in un fantasy è quantomeno una grave mancanza (il mondo reale posso immaginarlo anche da solo, ma uno inventato ?).

Il confronto con Martin per me personalmente è tutto a favore di quest'ultimo.
Lo stile di Martin è unico e la lettura scorre sempre chiara, piacevole e coinvolgente dall'inizio alla fine.
Offline Cronos
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 786
Iscritto il: 04 gennaio 2010
Goblons: 40.00
Località: Milano
Mercatino: Cronos


Torna a Tempo Libero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti