"Fantasy" contemporanea

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Eithereven, Dera

Messaggioda Agzaroth » 24 set 2013, 17:29

Cyrano ha scritto:
Agzaroth ha scritto:mah, non so, a me piace la letteratura e piace parecchio anche Martin... ;)


Che ti piaccia è un conto. Dire che scriva bene è un'altro. A me neppure la Troisi è spiaciuta del tutto... però a livello letterario è pietosa e non ci si scappa.

Il punto è proprio la differenza tra il leggere e la letteratura. Per parlar della seconda bisogna conoscerla. Io sono un avido lettore dell'ultima ora di sci fi ma la letteratura del genere non la conosco. Non basta leggere i libri per capirla altrimenti sarei pure un esperto di letteratura russa con tutti i tomi che mi son ciuppato. Ma non lo sono.

Il resto sono impressioni nostre. Sacre ed intoccabili ma no sono le tematiche riconosciute dell'autore che citiamo.

scusa, non ho capito, me lo puoi ripetere?
Immagine
Offline Agzaroth
Black Metal Goblin
Black Metal Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author 1 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 25254
Iscritto il: 23 agosto 2009
Goblons: 18,150.00
Località: La Spezia
Utente Bgg: Agzaroth
Mercatino: Agzaroth
Puerto Rico Fan HeroQuest Fan Sono un cattivo Membro della giuria Goblin Magnifico The Great Zimbabwe Fan Race Formula 90 Alta Tensione Fan Caylus Fan Lewis & Clark Fan Io gioco col nero Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Il trono di spade Fan Brass fan Antiquity fan Iron Maiden fan Podcast Fan Podcast Maker Ventennale Goblin Gears Of War Fan El Grande Fan Glenn More Fan

Messaggioda Cyrano » 24 set 2013, 17:48

Te la faccio semplicissima: la tua recensione sulla "ruota del tempo" è perfetta. Parli delle difficoltà che hai incontrato nel gradirlo e dei difetti che hai rilevato senza filosofeggiare sulle "tematiche" dell'autore.
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda renard » 27 set 2013, 2:30

Mik ha scritto:
gixx ha scritto:
Mik ha scritto:Continuo a leggere post sui libri in tana sperando ci sia ancora qualche libro fantasy che mi possa incuriosire. Per ora continuo ad aspettare...


Prova Robin Hobb, comincia con la trilogia dell'Assassino. ;)


Grazie della segnalazione. Ci do un occhio.
Ma quale di queste 2 intendi?

Hobb Robin - Trilogia dei Lungavista vol.01. L'apprendista assassino
Hobb Robin - Trilogia dei Lungavista vol.02. L'assassino di corte
Hobb Robin - Trilogia dei Lungavista vol.03. Il Viaggio Dell'Assassino

Hobb Robin - Trilogia dell'Uomo Ambrato vol.01. Il risveglio dell'assassino
Hobb Robin - Trilogia dell'Uomo Ambrato vol.02. La Furia Dell'Assassino
Hobb Robin - Trilogia dell'Uomo Ambrato vol.03. Il destino dell'assassino


Mi avete incuriosito con questa Hobb che non conoscevo, ma ho visto che il primo libro (L'apprendista assassino) è esaurito dovunque!!!
l'importante è vincere!

Partite recenti:

Immagine
Offline renard
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 4256
Iscritto il: 05 dicembre 2003
Goblons: 20.00
Località: Palermo
Mercatino: renard

Messaggioda pete100 » 27 set 2013, 9:52

renard ha scritto:Mi avete incuriosito con questa Hobb che non conoscevo, ma ho visto che il primo libro (L'apprendista assassino) è esaurito dovunque!!!


Pensa che io lo vendo nel mercatino...
Vendo con RIBASSI, The Foreign King Kickstarter 15€, Loony Quest ENG 15€,
Offline pete100
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 7827
Iscritto il: 13 dicembre 2010
Goblons: 60.00
Località: milano
Mercatino: pete100

Messaggioda pete100 » 27 set 2013, 10:06

Qualcuno ha letto Cecilia Randall?cosa ne pensate?
Vendo con RIBASSI, The Foreign King Kickstarter 15€, Loony Quest ENG 15€,
Offline pete100
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 7827
Iscritto il: 13 dicembre 2010
Goblons: 60.00
Località: milano
Mercatino: pete100

Messaggioda nakedape » 27 set 2013, 11:16

Io consiglio la Trilogia di Bartimeus...bellissima!
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12624
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda renard » 27 set 2013, 14:55

nakedape ha scritto:Io consiglio la Trilogia di Bartimeus...bellissima!


Ha qualche buono spunto, però non mi ha fatto esaltare. Bartimeus è davvero un personaggio azzeccato comunque.
l'importante è vincere!

Partite recenti:

Immagine
Offline renard
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 4256
Iscritto il: 05 dicembre 2003
Goblons: 20.00
Località: Palermo
Mercatino: renard

Messaggioda Simo4399 » 27 set 2013, 21:41

renard ha scritto:
nakedape ha scritto:Io consiglio la Trilogia di Bartimeus...bellissima!


Ha qualche buono spunto, però non mi ha fatto esaltare. Bartimeus è davvero un personaggio azzeccato comunque.


non e' saga che possa esser presa come metro di paragone per un genere, ma imho Bartimeus (e la resa dell'ambientazione tutta) e' di tutto rispetto
improvvisare, adattarsi, raggiungere lo scopo
Offline Simo4399
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 9650
Iscritto il: 30 ottobre 2010
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Simo4399

Messaggioda renard » 28 set 2013, 0:15

Simo4399 ha scritto:
renard ha scritto:
nakedape ha scritto:Io consiglio la Trilogia di Bartimeus...bellissima!


Ha qualche buono spunto, però non mi ha fatto esaltare. Bartimeus è davvero un personaggio azzeccato comunque.


non e' saga che possa esser presa come metro di paragone per un genere, ma imho Bartimeus (e la resa dell'ambientazione tutta) e' di tutto rispetto


Sì, è molto umoristico e ben caratterizzato, quello che mi è piaciuto meno è la figura del maghetto (non ricordo il nome). Comunque oltre la trilogia c'è un quarto volume ambientato nell'antichità (anche qui non ricordo il nome) in cui Bartimeus era sotto un altro padrone.
l'importante è vincere!

Partite recenti:

Immagine
Offline renard
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 4256
Iscritto il: 05 dicembre 2003
Goblons: 20.00
Località: Palermo
Mercatino: renard

Messaggioda Simo4399 » 28 set 2013, 12:49

renard ha scritto:
Simo4399 ha scritto:
renard ha scritto:
nakedape ha scritto:Io consiglio la Trilogia di Bartimeus...bellissima!


Ha qualche buono spunto, però non mi ha fatto esaltare. Bartimeus è davvero un personaggio azzeccato comunque.


non e' saga che possa esser presa come metro di paragone per un genere, ma imho Bartimeus (e la resa dell'ambientazione tutta) e' di tutto rispetto


Sì, è molto umoristico e ben caratterizzato, quello che mi è piaciuto meno è la figura del maghetto (non ricordo il nome). Comunque oltre la trilogia c'è un quarto volume ambientato nell'antichità (anche qui non ricordo il nome) in cui Bartimeus era sotto un altro padrone.


concordo con la tua opinione del maghetto: specie nei primi 2 libri sembra la versione povera di harry potter :-?
anch'io ho letto anche il quarto volume (ambientato ai tempi di Salomone): imho altrettanto valido se non superiore.

Anzi: personalmente l'ho trovato piu' strutturato e maturo...decisamente consigliato! :grin:

opinione analoga mi han dato un paio di amici cui avevo suggerito la saga....
improvvisare, adattarsi, raggiungere lo scopo
Offline Simo4399
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 9650
Iscritto il: 30 ottobre 2010
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Simo4399

Re: "Fantasy" contemporanea

Messaggioda mikivr » 18 gen 2014, 0:20

Normanno ha scritto:Sto leggendo in questo periodo la trilogia di Joe Abercombie, e sono a metà del secondo volume, "Before they are hanged". Per quanto Abercombie sia più gradevole da leggere rispetto ad orrori come Martin, mi ha comunque portato ad una riflessione che voglio condividere, per quanto sono piuttosto sicuro di essere "in minoranza".

Quello che oggi viene definito "Fantasy" in realtà è una copia sbiadita e gonfiata a dismisura del Fantasy serio. Mi spiego:

- trame generali prive di respiro epico, che si limitano a descrivere guerre mondiali o quasi in mondi popolati esclusivamente o quasi da umani, estremamente simili al mondo contemporaneo, che ragionano come umani contemporanei, ma usano spade e catapulte invece di AK47 e ICBM.

- personaggi stereotipati fino alla nausea: cattivo inutilmente crudele, torturatore gelido e sfortunato, guerriero onorevole che in genere o muore all'inizio oppure deve soffrire le pene dell'inferno perchè il bene non paga nel suo mondo, governanti (re, principi, chi volete) la cui corruzione interiore fa coppia con l'orrido aspetto e gli appetiti smodati, e/o supereroi (in genere fanciulle) adolescenti con poteri smisurati.

- necessità di descrizioni dettagliate di ogni filo d'erba, decine e decine di pagine inutili ai fini della storia per mostrare l'abilità dello scrittore ad ambientare le proprie scene (mah...), e quintali di introspezione psicologica. Il tutto, come già detto, INUTILE e persino noioso (in questo sia Martin che Jordan sono maestri indiscussi... intere sezioni di libri andrebbero buttate direttamente).

- magia del tutto assente o presente come vestigia di un mondo passato, di solito nelle mani di uno o due individui che la usano con parsimonia adducendo qualche scusa banalissima (che puntualmente viene contraddetta durante i romanzi)

- creature mitologiche o magiche assenti, o talmente rare da essere considerate appunto assenti. In qualche caso però ci sono intere razze di creature "mostruose" potentissime, che si risvegliano e in genere sono fortissime finchè non incontrano l'eroe di turno (in genere un/una quindicenne coi superpoteri).

- idem per gli oggetti magici.

- necessità di grandi quantità di violenza, stupri, omicidi, sesso sfrenato, decadenza.

- necessità di ALMENO tre volumi, ciascuno dei quali superi le 500 pagine, con una quantità invereconda di sottotrame che nascondano la pochezza o l'assoluta assenza della trama principale (che, come ho detto, in genere è una guerra mondiale).

- ah, dimenticavo la parte peggiore: il linguaggio. Volgare, banale, a volte fastidioso. E non venitemi a dire che in un mondo "similrinascimentale" la gente davvero parlava con tutti quei fioriti sinonimi statunitensi di apparati gentiali maschili e femminili, perchè non è vero - dato che tali termini sono tipici della fine del XX ed inizio del XXI secolo nostri.


That's it.


Hai letto Erikson? Molto di quello che cerchi lo trovi:
Trama che definire epica è riduttivo
Personaggi non stereotipati
Magia e oggetti magici a fiumi
Molte divinità

La saga è molto lunga ma i libri sono conclusivi tranne gli ultimi 2 e l'autore si scusa del cliffhanger, la violenza è presente ma il linguaggio non è volgare.
La saga in italia è stata tradotta erroneamente con il titolo la "caduta di Malazan" ma in realtà sarebbe il "libro Malazan dei caduti".
Offline mikivr
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 676
Iscritto il: 11 gennaio 2011
Goblons: 0.00
Località: verona
Mercatino: mikivr

Messaggioda CorvoRosso » 20 gen 2014, 10:24

Concordo perfettamente con il consiglio di mikivr: Erikson è quello che fa al caso tuo.
Un mostro sacro che mi pare in Italia non stia ancora ricevendo i tributi che si meriterebbe. Le sue opere mi hanno sempre lasciato incantato.
www.scrittorindipendenti.com - ebook fantasy gratis
Offline CorvoRosso
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 283
Iscritto il: 06 gennaio 2009
Goblons: 0.00
Località: http://andrea-zanotti.blogspot.it/
Mercatino: CorvoRosso

Messaggioda mikivr » 20 gen 2014, 12:52

Attenzione al primo libro che per molti è un'ostacolo insormontabile. A me è piaciuto molto richiede solo un pò di impegno in più come tutta la saga di Erikson.
Offline mikivr
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 676
Iscritto il: 11 gennaio 2011
Goblons: 0.00
Località: verona
Mercatino: mikivr

Messaggioda kitanota » 26 gen 2014, 13:45

mikivr ha scritto:Attenzione al primo libro che per molti è un'ostacolo insormontabile. A me è piaciuto molto richiede solo un pò di impegno in più come tutta la saga di Erikson.


Proprio insormontabile non lo definirei, certo è che Erikson non ti facilita propriamente il compito con la sua valanga di nomi e soprattutto con le sottotrame, l'ostacolo forse più forte ad una lettura lineare.
A me il primo libro era piaciuto molto (un amico mi aveva consigliato di leggerlo almeno 2 volte per afferrare appieno la forza narrativa di Erikson. Non l'ho fatto, ma credo possa aiutare...), poi a 3/4 del secondo ho mollato.

Scrive bene, indubbiamente, ma si capisce che l'intenzione è quella di aprire mille e mille strade per arrivare (forse) a chiuderle dopo molti libri. Interessante il concetto di magia, forse la novità più eclatante del ciclo Malazan, ma non riesco più a reggere (come con Martin, mollato al decimo volume) lo spostamento continuo di azione senza che ci sia all'orizzonte un'incrocio e una possibile risoluzione delle troppe sottotrame almeno nel volume che si ha in mano.

In generale, nel fantasy, ho l'impressione che l'epoca d'oro sia tramontata e che chi come noi era davvero appassionato del genere cerchi disperatamente l'ebbrezza dei classici nelle nuove uscite, sforzandosi non poco di accontentarsi. È un'impressione personale, per carità, e lo dice uno che non legge Salvatore dall'Eredità di Drizzt di fine anni '90.
Offline kitanota
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 485
Iscritto il: 10 agosto 2011
Goblons: 0.00
Località: Venezia
Mercatino: kitanota

Messaggioda mikivr » 27 gen 2014, 0:56

kitanota ha scritto:
mikivr ha scritto:Attenzione al primo libro che per molti è un'ostacolo insormontabile. A me è piaciuto molto richiede solo un pò di impegno in più come tutta la saga di Erikson.


Proprio insormontabile non lo definirei, certo è che Erikson non ti facilita propriamente il compito con la sua valanga di nomi e soprattutto con le sottotrame, l'ostacolo forse più forte ad una lettura lineare.
A me il primo libro era piaciuto molto (un amico mi aveva consigliato di leggerlo almeno 2 volte per afferrare appieno la forza narrativa di Erikson. Non l'ho fatto, ma credo possa aiutare...), poi a 3/4 del secondo ho mollato.

Scrive bene, indubbiamente, ma si capisce che l'intenzione è quella di aprire mille e mille strade per arrivare (forse) a chiuderle dopo molti libri. Interessante il concetto di magia, forse la novità più eclatante del ciclo Malazan, ma non riesco più a reggere (come con Martin, mollato al decimo volume) lo spostamento continuo di azione senza che ci sia all'orizzonte un'incrocio e una possibile risoluzione delle troppe sottotrame almeno nel volume che si ha in mano.

In generale, nel fantasy, ho l'impressione che l'epoca d'oro sia tramontata e che chi come noi era davvero appassionato del genere cerchi disperatamente l'ebbrezza dei classici nelle nuove uscite, sforzandosi non poco di accontentarsi. È un'impressione personale, per carità, e lo dice uno che non legge Salvatore dall'Eredità di Drizzt di fine anni '90.


Erikson apre molto sottotrame è vero, ma trama la principale del libro la conclude in un volume senza usare inutili cliffhanger, negli altri invece la trama principale si amplia. Mollare il secondo libro senza sapere cosa succede alla catena dei cani è un delitto. Coltaine e Duiker sono dei personaggi indimenticabili.
Per me il primo non è insormontabile ma molti trovano difficile essere ctapultati nel mondo Malazan.
Offline mikivr
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 676
Iscritto il: 11 gennaio 2011
Goblons: 0.00
Località: verona
Mercatino: mikivr

PrecedenteProssimo

Torna a Tempo Libero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti