fattore alea

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

fattore alea

Messaggioda Macci » 15 dic 2004, 23:25

volevo sapere, possibilmente senza essere linciato per le mie affermazioni, perche' tutta quella avversione per il fattore alea nei giochi...spesso e' piu' che legittimo, in fondo non e' forse dominata dal caso la nostra vita? ogni momento e' come un tiro di dado, con tutte le possibilita' e i problemi che comporta...
non mi pare poi cosi' oltraggioso che una strategia studiata venga abbattutta da due tiri di dado...puo' succedere...

attendo pareri

il Macci
" Il lavoro mi piace, mi affascina. Starei seduto ore a guardarlo "
Offline Macci
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 17 settembre 2004
Goblons: 30.00
Località: Venezia
Mercatino: Macci

Messaggioda Lord-Kroq-Gar » 16 dic 2004, 0:34

semplice... perchè così difficilmente ci potranno essere giocatori "esperti".
e se un gioco deve essere determinato dal caso e solo da esso tantovale giocare a dadi
Sangue caldo... lo sento... andiamo Grymloq!
Offline Lord-Kroq-Gar
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 28 agosto 2004
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Lord-Kroq-Gar

Messaggioda mork » 16 dic 2004, 1:16

Perchè se ti capita spesso di vedere vanificata una buona strategia da una botta di sfiga clamorosa, dopo un po' cominci a rosicare ed a pensare che meno alea c'è più possibilità di strategia pura ci sono!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda Gwaihir » 16 dic 2004, 11:56

Avevo già espresso considerazioni simili in un altro thread.

E' vero, la vita è influenzata dal caso, e un gioco per me non deve essere qualcosa di astratto (altrimenti gioco a scacchi che è il gioco di strategia per eccellenza) ma devo potermi immedesimare, per non parlare del fatto che un gioco senza alea spesso è meno divertente(prendi Power Grid con le centrali predeterminate :-( ).

E poi la bravura di un giocatore sta anche nel fatto di adattarsi in segito ad eventi aleatori, senza per questo cadere. E nel programmare dall'inizio una strategia che tenga conto di eventueli rischi e del peso che questi possono avere.
The Eagle Goblin
Offline Gwaihir
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2925
Iscritto il: 24 marzo 2004
Goblons: 580.00
Località: Roma
Mercatino: Gwaihir

Messaggioda Favar » 16 dic 2004, 12:56

Non sono contrario al fattore alea di un gioco quando questo si sposa bene con l'ambientazione, il regolamento e la durata stessa della partita. Giocare per 2 ore a un gioco puramente casuale non è divertente, ma tirare il dado a Royal Turf e massacrare il cavallo scommesso dagli avversari può avere un senso... Anche in Memoir'44 ha un senso visto che ci sono tanti fattori che influenzano il combattimento e comunque una partita può durare al massimo 30'. Se in Puerto Rico i prezzi di vendita delle merci fossero stabiliti da un tiro di dado... beh.. sarebbe un altro gioco e probabilmente non varrebbe neppure la pena giocarci! Un gioco come Munchkin che si basa esclusivamente sulla pesca delle carte può essere divertente quando una partita dura 1 ora al massimo.. con tutte le espansioni e durata quasi infinita.. diventa noioso e basta.
Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!
Offline Favar
Monta vi' che vedi Lucca
Monta vi' che vedi Lucca

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
Game Inventor
TdG Translator
 
Messaggi: 4452
Iscritto il: 23 giugno 2003
Goblons: 3,340.00
Località: Pisa (Italy)
Utente Bgg: Favar
Facebook: Michele Mura
Twitter: MicheleMura72
Mercatino: Favar

Messaggioda genma1 » 16 dic 2004, 23:43

No luck no fun!

Ma è necessario poter avere l'impressione che se si vince la partita sia stato merito nostro, quindi la fortuna non deve prevaricare il fattore strategico.
E, molto più importante, bisogna poter credere che se si perde la partita sia stata solamente sfortuna! Quindi il fattore alea deve essere presente ;)
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)
Mercatino: genma1


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti