Girlpower: masteraggio femminile..

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda eddie » 24 feb 2005, 3:13

Jones ha scritto:Ho visto Amaryllis cimentarsi come master....

.... se sono ancora vivo vuolo dire che male non andava.... :lol: :lol:

... purtroppo ero reduce da + di 5 ore di treno e non ricordo bene tutta la seduta, mi sembra si sia lamentata un paio di volte del mio russare.... :lol: :lol:

... cmq ricordo c'era un tizio con un fare "particolarmente" altezzoso che faceva crescere l'illuminazione e poi sosteneva di essere mandato da un dio. Era interessante osservare Amaryllis trattenersi per non farlo a pezzettini solo che non ho capito se nel gioco o nella realtà....... :lol: :lol:

:twisted:


:lol: :lol: :lol:
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)
Mercatino: eddie

Messaggioda Amaryllis » 24 feb 2005, 18:27

Non svelare tutti i miei altarini! ;)
Amaryllis-Schumaryllis
Sogno d'un'ombra l'Uomo

Sono una fava!!!
Offline Amaryllis
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1205
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 10.00
Località: Mordor (Lodi)
Mercatino: Amaryllis

Messaggioda Asliaur » 24 feb 2005, 18:42

Si A&P, non è proprio facilissimo come sistema, un paio di anni fa difronte alla necessità di fare 8 pagine di scheda a mano arruolai un sicario che mi facesse la scheda al posto mio :) . Il risultato fu quello che fu ed A&P è migliorato da allora, però non è proprio semplicssimo.

D'altronde non concordo molto con alcuni concetti espressi in questo forum, del tipo "le donne sono più portate per i subplot" e "gli uomini hanno più il gusto del sangue", le trovo un pò scontate e troppo generiche, inoltre suppongo siano opera di chi non ha mai seguito una partita di rugby dal vivo (gli uomini urlano "vai, vai..." le donne "uccidere" oppure "massacro") :)

Ciascuno è portato più per una cosa o per l'altra e qualcuno per entrambe, non vi è nulla di strano o di drammatico. D'altronde i grandi romanzieri sono quasi tutti uomini, giusto per fare un esempio.
Comunque forza e coraggio a tutte le master.
Grazie e saluti,

Asliaur dell'Onda d'Argento
Offline Asliaur
Elven Spy...
Elven Spy...

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3611
Iscritto il: 15 luglio 2003
Goblons: 20.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: Asliaur

Messaggioda Galdor » 24 feb 2005, 18:56

Asliaur ha scritto:Ciascuno è portato più per una cosa o per l'altra e qualcuno per entrambe, non vi è nulla di strano o di drammatico. D'altronde i grandi romanzieri sono quasi tutti uomini, giusto per fare un esempio.

Abbastanza inesatto ;) : è vero che in passato (fino al secolo scorso) c'erano solo romanzieri maschi, ma questo perchè non si "addiceva" ad una donna un mestiere del genere... :m4d:
...tra alti e bassi e a parte casi sporadici (tipo Saffo, toh) questa emarginazione ha fatto si che le donne non potessero esprimersi!:shutup7:
Da quando però hanno potuto farlo (ed è da pochissimo :!: ) mi pare che i romanzi meglio strutturati (da un punto di vista di intrigo narrativo) siano per la maggior parte femminili... senza dimenticare i grandi nomi femminili di Hollywood nel campo della sceneggiatura. :approve:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Asliaur » 24 feb 2005, 19:06

Galdor,

non concordo molto con questa tua visione dei fatti, avevo pensato ad una possibile critica come la tua alle mie parole e rispondo Mary Shelley, Emily Bronte ed Ann Radcliffe (la scrittrice gotica più pagata della storia, almeno fino al nostro secolo). Vissute tra '700 ed '800, devo dire che prediligo loro gli scrittori uomini. E non erano nemmeno mosche bianche.
Sorry, ma, senza offesa, rimango della mia opinione.
Grazie e saluti,

Asliaur dell'Onda d'Argento
Offline Asliaur
Elven Spy...
Elven Spy...

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3611
Iscritto il: 15 luglio 2003
Goblons: 20.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: Asliaur

Messaggioda Galdor » 8 mar 2005, 21:16

Asliaur ha scritto: devo dire che prediligo loro gli scrittori uomini. E non erano nemmeno mosche bianche.

De gustibus... :verywin:

Comunque mi hai fatto esempi di scrittrici del XVIII-XIX secolo...ed anch'io -nel mio post- dicevo che da pochissimo (e i secoli da te citati li considero "da pochissimo") le donne possono cimentarsi nel campo della scrittura-letteratura: pensa -che ne so- a Plauto, Dante, Ariosto, Shakespeare, ecc... e ora pensa ad analoghi femminili! :-? Non ve ne sono. Perchè? Perchè non potevano! :cry:
Con l'Illuminismo sono state aperte le porte della letteratura anche al gentil sesso, ma è stato comunque un processo lento e difficoltoso: ora che l'uguaglianza è sacrosanta penso che le donne abbiano un senso più spiccato per l'intreccio narrativo...almeno così ho ricavato dalla mia esperienza con ragazzE-master! :laugh7:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti