Switch to full style
Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.
Rispondi al messaggio

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 11:19

linx ha scritto:Ho trovato finalmente una dimenticanza delle regole che qualche punto in più me ce l'ha sicuramente regalato (... o no?). Non facevamo distinzione fra dischetti chiari e scuri, sulla scheda personale. Quindi è possibile (non certo perché sono sempre partito con spedizioni di mucche fortissime e potrei aver piazzato già nello spazio nero) che sbloccavamo lo spazio che ti fa aumentare di uno la mano di carte in anticipo, che è nero. E come dicevo quello è un miglioramento non da poco.

il primo spazio nero è sul 10, dubito che al primo giro si possa arrivare a tanto senza sculare: l'unico modo per riuscirci al primo turno è avere 7 in mano + il numero massimo di certificati, ma anche facendolo e sbloccando il cittino nero del +1 carta in mano il turno dopo saresti senza soldi (10 -5 di upgrade -x dovuto agli stop della ferrovia che saranno almeno 4-5).
Il secondo giro è più fattibile visto che potenzialmente puoi avere 9 in mano e un certificato non è certo difficile da ottenere.

Non dividere i cittini bianchi dai neri fa giocare a tutt'altro gioco

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 11:28

Comunque, pensavo, se avesse senso l'esistenza di una strategia non da allevatore che spinge sugli edifici, avrebbe senso per coloro che la perseguissero rallentare i propri viaggi il più possibile allungando il gioco soprattutto nella terza parte della partita perché:
1) prima o poi le mucche finiscono e i mandriani altrui perdono di valore;
2) hanno più tempo per far fruttare i propri edifici, costruttori e ingegneri;
3) spesso se non hai una mandria performante (e visto che stai facendo altro...) finisci per prendere malus a fine viaggio piuttosto che bonus.
Ciò renderebbe il numero dei viaggi che stai calcolando... incalcolabile, monty_ratarsed
No?

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 11:41

Pilota ha scritto:il primo spazio nero è sul 10, dubito che al primo giro si possa arrivare a tanto senza sculare: l'unico modo per riuscirci al primo turno è avere 7 in mano + il numero massimo di certificati, ma anche facendolo e sbloccando il cittino nero del +1 carta in mano il turno dopo saresti senza soldi (10 -5 di upgrade -x dovuto agli stop della ferrovia che saranno almeno 4-5).
Il secondo giro è più fattibile visto che potenzialmente puoi avere 9 in mano e un certificato non è certo difficile da ottenere.

Non dividere i cittini bianchi dai neri fa giocare a tutt'altro gioco

Sono riuscito a far girare tutto il mazzo e con gran culo a pescare la mucca da 3 appena comprata e avevo 3 certificati. Per quello dico che potrei pure averlo messo giusto. Avevo pagato 2 stop di ferrovia e la mia locomotiva era avanzata 2 volte di 2 (saltando pure sopra ad altri giocatori). Però non mi ricordo se l'ho comprato subito. Il giro che l'ho fatto sicuramente ho fatto un giro povero di soldi saltando la costruzione o il reclutamento pur di avere il vantaggio.

Un'altro gioco però no, dai, le cose che fai sono quelle, altri chittini neri non erano importanti per ciò che abbiamo fatto e una carta in più in mano è importante ma non cambia il modo di giocare. I punti a fine gioco sì certo, perché porterebbe maggiore liquidità, in genere.

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 13:24

linx ha scritto:Ho trovato finalmente una dimenticanza delle regole che qualche punto in più me ce l'ha sicuramente regalato (... o no?). Non facevamo distinzione fra dischetti chiari e scuri, sulla scheda personale. Quindi è possibile (non certo perché sono sempre partito con spedizioni di mucche fortissime e potrei aver piazzato già nello spazio nero) che sbloccavamo lo spazio che ti fa aumentare di uno la mano di carte in anticipo, che è nero. E come dicevo quello è un miglioramento non da poco.

Alla prima partita da 140 li ho fatti pure entrambi. Come dicevo non ho idea di come la dislocazione di spazi neri potesse rallentarmi nelle scelte . Ma qualche punto l'avremo pure rubato.


Qualche? :D

Se hai fatto la strategia del vaccaro e hai subito sbloccato l'aumento di mano ne hai fatti TANTI in più

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 16:20

linx ha scritto:Sono riuscito a far girare tutto il mazzo e con gran culo a pescare la mucca da 3 appena comprata e avevo 3 certificati. Per quello dico che potrei pure averlo messo giusto. Avevo pagato 2 stop di ferrovia e la mia locomotiva era avanzata 2 volte di 2 (saltando pure sopra ad altri giocatori). Però non mi ricordo se l'ho comprato subito. Il giro che l'ho fatto sicuramente ho fatto un giro povero di soldi saltando la costruzione o il reclutamento pur di avere il vantaggio.

fare tutto questo in un unico giro all'inizio è praticamente impossibile: il mazzo si compone di 14 carte se ben ricordo (3 per colore + 5 grigie), vuol dire aver scartato più di 10 carte in un singolo giro.
1 carta verde per la costruzione, 1 carta bianca per i personaggi, 1 carta nera per le vacche, 1 coppia...aggiungiamoci pure una seconda coppia per l'edificio costruito fanno comunque 7 carte. A questo si devono aggiungere 3 certificati + l'avanzamento del treno.
Sicuramente non è successo all'inizio e dubito pure al secondo, ma direi dal 3 giro a KC in poi.
Un'altro gioco però no, dai, le cose che fai sono quelle, altri chittini neri non erano importanti per ciò che abbiamo fatto e una carta in più in mano è importante ma non cambia il modo di giocare. I punti a fine gioco sì certo, perché porterebbe maggiore liquidità, in genere.

una carta in più permette di fare un botto di punti in più,a ma sono vantaggi "a cascata", l'impatto immediato non lo senti: più soldi dal viaggio, più personaggi/vacche da poter comprare, più carte da sfruttare nei vari edifici, più cittini neri sbloccati su stazioni più lontane che danno più punti. Puoi arrivare molteplici volte all'ultima città. Il tutto in crescendo ovviamente, quindi prima parti, più vantaggi ottieni.
Poi ovvio che dipende dalla partita, ma è l'effetto a cascata a farsi sentire.
linx ha scritto:Comunque, pensavo, se avesse senso l'esistenza di una strategia non da allevatore che spinge sugli edifici, avrebbe senso per coloro che la perseguissero rallentare i propri viaggi il più possibile allungando il gioco soprattutto nella terza parte della partita perché:
1) prima o poi le mucche finiscono e i mandriani altrui perdono di valore;

da quel che ho visto ti posso dire che la strategia degli edifici è valida se la persegui sin da subito; la rottura è che all'inizio vai meno spesso a KC perchè tendi a sfruttare i poteri il più possibile anche quando magari non ti servono del tutto, poi capisci meglio quali edifici sfruttare nei vari giri e scorre meglio, ma all'inizio non è facile usarla. Ci vuole molta esperienza. Io faccio una strategia mista, sugli edifici fatico a giocare perchè sbaglio sempre qualche posizionamento
sul fatto che le mucche finiscano non ci contare più di tanto. Ci sono 2 refill nel gioco e chiunque può usare i suoi cowboy per rifillare due vacche. C'è sempre una certa disponibilità nel poterle comprare.

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 17:43

Pilota ha scritto:fare tutto questo in un unico giro all'inizio è praticamente impossibile: il mazzo si compone di 14 carte se ben ricordo (3 per colore + 5 grigie), vuol dire aver scartato più di 10 carte in un singolo giro.
1 carta verde per la costruzione, 1 carta bianca per i personaggi, 1 carta nera per le vacche, 1 coppia...aggiungiamoci pure una seconda coppia per l'edificio costruito fanno comunque 7 carte.

L'edificio che ti fa scartare la coppia che ho costruito era su una casella che ti permette di scartare una carta da 1 per avere un avanzamento del cubo e 2 soldi. E poi ti dimentichi lo scambia carte doppio fatto con l'azione base (dopo aver messo un disco nella prima stazione tramite i 2 avanzamenti di 2 ingegnieri più salto di locomotive altrui) dell'ultimo edificio prima di KC. Sono sicurissimo (perché mi sono stupito io stesso) di essere miracolosamente arrivato a pescare la carta mucca da 3 al primo giro e, se ce ne sommi un paio di altre da 2, una mucca da 1 e l'aggiunta di 2 certificati (uno dal primo spazio di avanzamento treno e uno dal bonus allo spazio del mio edificio prima descritto) a 10 di valore ci arrivi.
Non è certo una possibile strategia, visto che pescare la sola carta da 3 su quelle rimescolate richiede una botta di fortuna non indifferente... ma ci si può tentare.

So che questa cosa ha ripercussioni a cascata. Dicevo solo che non cambia il gioco. E ho giocato alla pari coi miei compari da 79 e 35 punti che applicavano le stesse regole.

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 18:11

linx ha scritto:L'edificio che ti fa scartare la coppia che ho costruito era su una casella che ti permette di scartare una carta da 1 per avere un avanzamento del cubo e 2 soldi.

ho scritto "praticamente" impossibile non "matematicamente" :grin:
diciamo che le combinazioni devono essere tutte, ma proprio tutte favorevoli, soprattutto quella appena prima del comprare la vacca dove dovresti scartare 4 carte su 4 (non si rimpingua prima di fare il passettino extra): coppia + mucca da 1 + mucca nera. Fai prima a vincere all'enalotto :rotfl:

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

6 feb 2017, 19:07

Pilota ha scritto:coppia + mucca da 1 + mucca nera. Fai prima a vincere all'enalotto :rotfl:

Mi sembra una combinazione fortunata ma non così improbabile, visto che la coppia può essere di qualsiasi colore, come pensi. Se vincere l'enalotto fosse così facile ci tenterei, te l'assicuro :)

Cmq sembra che stiamo parlando di strategia mentre in realtà stiamo solo dando impressioni (positive nel mio caso) sul gioco.

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

7 feb 2017, 19:56

ahhhhh ecco perchè. :-P
Comunque al primo giro può essere fattibile, ma moooolto difficile.
Certo è che sbloccare la mano di carte, a catena porta a fare molto di più.

comunque per i viaggi incalcolabili, non ho detto che devono essere 6 a testa, ma che matematicamente se ne fanno 18/19 in tutto (parlo del gioco in 3) e quindi a quel punto se ne fanno 6/7 a testa, se uno rallenta ne farà uno in meno, e gli altri comunque 7.

Poi bho quando ci incontriamo vediamo che ne esce fuori :rotfl:
secondo me confutiamo tutti e finiamo tutti sotto i 100 ahaha

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

10 feb 2017, 12:40

linx ha scritto:
Pilota ha scritto:coppia + mucca da 1 + mucca nera. Fai prima a vincere all'enalotto :rotfl:

Mi sembra una combinazione fortunata ma non così improbabile, visto che la coppia può essere di qualsiasi colore, come pensi. Se vincere l'enalotto fosse così facile ci tenterei, te l'assicuro :)

certo, ma a quel punto non arrivi più a 10. Per scartare tutto il mazzo e pescare quella da 3 dovresti o scartare tutte quelle da 1 (quindi in quel caso dovresti avere la mano 1 nera + 3 grigie) oppure scartare una coppia di colore, ma se scarti la coppia di colore non avrai quel colore quando arrivare a KC (mucca singola per uno dei 3 edifici neutrali + coppia di colore). dovresti far girare il mazzo in maniera molto molto veloce e per poterlo fare devi sfruttare ogni potere di scartare. Per questo è praticamente impossibile da perseguire. Se capita è "per caso" non puoi farci affidamento come apertura

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

10 feb 2017, 14:35

Ma infatti mica la consigliavo come tattica. Solo dicevo che mi è successo.
Trovo comunque sia più difficile pescare l'unica carta da 3 sul mazzo rimescolato che quella combo.
Stasera vedrò finalmente quanti punti riesco a portare a casa senza cannare particolari a favore o sfavore... sperem.

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

12 feb 2017, 18:37

Provato venerdì coi dischetti bianchi messi solo in posti bianchi. Sempre punteggi molto alti.
C'è chi lo preferiva senza quella restrizione. La possibilità di avere una carte in più in mano è molto forte e il non riuscire a calarla per pescate sfavorevoli fino al terzo o, addirittura, come è successo a Roberto che si è trovato le sue mucche da 3 tutte in fondo al mazzo quando l'ha rimescolato, è parso troppo pesante.
A parer mio anche se si fosse potuto calarlo subito il giocatore in questione si sarebbe ucciso lo stesso la partita per mancanza di soldi, ma capisco la lamentela dei meno fortunati.

Più che altro mi chiedo quanto la pesca sfortunata possa influire sul gioco. Anche il pescare le carte da 3 in su ad inizio giro, a parte darti sicurezza per la spedizione, un po' ti castra economicamente potendo raccogliere pochi soldi (mica ti butti le carte forti per cercare quelle che vengono richieste per la vendita!)

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

13 feb 2017, 0:12

linx ha scritto:Provato venerdì coi dischetti bianchi messi solo in posti bianchi. Sempre punteggi molto alti.
C'è chi lo preferiva senza quella restrizione. La possibilità di avere una carte in più in mano è molto forte e il non riuscire a calarla per pescate sfavorevoli fino al terzo o, addirittura, come è successo a Roberto che si è trovato le sue mucche da 3 tutte in fondo al mazzo quando l'ha rimescolato, è parso troppo pesante.
A parer mio anche se si fosse potuto calarlo subito il giocatore in questione si sarebbe ucciso lo stesso la partita per mancanza di soldi, ma capisco la lamentela dei meno fortunati.

Più che altro mi chiedo quanto la pesca sfortunata possa influire sul gioco. Anche il pescare le carte da 3 in su ad inizio giro, a parte darti sicurezza per la spedizione, un po' ti castra economicamente potendo raccogliere pochi soldi (mica ti butti le carte forti per cercare quelle che vengono richieste per la vendita!)



ma che punteggi avete fatto comunque??
però non dipende da pescate sfortunate liberare i bianchi secondo me, ma da come cerchi di ciclare il mazzo durante i viaggi. (ovvio una parte di "sfortuna" ci può essere)

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

13 feb 2017, 11:43

111 l'ultimo. 123 il secondo e io 150. Però mi puoi defalcare (per eccesso 14 punti) perché ho usato le carte obiettivo che ti fanno avanzare di 3 per fare anche l'azione con l'edificio dove arrivavo, visto che avevano lo stesso simbolo sugli edifici che fa fare quello. Levando le 2 ultime azioni (fra cui la consegna finale con mandria a valore 25 che se giocavo con coscienza avrei fatto comunque anche con quelle 2 azioni in meno)avrei fatto 14 punti (9 di consegna e 5 di soldi).

Quindi puoi considerarlo un 136. Se vuoi ho pure le foto del segnapunti e della plancia a fine gioco. 7 viaggi. Consegna sul 10 già al secondo turno (primo sul 4 risparmiando certificati).
Fra l'altro ci siamo dimenticati che al costo di un vaccaro si potevano aggiungere 2 mucche al mercato. Cosa che qualche punto in più ce l'avrebbe portato (soprattutto al secondo che se l'è trovato vuoto quando aveva i soldi).

Re: [IMPRESSIONI] Great Western Trail

13 feb 2017, 12:08

monty_ratarsed ha scritto:però non dipende da pescate sfortunate liberare i bianchi secondo me, ma da come cerchi di ciclare il mazzo durante i viaggi. (ovvio una parte di "sfortuna" ci può essere)

Io cerco sempre di ciclare più carte possibili. Però avere le carte sbagliate in mano ti impedisce di farlo.
Venerdì avevamo il reclutamento e il mercato delle mucche come primi 2 edifici: se partivi senza le carte dei colori richiesti da quegli edifici erano 2 carte in meno che scartavi e soldi che perdevi. E non potevi farci niente. Puoi pianificare di trovarti con le carte giuste alla fine del viaggio, più o meno, ma lo scartare più o meno carte invece spesso dipende dalla fortuna.
E se tu scarti meno carte avrai meno possibilità al secondo giro di pescare la mucca da 3 che hai inserito nel mazzo. E se non la peschi il dischetto nero sul 10 non lo metti sicuro. E una carta in più in mano pesa, per chi ci riesce.
E non credo che il gioco preveda sistemi per alleggerire il peso della sfortuna su colui che l'ha subita.
Ciò non inficia il mio giudizio sul gioco (perché non mi deprimo se perdo per sfortuna: mi basta sapere di aver fatto il tutto al meglio per essere soddisfatto) ma... magari influenza quello altrui.
Rispondi al messaggio