I nuovi giocatori

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda mork » 24 ott 2005, 2:10

Una volta che riunisci un gruppo di gente attorno al tavolo (tralascio tutto il resto tipo "non è meglio andare al cinema, o similia) noto che i maggiori problemi riscontrati sono:

1) standardizzazione qualuneu gioco stai spiegando, la prima domanda è sempre "ma è tipo monopoli o risiko?!?", e questo la dice lunga sul livello di conoscenza dei babbani.
2) capacità di ascolto una volta che gli stessi hanno capito che non si tratta di uno dei due succitati giochi, segue lo sconforto e pensano tu stia coinvolgendoli in un gioco finnico con le regole in ostrogoto-antico.
3) svolgimento del gioco non avendo termini di paragone, avendo eliminato le meccaniche del monopoli e risiko all'inizio lo sconforto regna sovrano. Frasi del tipo "questo gioco non fa per me" oppure "è troppo complicato" cominciano a circolare e rischiano di interrompere la partita.

Superati questi scogli è quasi sempre in discesa....
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda Galdor » 24 ott 2005, 13:03

Secondo me il fattore "Vergogna del Neofita" è uno dei più rilevanti, mentre il fattore "Ma giocate ancora a quelle cose lì" non è mai venuto fuori nella mia esperienza.. ;)
Forse perchè i miei gruppi ludici (di ruolo e non) sono tutti formati da persone che godono di una certa stima sociale (ingegneri, medici, giuristi..), per cui i babbani pensano sempre "se uno come lui gioca a queste cose vuol dire che queste cose non sono proprio da bambini"! 8-O
Il problema è che subentra sempre l'altro fattore complementare e pensano "Urka, queste sono cose davvero compicate, da intellettualoni, se gioco faccio una bella figura di cacca :-? " e declinano spesso l'invito a giocare limitandosi ad assistere alla partita...per fortuna poi vengono coinvolti e alla seconda partita sono dei nostri!! :twisted:

blerpa ha scritto:o, rispetto ai gdr, in specialmodo quando masterizzo, non voglio giocatori al tavolo che non scelgo io e che non hanno mai giocato.
Anzi, fosse per me, molti che giocano di ruolo non li farei giocare... Har Har Har

Ritornando al discorso in sé, non è elitismo, ma preferisco scegliere con cura, e manovrare nell'ombra per far scegliere (sò peggio de mandrake), le persone con cui giocare, visto anche quello che poi accade con certa gente al tavolo di cui si parla in altri roventi topic di questo forum.

Questo è un atteggiamento che assolutamente NON condivido: una selezione (specialmente se fatta a priori) è un discrimine che non sopporto. Il mio tavolo da gioco (di ruolo e non) è sempre stato -da 20 anni- aperto a tutti: sta al master (o al giocatore) bravo ed esperto gestire giocatori che differiscono dal suo modo di giocare. Selezionarli è sicuramente una via facile da percorrere, ma non mi pare la più etica.. :roll:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Re: I nuovi giocatori

Messaggioda Necros » 24 ott 2005, 20:36

MadeR ha scritto:Quali sono i maggiori ostacoli / critiche che notate o affrontate quando proponete un gioco da tavolo a non giocatori?

Personalmente sono tre i problemi che ho riscontrato più frequentemente:

vergogna: molti si vergognano di giocare perché lo vedono come un qualcosa da bambini sia come difficoltà sia come tipo di attività sia come immagine che poi si fanno 'le altre persone' («ma come hai 30 anni e ancora giochi con i giochi da tavolo?», «ma figurati se a qualcuno degli invitati può interessare... al massimo si esce o si resta a parlare del nulla»)

pregiudizio/disinformazione: spesso il gioco da tavolo è identificato o con Brivido/Cluedo/Risiko/Monopoly (o altri giochi 'vecchi' e, per me, poco divertenti) o con party game tipo trivial, tabù ecc oppure come qualcosa di antico e superato

(soprattutto con adulti non giocatori): competitività sfrenata che tende a creare tensione più che divertimento attorno al tavolo (non parliamo poi se proponi uno shadows over camelot o un terra... è automatico che vincerà il gioco :lol: 8-O )

i vostri pareri e pensieri?


Personamlente non mi faccio troppi problemi: io propongo, loro bocciano, io criticano, loro ammoniscono, io-cocciuto-, lora bannano.

no scherzo! Le propste anche se da certi punti di vista sono futili, rimangono sempre libera esperssione di pensiero e di parola e come tali sono sacrosante, si può trovare ovviamnete chi non è d'accordo, ma sicuramente devono essere rispettate: se ciò non accade, fateglielo notare! ;)
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda Blerpa » 25 ott 2005, 1:46

Galdor ha scritto:
blerpa ha scritto:o, rispetto ai gdr, in specialmodo quando masterizzo, non voglio giocatori al tavolo che non scelgo io e che non hanno mai giocato.
Anzi, fosse per me, molti che giocano di ruolo non li farei giocare... Har Har Har

Ritornando al discorso in sé, non è elitismo, ma preferisco scegliere con cura, e manovrare nell'ombra per far scegliere (sò peggio de mandrake), le persone con cui giocare, visto anche quello che poi accade con certa gente al tavolo di cui si parla in altri roventi topic di questo forum.

Questo è un atteggiamento che assolutamente NON condivido: una selezione (specialmente se fatta a priori) è un discrimine che non sopporto. Il mio tavolo da gioco (di ruolo e non) è sempre stato -da 20 anni- aperto a tutti: sta al master (o al giocatore) bravo ed esperto gestire giocatori che differiscono dal suo modo di giocare. Selezionarli è sicuramente una via facile da percorrere, ma non mi pare la più etica.. :roll:


Etica?
Che c'entra l'etica?

Mica quando uno ha degli amici segue un'etica particolare... capita di aver amici del cuore con cui si hanno idee politiche/religiose/morali completamente diverse.

Così quando si gioca.

Al mio tavolo (se faccio il master) ci sta solo chi riesce a giocare un minimo decentemente e che non è un/a idiota.

Sinceramente, visto che qui si gioca poco e sembra che sia uno dei pochissimi del giro cittadino che propone e si offre di masterizzare, troppe persone vorrebbero giocare... e io preferisco a quel punto dare la possibilità di giocare a chi se la cava un pò, non a chi non fa altro che sparare battute e doppi sensi una dopo l'altra (e gli altri giocatori, specialmente se non amici loro fuori dal gioco, si incacchiano) e il massimo dell'interpretazione che riescono a fare è (ti giuro) "Il mio personaggio gli dice che lo stima e che lo proteggerà" oppure "E' mio! E' mio! C'ho i bonus speciali contro i maghi!".

Quando faccio il giocatore mi va benissimo qualsiasi persona (o quasi), ma in tutta onestà non faccio niente di male se voglio dare le possibilità solo a quelli che se la cavano meglio quando organizzo io.

Nel mio attuale gruppo uno dei giocatori non sopporta il master per gravi casini che sono successi in passato e gioca (anch'io sono giocatore) solo perchè non c'è nessun altro che masterizza al momento.
In più lui non vuole avere niente a che fare con il master al di fuori del tavolo da gioco, al punto che io sono il punto di riferimento organizzativo del gruppo e nel suo caso non vuole assolutamente nemmeno sapere i numeri di telefono del master, in caso bisognasse contattarlo.
Figurati, dopo 1 mese e mezzo di gioco, saputo che io vado via a Bologna, per la prima volta giovedì scorso si sono scambiati i numeri di telefono tutti i giocatori e il master... 5 persone che ogni mercoledì/giovedì pomeriggio telefonavano a me o dovevo telefonare *io* per confermare/disdire la sessione settimanale.

Ecco, io, una persona del genere come quel giocatore, fossi master, non la farei giocare con me (E fossi stato nel giocatore in questione non avrei mai considerato l'idea di giocare con una persona che non stimo - patetico).
Peccato che il master attuale non abbia compreso l'astio e la ridicola posizione del giocatore di cui prima.

Si gioca per divertirsi e anche per cercare di giocar bene.
Divertirsi e giocare "male" (soggettivo, certo) può andare bene 1 o 2 volte, ma sempre NO.

Comunque non seleziono "a priori"... o meglio: vedo come giocano con altre persone e decido chi invitare al mio tavolo anche parlandone con gli altri giocatori... visto che spesso sono poi proprio i vari giocatori interpellati che magari dicono "Ti prego, tizio no che è insopportabile e/o fa veramente cagare...".
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa
Mercatino: Blerpa

Messaggioda Galdor » 25 ott 2005, 3:41

Capisco e condivido (in buona parte) l'ultimo post di blerpa...non avevo invece capito il penultimo (mea culpa). :-?
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Bellalex » 25 ott 2005, 5:52

Pensate anche ai poveri wargamisti quando cercano avversari, non solo tra i non giocatori ma fra gli stessi giocatori d'altri giochi (di ruolo, di società...)
Mi trovo tutte le settimane con amici a giocare, giochi peraltro molto belli tipo Age of Renaissance, 1830, Paths of Glory per citarne solo tre fra le dozzine; ma ormai da una vita non provo più il piacere di un bel gioco ad esagoni...sigh!
Ah, la grama vita del wargamer (almeno in Italia...)

Una lacrimuccia in memoria dell' unica volta che giocai Civil War della VG...
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza
Mercatino: Bellalex

Messaggioda Necros » 25 ott 2005, 20:45

ma , io non la metterei su questo piano così drammatico!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda polloviparo » 29 nov 2005, 18:43

Penso che le risposte fornite fino a questo momento, abbiano centrato a pieno il quesito posto.
Non condivido pienamente "la vergogna", ma concordo per quanto riguarda la "non conoscenza" di un mondo a molti estraneo e la difficoltà di approccio ai regolamenti.

D'altronde c'è da pensare e purtroppo viviamo un momento di profondo vuoto culturale, dove reality regnano sovrani.
Così, per alcuni, è più facile "svaccarsi" su un divano e guardare trasmissioni che comportano un impegno mentale prossimo allo zero (preferisco non fare nomi, ma provate ad accendere la TV alla domenica) piuttosto che sedersi attorno ad un tavolo, socializzare e ragionare.
Offline polloviparo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 21 settembre 2005
Goblons: 280.00
Località: Forlì
Mercatino: polloviparo

Messaggioda Necros » 29 nov 2005, 21:30

o volendo anche di fronte ad un buon libro oppure anche socializzare fuori dall'ambito ludico!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite