Ieri ho giocato a... wargames!

Per gli appassionati di esagoni ma non solo!

Moderatori: stec74, manstein, Umb67

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 19 nov 2017, 0:56

Ciao a tutti! Il quinto giorno di guerra inizia nell’estate 1916, decimo turno.
Come giocatore CP, mi trovo oramai a combattere su tutti i fronti e lontano 14 punti dalla vittoria automatica, mentre Nadia è solo a sei e può contare su tre punti sicuri dell’evento blocco.
Per fortuna, Nadia stessa mi darà una grossa mano: confondendo la linea di un’insenatura per una linea di collegamento, si autoconvince che Konigsberg e Memel siano collegate e sposta due armate nella prima città: facile per me metterle OOS da Danzica.
Immagine
Cavallerescamente offro a Nadia di rifare la mossa ma la mia dolce metà non vuole. A questo punto tenterà di salvarle avvicinando un’armata ma le armate tedesche si dispongono a barriera, così rinuncia ed attacca in Francia, da Nancy e Verdun contro Metz ma senza risultato (7 loss pari).
A fine turno gioco l’evento Zeppelin al solo scopo di portare il mio coinvolgimento in guerra a 11, entrerò nel prossimo in TW!
Immagine
Fine turno 10, le due armate russe sono OSS e sono eliminate definitivamente. Un durissimo colpo per AP!
Immagine
Immagine
Immagine
Inizia il turno 11, siamo nell’autunno 1916.
Come vedete, i tedeschi sono molto forti nel Baltico e pronti ad avanzare ancora per puntare ai VP russi di Vilma e Riga.
Immagine
Intanto Nadia gioca l’evento Salonicco
Immagine
In Italia, tento con tedeschi e germanici di sfondare il fronte alpino ma senza successo. Tuttavia, una mossa di aggiramento dell’armata AH in Villach trova un buco arrivando a Venezia e mettendo OOS l’armata italiana in Udine. L’armata italiana in Verona, essendo ridotta, è troppo debole per salvare i compagni d’armi... altro colpo duro per il giocatore alleato! Che sconsolato, aveva poco prima tentato un’offerta di pace: non accetto, ma perdo un punto vittoria per il tiro del dado.
Situazione a fine turno 11
Immagine
Ho recuperato due punti ed ho accumulato i 3 VP russi per giocare l’evento Lo Zar prende il comando.
Immagine
Situazione sui vari fronti: occidentale, italiano, balcanico, baltico
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Italia e Baltico sono teatri promettenti... anche stasera si gioca, stay tuned!
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Master_Alex » 19 nov 2017, 3:06

I token sono proprio quelli tipici dei wargame ex and counters... mi sta appassionando questo diario di guerra ;) dateci dentro...

che coppietta! <3
Alessandro "Master_Alex"
Fondatore e Membro del Consiglio di Gestione del Gruppo GdT Roma Players

E-Mail: info@gdtromaplayers.it
Pagina FB: https://www.facebook.com/GdTRomaPlayers/
Offline Master_Alex
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: 10 novembre 2016
Goblons: 100.00
Località: Roma
Board Game Arena: Master Alex
Mercatino: Master_Alex
Jinteki user

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 19 nov 2017, 21:39

Ciao a tutti! Il sesto giorno di guerra inizia nell’inverno 1917.
Nella prima partita di prova, anch’essa un’intera campagna, negli ultimi turni, in vantaggio di 5 punti, ero convinto di avere ormai vinto, visto che in Italia ero arrivato alle porte di Roma, in Russia le mie armate scorrazzavano liberamente... invece si è conclusa per un soffio con un pareggio, un punto ancora e Nadia AP avrebbe vinto... La lezione è stata chiara, questa è la prima guerra mondiale, niente blitzkrieg, occorre operare metodicamente e consolidare le conquiste prima di fare il passo successivo.
E così, anche se alla fine del post precedente avevo parlato di Baltico e Italia come teatro delle mie future mosse, mi sono dedicato solo a movimenti di aggiustamento. E lo stesso ha fatto Nadia. Nel dettaglio, gli alleati spostano tre armate russe distribuendole tra Riga e Dvinsk, io rispondo spostando le due armate GE da Grodno a Vilma e Szawli: le armate si fronteggiano minacciosamente...
Poi Nadia sposta due armate francesi in Italia per impedirne il crollo. Anche a seguito di trinceramenti da entrambe le parti, il fronte si congela e l’attenzione si sposta altrove... nel frattempo io sposto un’armata tedesca da Essen fino a Cluj con un corpo GE a copertura di Miskolez per evitare OOS: scopo, ripulire Romania e Bulgaria dai corpi rumeni e dalle due armate russe in Bucarest, e poi chiudere il conto con Salonicco. Le due armate AH sono troppo deboli per fare il lavoro da sole.
Situazione alla fine del turno 12
Immagine
Il turno 13 – primavera 1917 – si rivelerà più combattuto. Anzitutto attacco ed occupo Ploesti, mettendo due corpi rumeni in OSS a Kronstadt. Nadia risponde giocando l’evento Yudenich (quindi entra in campo l’armata russa CAU nella mappa NE, esattamente a Kars) e sferrando un attacco generale tra sud balcani e vicino oriente
Immagine
Immagine
Gli attacchi hanno successo, i corpi rumeni sono salvati dall’aggiramento, l’armata Yudenich occupa Erzerum ma per ora non mi preoccupa non essendo adeguatamente supportata per ulteriori avanzate, i turchi devono sgombrare Kavalla a nord di Salonicco. Comunque poco dopo attacco i due corpi rumeni in Kronstadt disfacendone uno e obbligando l’altro ad una precipitosa ritirata di due caselle.
Nadia ora sposta l’attenzione sul fronte occidentale e decide di attaccare Liegi partendo da Sedan e Bruxelles con un attacco multinazionale franco – britannico.
Immagine
Ma la battaglia si risolve in uno scacco: 5 loss a 7 a mio favore, Nadia sfoga la propria rabbia contro il dado che non ne vuole sapere di regalare un 6...
Immagine
Nel baltico, passo all’attacco di Riga e Dvinsk:
Immagine
l’assalto alla prima si conclude con un nulla di fatto, invece la seconda viene occupata permettendomi di circondare Riga anche da sud.
Situazione alla fine del turno 13
Immagine
Nadia è sempre in vantaggio ed è finalmente entrata in TW
Immagine
Situazione sui vari fronti: occidentale, italiano, balcanico, mediorientale e
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Baltico, il più interessante per me... e le mie armate germaniche sono tutte a piena forza e senza perdite
Immagine
Anche stasera si gioca, stay tuned!
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Master_Alex » 20 nov 2017, 3:13

Ma poi una foto dei due contendenti la fate, si? XD ormai è diventata una sfida appassionante :D
Alessandro "Master_Alex"
Fondatore e Membro del Consiglio di Gestione del Gruppo GdT Roma Players

E-Mail: info@gdtromaplayers.it
Pagina FB: https://www.facebook.com/GdTRomaPlayers/
Offline Master_Alex
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: 10 novembre 2016
Goblons: 100.00
Località: Roma
Board Game Arena: Master Alex
Mercatino: Master_Alex
Jinteki user

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Gaspatcho » 20 nov 2017, 19:46

Siete riusciti a rendere interessante anche una pallosissima guerra di trincea!

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Immagine
Offline Gaspatcho
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2644
Iscritto il: 13 settembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Senigallia
Utente Bgg: gapsxever
Yucata: Gaspa
Facebook: Francesco Gasparetti
Mercatino: Gaspatcho
Io gioco col blu Io amo Feld Ventennale Goblin

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 20 nov 2017, 23:27

Ciao a tutti! Il settimo giorno la guerra non riposa ma entra nell’estate 1917.
L’armata tedesca in Carte de Arges e le due armate AH in Caracal tentano rispettivamente di sloggiare le armate russe in Ploesti e Bucarest, ma il risultato è un generale logoramento, anche se Ploesti è momentaneamente abbandonata dal nemico.
Immagine
Lo stesso dicasi per il secondo tentativo di occupare Riga.
Immagine
Nadia gioca l’evento Grecia ed un altro nemico si aggiunge agli alleati, la zona dei Balcani del sud è ora molto affollata e costituisce un pericolo per bulgari e turchi: non è che AP tenterà un colpo di mano su Costantinopoli ponendo l’intero Medioriente OOS?
Immagine
Intanto, Nadia sferra l’ennesimo attacco conto Liegi (storicamente ci siamo, l’estate 1917 vede la terza battaglia di Ypres iniziata dai britannici di Haig), ma nonostante l’uso di CC
Immagine
il risultato del dado favorisce le forze CP. Segue sfogo di Nadia contro i dadi traditori, i tedeschi infami ed il sottoscritto che le mette sempre i bastoni tra le ruote con qualche carta
Immagine
Situazione alla fine del turno 14
Immagine
Inizia il turno 15, autunno 1917 (la stagione di Caporetto e della caduta di Riga)!
Nadia rioccupa Ploesti, io continuo un movimento a lungo raggio iniziato nel turno precedente, ovvero portare 1 armata e un corpo AH da Budapest fino alle porte di Salonicco, insieme ad un’armata tedesca partita da Breslau: obiettivo, contenere il fronte greco per evitare micidiali puntate su Costantinopoli.
Intanto, riprovo, come il turno precedente, a conquistare Ploesti, Bucarest e Riga, ma solo quest’ultima è finalmente posta sotto assedio.
Immagine
Nadia attacca in Italia da Verona e Bologna contro le armate AH in Venezia che pur non trincerate, reggono l’urto!
Immagine
Cosicché sarà poi l’armata GE a Torino a dare una spallata agli Alleati facendoli sloggiare da Torino. Nadia risponde spostando un’armata da Londra fino al confine italiano per l’ennesimo supporto al malconcio alleato. Poi fa entrare in campo l’armata francese d’oriente in Salonicco,
Immagine
io rispondo con la creazione dell’armata turca Yildirim a Costantinopoli.
Il fronte sud balcanico è ormai caldissimo! I britannici occupano Sofia, i bulgari perdono dunque la loro capitale e la possibilità di fare SR o ricevere rimpiazzi; io rispondo distruggendo il corpo francese in Monastir e accerchiando Salonicco e l’armata francese d’oriente da due lati. Con tale pressione, difficilmente AP tenterà di spingersi su Costantinopoli.
Situazione alla fine dell’autunno 1917.
Immagine
Siamo in pareggio perfetto, 10 pari.
Immagine
Situazione sui vari fronti: occidentale, italiano, balcanico, mediorientale e baltico
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Con lo spirare del turno 15, tre quarti dei turni sono stati giocati, ne mancano solo cinque alla fine e quindi con il mio stato maggiore ci mettiamo attorno al tavolo per esaminare la mappa e fare il punto della situazione.
Difficilmente riuscirò a giocare l’evento Brest-Litovsk, cosicché la vittoria CP alla fine del turno 20 richiederà la presenza del marcatore VP almeno sulla casella 13: tenuto conto che Nadia ha ancora due punti assicurati dall’evento blocco, devo guadagnare almeno altri 5 punti vittoria, meglio sette per evitare sorprese dalle carte che devono essere ancora giocate e da colpi di mano dell’ultimo round dell’ultimo turno (come è successo nella partita precedente).
Sul fronte occidentale un’armata GE è di riserva a Essen, le altre sono a piena forza e trincerate, non ci dovrebbero essere sorprese ma anche per noi CP è difficile pensare ad uno sfondamento.
E allora dove prendere i sette punti? Guardiamo il fronte orientale... Riga è assediata e sarà conquistata, un’armata GE sta avanzando su Kiev e con i corpi GE e AH in Cracovia e Varsavia, si potrebbe riconquistare Lemberg e Czernowitz senza tema di colpi di mano. Sono 4 punti. Più a sud, si dovrebbe conquistare finalmente Ploesti e Bucarest e poi riprendere Sofia, e sono altri 3 punti vittoria.
Con un bottino di sette punti, si dovrà chiudere il conto nei Balcani conquistando Salonicco, lasciando tre armate AH/GE e qualche corpo a presidiare i punti chiave degli immensi spazi russi per evitare improbabili ritorni, e spostare le restanti forze sul fronte italiano per tentare di accaparrarsi altri 4 punti: Milano, Genova, Bologna e Firenze sono lì, forse non è impossibile accarezzare il sogno della vittoria automatica!
Anche stasera si gioca, stay tuned!
Ultima modifica di Naftalino il 21 nov 2017, 19:46, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Arkimede » 20 nov 2017, 23:38

Davvero un AAR (after action report) interessante e, soprattutto, coinvolgente. Ti faccio i complimenti! Devo confessare che, una volta terminata la lettura del report, non vedo l'ora di immergermi nel successivo. Continua così...
Offline Arkimede
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 novembre 2016
Goblons: 0.00
Mercatino: Arkimede

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 21 nov 2017, 8:46

Arkimede ha scritto:Davvero un AAR (after action report) interessante e, soprattutto, coinvolgente. Ti faccio i complimenti! Devo confessare che, una volta terminata la lettura del report, non vedo l'ora di immergermi nel successivo. Continua così...

Grazie! Paths of Glory è bellissimo ed avvincente, rende fin troppo bene le dinamiche della prima guerra mondiale con le sue battaglie di logoramento ma l'impegno mentale che richiede sta logorando anche noi dopo oltre nove ore di gioco... :asd: Speriamo che la guerra finisca presto per goderci il meritato riposo!
E come vi racconterò stasera, ieri ho dovuto fronteggiare una grave crisi...
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Mik » 21 nov 2017, 11:00

Confermo. Capisco un quarto di quel che scrivi non conoscendo il gioco, ma mi riesci comunque ad appassionare.

Poi ho un debole per quello che hanno la moglie che li accompagna appassionata in queste avventure :cuore:
Offline Mik
Super Goblin
Super Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 19368
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik
Sono stato alla Gobcon 2018

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda aringarosa » 21 nov 2017, 20:52

Naftalino ha scritto:Paths of Glory è bellissimo ed avvincente, rende fin troppo bene le dinamiche della prima guerra mondiale con le sue battaglie di logoramento ma l'impegno mentale che richiede sta logorando anche noi dopo oltre nove ore di gioco... :asd: Speriamo che la guerra finisca presto per goderci il meritato riposo!
E come vi racconterò stasera, ieri ho dovuto fronteggiare una grave crisi...


io non vedo l'ora di un giudizio articolato sul gioco di entrambi ...
cmq credo che un impegno, anche lungo, era un requisito molto ben accetto ...

bravi davvero ;)
Offline aringarosa
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1890
Iscritto il: 13 settembre 2005
Goblons: 400.00
Località: Noicattaro (BA)
Mercatino: aringarosa

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 22 nov 2017, 0:14

aringarosa ha scritto:bravi davvero ;)

Ciao Aringarosa, grazie mille!
aringarosa ha scritto:credo che un impegno, anche lungo, era un requisito molto ben accetto

Indubbiamente è stato messo in conto al momento dell'acquisto e ci siamo impegnati per imparare il regolamento e giocare, e credo che il mio report lo testimoni!
E penso di aver dimostrato che anche un "nabbo" (come sono stato definito su questo forum quando ho detto di aver acquistato Paths of Glory) può giocare un wargame complesso come PoG senza "sopravvalutarsi" (visto che "i nabbi nel mondo dei wargames si sopravvalutano SEMPRE" cit.)
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 22 nov 2017, 0:24

Ciao a tutti! L’ottavo giorno di guerra inizia nell’inverno 1918 (turno 16).
Si parte con eventi: io gioco Flotta in mare aperto per guadagnare un punto vittoria
Immagine
Nadia risponde con Forze aeree indipendenti annullando l’evento Rathenau ed il punto rimpiazzo supplementare GE.
Immagine
Forte del piano di guerra elaborato alla fine del post precedente, utilizzo 4 punti operazione per iniziare la conquista dei punti vittoria mancanti: Riga è conquistata, un’armata tedesca si sposta da Szawli verso sud per ripulire il tabellone delle fortezze russe ancora attive e per evitare che i corpi russi a Lemberg e Lutsk possano manovrare per tentare qualche colpo di OOS.
OOS che invece riesce a me conquistando Salonicco e ponendo gli Alleati fuori rifornimento! Evviva, Costantinopoli è salva e Sofia liberata con il suo PV!
Immagine
Tuttavia, le restanti carte sono CC da due punti, quindi mi ritrovo a non poter giocare punti rimpiazzo mentre Nadia sferra attacchi contro Liegi (respinto come sempre) e in Italia, dove invece l’effetto del colpo di maglio è devastante sugli AH in Venezia.
Immagine
Sullo slancio, attaccherà poi anche Udine eliminando l’armata AH ed aprendo un pericoloso varco attraverso Trieste, per questo l’armata tedesca di riserva ad Essen comincia la propria marcia verso le Alpi... nel frattempo, conquisto Ploesti, obbligo i russi a ritirarsi da Bucarest, distruggo due fortezze zariste a nord.
Situazione alla fine del turno 16, sono in vantaggio di due punti nonostante non aver realizzato l’attacco obbligatorio.
Immagine
Senza punti rimpiazzo, sarà un po’ dura nel prossimo turno, gli AH sono sul punto di crollare in Italia, ora è lì la mia priorità.
Immagine
Inizia il turno 17, primavera 1918
Come detto, occorre puntellare il fronte italiano visto il crollo AH, e ci riesco facendo arrivare dall’est un’armata GE insieme a quella calata da Essen: insieme, chiudono i varchi trincerati di Villach e Trieste.
Immagine
Nel frattempo, le grandi manovre in oriente mettono OOS un corpo zarista
Immagine
Ma la risposta alleata è micidiale: i russi mettono in moto il fronte del Medioriente, colpevolmente da me sottovalutato!
Nadia avanza con l’armata CAU ed un corpo mettendo OOS due corpi ottomani e così perdo due punti vittoria...
Immagine
Non sapendo che pesci pigliare (in altri termini, non conoscendo le carte ancora in gioco ed i loro effetti), mi gioco l’evento “H-L prendono il comando” che abilita il gioco di molte altre carte e
Immagine
alza di due punti il livello combinato di guerra: avendo già giocato in questo stesso turno l’evento “Lo Zar prende il comando”, ed essendo la somma dei VP russi e del livello combinato uguale a 33, potrò giocare l’evento La caduta dello Zar se mai uscirà...
Situazione a fine turno 17
Immagine
Sono ancora in vantaggio, ma se il gioco finisse adesso, sarebbe pareggio, altro che vittoria!
Immagine
Situazione terribile in Medioriente, praticamente ho perso Persia ed Arabia: devo inventarmi qualcosa per tenere in piedi i turchi!
Immagine
E nel baltico, ora ci sono tre armate russe in attesa di colpire appena abbasserò la guardia...
Immagine
La vittoria che sembrava sicura, ora è di nuovo incerta! Sappiamo bene che conoscere le regole non significa conoscere il gioco... Troppo sicuro del successo, ho sottovalutato il fronte mediorientale, ed anche in Russia, ho pensato che oramai bastassero poche truppe per controllare tutto, e non ho tenuto conto che il giocatore AP in TW ha carte rimpiazzo potenti in grado di riportare sotto i russi attingendo alle immense riserve del paese (come nella realtà storica, questo gioco è veramente aderente in tutti gli aspetti, pazzesco!).
Prevedo un finale drammatico... per me
Anche stasera si gioca, stay tuned!
Ultima modifica di Naftalino il 22 nov 2017, 20:04, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 22 nov 2017, 0:27

Mik ha scritto:Confermo. Capisco un quarto di quel che scrivi non conoscendo il gioco, ma mi riesci comunque ad appassionare.
Poi ho un debole per quello che hanno la moglie che li accompagna appassionata in queste avventure :cuore:

Ciao Mik, grazie mille! Non pensavo all'inizio di scrivere un report così lungo, ma devo dire che il gioco è avvincente non solo da giocare ma anche da narrare e mi sono fatto prendere la mano. Mi sembra di scrivere un libro di storia e certe volte, quando guardo mia moglie assorta a studiare la mappa, potrebbe anche essere un generale dello stato maggiore tanto vi è intenta... E poi, scrivere mi aiuta a riflettere su quello che ho fatto e quello che dovrò fare.
Mi spiace che non tutto sia chiaro: scrivendo nella sezione wargames e rivolgendomi dunque a degli specialisti, ho dato per scontato che i fruitori del forum conoscessero il gioco o capissero al volo il significato di certi acronimi e non sono stato dettagliato, così alcuni passaggi possono risultare oscuri: non sempre a quanto raccontato corrisponde una foto di dettaglio pubblicata, infatti ho postato solo alcune delle foto scattate, le altre mi sono servite come promemoria per ricordare quello che è successo, e dopo sono state cestinate. Per gli ultimi turni cercherò di essere più dettaglaito, oramai siamo agli sgoccioli...
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda Naftalino » 22 nov 2017, 22:16

Ciao a tutti! Il nono giorno di guerra inizia nell’estate 1918 (turno 18).
Gli eventi si svolgeranno quasi esclusivamente in Medioriente, dove la crisi incombe minacciosa sui turchi.
Nadia, forte del successo del turno precedente dove ha messo OOS le truppe ottomane in Arabia, prosegue nelle manovre, spostando il corpo inglese da Basra verso Aleppo.
Immagine
Io cerco di contromanovrare per mettere il suo schieramento OOS spostando un corpo turco su Erivan, ma il corpo britannico facendo supply da Basra, può essere attivato e con opportuna manovra su Erzurum lo mette a propria volta OOS. Tentativi di rompere l’accerchiamento combattendo si riveleranno infruttuosi. Risultato tragico: addio Palestina, addio corpo turco a Erivan, addio ad altri due punti...
Immagine
Sugli altri fronti, si registra solo l’occupazione da parte mia di Kiev per un punto vittoria e lento spostamento di un’armata GE verso il fronte italiano mentre l’altra armata tedesca si piazza in Ismail davanti alla fortezza zarista di Odessa.
Situazione alla fine del turno 18, il vantaggio ora è di un solo punto
Immagine
Immagine
Drammatica la situazione in Medioriente, conservo come VP solo Medina, Kharput e Costantinopoli
Immagine
Con i punti rimpiazzo riesco a rendere pienamente operative le due armate AH in Vienna e Budapest, che mi servono per un colpo di mano che vorrei fare in Italia: spostarle in Trieste, così da concentrare due armate GE in Villach e provare a riconquistare Venezia mettendo OOS le armate AP in Udine, e da lì dare una spallata tra Bologna e Verona per conquistare libertà di movimento.
Ma i punti rimpiazzo giocati da Nadia garantiscono un afflusso spaventoso di riservisti per lo zar, che può ricostituire diverse armate nelle retrovie a me inaccessibili, e minacciare nuovamente Riga, Minsk e Kiev.
Immagine
Inizia il turno 19, autunno 1918
Le mie intenzioni sono: parare la minaccia zarista, realizzare i presupposti per il colpo di mano in Italia descritto nel turno precedente, congelare il Medioriente e magari recuperare qualche località se si presenta l’occasione.
Ma già l’esame delle carte fa crollare molte ambizioni: una da 4 punti operazioni, una da 3, tutte le altre da 2. Ahhhh, non aver eliminato per tempo molte CC ed eventi così da snellire il mazzo!
Ma non c’è tempo per i rimpianti, occorre agire iniziando le manovre nell’immenso spazio russo: un’armata GE si sposta da Vilna a Minsk e un corpo a propria volta dalle retrovie su Vilna: i tre PV di Riga, Vilna e Minsk sono presidiati.
Immagine
L’armata GE che stavo mandando sul fronte italiano è fatta tornare indietro precipitosamente verso Kiev, verso la quale si sposta anche l’armata tedesca in Ismail, mentre un corpo aggira Odessa da nord piazzandosi a Uman così da bloccare l’arrivo di rinforzi dal Caucaso. Ismail viene a propria volta occupata da due armate austro-ungariche.
Ma prima che i rinforzi arrivino, l’armata GE in Kiev è attaccata da due armate russe e un corpo provenienti da Karchov e la bella città ucraina è riconquistata dai zaristi. Altro punto perso.
Immagine
L’armata sconfitta e ridotta retrocede in Zhitomir, giocoforza far arrivare le altre due armate GE per tentare poi la riconquista di Kiev. Ma in questo turno non sarà possibile spendere punti operazione a tale scopo, perché Nadia passa all’attacco in Francia contro Liegi (colpo parato al prezzo di sacrificare un loss per non retrocedere abbandonando il fronte trincerato) obbligandomi poi a spostare un’armata da Metz a Liegi,
Immagine
ed in Medioriente! Gioca l’evento Armata araba settentrionale, cioè scende in campo Lawrence d’Arabia (mi sembrava che mancasse qualcuno, eccolo lì pure lui) ed il corpo di irregolari beduini arabi.
Immagine
Attacco scontato su Medina... il dado questo turno mi gira sempre male, e devo sgomberare la città, altro punto perso. Il corpo turco ridotto si rifugia nella fortezza di Aqaba (a questo punto chiamo in causa @Claudio77 per un dubbio: le fortezze anche se non tracciano supply non vanno in OOS finché non sono conquistate, ma le truppe ivi presenti? Nel dubbio il corpo rimane lì tanto non può attivarsi né ricevere rimpiazzi). Seguono varie schermaglie in Anatolia: Kayseri è liberata dalla presenza russa, ma poi rioccupata dagli inglesi, i russi non riescono a conquistare Kharput così per ora un PV è salvo...
Intanto Nadia sposta due armate da Mosca a Rival per minacciare Riga, io rispondo spostando l’armata GE da Minsk (dove non ha davanti più nessun nemico) a Riga e... esaurisco le carte, così non ho rimpiazzi da giocare, Nadia invece sì!
Immagine
Situazione alla fine del turno 19
Immagine
Nadia è avanti di un punto, quindi se il gioco finisse ora avrebbe vinto!
Immagine
Situazione sui vari fronti: occidentale, italiano, balcanico,
Immagine
Immagine
Immagine
mediorientale dove resistono ancora Kharput e Costantinopoli
Immagine
baltico e ucraino, dove grazie all’ennesima tornata di rimpiazzi, sono apparse altre due armate russe a Karchov per sostenere Kiev
Immagine
Immagine
Il prossimo turno è l’ultimo... ancora sei round ed il sipario calerà sull’immane conflitto. Insieme al mio stato maggiore, ci sediamo nuovamente attorno al tavolo per fare il punto della situazione, ma che differenza dalla riunione precedente! Allora si era euforici alla calda luce delle vittoria considerata imminente, ora invece aleggia su noi la fredda ombra della sconfitta.
Nadia ha nove punti e può contare su un punto sicuro per l’evento Blocco, quindi otto punti con conseguente vittoria: dando per scontato di perdere Kharput, ne devo dunque fare almeno tre per pareggiare e ben sei per vincere (impossibile arrivare all’evento Brest-Litovsk che sposterebbe l’asticella da 13 a 11). Se salvassi Kharput, sarebbero invece rispettivamente due e cinque.
Devo ad ogni costo tenere Riga e riprendere subito Kiev, imperativo categorico prima che i rinforzi russi arrivino in città.
Dispero di conquistare la fortezza trincerata di Odessa, le due armate AH sono troppo deboli e poi i rinforzi dal Caucaso potrebbero arrivare a soccorrerla.
Kharput andrebbe salvata ma molto dipende dalle mosse di Nadia con l'armata del Caucaso di forza 3: ci sono varie possibilità, dal fare SR per portare due corpi aggiuntivi, a scambiare il corpo con l'armata Ylderim e farla supportare dal corpo ottomano stanziato aa Trebisonda: comunque si perdono punti preziosi.
Il fronte occidentale... vedo un varco a Belfort! Mi era sfuggito... Sarà un'esca del nemico per mettere OOS le truppe tedesche avanzanti? Però ho un corpo ed un blitz potrei tentarlo su Digione, certo che muovendo per ultimo, il giocatore AP potrebbe facilmente riconquistare la città mettendomi OOS. Mah!
Potrei infine rispolverare il piano del colpo di mano in Italia: spostare le due armate AH in Vienna e Budapest a Trieste, così da concentrare due armate GE in Villach e provare a riconquistare Venezia mettendo OOS le armate AP in Udine, e da lì dare una spallata tra Bologna e Verona per conquistare libertà di movimento e forse ulteriori punti. Per farlo, occorrono almeno tre round...
Insomma, è possibile perdere Kharput ma conquistare Kiev, forse anche Venezia e Digione: in tal caso tre punti e pareggio per il rotto della cuffia. Andare oltre, significa inseguire una chimera... una combinazione di audacia, fortuna ed errori dell’avversario come nei piani napoleonici del 1813/1814.
Combattere il tutto per tutto per un pareggio: l’avreste detto quattro turni (due post) fa?
Anche stasera si gioca, stay tuned!
Immagine
Offline Naftalino
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3833
Iscritto il: 21 agosto 2014
Goblons: 100.00
Località: Genova
Mercatino: Naftalino

Re: Ieri ho giocato a... wargames!

Messaggioda aringarosa » 22 nov 2017, 23:12

Naftalino ha scritto:...
Insomma, è possibile perdere Kharput ma conquistare Kiev, forse anche Venezia e Digione: in tal caso tre punti e pareggio per il rotto della cuffia. Andare oltre, significa inseguire una chimera... una combinazione di audacia, fortuna ed errori dell’avversario come nei piani napoleonici del 1813/1814.
Combattere il tutto per tutto per un pareggio: l’avreste detto quattro turni (due post) fa?
Anche stasera si gioca, stay tuned!


:clap: :rotfl: :approva: eh no !

:arcade:
Offline aringarosa
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1890
Iscritto il: 13 settembre 2005
Goblons: 400.00
Località: Noicattaro (BA)
Mercatino: aringarosa

PrecedenteProssimo

Torna a [WG] Wargames

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron