Il concetto di eleganza

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda kadaj » 4 mar 2014, 1:08

redskin65 ha scritto:Quindi, dalle prime risposte, l'eleganza di un gioco sarebbe associata alla essenzialità delle regole e/o all'assenza di troppe eccezioni che permettono di evitare una continua e ripetuta consultazione del regolamento.
Secondo questa accezione, dunque, giochi che prevedono, ad esempio diversità di razze, ognuna con le sue peculiarità (e penso a Terra Mystica, a Eclipse, a Twilight Imperium, in misura minore Specie Dominanti, per citare quelli che conosco) difetterebbero del requisito dell'eleganza?


No no, non essenzialità e/o presenza scarna di razze/materiali/ecc...

Agz ha meravigliosamente definito il concetto... Ammiro tanta capacità di sintesi... :inchino:
! Il mercatino di Kadaj è riaperto !

Cliccate QUI per vedere la lista. Più di 250 giochi con sconti dal 30% al 50%
Offline kadaj
Goblin Scriptor
Goblin Scriptor

Avatar utente
 
Messaggi: 26942
Iscritto il: 21 agosto 2009
Goblons: 14.00
Località: Aosta
Mercatino: kadaj
Io faccio il Venerdi GdT! Sono di bocca buona

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda redskin65 » 4 mar 2014, 1:16

kadaj ha scritto: (...)
Agz ha meravigliosamente definito il concetto... Ammiro tanta capacità di sintesi... :inchino:

Sapevo che la sua risposta sarebbe stata illuminante ... e mi ha illuminato!
Offline redskin65
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 26 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Manta (CN)
Mercatino: redskin65

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda lupalberto » 4 mar 2014, 11:09

Guarda, io non ho uso quasi mai l'aggettivo "elegante" riferito a un gioco: l'ho adoperato qualche settimana fa per descrivere Concordia, definendolo così: alla lettura del regolamento, mi sembrava quasi impossibile che regole così semplici potessero creare un gioco così profondo, e tutt'altro che banale.
Per passare ad un ambito a me più vicino: definirei elegante lo stile di scrittura dei Maigret di Simenon: terminata la lettura, ti rendi conto che in quelle 150 pagine non c'era niente di superfluo, e se provassi a eliminare anche solo una pagina rischieresti di trovarti con un romanzo monco.
Ritornando ai boardgames, ritengo che un gioco elegante sia quello che non ha fronzoli inutili, e sintetizza in poche, fluide meccaniche tutto quanto è necessario per renderlo piacevole e poco scontato.
I miei due centesimi ;)
In vino veritas, in ludo levitas

Immagine
Offline lupalberto
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 04 febbraio 2005
Goblons: 100.00
Località: Caraglio
Utente Bgg: lupalberto
Twitter: Andrea_Garino
Mercatino: lupalberto

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda tika » 4 mar 2014, 11:16

Anche secondo me qualcosa che è semplice da gestire (il che non vuol dire banale), non dà adito a dubbi, e dà una sensazione di "coerenza" nel suo insieme.
Online tika
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 240.00
Località: Trento
Mercatino: tika

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda The_LoneWolf » 4 mar 2014, 12:28

Ecco parlando di Terra Mystica però, che è stato definito poco elegante da alcuni in questo topic, e anche in altri mesi fa.
È anche oggettivo che presenta in alcuni punti delle meccaniche un pò slegate l'una dall'altra, molti criticavano "l'accozzaglia" dei Culti a tutto il resto molto poco elegante., quindi vi darei anche ragione.

Ecco, noto però che tra i sostenitori accaniti del gioco invece, il termine elegante viene usato,
io stesso, quando mi è stato chiesto definsici Terra Mystica, ho pensato a questa parola (non chiedetemi perchè, magari son dislessico :asd: ).
Che sia semplicemente perchè riesco a giocarci in modo "leggero" e spensierato nonostante la mole infinita di cose da fare/sapere?
E quindi questa cosa mi trasmette un senso di eleganza, ossia di scorrevolezza, di fluidità, di scioglievolezza.. ecco per me giocare a Terra Mystica è un pò come mangiare un Lindor, e se non è elegante il Lindor!! :rotfl:

Immagine

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
. In Loving Memory .
Offline The_LoneWolf
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4523
Iscritto il: 06 novembre 2013
Goblons: 40.00
Mercatino: The_LoneWolf
Sei iscritto da 1 anno. Sei nella chat dei Goblins Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Lewis & Clark Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Triade, il verde e' troppo verde... Ventennale Goblin

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda redskin65 » 4 mar 2014, 12:45

The_LoneWolf ha scritto:Ecco parlando di Terra Mystica però, che è stato definito poco elegante da alcuni in questo topic, e anche in altri mesi fa.
È anche oggettivo che presenta in alcuni punti delle meccaniche un pò slegate l'una dall'altra, molti criticavano "l'accozzaglia" dei Culti a tutto il resto molto poco elegante., quindi vi darei anche ragione.

Ecco, noto però che tra i sostenitori accaniti del gioco invece, il termine elegante viene usato,
io stesso, quando mi è stato chiesto definsici Terra Mystica, ho pensato a questa parola (non chiedetemi perchè, magari son dislessico :asd: ).
Che sia semplicemente perchè riesco a giocarci in modo "leggero" e spensierato nonostante la mole infinita di cose da fare/sapere?
E quindi questa cosa mi trasmette un senso di eleganza, ossia di scorrevolezza, di fluidità, di scioglievolezza.. ecco per me giocare a Terra Mystica è un pò come mangiare un Lindor, e se non è elegante il Lindor!! :rotfl:

Immagine

Prima di tutto: vergognati! Non si mette la foto di un Lindor a quest'ora, quando comiciano ad avvertirsi i primi morsi della fame!
E poi dipende come lo mangi, il Lindor: quello che hai postato, con tutto quel cioccolato colante, se lo assapori mordicchiandolo ti può provocare una bella macchia sulla camicia ... e allora ... addio eleganza!
Tornando seri, io Terra Mystica l'ho giocato, mi pare, 4 volte (massimo 5), ma, se l'eleganza è "quando poche e semplici regole contengono un gioco profondo e complesso" (ipse dixit), allora Terra Mystica mi pare tutt'altro che elegante!
Forse chi l'ha definito tale ha un concetto di eleganza che, come nel Tuo caso, è ... come dire ... un po' deviato :asd:
Offline redskin65
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 26 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Manta (CN)
Mercatino: redskin65

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda The_LoneWolf » 4 mar 2014, 12:48

redskin65 ha scritto:ma, se l'eleganza è "quando poche e semplici regole contengono un gioco profondo e complesso" (ipse dixit), allora Terra Mystica mi pare tutt'altro che elegante!


Su questo siamo d'accordissimo :sisi:

Però allora, quella sensazione che mi da TM, come la dovrei chiamare? :morto:

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
. In Loving Memory .
Offline The_LoneWolf
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4523
Iscritto il: 06 novembre 2013
Goblons: 40.00
Mercatino: The_LoneWolf
Sei iscritto da 1 anno. Sei nella chat dei Goblins Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Lewis & Clark Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Triade, il verde e' troppo verde... Ventennale Goblin

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda redskin65 » 4 mar 2014, 12:52

The_LoneWolf ha scritto:
redskin65 ha scritto:ma, se l'eleganza è "quando poche e semplici regole contengono un gioco profondo e complesso" (ipse dixit), allora Terra Mystica mi pare tutt'altro che elegante!


Su questo siamo d'accordissimo :sisi:

Però allora, quella sensazione che mi da TM, come la dovrei chiamare? :morto:[/quote

Fame chimica? :asd:
Offline redskin65
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 26 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Manta (CN)
Mercatino: redskin65

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda mistake89 » 4 mar 2014, 13:01

Agzaroth ha scritto:Si risolve un problema complicato in modo elegante quando lo si fa con pochi semplici passaggi. Questo in matematica.

Più che in pochi semplici passaggi, lo si fa in maniera chiara, non arzigogolata, magari in maniera indiretta. Con un'idea geniale ma semplice.
Oppure se si riesce a trovare una teoria potentissima che è in grado di funzionare sempre, la cui dimostrazione sia molto calcolosa ma banale, quindi da poter essere sottointesa.

Per chi è interessato: per me il concetto di eleganza è il teorema di Sylow. O, facendolo rientrare nella seconda categoria, il teorema di Burnside.

Sulla definizione di gioco elegante, invece, sono totalmente d'accordo con te.
Offline mistake89
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2551
Iscritto il: 27 dicembre 2012
Goblons: 40.00
Località: Lucania/Frankfurt am Main
Mercatino: mistake89

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda redskin65 » 4 mar 2014, 13:06

mistake89 ha scritto:Per chi è interessato: per me il concetto di eleganza è il teorema di Sylow. O, facendolo rientrare nella seconda categoria, il teorema di Burnside.
(...)

@The_LoneWolf
Altro che il Teorema di Lindor!
Offline redskin65
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 26 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Manta (CN)
Mercatino: redskin65

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda The_LoneWolf » 4 mar 2014, 13:08

redskin65 ha scritto:
mistake89 ha scritto:Per chi è interessato: per me il concetto di eleganza è il teorema di Sylow. O, facendolo rientrare nella seconda categoria, il teorema di Burnside.
(...)

@The_LoneWolf
Altro che il Teorema di Lindor!


Ho dimostrato tutta la mia pochezza con quell'intervento :asd:

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
. In Loving Memory .
Offline The_LoneWolf
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4523
Iscritto il: 06 novembre 2013
Goblons: 40.00
Mercatino: The_LoneWolf
Sei iscritto da 1 anno. Sei nella chat dei Goblins Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Lewis & Clark Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Triade, il verde e' troppo verde... Ventennale Goblin

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda redskin65 » 4 mar 2014, 13:15

The_LoneWolf ha scritto:
redskin65 ha scritto:
mistake89 ha scritto:Per chi è interessato: per me il concetto di eleganza è il teorema di Sylow. O, facendolo rientrare nella seconda categoria, il teorema di Burnside.
(...)

@The_LoneWolf
Altro che il Teorema di Lindor!


Ho dimostrato tutta la mia pochezza con quell'intervento :asd:

Dai!
Non buttarti giù ...
... ancha a me piacciono i Lindor ... però preferisco quelli di cioccolato bianco (quelli con la carta giallo ocra, mi pare).
Potrebbe essere un'idea per un nuovo sondaggio! :clap:
Offline redskin65
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 26 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Manta (CN)
Mercatino: redskin65

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda eriadan » 4 mar 2014, 23:32

Condivido l'opinione di Marco letta nel suo articolo.
Per la mia personale opinione un gioco è elegante quando è capace di dare, con un set di regole essenziale, un'esperienza di gioco complessa e difficile da padroneggiare.
Per mia personale opinione Feld è inelegante, troppi "tocheti", troppa varietà, troppi casucci.
Gerdit e la sua rondella, invece, per mia opinione sono una delle più belle manifestazioni di eleganza che abbia mai trovato in un gioco da tavolo.

e per Agzaroth la formula più elegante è l'idenità di eulero
Immagine
questo perché, secondo me, individua una relazione tra campi matematici molto più ampia di quanto non lo faccia nell'ambito fisico E=mc2,
Offline eriadan
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Illustrator
Game Illustrator
 
Messaggi: 966
Iscritto il: 16 luglio 2008
Goblons: 100.00
Località: Trento
Utente Bgg: eriadan
Facebook: eriadan
Mercatino: eriadan

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda redskin65 » 5 mar 2014, 9:25

eriadan ha scritto: (...)
Per la mia personale opinione un gioco è elegante quando è capace di dare, con un set di regole essenziale, un'esperienza di gioco complessa e difficile da padroneggiare.
Per mia personale opinione Feld è inelegante, troppi "tocheti", troppa varietà, troppi casucci.
Gerdit e la sua rondella, invece, per mia opinione sono una delle più belle manifestazioni di eleganza che abbia mai trovato in un gioco da tavolo.
...

Concordo!
... quanto alle formule ... devo ammettere che, al momento, l'unica teoria che mi sento di sposare (perché è l'unica che ho compreso) è il Teorema di Lindor :nonso:
Offline redskin65
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2616
Iscritto il: 26 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Manta (CN)
Mercatino: redskin65

Re: Il concetto di eleganza

Messaggioda yon » 5 mar 2014, 10:16

Per me elegante significa che quando sei nel mezzo di un problema incancrenito ne salti fuori con una mossa di una semplicità disarmante. E' il colpo di genio.

Un po' come un colpo di tacco smarcante quando sei circondato da quattro avversari.

Se un gioco risolve un problema complesso con semplicità (e non in modo semplicistico) lo fa sempre in modo elegante.
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza V. von Croy
Immagine
Offline yon
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2687
Iscritto il: 10 aprile 2013
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: YonHQ
Mercatino: yon
HeroQuest Fan Sono un cattivo

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti