Il fenomeno "ludico" Zombicide...

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Il fenomeno "ludico" Zombicide...

Messaggioda ZeroCool_ITA » 4 mar 2013, 17:46

Mi sembra giunto il momento di fare una analisi sul fenomeno Zombicide. Ci sono tutti i presupposti per farla, proprio adesso, mentra la campagna su Kickstarter della Season 2 di Zombicide è aperta e sta volando ancora una volta a cifre vertiginose!

A cosa è dovuto questo enorme successo ?

Secondo me ci sono due fattori determinanti che hanno causato questo successo esplosivo.

Il primo è indubbiamente il fattore "miniature di zombi", e il tema zombi è spesso una calamita ludica. I film sul tema zombi, così come i giochi, imperversano sul mercato. Le miniature di zombi ovviamente sono sempre state dalla notte dei tempi un fattore attrativo non indifferente. In questo caso sono fatte molto bene, sono varie e ce ne sono veramente tante. Praticamente il paradiso del collezionista.

Il secondo fattore per me è l'inaspettata esperienza di gioco che ne scaturisce giocandoci, ma qui devo fare un lungo preambolo.

Devo precisare che non feci alcun pledge nella prima campagna su Kickstarter. Mi aveva infastidito parecchio quella campagna smodatamente ruffiana. Uno stillicidio di personaggi presi pari pari da film famosi e tradotti in miniature per invogliare a fare ulteriori pledge. E intanto il ricavato saliva vertiginosamente. Era la prova che l'idea stava funzionando. Altre miniature, altri personaggi famosi e così via giorno dopo giorno. Il tutto però era condizionato dal fatto che eccezion fatta per un video minimamente esplicativo, non c'era traccia on line del regolamento. Anche questo contribuì ulteriormente a non farmi credere nel gioco.... perché mai non lo pubblicavano ? Forse avevano delle magagne da nascondere dietro allo specchietto per allodole delle miniature di zombi ?
Questo onestamente era quello che ho pensato a quel tempo. Troppa pubblicità (come ho già detto ruffiana) e nessun dato concreto sul gioco vero e proprio... ma l'hype continuava e l'attesa da parte di tutti, ciò nonostante, saliva alle stelle.

Uscì anche il regolamento, ed ebbi cura di leggerlo immediatamente. Trovai fondati tutti i dubbi che avevo avuto. Infine, il gioco arrivò ai sottoscrittori di kickstarter... e uscirono i primi pareri. Sembrava che mi fossi sbagliato.... il gioco piaceva. Forse chi aveva speso più di 100$ in un gioco doveva o voleva autoconvicersi di non aver fatto una ca***ta ?

Leggendo il regolamento trovai le meccaniche quantomeno elementari, solo un gradino sopra "Zombies!!!" .
Notai anche che c'erano alcuni punti nel regolamento che mi sembrarono quantomeno discutibili, creando delle situazioni assurde. Notai che si poteva cercare in una stanza più e più volte, come se un personaggio si trovasse all'interno dell'ikea anziché in una qualsiasi stanza di un qualsiasi appartamento. Lo stesso dicasi per le vetture della polizia, dove un personaggio poteva cercare all'infinito varie armi. Anche in questo caso più che di una vettura della polizia, si trattava di un'armeria ambulante.
Fantastica fu anche la mia reazione alle regola della priorità dei bersagli, dove sistematicamente colpivi un tuo compagno se presente nella zona dove sparavi. Questo mi portò immediatamente alla mente la scena di Pulp Finction dove John Travolta spara in faccia al passeggero sul sedile posteriore. Onestamente sparare in un mucchio con una decina di zombi e colpire il tuo compagno è francamente difficile. O sei sfigato oltre ogni limite di decenza, o lo hai fatto apposta... decidete voi.

Tutto questo mi convise che avevo fatto bene a non cedere alla tentazione, e quindi a non fare nessun pledge su kickstarter.... i pareri positivi c'erano, ma del resto ci sono per ogni gioco che viene pubblicato, a a qualcuno deve piacere per forza.... e poi....

... e poi, passato qualche tempo usci sugli scaffali italiani.... e i pareri positivi continuavano ad uscire, intervallati da alcune critiche sulle regole poco tematiche (praticamente le stesse critiche venutemi in mente dopo aver letto il regolamento).

Andai sul sito in un negozio online e mi chiesi: "E se lo comprassi ?"
Il prezzo non era basso, ma a questo punto volevo farmi un'idea precisa sul gioco, e finché non lo giochi in prima persona non conoscerai mai la verità. Pensai anche che se non mi fosse piaciuto come supponevo avrei potuto rivenderlo facilmente rimettendoci solo una ventina di euro. La cosa era fattibile, e la voglia di capire come stavano veramente le cose era enorme. Lo comprai.

Una volta aperta la scatola, non ebbi alcuna sorpresa, tutto come da programma, belle miniature, belli i tabelloni, ignobile la misura delle carte, pessime le schede dei personaggi con quel cartoncino leggero e con quella altrettanto ignobile idea della clip da far scorrere sul lato superiore, che immancabilmente avrebbe terremotato la posizione delle carte sulla scheda stessa ogni volta che avresti messo mano alla clip. Tutto rispettato inclusi i difetti.

A questo punto non restava che provarlo, telefonai a mio fratello e una volta giunto a casa mia lo provammo, e....

... e ca**o se ci divertimmo! ... chi l'avrebbe mai detto.

Tutti i film sul tema zombi hanno delle cose in comune, se ti mordono sei fritto, se te ne trovi di fronte diversi ti sopraffanno e sei morto, quindi meglio girare a largo e non fare casino altrimenti arrivano tutti attratti dal casino.

Bene questo gioco, con le sue regole banali, talvolta poco veritiere e imperfette, è riuscito invece perfettamente dove tutti gli altri hanno fallito, e cioè mettere in pratica tutto quello che si è visto nei vari film. Hai veramente "paura" di venire ucciso quando ci sono troppi zombi nella zona, e se fai casino vengono tutti verso di te. Praticamente vivi in un film dove fuggi di continuo dagli zombi cercando di uccidere al tempo stesso tutti quelli che si frappongono fra te e la fuga o il tuo obiettivo, qualunque esso sia.

Era tanto banale che mi stupisco che nessuno sia mai riuscito ad includere nel gioco questa che è la vera tematica di un gioco sugli zombi. Tutti gli altri giochi sugli zombi, o quasi, i personaggi sono dei supereroi che vanno a caccia di zombi come un cacciatore va a caccia di conigli. Ma non è così che dovrebbe funzionare. Gli zombi sono pericolosi e mortiferi, quindi la logica impone di fuggire piuttosto che affrontarli a viso aperto, salvo alcuni rarissimi casi.

E' vero, si tira una marea di dadi, c'è il fattore fortuna, c'è tutto quello che volete voi, ma mi sono dovuto ricredere, questo gioco è veramente divertente, con tutti i limiti del caso, ma comunque divertente. Riesce a farti vivere un'esperienza di gioco sul tema zombi come nessun'altro. Quello che vivi giocando è esattamente quello che vivono e fanno i personaggi dei film quando si trovano di fronte ad un'orda di zombi.

Questo è il secondo fattore determinante!
L'esperienza di gioco, divertente, perfettamente ed inaspettamente in linea con il tema zombi come nessun'altro mai era riuscito!


... sono aperte le discussioni ....
Offline ZeroCool_ITA
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 968
Iscritto il: 06 giugno 2009
Goblons: 10,800.00
Località: Livorno
Utente Bgg: ZeroCool_ITA
Mercatino: ZeroCool_ITA
Io gioco col nero

Messaggioda Raistlin » 4 mar 2013, 18:30

Sono un fan dell'horror in generale e dei simpatici mangia-cervelli, nonchè uno sfegatato american-gamer, ma a mio avviso trovo inspiegabile l'enorme successo di questo gioco. Sì, è carino, ha ottimi componenti, bello che sia un cooperativo-puro-american che tanto latitano... ma non lo reputo questo immenso capolavoro.
E' leggero, con un regolamento in alcuni punti un po' troppo forzato secondo me; la citata regola del fuoco sui compagni non ha senso... è una terribile forzatura. Le auto sono invincibili (in più di una partita avrò ucciso 40 zombi con un'auto facendo avanti e indietro fra 2-3 tiles... ma dai, che senso ha?). Inoltre gli scenari sono un po' tutti uguali.

Sul tema, Last Night on Earth per me è di molto al di sopra, più carismatico e con un miglior regolamento. Certo, Last Night non è un cooperativo, ma trovo li si possa paragonare in quanto condividono diversi punti in comune (e ci vedo chiaramente più di un'ispirazione da parte dei creatori di Zombicide).

Secondo me ha fatto tutto questo successo per il fatto di essere stato lanciato - astutamente e giustamente - in un momento in cui vi è un autentico boom degli zombi al cinema e in TV.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6033
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Messaggioda ZeroCool_ITA » 4 mar 2013, 20:35

Come dicevo in precedenza, anche last night pur essendo superiore come regolamento, molto completo e tematico, ha il difetto di non aver colto lo spirito "zombi", e cioè dopo due turni sono gli eroi che vanno a caccia di zombi, quando in realtà dovrebbe essere il contrario.

Ribadisco nessun gioco, almeno da me conosciuto sul tema zombi, ha colpito nel segno come questo. Le regole sono forzate, alcune apparentemente assurde? Si è vero ma servono per far si che tutto questo senso di impotenza contro gli zombi si materializzi nel gioco.

Se vuoi il difetto è un altro, e cioè che alcuni scenari sono stati poco testati essendo di fatto buggati, quindi facilmente risolvibili o impossibili.
Offline ZeroCool_ITA
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 968
Iscritto il: 06 giugno 2009
Goblons: 10,800.00
Località: Livorno
Utente Bgg: ZeroCool_ITA
Mercatino: ZeroCool_ITA
Io gioco col nero

Messaggioda Raistlin » 4 mar 2013, 21:32

Sì, la sensazione di impotenza nei confronti degli zombi è un pregio anche per me. Ma da sempre esistono un po' due 'scuole' sul tema: una è quella di radici 'lovecraftiane', se vogliamo, in cui l'uomo è vittima e basta, in tutto e per tutto, sperduto, spaurito e in lotta per una sopravvivenza senza speranza. All'altro capo abbiamo invece la matrice 'esaltation' (tipica degli zombie-horror commedia) in cui l'essere umano è tutt'altro che arrendevole ed anzi si esalta ad abbattere quanti più zombi possibili e nelle situazioni più impossibili.

Last Night fa il verso più alla seconda visione, mentre Zombicide sembra appartenere alla prima, almeno a livello di meccaniche - benchè l'artwork e il (poco) flavor faccia apparentemente sembrare il contrario.

Quindi in definitiva Last Night COGLIE lo spirito zombesco eccome, secondo me, ma in modo lievemente più da commedia.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6033
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Re: Il fenomeno "ludico" Zombicide...

Messaggioda MaMart » 13 mar 2013, 13:30

ZeroCool_ITA ha scritto:Mi sembra giunto il momento di fare una analisi sul fenomeno Zombicide....


D'accordo praticamente su tutto....
Il gioco è tutt'altro che perfetto, ci sono evidenti limiti regolamentari e tutto il resto ma comunque è maledettamente divertente.
La forza sta nel fatto di aver creato un regolamento ed una struttura molto personalizzabili (vedi il Map Editor) di modo che ognuno possa metterci del suo senza troppe difficoltà.
Il boom di vendite è senz'altro dovuto anche a questioni molto commerciali.
La grafica e la presentazione sono state curate ai massimi livelli.
D'accordo che nessuno rimetterà mai le miniature nella confezione originale ma non mi pare che siano arrivati i classici thread "Confezione difettosa" ecc.
Segno che la cosa è stata studiata e curata a dovere.
Mettiamoci anche il fatto di aver creato una sorta di dipendenza da miniature.... (onestamente, il fatto che se si esauriscono un tipo di miniature vanno attuati dei turni extra è chiaramente un "metterci una pezza").
Da qui credo derivi gran parte del successo del Kickstarter.
In generale è tutto l'insieme a fare la differenza.
Se non ci fossero state tutte quelle miniature dubito che avrebbe avuto così successo. Idem se non avesse avuto quella grafica e quel supporto (missioni bonus, Kyoko contest, Map Editor...).
C'è poco da fare...realmente giudichiamo un libro dalla copertina.
Poi scarichiamo il regolamento e tutto il resto, ma all'inizio, è la copertina a fare la differenza.
Tutto questo ha portato ad una partecipazione massiccia dei giocatori che hanno tradotto i manuali e le missioni in tutte le lingue, hanno inviato missioni per il contest e tutto il resto.
Loro stessi sono stati abbastanza abili nel seguire i post su FB per capire cosa aggiungere come bonus per i backer.

Se riescono a non perdersi tra le varie espansioni e soprattutto non abbandonano i "vecchi" utilizzatori potranno fare anche la stagione 3, 4 ....
In tutta onestà però la mancanza della nuova missione del Kyoko Contest non è un buon segno.
ImmagineImmagine
Offline MaMart
Esperto
Esperto

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 485
Iscritto il: 15 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Altroquando
Utente Bgg: MaMart
Mercatino: MaMart
Agricola fan Twilight Struggle fan Sono un Goblin HeroQuest Fan Railways of the world fan

Messaggioda Sephion » 13 mar 2013, 17:09

Personalmente non l'ho ancora provato, per gli stessi motivi che ha esposto Zerocool, ho visto le minia e inizialmente era appetibile, poi il video non è che mi abbia convinto del tutto...
Quello che mi ha frenato maggiormente però è il fatto che il gioco sia prettamente cooperativo e questo genere non ha mai fatto presa su di me.
Possiedo già Last Night on Earth con tutte le sue espansioni, che reputo al momento la vetta più alta del genere, fornisce cooperazione tra i giocatori umani ma c'è l'elemento competitivo crato dal giocatore zombie (difatti gioco quasi sempre come zombi!). Il gioco è strutturato per essere giocato in qualsiasi maniera, basta leggere le regole di Growing Hunger o Survival of the Fittest, composti esclusivamente da regole ed elementi aggiuntivi che possono essere aggiunti a qualsiasi scenario, il tutto rende il gioco estremamente personalizzabile (paragonerei questo gioco ad una scatola di Lego!)

Chiaramente proverò Zombicide e magari mi ricrederò sul gioco e sui cooperativi in generale, ma la prima impressione è stata purtroppo che sia sia puntato più sull'apparenza che sulla sostanza.
Chiaramente il fatto che un gioco non sia profondo non implica che non possa essere divertente!

Dopo Zombicide comunque avrete notato che questo genere di giochi comincia ad apparire sempre di più su Kickstarter, come Sedition Wars oppure il più recente Kingdom Death (quest'ultimo è quello che ha ricevuto la presentazione e la caratterizzazione migliore a mio avviso, non nego che mi è piaciuto un sacco ma preferisco sempre provare un gioco o leggerne il regolamento prima dell'acquisto).
I know I was born and I know that I'll die, but in between is mine.

Aiutaci a creare il gioco della Tana dei Goblin!
http://www.goblins.net/phpBB3/la-tana-d ... 61-90.html

Immagine
Offline Sephion
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Organization
 
Messaggi: 2329
Iscritto il: 27 novembre 2011
Goblons: 20.00
Località: Fiumicello (UD)
Mercatino: Sephion
Sei iscritto da 5 anni. Sono un Goblin Ho partecipato alla Play di Modena Berserk fan Birra fan Playstation fan Cloud Strife fan Ventennale Goblin

Messaggioda Simone » 13 mar 2013, 17:32

Io in club, l'ho allungato un paio di volte, e nel giro di poco sono state ordinate altre 4 copie, da chi lo aveva provato 8-O
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Re: Il fenomeno "ludico" Zombicide...

Messaggioda Raistlin » 20 mar 2013, 14:15

MaMart ha scritto:C'è poco da fare...realmente giudichiamo un libro dalla copertina.
Poi scarichiamo il regolamento e tutto il resto, ma all'inizio, è la copertina a fare la differenza.


Sicuramente. O meglio, normalmente sono un attento esteta ma generalmente l'estetica non fa troppo la differenza e prediligo i contenuti, sempre e comunque. Però nell'ambito dei giochi da tavolo mi rendo conto che tale fattore faccia invece molta differenza per me; credo che nel mio caso sia anche e soprattutto perchè da buon ameritrash-fan dò un peso spropositato all'ambientazione e i componenti aiutano tanto in questo.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6033
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Messaggioda mattnik » 20 mar 2013, 15:28

Quoto in toto Zerocool, l'ho giocato 2 volte e poi ho fatto il folle acquisto su kickstarter della seconda edizione con tutte le espansioni!
Non sono un fan degli zombie, infatti con la macchina nell'ultima partita ne ho tirati sotto uno sbrago! ;) peró devo dire che l'appeal del prodotto è veramente alto e il divertimento é assicurato!

Il fattore "K" è...Bandito!

Offline mattnik
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
Top Uploader
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2848
Iscritto il: 23 agosto 2006
Goblons: 560.00
Località: Castiglione d'Adda (LO)
Mercatino: mattnik

Re: Il fenomeno "ludico" Zombicide...

Messaggioda MaMart » 20 mar 2013, 17:15

Raistlin ha scritto:...normalmente sono un attento esteta ma generalmente l'estetica non fa troppo la differenza e prediligo i contenuti, sempre e comunque. Però nell'ambito dei giochi da tavolo mi rendo conto che tale fattore faccia invece molta differenza per me; credo che nel mio caso sia anche e soprattutto perchè da buon ameritrash-fan dò un peso spropositato all'ambientazione e i componenti aiutano tanto in questo.


Se mettiamo una Ferrari di cartone vicino ad una Maruti Suzuki d'oro, chiunque andrà a vedere la Ferrari.....che poi scoprirà essere di cartone.
All'inzio la grafica, le miniature, la cura generale del prodotto e gli ammiccamenti continui ad un certo genere di giocatori hanno fatto esplodere il progetto.
Poi c'è altro.
Nonostante io non sia un amante nè di questo genere di giochi nè degli Zombi in generale, e sia stato tra chi sollevava dubbi su certe regole, alla fine lo scopro divertente e coinvolgente.
Sicuramente legato ai dadi (perchè se uccidi un Fatty al primo lancio con un Fire Axe può fare la differenza.... :twisted: ) alle carte (perchè Dug che pesca un Sawed-off alla prima azione può fare la differenza.... :twisted: ), con regole a tratti discutibili ma comunque fa quello che deve fare e lo fa bene...perchè ci si diverte e si rigioca volentieri.
Le varie houserules che io stesso all'inizio apprezzavo in realtà vanno a intaccare quella che è la filosofia che regge il gioco: "Scappa!"
Gli donano più "logica" ma alla fine peggiorano l'esperienza generale perchè comunque sono regole più "simulative" che si vanno ad inserire in un contesto completamente differente.

Quindi, alla fine della fiera, mi ha colpito la Ferrari di cartone....che poi ho scoperto non essere totalmente in cartone, anzi....dopo 2 mesi sono tra i backer della seconda stagione.
Ormai mi ci hanno tirato dentro.
VOGLIO Walter.....solo per poterci giocare urlando a qualcuno: "questo è Zombicide, non il Vietnam. Ci sono delle regole".
ImmagineImmagine
Offline MaMart
Esperto
Esperto

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 485
Iscritto il: 15 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Altroquando
Utente Bgg: MaMart
Mercatino: MaMart
Agricola fan Twilight Struggle fan Sono un Goblin HeroQuest Fan Railways of the world fan

Messaggioda gnone » 21 mar 2013, 17:15

la cosa per me piu' spettacolare dell'operazione Z e' che PIACE!!!
Sono basito... persone che non sono mai riuscito a coinvolgere in qualsiasi tipo di gioco da tavolo (vedi mia moglie) se ne saltano fuori con frasi del tipo: "quando mi fai giocare con i fantasmini?!?"

io stesso devo confessare che tra le partite in solitario e in gruppo ho abbondantemente superato le 200 partite... non so che dire, il gioco ha dei difetti, il regolamento e' carente, la qualita' in generale (specialmente della confezione) non e' eccelsa... ma piace e settimanalmente una partita la faccio tra un giocone e l'altro...

riconosco che commercialmente parlando hanno azzeccato tutto, e c'e' molto fumo... ma comunque anch'io sono un pollo... ho preso tutto del 1 KS non potevo perdermi il secondo...

certo che a forza di 10 dolla (bum bum lungo) a Survivor... 8-O
Offline gnone
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 389
Iscritto il: 24 gennaio 2007
Goblons: 0.00
Località: BOLOGNA
Mercatino: gnone

Messaggioda angell88 » 27 mar 2013, 19:03

Si parte sempre dal presupposto che un gioco per piacere deve avere delle meccaniche innovative, che funzionano, aderenti perfettamente all'ambientazione. Il gioco sia profondo, scalabile e vario.
Alla fine ci si riscopre bambini e si ritrova l'allegria e il divertimento lanciando vagonate di dadi per decapitare un fatty o passando con la macchina a orde di zombi.
Semplicità e immediatezza non sempre sono perdenti.
Inviato dal mio Commlock.
Offline angell88
Perennemente novizio
Perennemente novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 03 ottobre 2007
Goblons: 20.00
Località: San Donà di Piave (VE)
Utente Bgg: sinergie69
Mercatino: angell88

Messaggioda mattnik » 28 mar 2013, 10:32

angell88 ha scritto:Si parte sempre dal presupposto che un gioco per piacere deve avere delle meccaniche innovative, che funzionano, aderenti perfettamente all'ambientazione. Il gioco sia profondo, scalabile e vario.
Alla fine ci si riscopre bambini e si ritrova l'allegria e il divertimento lanciando vagonate di dadi per decapitare un fatty o passando con la macchina a orde di zombi.
Semplicità e immediatezza non sempre sono perdenti.


Quoto!
Martedi altra partita...massacrati in 6 dagli zombi!
La cosa incredibile è che perdi e ci vuoi rigiocare!
È che ti angoscia solo l'idea di essere sbranato dagli zombi che si moltiplicano come gizmo, ma non puoi farne a meno di gettarti nella mischia con una molotov in mano!
Altro che scimmia!!!

Il fattore "K" è...Bandito!

Offline mattnik
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
Top Uploader
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2848
Iscritto il: 23 agosto 2006
Goblons: 560.00
Località: Castiglione d'Adda (LO)
Mercatino: mattnik

Messaggioda MaMart » 24 apr 2013, 15:31

Parto da un piccolo OT per poi tornare a bomba al nocciolo della questione...

Ieri sera abbiamo rifatto una partita a Gears Of War con, come al solito, grossa soddisfazione.
E' uno dei titoli a cui rigioco sempre con piacere ma stavolta mi ha lasciato un po' di amaro in bocca....
Come sarebbe oggi GoW su la FFG avesse fatto quello che la Guillotine ha fatto per Zombicide?
Se avessero messo a disposizione gli elementi grafici (per cui forse entra in gioco la Epic) per permettere agli utenti di realizzare facilmente nuove carte equipaggiamento, nuove missioni ecc. a che punto sarebbe ora il gioco?
Capisco che la politica FFG possa prevedere lo sfruttamento massimo del brand GoW e quindi voglia legare la possibilità di espansione del gioco ad un loro intervento e di conseguenza ad un loro guadagno diretto...ma la realtà vuole che tutto sia fermo ad un Mission Pack 1.
Possono esserci mille motivi....magari le vendite non giustificano le espansioni o altro, ma perso per perso....cosa comporterebbe rendere il gioco più "accessibile" in ogni sua parte?

Ecco....questo secondo me è uno dei punti chiave del fenomeno zombicide.
In fin dei conti all'inizio i Segnalini Obiettivo erano semplici "cose da prendere".
E' solo dopo che sono diventati oggetti da trasportare, montare, usare ecc...
Le missioni stesse....è in un secondo momento che si sono evolute a qualcosa di più ambientato e ricercato.
Ok il segnalino è sempre quello....ma una volta è una bombola di gas che devo lasciare da una parte, una volta è una riserva di cibo che devo portare fuori dalla mappa, una volta devo combinarlo con un equipaggiamento ecc.
In generale, se Zombicide fosse rimasto a com'era 6 mesi fa, oggi forse non ne staremmo neanche parlando.
La campagna Switch City realizzata dalla Guillotine, funziona abbastanza bene "tecnicamente"....ma esistono missioni realizzate dagli utenti molto più valide come ambientazione-idea.
Poi hanno problemi tecnici proprio perchè realizzate dagli utenti ma comunque il gioco si sta evolvendo grazie agli utenti stessi ed alla Guillotine che più o meno cerca di andargli dietro.
L'aver messo a disposizione tutto, in maniera più o meno volontaria, ha fatto e farà sempre la differenza.
Non so quanto fosse voluto che tutti i pdf fossero sbloccati...ma questo ha permesso a qualcuno (penso a me, Zerocool e gli altri) di avere tutti i layout originali, tutti i personaggi, oggetti ecc. del gioco.
Il che si traduce in localizzazioni ed espansioni/upgrade più o meno ufficiali potenzialmente infinite e perfette (nei limiti dell'aspetto).
In questo mix tra casualità e capacità secondo me è racchiuso il vero successo di Zombicide....perchè se ora avessero voluto blindarlo avrebbero potuto farlo tranquillamente...e invece cavalcano l'onda e fanno felici loro stessi e chi usa il loro gioco.
Anzi fanno di meglio....
Perchè anche se io non mi fossi fatto coinvolgere dal KS della stagione 2, comunque oggi avrei decine (38 in tutto) di missioni a cui giocare.
Tutto perfettamente ambientato.

Nella realtà, probabilmente più per non-curanza che volontà precisa, quasi tutti i pdf dei manuali sono sbloccati.
Poi bisogna vedere quanti ti danno i layout vuoti delle carte e delle schede, decine e decine di elementi grafici ecc.
Per restare nel confronto con GoW...anche li il manuale è sbloccato....ma in TUTTO il manuale, la FAQ ecc... l'UNICO elemento grafico è il logo di GoW e Marcus Fenix.
Stop.
E' un dettaglio....ma è un dettaglio che, per localizzare ed espandere il gioco in modo "ufficioso" fa realmente la differenza.
Perchè comunque, almeno io, non voglio giocare con carte in b/n, foglietti di carta ecc. ma non ho la forza di volontà che ha avuto ZeroCool nel realizzare le sue carte.
Ora....se realizzare quelle carte fosse stato un tantino più accessibile....forse GoW sarebbe un'altro gioco.

Tutto questo ovviamente vale per il genere a cui il gioco si riferisce....se fosse un astratto non avrebbe senso la discussione.
Ma trattandosi di un gioco in cui l'ambientazione è fondamentale...
ImmagineImmagine
Offline MaMart
Esperto
Esperto

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 485
Iscritto il: 15 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Altroquando
Utente Bgg: MaMart
Mercatino: MaMart
Agricola fan Twilight Struggle fan Sono un Goblin HeroQuest Fan Railways of the world fan

Messaggioda bibea » 24 apr 2013, 15:58

Raistlin ha scritto:Sono un fan dell'horror in generale e dei simpatici mangia-cervelli, nonchè uno sfegatato american-gamer, ma a mio avviso trovo inspiegabile l'enorme successo di questo gioco. Sì, è carino, ha ottimi componenti, bello che sia un cooperativo-puro-american che tanto latitano... ma non lo reputo questo immenso capolavoro.
E' leggero, con un regolamento in alcuni punti un po' troppo forzato secondo me; la citata regola del fuoco sui compagni non ha senso... è una terribile forzatura. Le auto sono invincibili (in più di una partita avrò ucciso 40 zombi con un'auto facendo avanti e indietro fra 2-3 tiles... ma dai, che senso ha?). Inoltre gli scenari sono un po' tutti uguali.

Sul tema, Last Night on Earth per me è di molto al di sopra, più carismatico e con un miglior regolamento. Certo, Last Night non è un cooperativo, ma trovo li si possa paragonare in quanto condividono diversi punti in comune (e ci vedo chiaramente più di un'ispirazione da parte dei creatori di Zombicide).

Secondo me ha fatto tutto questo successo per il fatto di essere stato lanciato - astutamente e giustamente - in un momento in cui vi è un autentico boom degli zombi al cinema e in TV.


LNoE non è un cooperativo?!? 8-O
Offline bibea
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1836
Iscritto il: 13 febbraio 2012
Goblons: 20.00
Località: Roma
Mercatino: bibea

Prossimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite