Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda donhaldo » 20 lug 2015, 14:18

marigno ha scritto:mi pare una presa in giro francamente.Facciamo noi da playtester per i giochi ma dopo che sono in vendita.


La soluzione c'é, è semplicissima e alla portata di ciascuno di noi: basta non comprare. :frusta:
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Darrell_Standing » 20 lug 2015, 15:13

donhaldo ha scritto:
marigno ha scritto:mi pare una presa in giro francamente.Facciamo noi da playtester per i giochi ma dopo che sono in vendita.


La soluzione c'é, è semplicissima e alla portata di ciascuno di noi: basta non comprare. :frusta:


no, purtroppo non basta. io concordo con agzaroth, nella misura in cui una produzione sempre più vasta crea troppo "rumore" di fondo e diventa veramente difficile distinguere le cose buone, anche documentandosi e informandosi. del resto è normale, nella società di oggi l'"information overload" è una problematica riconosciuta da tempo.
è quello che personalmente mi è successo con la musica ed è quello che sto sperimentando coi giochi: ho smesso di seguire le novità. so cosa esce, ma molto spesso non ho alcuna voglia di approfondire.

vengo dall'editoria, avete presente che si dice che in italia si legge poco? ebbene, forse non sapete quanto si scrive. sembra che tutti, avendo a portata di mano un word processor, si sentano autorizzati a scrivere romanzi, racconti ecc. ovviamente non è così semplice. però, finché era così, alle case editrici arrivavano duecento manoscritti al giorno, 198 venivano cestinati subito e un altro a stretto giro. almeno, con editori seri. e l'editore serio è un professionista che si incarica di fare la cernita, trasformare il manoscritto in prodotto di qualità. questo vale per i libri come per i giochi. poi sono arrivate le terrificanti piattaforme come ilmiolibro, che fanno ciò che fanno gli editori poco seri, ovvero: ti pubblichiamo e distribuiamo il libro, basta che paghi. la morte del mercato librario.

ora, il crowdfunding è cosa ben diversa da aberrazioni come ilmiolibro, perché quantomeno il progetto passa al vaglio degli utenti, che non sono professionisti del settore ma in nicchie altamente specializzate come i giochi da tavolo sono spesso composte da persone molto esperte e in grado di valutare se la proposta è una schifezza o di qualità. lo stesso kickstarter consente a editori seri di varare operazioni che normalmente non farebbero per l'alto rischio imprenditoriale. il rovescio della medaglia è, appunto, il "rumore".
ma, appunto, sarà che sono scottato dagli altri campi di interesse da cui provengo (la mia passione per i giochi da tavolo moderni è relativamente recente).
Offline Darrell_Standing
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1052
Iscritto il: 04 dicembre 2010
Goblons: 380.00
Località: Torino
Utente Bgg: Baol
Mercatino: Darrell_Standing

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Morg » 20 lug 2015, 15:54

mistake89 ha scritto:Quindi il tuo giudizio soggettivo sulla musica, rispetto al mio che lo faccio di professione da più di dieci anni - e forse ho competenze maggiori - è uguale?

Il gusto si evolve se lo si coltiva. E non capisco perché questo nelle forme artistiche, da parte del pubblico, non sia contemplato.




inviato dalla sua scatoletta tascabile

Vedo che la questione posta è particolarmente avversata proprio per il mondo gdt, probabilmente perché c'è un inconscio complesso di inferiorità in noi giocatori verso questo nostro hobby.
Viva il soggettivismo estremo ma poi a scagliarsi sul Gigi d'Alessio o sul Grande Fratello di turno ci si butta tutti (e per fortuna)...
In Ludo Veritas

OFFERTE PER PLAY!
Offline Morg
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 09 novembre 2012
Goblons: 410.00
Località: Pavia/Magenta
Mercatino: Morg
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda gixx » 20 lug 2015, 17:32

mistake89 ha scritto:Quindi il tuo giudizio soggettivo sulla musica, rispetto al mio che lo faccio di professione da più di dieci anni - e forse ho competenze maggiori - è uguale?

Il gusto si evolve se lo si coltiva. E non capisco perché questo nelle forme artistiche, da parte del pubblico, non sia contemplato.

Non è quello che ho detto. Ho detto che l'opinione di un critico, per quanto sia competente, a me lascia il campo che trova. Se Luzzatto Fegiz mi scrive che l'ultimo concerto di Tiziano Ferro a Torino è stato uno dei 5 più intensi della sua carriera di critico, a me personalmente fotte sega perché non ho gusti affini al signor Fegiz anche se se il suddetto ha un'esperienza pluridecennale come critico. Preferisco di gran lunga i consigli di chi ha meno esperienza in campo musicale di Fegiz ma ha gusti più affini ai miei. Son così, che ci devo fare. Però da quando sono così campo molto meglio di quando basavo i miei acquisti sulle recensioni degli "espertoni". :sisi:

Comunque stiamo divagando dalla questione. Possiamo comodamente dire che in ambito ludico noi frequentatori assidui del forum siamo più o meno tutti moderatamente esperti, magari con gente più esperta in certe tipologie di giochi e altri più esperti in altre.

Morg ha scritto:Vedo che la questione posta è particolarmente avversata proprio per il mondo gdt, probabilmente perché c'è un inconscio complesso di inferiorità in noi giocatori verso questo nostro hobby.
Viva il soggettivismo estremo ma poi a scagliarsi sul Gigi d'Alessio o sul Grande Fratello di turno ci si butta tutti (e per fortuna)...

Falso. Io ad esempio non mi scaglio mai contro i Gigi d'Alessio o i Grandi Fratelli. Al massimo mi scaglio contro chi li ascolta o guarda. Allo stesso modo posso pensare che chi gioca a Risiko o Monopoli sia un babbo viste le ottime alternative che ci sono (e magari se li conosco di persona glie le posso anche proporre ste alternative), ma detto questo, se a loro piace quello, contenti loro contenti tutti.
Offline gixx
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4318
Iscritto il: 23 settembre 2005
Goblons: 366.00
Località: Milano (MI)
Mercatino: gixx
Podcast Maker

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Morg » 20 lug 2015, 20:42

scusa Gixx ma se ti scagli contro chi guarda GF et similia... stai dando chiaramente un giudizio negativo intrinseco anche sui programmi stessi. O la critica non avrebbe senso alcuno ippotto:
In Ludo Veritas

OFFERTE PER PLAY!
Offline Morg
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 09 novembre 2012
Goblons: 410.00
Località: Pavia/Magenta
Mercatino: Morg
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Morg » 20 lug 2015, 20:48

vero è che poi in tutti i campi artistici o artigianali in senso lato c'è comunque un discorso di fruizione come fine puro che esula poi dal giudizio stretto di qualità. Su questo posso capire la visione "menefreghista" del singolo, ma secondo me rimane un punto di vista "socialmente" pericoloso.
In Ludo Veritas

OFFERTE PER PLAY!
Offline Morg
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 6244
Iscritto il: 09 novembre 2012
Goblons: 410.00
Località: Pavia/Magenta
Mercatino: Morg
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda gixx » 21 lug 2015, 1:14

Morg ha scritto:scusa Gixx ma se ti scagli contro chi guarda GF et similia... stai dando chiaramente un giudizio negativo intrinseco anche sui programmi stessi. O la critica non avrebbe senso alcuno ippotto:

In realtà ho sbagliato a riutilizzare lo "scagliarsi contro" che tu hai usato in precedenza. Effettivamente non mi scaglio contro nessuno e soprattutto non dico mai di qualcosa che è bello o è brutto, al massimo dico che non mi piace. Ma nessuno vieta a chi guarda il GF di dirmi che non gli piace Breaking Bad e True Detective che io invece adoro.
Comunque ho l'idea che stiamo un po' divagando...
Offline gixx
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4318
Iscritto il: 23 settembre 2005
Goblons: 366.00
Località: Milano (MI)
Mercatino: gixx
Podcast Maker

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Cianopanza » 22 lug 2015, 9:25

gen0 ha scritto:
Peppe74 ha scritto:Devo dire che Faidutti lo apprezzo più come opinionista che come autore :-)
Mi trovo d'accordo con molte cose espresse:
Troppi giochi pubblicati= meno qualità


secondo me è un'affermazione che ha ben poco senso.


Troppi titoli peggiorano la qualità generale per come e' il settore dei giochi oggi
Ad esempio se le case di produzione sono sempre le stesse non possono permettersi di seguire come si deve troppe uscite: curare materiali, promozione, distribuzione, espansioni, traduzioni... Se aumenti le uscite diminuisci qualità, perché chi stampa dovrà curare di meno tutti gli aspetti (e' un discorso che può valere anche per libri e etichette di dischi... sia indie che major... Il troppo stroppia)
Più uscite potrebbe portare alla ribalta nuovi autori, aspetto positivo, ma anche molta morchia (e magari morchia di vecchi autori)... di capolavori se ne vedono pochi.
Alla fine se i giocatori/acquirenti non aumentano e son sempre gli stessi, troppe uscite saturano, perché il giro di $$$ resta lo stesso, ma spalmato in maniera improbabile su troppe proposte.
Online Cianopanza
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 11 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Trieste
Mercatino: Cianopanza

Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Mik » 22 lug 2015, 11:16

Ma, teoricamente, l'aumento delle uscite non deriva anche da un aumento del bacino di utenza?! :pippotto:

E anche le case di produzione non sono sempre le stesse ma stanno aumentando. I progetti ks poi sono come singole case editrici.

E anche le stesse, si suppone che se non riescono a star dietro a tutto aumentino il personale.
Se scende la qualità materiale del prodotto, a meno di gioconi, sono i primi a perderci.
Offline Mik
Super Goblin
Super Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 18002
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Cianopanza » 22 lug 2015, 15:10

Non credo nella domanda/offerta... Ci sono piu' titoli perché più facile proporre cose, non è detto che corrisponda ad una reale esigenza di titoli nuovi



KS è un modo di autoprodurre, case editrici hanno una struttura diversa, più "sul territorio", hanno un' idea di catalogo, una credibilità, poi chessò, un ufficio stampa per promuovere le uscite, partecipazioni a fiere, distribuzione. Non si tratta solo di stampare un prodotto, bisogna anche curarselo, farlo crescere.



Infine per aumentare il personale bisogna aumentare il giro di $$$. Non da ultimo, perché una casa dovrebbe produrre più titoli di quanto gli serve/può fare? Rischiare di avere uscite che si pestano i piedi, flop, giacenze... Non è questione di personale, più di calendario: un anno ha 12 mesi (natale è in dicembre) uscite compulsive non credo siano sane per una casa editrice di qualsiasi grandezza e in qualsiasi settore
Ultima modifica di Cianopanza il 22 lug 2015, 15:26, modificato 1 volta in totale.
Online Cianopanza
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 11 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Trieste
Mercatino: Cianopanza

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda gixx » 22 lug 2015, 15:23

Cianopanza ha scritto:Troppi titoli peggiorano la qualità generale per come e' il settore dei giochi oggi

Ad esempio se le case di produzione sono sempre le stesse non possono permettersi di seguire come si deve troppe uscite: curare materiali, promozione, distribuzione, espansioni, traduzioni... Se aumenti le uscite diminuisci qualità, perché chi stampa dovrà curare di meno tutti gli aspetti (e' un discorso che può valere anche per libri e etichette di dischi... sia indie che major... Il troppo stroppia)

Più uscite potrebbe portare alla ribalta nuovi autori, aspetto positivo, ma anche molta morchia (e magari morchia di vecchi autori)... di capolavori se ne vedono pochi.

Alla fine se i giocatori/acquirenti non aumentano e son sempre gli stessi, troppe uscite saturano, perché il giro di $$$ resta lo stesso, ma spalmato in maniera improbabile su troppe proposte.

Sì ma parti da un assunto che non condivido, ovvero la parte in corsivo sottolineata. C'è un aumento di titoli ma anche un aumento di case di produzione. E anche se le case di produzione dovessero rimanere le stesse, basta che crescano.
Prendi ad esempio la Fantasy Flight del 1997 che aveva a catalogo solo Twilight Imperium prima edizione, un gioco con una componentistica quasi da autoproduzione e paragonala con la Fantasy Flight di oggi, che pubblica decine di titoli al mese e gestisce fior di licenze come Star Wars e tutti i setting della Games Workshop... O più in piccolo come ha fatto una realtà nostrana come Cranio Creations, che di salti in avanti ne ha fatti rispetto a qualche anno fa.
Quindi ben vengano più titoli, più case di produzione, più kickstarter. Ben venga la varietà.
Offline gixx
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4318
Iscritto il: 23 settembre 2005
Goblons: 366.00
Località: Milano (MI)
Mercatino: gixx
Podcast Maker

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Cianopanza » 22 lug 2015, 16:02

Non dico il contrario... La cosa può funzionare solo se il mercato e' affamato di novità. Lo è veramente?

L'acquirente dei gdt muove tanti $$$ da permettere tanti titoli?



Ad esempio, per il settore musica ha funzionato l'ultima volta negli anni 90: etichette indipendenti, non generaliste, forti idee di catalogo (anche di nicchia), cura e personalità nelle proprie uscite... Talvolta più personalità rispetto agli autori proposti.

La gente aveva fame di musica indie/grunge/ecc... E il giro di $$$ che muove/veva la musica non è quello dell'editoria gdt. Comunque non è durato molto... vari motivi, tra cui anche uscite compulsive e qualità dei titoli scesa inesorabilmente



Ma può funzionare come no...

Il rischio è che un etichettina vada a gambe all'aria nonostante misconosciuti capolavori. Mentre la major ti ristampa Faidutti in edizione limitata natalizia :)



Troppe proposte, ma c'è spazio per tutti?
Ultima modifica di Cianopanza il 22 lug 2015, 16:20, modificato 1 volta in totale.
Online Cianopanza
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 11 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Trieste
Mercatino: Cianopanza

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda gen0 » 22 lug 2015, 16:02

Cianopanza ha scritto:Non credo nella domanda/offerta...


...

a livello economico è come dire che non credi nella forza di gravità...
Immagine
Offline gen0
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2814
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 70.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0
Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Podcast Maker

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda Cianopanza » 22 lug 2015, 16:11

gen0 ha scritto:a livello economico è come dire che non credi nella forza di gravità...



l'economia la fa la gente, non c'è nessuna forza... :)


Mik mi ha risposto che teoricamente, l'aumento delle uscite deriva anche da un aumento del bacino di utenza


Mica vero... Si propongono ks perché è facile farlo, non perché c'è una reale domanda di prodotti nuovi a cui segue un'offerta... Ho la sensazione che internet ha incasinato un po' le solite due regoline economiche.


Bella la varietà, non c'è dubbio, ma può stare in piedi?
Online Cianopanza
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 11 gennaio 2010
Goblons: 50.00
Località: Trieste
Mercatino: Cianopanza

Re: Il futuro dei GdT secondo Bruno Faidutti

Messaggioda LordDrachen » 23 lug 2015, 14:23

gen0 ha scritto:secondo me è un'affermazione che ha ben poco senso.

cioè più che non avere senso è banalmente superficiale.

Non vedo per quale motivo logico un aumento dei giochi pubblicati dovrebbe diminuire la qualità. Più che altro diminuisce la qualità in proporzione, quello si. Ma è appunto una proporzione.

Selezione naturale.
La qualità in proporzione inferiore significa anche difficoltà di percepire correttamente la qualità.
Tutti i businness che esplodono diluiscono il prodotto eccellente all'interno di un mare di mediocrità, la conseguenza è la più difficile fruibilità della qualità (problema di informazione).
Negli anni 80/90 entravi in un negozio e compravi un cd metal ad occhi chiusi e sotto il discreto/buono non ci andavi.
Prova oggi. :sisi:
Ultima modifica di LordDrachen il 23 lug 2015, 14:25, modificato 1 volta in totale.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti