il migliore gioco di ruolo!!

Discussioni generali su tutti i tipi di Giochi di Ruolo (compresi D&D e derivati).Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.

Moderatori: Galdor, Arioch

il migliore gioco di ruolo!!

Messaggioda bigio » 23 ott 2007, 12:52

premesso che fino ad ora ho sempre e solo giocato (come gioco di ruolo intendo) a D&D e quindi non conosco molto bene il vasto mondo dei gdr, vi porgo questa domanda cari fratelli goblin:

qual'è secondo voi il più bello e completo gioco di ruolo a cui si può giocare?


P.S. ho sentito molte critiche su D&D 4ed. per via di levelli,classi ecc...esistono gdr che escludono questo metodo classico di gioco? e secondo voi sono più funzionali?

ciao buona classifica!!
"presto...andiamo a riposarci in quella rovina in cappella!!"
Offline bigio
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 06 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: bergamo
Mercatino: bigio

Messaggioda Sol_Invictus » 23 ott 2007, 13:06

Questo tipo di domande spesso degenera in un Ragnarok tra nerd, ma voglio essere ottimista.
Sul gdr migliore, non ha troppo senso discutere perchè molto dipende dall'ambientazione e da altre cose in parte soggettive, e valutare i regolamenti senza ambientazione dietro secondo me non ha senso, motivo per cui schifo tutti i regolamenti generici per gdr.
Io dico che il mio preferito attualmente - ma è cambiato col tempo e cambierà ancora - è il Richiamo di Chtulhu. Che sia d20 o Chaosium poco importa (ma meglio il secondo), perchè tanto il fascino sta nell'ambientazione, che di regole ne richiede proprio pochine.

Le critiche su D&D4 sono un po' premature, visto che non è ancora uscito..ma è probabile mantenga l'impostazione dei predecessori. E' un'impostazione da regolamento mooolto classico, per non dire vecchio ed ormai anacronistico. Le parti più odiate di solito sono peggiorate con il tempo, nonostante una serie di migliorie tecniche, perchè il prodotto si è sempre più avvicinato a standard adatti a bimbiminkia, i veri target del mercato. Comunque, va detto che alcune parti del regolamento di D&D sono effettivamente molto funzionali all'ambientazione (Allineamenti, Classi, ecc.) e che quindi a modo loro hanno senso. Ambientazione che, al pari del suo regolamento, è ormai molto classicona e superata. Anzi, che l'ambientazione sia orma roba da teenager non c'è dubbio, motivo per il quale generalmente non piace nemmeno il regolamento...

Io ho smesso con D&D poco dopo i 20 anni, mi ci sono divertito molto ma davvero avevamo inziato a trovarlo troppo macchinoso e "arcade", più un videogame che altro. Di gdr con meccaniche diverse ne esistono...quasi infiniti, e molti certamente migliori.
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1605
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna
Mercatino: Sol_Invictus

Re: il migliore gioco di ruolo!!

Messaggioda salkaner » 23 ott 2007, 13:24

bigio ha scritto:
qual'è secondo voi il più bello e completo gioco di ruolo a cui si può giocare?


premesso che condivido le considerazioni di Sol_invictus su ciò che siffatta domanda può generare...

Soggettivamente parlando, non posso che rispondere Fresco (visto che non l'ho scritto nè per puro esercizio di stile, nè per soddisfare il mio ego, ma perchè volevo un gdr così)

CMQ non posso esimermi dal citare quali buoni esempi di gdr LEx Arcana, Fuzion, Paranoia, GURPS ma persino l'originale D&D (dino alal scatola grande nera)


P.S. ho sentito molte critiche su D&D 4ed. per via di levelli,classi ecc...esistono gdr che escludono questo metodo classico di gioco? e secondo voi sono più funzionali?



oserei dire che la stragrande maggioranza dei GDR non ha i livelli, e la maggior parte nemmeno le classi.
E , si, direi che la cosa è sicuramente funzionale. Si perde qualcosa in immediatezzxa, ma si guadagna molto in flessibilità[/url][/b]
Offline salkaner
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 241
Iscritto il: 26 agosto 2005
Goblons: 70.00
Località: Tradate
Mercatino: salkaner

Messaggioda Curte » 23 ott 2007, 14:05

I migliori gdr... caxo domanda da un milione di kopeki... come già detto da tutti quanti ogni gdr fa storia a sé ed è impossibile stilare una classifica oggettiva... quindi vado con la mia classifica soggettiva:

Fantasy:
Warhammer gdr--> bellissimo! ambientazione ottima, sistema di regole funzionale, personaggi unici! Il migliore secondo me!
Stormbringer--> solo per appassionati della saga di Elric! Ma per chi ama il principe Albino... un ottimo fantasy, mortale e disperato

Horror:
Richiamo di Cthulhu--> un mito! consiglio l'edizione Stratelibri con regolamento originale (d100). Ma devi amare i racconti di H.P.L. (cmq DEVI leggere HPL)
Kult--> bellissimo da leggere, non mi convince troppo al tavolo... cmq quel che costa lo vale tutto tutto tutto. Ambientazione 10 e lode!
Sine Requie --> lo cito sennò l'editore mi mazzuola... Cmq è stato nominato Miglior Gioco italiano nel 2003 (a Lucca Games), ha un'ambientazione originale e curata e si gioca con... i Tarocchi!!!... non posso giudicare un mio gioco... ma chi l'ha fatto è rimasto più che soddisfatto! A Lucca esce la seconda edizione chiamata Sine Requie Anno XIII, con una grafica... da Asterion...

Vari:
Deadlands--> un westwrn - horror di grande spessore, un bellissimo gioco che sfrutta dadi e carte da poker! molto molto bello!
Mondo di Tenebra--> conosco solo la vecchia edizione quindi parlo solo di Vampiri: la masquerade... che dire? folgorante! bellissimo! emozionante! regolamento bruttino ma superfluo tutto sommato... decisamente un gran gioco.
OSOK--> One Shot One Kill... un gdr veramente atipico basato sui flim di serie B... regolamento interessante e fuori di testa per sedute al fulmicotone una tantum. Cmq interessante per le mille innovazioni stilistiche.

Un consiglio: D&D è molto funzionale e commercialmente geniale, ma da quasi tutti coloro che conoscono qualche dozzina di gdr è considerato un pessimo gioco (in america, gli stessi produttori, non parlano più di D&D come di un gdr ma come di un "gdr da tavolo") per mille motivi... io l'ho amato trai 15 e i 18 anni... ma con D&D non avevo assaporato il vero fascino del gdr... se ce la fai esplora più che puoi, ogni nuovo gioco è una nuova emozione :grin:


Aloa

Curte

-non è vero che morirete- disse il serpente

Offline Curte
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: 25 marzo 2005
Goblons: 210.00
Località: Livorno
Mercatino: Curte

Messaggioda Cyrano » 23 ott 2007, 14:14

Ok ho già capito che con Curte ci andrò d'accordo.

Warhammer per il fantasy, Chtulhu e Kult per l'horror (spezzando una lancia in favore della giocabilità del secondo).

Sine sta sempre nel mio cuore ma ho notato che non tutti gradiscono sostituire i dadi con le carte... per cui giudizio a parte...
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5697
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Galdor » 23 ott 2007, 14:25

Domanda un pò generica: è un pò come chiedere "Qual'è il cibo che preferisci?", senza specificare se si parla di dolci, di quale stagione, ecc.. ;)

Secondo me andrebbero circoscritti almeno due campi: ambientazione e tipo di gioco.

Nel primo campo si potrebbe domandare -ad esempio- "Qual'è il miglior GdR fantasy?" oppure horror o cyberpunk, ecc..
Se non si da questa specifica si rischia di ottenere risposte basate sull'ambientazione preferita e non sul sistema di Regole o le meccaniche..

Nel secondo campo bisognerebbe specificare se vogliamo un GdR che predilige l'hack-n-slash, oppure l'Interpretazione o la Narrazione o il Simulazionismo, ecc.. :idea:

Se devo dare comunque una preferenza assoluta: ARS MAGICA
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4750
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Juda » 23 ott 2007, 14:47

credo che la domanda presupponga, come è già stato detto una rspost soggettiva, pertanto ti dirò quali giochi per me sono stati più divertenti:

Martelli da guerra: la prima edizione dell'attuale warhammer FRPL, la considero semplicemente indimenticabile

Vampiri la masquerade: l'ambientazione è una delle più belle ancora in circolazione, il sistema è semplicissimo a parte il combattimento un po' macchinoso. Sicuramente uno dei gdr più amato dalle donne.

Kult: devo testarlo in queste settimane e dunque non so se renda al tavolo ma di certo leggendolo posso dire che fa ben sperare

Il Rihiamo di Cthulhu: molto bello ma più godibile se hai letto almeno un'antologia di racconti di Lovecraft; io l'ho giocato a secco (senza lettura) e successivamente dopo averli letti tutti e la differenza si sente.

Exalted: davvero molto singolare, soprattutto la seconda edizione con un combattimento complesso ma molto soddisfacente. Molto particolare e dunque o lo ami o lo odi.

Per quel che riguarda il sistema a livelli se non sbaglio nessuno di questi lo adotta e tutti sono, chi più chi meno funzionali.

Adotta un Juda, ti sara "fedele" per sempre!?!

Offline Juda
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1598
Iscritto il: 25 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Lodi
Mercatino: Juda

Messaggioda Cyrano » 23 ott 2007, 15:07

Juda ha scritto:
Martelli da guerra: la prima edizione dell'attuale warhammer FRPL, la considero semplicemente indimenticabile


Io a livello di fantasy non ho potuto non aprezzare Warhammer (anche se è più giocoso di Cthtulhu & C. intendiamoci, ma ogni tanto ci vuole anche una sana scazzottata tra nani ed orchi) però ho conosciuto solo la seconda edizione, che differenze ci sonop con la prima?
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5697
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Blerpa » 23 ott 2007, 21:31

Cyrano ha scritto:
Juda ha scritto:
Martelli da guerra: la prima edizione dell'attuale warhammer FRPL, la considero semplicemente indimenticabile


Io a livello di fantasy non ho potuto non aprezzare Warhammer (anche se è più giocoso di Cthtulhu & C. intendiamoci, ma ogni tanto ci vuole anche una sana scazzottata tra nani ed orchi) però ho conosciuto solo la seconda edizione, che differenze ci sonop con la prima?


La prima è molto più confusa, squilibrata nelle regole e anche nella struttura del manuale.

La 2a edizione, che NON si chiama Martelli Da Guerra ma Warhammer Fantasy RP 2a edizione italiana, è migliore su TUTTA la linea.

Riguardo al miglior GDR come dice Galdor bisognerebbe fare una divisione appropriata fra Ambientazione e Meccanica delle regole.

D&D 4ed lo vedremo fra un bel pò... ha alcune cose interessanti, ma personalmente tiene ancora:

Livelli
Classi
Tiri Salvezza
Allineamenti (UGH! Nel 2008... tristissimo.)

Indi per cui i punti che io trovo più criticabili sono rimasti.

Ci sono così tanti GDR in giro che è difficile dire qual'è il migliore anche a livello personale e penso che questo possa cambiare pure con il tempo.

Personalmente io metto Deadlands, Fudge, The Whispering Vault, Mage The Ascension, Kult...

Aggiungo anche che il Richiamo di Cthulhu non mi è mai piaciuto, non tanto per le regole ma per l'ambientazione, dato che ho sempre trovato Lovecraft uno scrittore mediocre da romanzetto d'appendice di fine secolo, e Stormbringer (Curte??? NOOOO!!!) che possiedo e ho masterizzato ha un sistema squilibrato ed insulso (E no, non mi piace nemmeno Moorcock come scrittore).

Ovviamente il Richiamo di Cthulhu è un cult nella storia dei gdr.
E sempre meglio quello della versione boiata D20.
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 368
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa
Mercatino: Blerpa

Messaggioda Cyrano » 23 ott 2007, 21:55

Io aprofitto Blerpa: com'è Mage The Ascension?
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5697
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Blerpa » 23 ott 2007, 23:51

Cyrano ha scritto:Io aprofitto Blerpa: com'è Mage The Ascension?


Allora... di Mage esistono ventimilioni di versioni :lol:

Mage The Ascension 1a edizione

Mage The Ascension 2a edizione (cartonato e con una migliore struttura complessiva del libro, con errori sistemati e così via)

Gurps Mage (Mage The Ascension per Gurps)

Mage The Sorcerer's Crusade (Europa del 1500 - Rinascimento)

Mage - Dark Ages (Europa del 1230 - Stesso periodo di Vampiri - Secoli Bui... infatti sarebbe Maghi - Secoli Bui)

Mage - The Awakening/Maghi - Il Risveglio

Allora, su Sorcerer's Crusade e Dark Ages non mi pronuncio.
Mage The Ascension propone il solito sistema storytelling della WW.
Io l'ho sempre trovato il più affascinante di tutti i gdr WW (insieme al vecchio Werewolf) anche per il fatto che a differenza di quei polli lamentosi e nichilisti dei vampiri i Maghi hanno la speranza, l'anelare ad un livello più alto di coscienza e realtà...

Sebbene nel manuale vi fosse la classica divisione in tradizioni (come i clan di Vampires - The Masquerade) che è un camuffamento di classi alla d&d per certi versi (ma mai così esplicito come nel mediocre e pretenziosissimo Changeling - The Dreaming) in realtà in mano a giocatore molto esperti lascia molto spazio alla creatività (basta che uno non si lasci fuorviare dalle illustrazioni di ogni tradizione).

Il problema di Mage, specie nella sua prima edizione, è il fatto che le regole e le spiegazioni di alcuni termini (un classico su tutti le spiegazioni sulla Quintessence che nel primo libro si trovavano sparse per tutto il manuale) sono frammentarie e confuse, la magia deve essere usata con attenzione da Master e giocatori in quanto può sfuggire facilmente di mano anche con le spiegazioni sommarie delle Rote.

Eppure in mano a gente *interessata* all'argomento c'è molto da poter fare.
E la tecnocrazia è un mostro con suoi motivi e giustificazioni perfettamente accettabili, in mano ad un master veramente capaci.

Nel nostro gruppo io giocavo un Euthanatos (Coloro che danno la buona morte) africano delle tribù Tuareg (per caso proprio in quel periodo avevo letto molto su di loro) e mi ero informato sul modo in cui loro interpretavano la religione musulmana (indi per cui mi ero divertito anche a scoprire il mondo arabo/islamico e la bellezza insuperabile dei proverbi arabi), la mia ex-ragazza, da sempre attivamente interessata al paganesimo celtico e non, aveva un personaggio Verbena con un forte legame con il sangue (in maniera superficiale potrei dire una Wicca) e fra gli altri il master si era accollato il tutto visto da una sua visione personale della cosa, visto anche che egli studiava Scienza Informatica all'università in Inghilterra e si divertiva a fare cosine come entrare nei database dei quartier generali di alcune banche americane (cosa che gli aveva fatto rischiare di essere espulso da scuola e andare in penale - alla fine era stato perdonato e aveva già al secondo anno offerte da 5 fra le più grosse compagnie inglesi sia telematiche sia informatiche, fra cui una delle aziende che cura la protezione informatica delle banche inglesi... chissà perchè... LOL) - PS. stiamo parlando del 1994-95 circa, mica ora che internet la abbiamo tutti.

Sebbene sia piacevole raccontare questi aneddoti, il punto non è di fare lo sborone, ma di illustrare il fatto che Mage sia un gioco impegnativo in cui, secondo me, per trarne il meglio bisogna essere interessati nella questione e vogliosi magari di documentarsi, provare, argomentare e così via.

Si può giocare anche in maniera più leggera, per carità, ma secondo me perde molto.

I giocatori devono essere pronti a cercare motivazioni negli innumerevoli spunti del manuale che non dà però un indirizzo certo, al di fuori della guerra contro la Tecnocrazia, anche se spesso poi non si capisce bene da che parte si stia o si dovrebbe stare, e lì sorgono i dilemmi morali in gioco.
La stessa ricerca dell'Ascensione è non certa ma misteriosa e offuscata da molti dubbi.

Maghi Il Risveglio, la nuova ultima edizione, riduce il tutto in maniera commerciale e molto più accessibile, si liquida l'origine dei maghi con fuffetta da libro alla Dan Brown sull'origine di Atlantide e sulla sua caduta.
Rivisita il tutto per renderlo più agevole, far sbattere di meno i giocatori nel cercare soluzioni, dare loro il gioco dove fare i maghi fighi (il che ci sta in ogni caso) e basta, più o meno.

Se volessimo fare un parallelismo sta a Mage The Ascension come il Codice Da Vinci sta alla vera storia dei Templari.
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 368
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa
Mercatino: Blerpa

Messaggioda Cyrano » 24 ott 2007, 0:09

Domanda di rito poi la smetto... nessuna pubblicazione in italiano vero (a parte "il risveglio" che a questo punto NON comprerò ;) )? :oops:
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5697
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Blerpa » 24 ott 2007, 0:16

Cyrano ha scritto:Domanda di rito poi la smetto... nessuna pubblicazione in italiano vero (a parte "il risveglio" che a questo punto NON comprerò ;) )? :oops:


No, fu gravissimamente snobbato in Italia mentre si traducevano cose come Toon, Simulacri, Teenager Manga Mutanti, Talislanta, Conspiracy X... eh, gli editonti italiani di una volta.

Ps.: Il Risveglio comunque leggilo e informati, magari ti piace, eh.
Io sono solo una voce fra tante (anche se a quanto pare non sono l'unico).
Se ne parla in uno dei primi numeri di Game Master Magazine, non ricordo quale. 8)
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 368
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa
Mercatino: Blerpa

Messaggioda Curte » 24 ott 2007, 10:43

Blerpa ha scritto:Aggiungo anche che il Richiamo di Cthulhu non mi è mai piaciuto, non tanto per le regole ma per l'ambientazione, dato che ho sempre trovato Lovecraft uno scrittore mediocre da romanzetto d'appendice di fine secolo, e Stormbringer (Curte??? NOOOO!!!) che possiedo e ho masterizzato ha un sistema squilibrato ed insulso (E no, non mi piace nemmeno Moorcock come scrittore).



8-O AAARRGH! ...scrittore mediocre da romanzetto d'appendice di fine secolo... UAARRGH! 8-O

Rispetto ogni opinione ma ... AAAARRRRGGGH! 8-O

Riguardo Stormy... ok Moorcock non sa scrivere, questo è vero, ma alcuni concetti erano originali e interessati per allora (o per quello che conoscevo io allora), mentre le regole sbilanciate non mi hanno mai spaventato, visto che le ho sempre un pò ritoccate e cmq erano tremendamente semplici e funzionali, lasciando così tanto spazio per tutta la storia lontana dal mero combattimento (risolvibile alla peggio in 5 round veloci)...
A onor del vero aggiungo che senza le regole aggiuntive presenti nel manuale "Pan-Tang" la magia fa parecchio acqua... poi migliora... dai, almeno è parecchio originale... questo concediglielo...


8-O AAARRGH! ...scrittore mediocre da romanzetto d'appendice di fine secolo... UAARRGH! 8-O

scusa... ogni tanto mi torna in mente :lol: :lol: :lol:



Aloa

Curte

-non è vero che morirete- disse il serpente

Offline Curte
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 1649
Iscritto il: 25 marzo 2005
Goblons: 210.00
Località: Livorno
Mercatino: Curte

Messaggioda Galdor » 24 ott 2007, 12:16

Blerpa ha scritto:ho sempre trovato Lovecraft uno scrittore mediocre da romanzetto d'appendice di fine secolo

AAARGH!! :crazy7:
Lo sai che ti stimo ma questa frase mi ha fatto davvero male.. :cheez: :-( :lol:
Comunque non voglio iniziare un Off-Topic: mi limito a dire che la Critica Letteraria ha un'opinione diversa di Lovecraft, spesso paragonato al (quasi) contemporaneo E.A.Poe.. :idea:

Blerpa ha scritto:su Sorcerer's Crusade e Dark Ages non mi pronuncio

Su "Sorcerer's Crusade" dico la mia: è un bel manuale! Traspone il mondo e la filosofia di Mage nel periodo Tardo-Medievale, ben immergendo i concetti in questa affascinante Ambientazione.. rivisita sia le varie tipologie di Mago sia -addirittura- alcuni eventi Storici, rileggendoli nell'ottica di Mage.
Giocabile anche senza il manuale "base".
Un bel prodotto.

Per il resto sono daccordissimo con Blerpa sia per quanto riguarda Moorcock sia per l'editoria italiana anni '90.. :lol: ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4750
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Prossimo

Torna a [GdR] Giochi di Ruolo vari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti