Il "peso" della Tana dei Goblin?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, pacobillo, Sephion, Rage

Messaggioda Crow » 10 ott 2012, 17:28

Rufio ha scritto:Potrebbe invece essere l'indicatore che il settore sia in crescita: guardate i siti di videogames... ok, son grossissime compagnie, ma in nessuna la, che so, EA va a presentare il suo gioco. Questo lo posso dire per molti altri settori.

Magari si sta allargando la distinzione fra produttori e clienti, sta nascendo un certo giornalismo più consapevole, magari ancora lontano dall'essere professionale come in altri campi.

Io credo che sia inevitabile... finchè è un sito fra amici e alcuni di essi sono editori ok, ma esporsi ad una massa colloquiando allegramente espone a certi rischi di immagine incredibili.

Forse eh ;)


Tutte, ma proprio tutte le teorie di marketing moderno appoggiano il dialogo tra tutti i livelli della catena distributiva e il consumatore finale proprio sugli strumenti finali di conversazione. Al punto che, proprio nel settore dei videogiochi, ci sono tantissime communities gestite direttamente dalle software house così come moltissimi PR ufficiali delle software house che girano per blog/forum per postare la loro opinione, la posizione del loro datore di lavoro e per parlare con i clienti.

Il marketing relazionale è fondamentale. Quando però cerchi di dialogare con il consumatore finale e un branco di anonimi interviene a gamba tesa con offese, minacce, insulti, predicozzi su verità pretestuose e con toni aggressivi è facile che la discussione degeneri e ciò che dovrebbe essere uno strumento per conoscere il cliente, ma anche l'editore, il negoziante, le idee in cantiere etc.etc. viene messo a rischio.

Purtroppo, ribadisco, c'è un fatto: la moderazione, al momento, è spesso assente. Non parlo di moderatori nello specifico, quando più le regole stesse che dovrebbero supportare la moderazione. Un utente che dà del ladro ad un altro senza apportare motivazioni e ad oltranza dovrebbe essere allontano o invitato a darsi una calmata. Vi invito ad andarvi a rileggere alcuni post sul forum RedGlove al riguardo...

Senza contare sfilate di post in cui si inneggia al boicottaggio nei confronti delle aziende italiane (dal 'andatevelo a comprare in germania, non date soldi a questi ladri' a cose anche peggiori). Voglio dire con che spirito può venire un professionista accolto in questo clima? :)
Ultima modifica di Crow il 10 ott 2012, 17:30, modificato 1 volta in totale.
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Messaggi: 968
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca
Mercatino: Crow

Messaggioda Angiolillo » 10 ott 2012, 17:30

Secondo me no, Rufio, dato che poi alcuni di questi autori ed editori vanno, se non erro, a dialogare sui forum di BGG. Dove del resto si trovano i loro colleghi forestieri: autori ed editori più o meno noti. Inclusi molti di quelli di primo piano.
E vanno su su altri forum più mirati a particolari tipi di gioco. O addirittura specifici per il singolo gioco: per ripetere un esempio che mi riguarda specificamente, è vero che la Tana ha più di 11.000 iscritti di cui alcuni interessati al mio gioco, ma sia The Aerodrome (forum dedicato a Wings of War) che il gruppo degli appassionati di WoW su Yahoo hanno circa 3500 iscritti tutti, per definizione, interessati al mio gioco... Tra cui i Goblin più interessati ad esso. Ogni minuto speso lì è più utile, in termini pratici, di ogni minuto speso qua.

Certo anche su BGG a volte i toni non sono simpatici.

Lo dico non per sminuire il peso della Tana. Ma è un peso proporzionale al peso dell'Italia.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5401
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda linx » 10 ott 2012, 17:40

Izraphael ha scritto:OT @ Linx

?
Non mi pare di essere OT. Stiamo dando opinioni sul "perchè sulla tana si parla poco di titoli italiani"!!!

Anche Puertorico dura 45 minuti. Non per questo è un gioco light. Non è la durata che rende il gioco "fuori target" per i "nerd" della tana, ma la profondità, come ti dicevo prima.

Ciò che ha detto Rufio mi fa tornare in mente un articolo di marketing che lessi qualche mese fa su coloro che cercavano di usare i social come forma pubblicitaria... e su quanto sia controproducente, oltre un certo livello di grandezza. Coloro che lavorano sui grandi numeri hanno bisogno di STACCARSI dagli spesso ciechi giudizi della massa perchè basta anche andare vicino a sbagliare mancando di tatto nella risposta a qualcuno, che abbia ragione o meno, per perdere molti più clienti di quanti possano guadagnarci.

Inoltre se qualcuno parla bene di un loro prodotto in loro sicura assenza (o celata assenza) fa loro buona pubblicità, se qualcuno lo fa dove la presenza della casa produttrice si fa sentire interagendo si ha sempre il dubbio che gli interessi o anche solo lo scambio di gentilezze inquinino in realtà l'opinione rendendo la pubblicità molto meno efficace.
Se volete un esempio guardate in che situazione si è trovato Indianino sul trhead su Leggende di Andor. C'era gente che cercava di capirci qualcosa e lui che cercava di dare delle risposte. Ma quando le risposte arrivano da una persona "implicata" i dubbi non si fugano.

Certo altre volte l'hype invece funziona benissimo, se a rispondere sono solo persone malate di acquisto compulsivo (Kadaj ti voglio bene comunque ;-) )...
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6548
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Galdor » 10 ott 2012, 17:41

Per pura curiosità e ignoranza: esistono forum dove gli editori/autori/negozianti/operatori-del-settore si sentono tutelati?
A parte i propri forum personali, ovvio ;)

Lo chiedo alla luce delle accuse vs la Moderazione, inoltrate da Stef, Iz e Crow: non è che - forse - un forum 'neutro', come quello della Tana, è ontologicamente un terreno difficile da affrontare, per gli operatori del settore? :idea:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Crow » 10 ott 2012, 17:50

Galdor ha scritto:Per pura curiosità e ignoranza: esistono forum dove gli editori/autori/negozianti/operatori-del-settore si sentono tutelati?
A parte i propri forum personali, ovvio ;)

Lo chiedo alla luce delle accuse vs la Moderazione, inoltrate da Stef, Iz e Crow: non è che - forse - un forum 'neutro', come quello della Tana, è ontologicamente un terreno difficile da affrontare, per gli operatori del settore? :idea:


Sì, confermo. Un forum neutro dove uno può scrivere 100 volte ladro nell'arco di un thread (direttamente, indirettamente o velatamente), dove si inneggia a boicottare le aziende italiane e dove spesso il nepotismo e l'amicismo (perdonatemi l'invenzione) la fanno da padrone E' UN TERRENO DIFFICILISSIMO da affrontare :)

Il problema non è mai nella schiettezza o nel dialogo acceso, ma negli insulti e nell'intolleranza, che purtroppo sono latenti e sempre pronti ad uscir fuori. Cerchiamo di capirsi: ci sono state discussioni su temi 'caldi' molto accese, molto dibattute, con fonti, dati alla mano e punti di vista molto diversi ma per questo AVVINCENTI. Poi si eclissano in frasi qualunquiste, in flame, in accuse più o meno dirette e spesso, ripeto, in insulti.

Sinceramente cerco di fare del mio meglio in questa attività. Se poi devo essere tacciato da ladro perché faccio un prezzo e in germania ne fanno un altro e non si vogliono neanche ascoltare le motivazioni sulle differenze... che devo fare? Cospargermi il capo di cenere. Leggo e passo oltre...

...ma la Tana, secondo me, ne perde.
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Messaggi: 968
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca
Mercatino: Crow

Messaggioda Izraphael » 10 ott 2012, 17:55

La mia non è un'accusa alla moderazione. Sono un moderatore, secondo te da che parte sto?

Sapete che vi dico? Non è vero che gli autori e gli editori se ne vanno, e se lo fanno è colpa loro. Siamo d'accordo.

Io intanto abbandono la discussione.
Evidentemente - dopo anni di onorata carriera goblin in cui mi divertivo anche solo a battibeccare - le discussioni sulla Tana non fanno più per me, prendo subito d'acido.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa
Mercatino: Izraphael

Messaggioda Cippacometa » 10 ott 2012, 18:53

Crow ha scritto:Da negoziante devo dire che trovo davvero insoddisfacente il livello di moderazione applicato in certe discussioni. Non ho voglia di mettermi a fare una ricerca approfondita, ma periodicamente spuntano dei post in cui alcuni nomi precisi, spesso vicini alla tana dal punto di vista organizzativo (così mi pare di capire dalle varie linguette colorate sotto i loro nomi), si permettono di infamare e diffamare il lavoro di questo e quello. Ho perso il conto delle volte in cui mi sono sentito dare del ladro, truffatore, disonesto sulla base di chiacchiere e fatti senza prove con intervento pressoché zero da parte dei moderatori.
Da moderatore, questa tua osservazione mi lascia sconcertato. Se è vero quanto dici la cosa è grave, dato che un moderatore per definizione non dovrebbe lasciarsi andare pubblicamente ad affermazioni del genere: moderatori "non moderati" ne abbiamo avuti in passato, incluso il sottoscritto, agli esordi della Tana (quasi 10 anni fa!) quando eravamo quattro gatti, ma poi si è cercato, con l'esperienza e con sforzi notevoli da parte di tutti, di entrare più in sintonia con questo ruolo che - va detto - non è facile.
Però non bisogna dimenticare che un moderatore è anche un utente, ed è quindi libero di protestare sui forum se vede un gioco a 50 € in un negozio in Italia quando in Germania lo trovi a 25 €. Poi per il "come" protesta si può anche discutere.

Comunque, se in futuro ti dovesse capitare di nuovo una situazione di questo tipo (insulti e/o mancata moderazione), ti prego di farlo presente al sottoscritto o ad altri moderatori, che sono sicuro sapranno come e dove intervenire.

Scusate per l'OT
Anzi no, non è per niente OT
Ultima modifica di Cippacometa il 10 ott 2012, 19:51, modificato 1 volta in totale.
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)
Mercatino: Cippacometa

Messaggioda Galdor » 10 ott 2012, 19:43

Crow ha scritto:
Galdor ha scritto:Per pura curiosità e ignoranza: esistono forum dove gli editori/autori/negozianti/operatori-del-settore si sentono tutelati?
A parte i propri forum personali, ovvio ;)

Lo chiedo alla luce delle accuse vs la Moderazione, inoltrate da Stef, Iz e Crow: non è che - forse - un forum 'neutro', come quello della Tana, è ontologicamente un terreno difficile da affrontare, per gli operatori del settore? :idea:


Sì, confermo. Un forum neutro dove uno può scrivere 100 volte ladro nell'arco di un thread (direttamente, indirettamente o velatamente), dove si inneggia a boicottare le aziende italiane e dove spesso il nepotismo e l'amicismo (perdonatemi l'invenzione) la fanno da padrone E' UN TERRENO DIFFICILISSIMO da affrontare :)

Per me è difficile da affrontare anche senza gli estremismi che denunci*: e non lo dico accusando gli operatori del settore, anzi, lo dico (come spesso ho fatto) invitando gli utenti ad un comportamento più consono, e lo dico guardando con ammirazione quei (pochi) coraggiosi operatori che ancora affrontano a viso aperto le orde di goblin imbelviti :lol:

*Gli estremismi che denunci sono comunque gravi e intollerabili: non ti dico di citare un thread, ma puoi indicare almeno uno dei forum dove sono avvenuti (poi la ricerca ce la facciamo da soli, se non ti vuoi sbattere) :?:

E comunque non avete risposto alla mia domanda, posta in assoluta sincerità:
Galdor ha scritto:Per pura curiosità e ignoranza: esistono forum dove gli editori/autori/negozianti/operatori-del-settore si sentono tutelati?
A parte i propri forum personali, ovvio
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Raistlin » 10 ott 2012, 20:35

linx ha scritto:La Tana è un posto dove tendono a incontrarsi giocatori esperti, che cercano giochi con un certo livello di profondità.


Heh, ti sembrerà strano, ma la penso proprio al contrario.
A mio avviso la maggioranza dei frequentatori della Tana sono giocatori non troppo esperti, che magari bazzicano saltuariamente o che semplicemente incarnano l'anima del consumismo più sfrenato. Persone che comprano giochi e ci giocano una volta soltanto e poi li archiviano (e fra di esse mi ci metto anche io, dato che molto spesso non riesco a giocare un gioco più di un paio di volte.. ora mi sto impegnando a comprare meno poichè mi rendo conto della gravità del fatto, ma faccio/ho fatto sicuramente parte del gruppo).
Fra quelli che rimangono ci sono infine una buona parte di conclamati 'saccenti' o 'esperti', ma che più di una volta ho notato essere giocatori assolutamente superficiali, che fanno una o al massimo due partite a un gioco ma che poi millantano di averne carpito tutti i segreti come se ci avessero giocato centinaia di volte, sparando a zero su bilanciamenti perfetti/inesistenti con fare autoritario. Finchè chi legge non conosce il gioco allora può bersi queste scemenze, ma nel raro caso in cui uno il gioco lo conosca davvero, beh, viene da sorridere leggendo.

Naturalmente esistono sul sito anche persone in gamba e sicuramente appassionate, su questo non ho dubbi, ma sono molte meno di quanto possa sembrare a parer mio.

Alla luce di tutto ciò, se si aggiungono le sottili, infinite faide tra autori di giochi e loro relativi fans (e qui mi ricollego e condivido il pensiero di Iz) credo risulti molto chiaro il perchè molti autori non prendano in considerazione il sito più di tanto.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6039
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Messaggioda LordRevan » 10 ott 2012, 23:38

Ho notato anche io la tendenza di operatori del settore a non esprimersi su questo mezzo di comunicazione. La TdG sta assumendo importanza vitale sul territorio con eventi e presenza fisica mentre ho l'impressione (magari errata) che stia perdendo peso come community virtuale.
Cos' this, people reckon, and me included, is why pubs and drugs were kindly invented... To calm us all down, stop us going mental.
Offline LordRevan
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 653
Iscritto il: 27 settembre 2009
Goblons: 150.00
Località: Dallas Metroplex
Mercatino: LordRevan

Messaggioda Jehuty » 11 ott 2012, 0:47

Io mi domando, se fossi un'autore, perché dovrei mettere la faccia qui quando escono topic come questo?

Che non me ne voglia l'autore di questo topic, ma un messaggio senza capo ne coda, dove si butta fango su di un gioco senza motivazione, votato con '4' (unico gioco votato da tale utente, tra l'altro) che vende, sempre tale gioco 'ancora da defustellare'.

1. Ha comprato il gioco e non l'ha nemmeno aperto.
2. Apre un topic dove lo sconsiglia senza spiegare il perché.
3. Spara voti randomici.

Tra l'altro, Pierino1 è stato molto educato e gentile, ma penso io, se ne arrivano altri 10 di topic simili, ad un certo punto, si avrà ancora la voglia di essere gentili?

Tutti abbiamo le nostre opinioni: Monopoly è bello, Monopoly fa schifo, ecc. e su questo non si discute, ma lasciare aperti post del genere, francamente, se ne può fare, imo, di gran lunga a meno, e forse migliorerebbe anche la TdG.
Forse è questa una 'moderazione' che manca qui, anche se così si andrebbe a lenire la 'libertà di parola/scrittura'. Ma troppa gente, spesso immotivata, entra a gamba tesa su giochi, come citato già da altri, perché ha fatto mezza partita o ha letto il regolamento...

Sicuro come l'oro, che se domani divento un autore di giochi, qui non mi faccio pubblicità, non mi è mai piaciuto fare il bersaglio ambulante :roll:
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8262
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda Crow » 11 ott 2012, 2:20

Galdor apriti un qualunque post-flame sul prezzo dei giochi in "Giochi da tavolo" e troverai una quantità estrema di frasi dirette o indirette. Perchè si può dare del ladro in tanti modi.

Contestare che un gioco da una parte costi 50 e dall'altra 25 è una cosa. Dire che costa 25 di più perché i negozianti e gli editori sono ladri (assunto come certezza assoluta, matematica e veritiera) un'altra. Rispondere con arroganza e senza argomentazioni un'altra ancora.

La verità è che l'utente nascosto dietro il suo nickname non ha NIENTE da perdere e può comunque sparare a zero, inneggiare al boicottaggio e amenità varie. Io devo pesare ogni singola parola, vedere un sacco di pubblicità negativa contro il mio settore o la mia categoria sperando che dietro al monitor la gente percepisca la differenza tra 'sparata' e 'argomentazione'.

Purtroppo uno strumento di comunicazione di massa (anche se la massa, nel nostro hobby, fa ridere come definizione) non può permettersi di contenere e mantenere attive sparate gratuite solo in nome della libertà di parola.

Un post come quello contro Lupin3rd assolutamente GRATUITO, a mio avviso era da chiudere perché assolutamente decontestualizzato e immotivato dall'autore. Era una palata di me**a (scusate il francesismo) volante. Poi ci sono stati 1000 post sullo stesso gioco in cui si criticavano le varie pecche e i vari pregi. Ma almeno c'erano motivazioni.


Secondo me perché i professionisti abbiano più piacere ad intervenire è necessario che la conversazione resti pacata, sensata e argomentata. Altrimenti è una piazza dove chi urla di più, vince.

A queste regole, chi fa questo per lavoro o per vivere, perde sempre. E quindi si allontana, per come la vedo io.
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Messaggi: 968
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca
Mercatino: Crow

Messaggioda notfound » 11 ott 2012, 8:16

Giusto per fare un esempio fresco fresco di come si usa la parola "ladro" con estrema libertà basta leggere un attimo questo post:

http://www.goblins.net/modules.php?name ... highlight=

certo il contesto è diverso, ma non posso dare torto a Crow, dato che ho letto anche io tanti post pieni di rabbia e di astio gratuito, e francamente mi sono sempre chiesto per quale motivo poi un editore/inventore/negoziante ecc. del settore dovrebbe stare in pubblica piazza a farsi lapidare.
Se c'è un confronto civile ed educato ben venga, sicuramente ci può stare il fatto che non si possa essere d'accordo su un argomento, ma il dissenso lo si deve manifestare argomentandolo e sempre nel pieno rispetto delle regole e della persona con cui si sta interagendo, senza superare i limiti, che a parer mio sono sempre di manica più larga.
Internet per alcuni è diventanta una valvola di sfogo, si è protetti dall'anoninamato (o quasi) e non avendo il proprio interlocutore che ti guarda fisso neglio occhi permette a molti la "trasformazione"...e così tutte le "pecore" diventano "leoni" dietro lo schermo, poi sarei curioso di vedere se queste persone dal vivo usano la stessa veemenza nell'esprimere i loro pensieri.
Come utente sono anch'io molto infastidito dall'arroganza e dalla cattiva educazione di altri utilizzatori di questa piattaforma e spesso da alcune discussioni preferisco uscirne per non scatenare flame inutili, dato che sono dotato di buon senso, però di certo a mio avviso bisognerebbe essere più rapidi nell'intervenire e non aspettare 30 pagine di commenti , dove volano insulti e talvolta affermazioni diffamanti che tendono a screditare la "vittima" di turno!
Ultima modifica di notfound il 11 ott 2012, 8:52, modificato 2 volte in totale.
Offline notfound
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3276
Iscritto il: 02 gennaio 2011
Goblons: 60.00
Mercatino: notfound

Messaggioda Cyrano » 11 ott 2012, 8:48

Io sto seguendo "I minimondi di Capochino" il forum del buon Starmaster per il modellismo da gioco.

Sta crescendo ed abbiamo molti autori ed editori.

Ora premetto che il mio discorso so basa SOLO sul discorso commerciale e sul fatto che si voglia o meno che il forum diventi anche una vetrina (il che non è necessariamente un bene).

Da parte degli autori/editori serve la correttezza di approfittare BENE delle sezioni dedicate del forum. Lo sappiamo tutti che entrare in una sezione generica e spammare i propri prodotti (magari con frecciatine velate) "rende" di più, ma allontana gli altri. Mi fa un po' ridere che alcuni non abbiano il tempo di mantenere una sezione loro ma lo trovino sempre per millemila post e teoremi sulle sezioni generiche.

Da parte dei moderatori serve una scelta concreta che vada oltre l'amicizia. Un insulto od una critica ad un prodotto da parte di un autore/editore o dai loro "collaboratori" NON E' la stessa cosa di una critica fatta da un utente. Non importa la buona fede: un addetto ai lavori di qualsiasi tipo non si può permettere di criticare la concorrenza un tanto al chilo.

La moderazione deve mantenersi neutrale. Avete mai visto un moderatore di starmaster scrivere articoli ironici sul "puzzillo"? Sì, si intendeva qualcos'altro, il messaggio non fu capito ecc. Ma i risultati ci sono stati ugualmente.

Ripeto, questo è tutto scritto nell'ottica di avere gli "addetti ai lavori". Se si preferisce un forum più "libero" (il che potrebbe essere più giusto) il mio discorso non vale nulla di nulla.
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda paperoga » 11 ott 2012, 8:54

Un autore/editore italiano non ha la voglia di andare a parlare della propria creatura su quello che - a occhio - è il sito più frequentato in Italia?


oltre a questo forum, io frequento forum sui fumetti, molto raramente autori/editori/venditori intervengono o hanno addirittura uno spazio loro all'interno del forum stesso, molto spesso gli autori aprono un loro blog e le case editrici un forum all'interno del loro sito, la piú grossa casa editrice italiana non ha neppure un indirizzo mail a cui scrivere, altri forum che frequento sono quelli sportivi e sul calcio in particolare, non mi é mai capitato di vedere un giocatore/dirigente/pr/giornalista/magazziniere etc. Intervenire direttamente.
Quindi per quella che é la mia esperienza considero il forum della Tana un'eccezione, una bella eccezione.
Offline paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4150
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano
Mercatino: paperoga

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti