Il premio che vorrei.

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda nakedape » 8 set 2016, 18:25

AleK ha scritto:Non so se sia tecnicamente possibile con l'arrivo del nuovo sito (evoco @FiNeX ) ma questi parametri li si potrebbero usare per il futuro Goblin score... :pippotto:

Dunque il Goblin score non sarebbe più un voto decimale, ma un valore definito da certi paramentri. Sarebbe quantomeno originale. :snob:


La cosa più figa sarebbe offrire la possibilità di estrapolare i dati, sia attraverso dei templates predefiniti (da usarsi magari come guidelines), sia attraverso dei templates customizzabili e salvabili.
Esempio di template german:
Materiali 4
Strategia 9
Incidenza dell'alea 2

Poi uno dice ma no, voglio un mio template di un gioco german ma con dei materiali super e si salva un template dove piazza un Materiali 9 mantenendo invariato il resto. (è ovviamente un esempio per capirsi).
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Il premio che vorrei.

Messaggioda Mik » 8 set 2016, 18:33

@dimarco:
Il discorso mi ha sempre interessato.

Perché per il fruitore abbia senso la selezione della giuria, dovrebbe secondo me essere ben chiara e più descrittiva questa selezione. E sarebbe anche molto, molto interessante un riassunto delle considerazioni e dei dibattiti avuti dai giurati (ovviamente non parlo di trascrizione tipo processo , ma di un bell'articolo dettagliato ed esplicativo).
Per esempio l'articolo sui top negli anni di Agzaroth l'ho trovato molto interessante.

Se i premi avessero una struttura simile (ovviamente meno sintetica di quella di Agzaroth visto l'importanza), sarebbero per me più interessanti.

E se non usano direttamente il termine migliore, quello è sempre il concetto che vogliono passare: Magnifico, Ideale, Gioco dell'Anno e simili.

Ed inoltre la fanno sempre passare come un qualcosa di oggettivo sommando "l'oggettività" dei giurati secondo la loro esperienza (ossia media di voti se vuoi).

A quel punto, allora dico metodo nake

Quel che dici tu avrebbe, secondo me, bisogno di un post voto molto più articolato.
Ultima modifica di Mik il 8 set 2016, 18:39, modificato 1 volta in totale.
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 17525
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda dimarco70 » 8 set 2016, 18:36

nakedape ha scritto:Non credo di avere compreso il tuo punto.
Prendo spunto da questo premio:
http://www.internationalgamersawards.ne ... procedures

Che intanto usa ovviamente un sistema di punteggi, ma banalmente, solo più grezzo ed eterogeneo. Senza peraltro dare alcuna indicazione su quali debbano essere le caratteristiche prese in esame. Inoltre l'output che genera non è un opinione, un voto o una qualche traccia descrittiva. E parliamo di un premio che genera un premio outstanding (che non è il migliore eh?).

Questo è ciò che si vede da questa parte del teatro. Se poi dietro alle quinte succeda altro non lo so, ma non saprei nemmeno come valutare il tutto.


Ok, mi avevi invitato a parlare sul forum in generale, ma poi tiri in ballo il personale. Ci sta. Ti rispondo, per vedere se riesco a chiarire il concetto.

I punteggi di quel premio servono per creare in un solo passaggio l'effetto di un conclave. Non è facile far riunire in un solo luogo (anche virtuale) gente che vive su 10 fusi orari differenti. I punteggi però non sono oggettivi, ma esprimono preferenze. E' sulle preferenze personali dei singoli componenti della giuria (più o meno visibili a livello internazionale per svariati motivi) che si basa il premio. Gusti di gente che "conosci" o di cui "ti fidi".
Ritorna il discorso fatto sui premi letterari: non cerco il miglior gioco, cerco l'opinione di un gruppo che, nello storico delle decisioni, ha fatto scelte che reputo interessanti.

A proposito: dato che quest'anno quel premio ha cambiato un 40% della giuria, potrebbero saltare fuori risultati diversi dalla linea storica. In meglio? In peggio? Dipenderà dai gusti di ognuno.

Spero di aver soddisfatto la tua curiosità :D
ILSA-Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.it

Partite recenti:
Immagine
Offline dimarco70
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1949
Iscritto il: 30 maggio 2005
Goblons: 338.00
Località: Firenze
Utente Bgg: dimarco70
Mercatino: dimarco70
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla Gobcon 2016 Ilsa Magazine fan Podcast Maker

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda Gaspatcho » 8 set 2016, 18:42

dimarco70 ha scritto:Perfetto. Non servono giurati per questo. Non ha senso averne. La statistica migliore si fa sui grandi numeri.


Non è vero. per esempio nelle gare di tuffi o di ginnastica, le giurie sono composte da gente esperta che sa valutare meglio di un osservatore casuale quello che vede e assegna un voto in maniera più oggettiva possibile.
Poi è chiaro che ci sono degli "intangibles", come la sensibilità personale, che incidono in maniera soggettiva e sono quelle che danno differenze nei voti.
Infatti le classifiche popolari e quelle degli esperti danno risultati molto diversi.
Immagine
Offline Gaspatcho
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1868
Iscritto il: 13 settembre 2012
Goblons: 100.00
Località: Senigallia
Utente Bgg: gapsxever
Yucata: Gaspa
Facebook: Francesco Gasparetti
Mercatino: Gaspatcho
Io gioco col blu Ventennale Goblin

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda dimarco70 » 8 set 2016, 18:45

Gaspatcho ha scritto:
dimarco70 ha scritto:Perfetto. Non servono giurati per questo. Non ha senso averne. La statistica migliore si fa sui grandi numeri.


Non è vero. per esempio nelle gare di tuffi o di ginnastica, le giurie sono composte da gente esperta che sa valutare meglio di un osservatore casuale quello che vede e assegna un voto in maniera più oggettiva possibile.
Poi è chiaro che ci sono degli "intangibles", come la sensibilità personale, che incidono in maniera soggettiva e sono quelle che danno differenze nei voti.
Infatti le classifiche popolari e quelle degli esperti danno risultati molto diversi.


D'accordo. Ma se sono gli "intangibles" a fare la differenza, non è meglio selezionare chi ne è "dotato" senza creare una sovrastruttura che rischia di dare un contributo a media nulla?
ILSA-Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.it

Partite recenti:
Immagine
Offline dimarco70
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1949
Iscritto il: 30 maggio 2005
Goblons: 338.00
Località: Firenze
Utente Bgg: dimarco70
Mercatino: dimarco70
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla Gobcon 2016 Ilsa Magazine fan Podcast Maker

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda Mik » 8 set 2016, 18:47

Però scusa (non vederla come attacco personale, voglio veramente capire e discutere), quel che dici tu, presuppone già l'essere un esperto del settore perché si devono conoscere gli esperti che giudicano (e quindi fidarsi) per altre fonti.
A quel punto però il premio non ha senso, perché se sono già un esperto, di quei giurati ho i miei riferimenti e magari mi sono letto le loro opinioni e ho già più che approfondito i giochi in esame.

Solitamente mi pare che questi premi si rivolgano alla massa di giocatori meno informati per dargli una sorta di guida (si spera sempre onesta e non guidata dal marketing).

Però in questo caso cadono i presupposti del fatto che mi fido dei giurati perché li conosco e per la loro storia.

Per questo auspicherei più che ad una ricerca del fruitore di articoli e storia dei giurati, una bella spiegazione post premio (così magari i giurati la gente inizia a conoscerli e vede come ragionano e se condividono scopi e come ci sono arrivati).
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 17525
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda nakedape » 8 set 2016, 18:53

dimarco70 ha scritto:Ok, mi avevi invitato a parlare sul forum in generale, ma poi tiri in ballo il personale. Ci sta. Ti rispondo, per vedere se riesco a chiarire il concetto.


Non era mia intenzione, e spero che tu non veda questa mia perplessità come un attacco di qualche genere, ma se mi parli di premi che non usano punteggi non posso che risponderti con un premio che usa un sistema di punteggi. (anche perchè è uno dei pochi che pubblica in chiaro alcuni aspetti del dietro le quinte).

dimarco70 ha scritto:I punteggi di quel premio servono per creare in un solo passaggio l'effetto di un conclave. Non è facile far riunire in un solo luogo (ance virtuale) gente che vive su 10 fusi orari differenti.


Non credo che sia necessario incontrarsi in real time. Probabilmente, per quello che intendi tu, dovrebbe bastare un forum o una mailing list dedicata.

dimarco70 ha scritto:I punteggi però non sono oggettivi, ma esprimono preferenze. E' sulle preferenze personali dei singoli componenti della giuria (più o meno visibili a livello internazionale per svariati motivi) che si basa il premio. Gusti di gente che "conosci" o di cui "ti fidi".


E' un punteggio. Espresso in un sistema di rapporti. Oggettivo o soggettivo sono aggettivi opzionali. Al giurato viene chiesto di esprimere un punteggio su quale sia il gioco che meriti di essere considerato outstanding.

dimarco70 ha scritto:A proposito: dato che quest'anno quel premio ha cambiato un 40% della giuria, potrebbero saltare fuori risultati diversi dalla linea storica. In meglio? In peggio? Dipenderà dai gusti di ognuno.


Ecco, la difformità o la mancanza di coerenza la trovo spiazzante. A che mi serve un premio con dei criteri poco chiari (se non fumosi) che li cambia persino di anno in anno?
E giuro che non vuole essere un attacco all'IGA, ma ritengo che se un premio debba essere un punto di riferimento dovrebbe avere una linea chiara e decisa (oltre che degli strumenti efficaci).
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda nakedape » 8 set 2016, 18:59

dimarco70 ha scritto:D'accordo. Ma se sono gli "intangibles" a fare la differenza, non è meglio selezionare chi ne è "dotato" senza creare una sovrastruttura che rischia di dare un contributo a media nulla?


Non necessariamente solo gli intangibles o i parametri non utilizzati faranno la differenza. E peraltro potremmo usare una caratteristica denominata Carisma o Voto Soggettivo a cui assegnare un peso variabile da decidersi per considerare anche quella. :D
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda dimarco70 » 8 set 2016, 19:05

@nakedape

Sono cambiate le persone, non il sistema. La gente invecchia, si ammala, ha bisogno di pause. Nella vita reale come nel gioco.
SI tratta del primo cambiamento dopo 13 anni di funzionamento.

L'IGA ha ovviamente mailing list, database dedicati e altro. Semplicemente decide di risolvere in due sole votazioni la procedura. Il metodo illustrato è quello che minimizza le probabilità di pareggi fra due o più titoli. Sì, c'è un matematico dietro che ha dimostrato la cosa :)

Il punteggio esprime una preferenza dettata dal libero arbitrio di un gruppo di persone. Che si sono prese la briga di organizzare un premio. Nessun desiderio di oggettività, temo. Ribadisco, è un gioco. E questo tipo di soggettività si applica anche in campi ben più seri, come per esempio dare un lavoro o assegnare una promozione.
ILSA-Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.it

Partite recenti:
Immagine
Offline dimarco70
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1949
Iscritto il: 30 maggio 2005
Goblons: 338.00
Località: Firenze
Utente Bgg: dimarco70
Mercatino: dimarco70
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla Gobcon 2016 Ilsa Magazine fan Podcast Maker

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda nakedape » 8 set 2016, 19:14

dimarco70 ha scritto:Il punteggio esprime una preferenza dettata dal libero arbitrio di un gruppo di persone. Che si sono prese la briga di organizzare un premio. Nessun desiderio di oggettività, temo. Ribadisco, è un gioco. E questo tipo di soggettività si applica anche in campi ben più seri, come per esempio dare un lavoro o assegnare una promozione.


Francamente mi sembra solo una questione di semantica.
La preferenza del "libero arbitrio" privo di una linea guida (implicita o esplicita) non esprime nulla.
Quando si fanno delle valutazioni riguardo alla qualità di uno o più oggetti si stabiliscono dei criteri. Anche perché se non definisci quali siano le caratteristiche da osservare (o anche solo quali siano gli oggetti della tua indagine) e da tenere in considerazione non sai cosa stai valutando.
Il ché non significa affatto che stai utilizzando un metodo cinico e freddo per valutare, perché c'è sempre spazio per la sensibilità individuale, ma significa che ti stai dando degli standard che permettono di costruire un sistema di valutazione omogeneo.
Ed è solo in un sistema di valutazione omogeneo che ha senso riunire e sommare i pareri di più persone. Almeno questa è la mia opinione.
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda Tanelorn » 8 set 2016, 19:18

Tante pugnette, poi alla fine vince Mombasa XD
Offline Tanelorn
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2990
Iscritto il: 04 marzo 2008
Goblons: 0.00
Località: Bologna
Mercatino: Tanelorn

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda sava73 » 8 set 2016, 19:18

perdonate l'intrusione, prometto che dopo sto post torno a seguirvi interessato e non disturbo piu'.
Se volete taggarvi (Mik, dimarco70 & Co.) dovete usare il tasto tagga:

Immagine

e non solo la chiocciola "@".
Quella compare nel post in chiaro, serve solo per evitare che quotando il post si "ritagghi" una persona appena richiamata ;)

Vi seguo.
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 22294
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,623,321,929.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Mercatino: sava73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin Chiuso un carrello se ne apre un altro. I love American Io gioco Classico

Il premio che vorrei.

Messaggioda Mik » 8 set 2016, 19:42

Sisi, lo so Sava
Solo non mi interessava taggare in questo caso, solo specificare a chi mi rivolgevo in quanto c'erano un po' di crosspost.

In più uso tapatalk, e anche se metto il tag a mano non funzionano
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 17525
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda Gaspatcho » 9 set 2016, 13:17

[offtopic]
Tanelorn ha scritto:Tante pugnette, poi alla fine vince Mombasa XD

Esatto, quando una cosa è oggettivamente bella viene premiata con qualsiasi sistema! :clap:[/offtopic]
Immagine
Offline Gaspatcho
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1868
Iscritto il: 13 settembre 2012
Goblons: 100.00
Località: Senigallia
Utente Bgg: gapsxever
Yucata: Gaspa
Facebook: Francesco Gasparetti
Mercatino: Gaspatcho
Io gioco col blu Ventennale Goblin

Re: Il premio che vorrei.

Messaggioda Tanelorn » 9 set 2016, 13:30

[offtopic]Veramente io ero ironico, a me Mombasa fa cagare blocchi di cemento ;)[/offtopic]
Offline Tanelorn
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2990
Iscritto il: 04 marzo 2008
Goblons: 0.00
Località: Bologna
Mercatino: Tanelorn

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite