[GDR, post-MUD] Isylea

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

[GDR, post-MUD] Isylea

Messaggioda Gheburrah » 29 mar 2013, 22:13

Ciao a tutti,

questo è il mio primo post qui, perciò, prima di entrare direttamente nel merito di questa pubblicità (chiamiamo le cose con il loro giusto nome :P), vorrei presentarmi.

Di board game in generale sono ancora piuttosto niubbo, alcuni amici mi hanno recentemente 'iniziato' al genere facendomi conoscere giochi come 7 Wonders, Bang (e Samurai Sword), Puerto Rico ed alcuni altri... Parallelamente, tuttavia, sono discretamente appassionato di GDR e ho avuto modo di amare giochi come D&D, Call of Chtulhu e Vampire: the Masquerade.
Infine, da circa un anno gioco a Isylea, un discendente dei MUD classici, genere che pure conoscevo da tempo, ma che ho sempre in linea di massima evitato per l'approccio picchia-picchia che solitamente hanno.
Dirò subito che Isylea è molto diverso da qualsiasi altro MUD abbiate provato... diverso perché, fondamentalmente, a lato di una notevole complessità meccanica, è strutturato per avere come imprescindibile fulcro il GDR.

Immagine

Fatta eccezione per la componente grafica, di cui ovviamente i MUD sono privi in toto o in parte, se avete giocato ad uno qualsiasi dei grandi MMO (Word of Warcraft, Guild Wars, ecc.), saprete che si compongono di poche caratteristiche fondamentali: uccidere mostri, recuperare oggetti e menarsi fra pg. Alcuni di essi aggiungono anche cose come artigianato, eventi speciali e gruppi organizzati di giocatori, ma c'è sempre un ben preciso limite al grado di realismo, profondità e ampiezza che possono contenere.

In questo senso, Isylea è molto diverso. Certo, quanto sopra elencato è anche qui compreso, ma rappresenta soltanto una piccola percentuale di quanto è possibile sperimentare. Ci sono organizzazioni guidate da giocatori che possono realisticamente espandere il proprio territorio di controllo, commerciare, muoversi guerra o gestire una complessa politica interna; è possibile mercanteggiare, rubare, ricettare, spiare, assassinare; è presente un complesso e verosimile sistema di navigazione ed esplorazione marittima, e un vasto e variegato continente centrale la cui geografia ha notevole impatto e rilevanza su spostamenti, insediamenti e azioni guerresche; sono presenti sei razze giocabili minuziosamente caratterizzate, con una propria fisiologia, storia, cultura, religione, mitologia coerentemente intersecantesi fra loro e con la storia naturale del mondo. C'è tutta una letteratura interna al gioco vissuta, scritta e divulgata da pg, accademie, ricerca, scienza medica; un solido sistema di combattimento che tiene in considerazione tutta una varietà di stili dal più difensivo al più aggressivo, passando per la difesa mista e gli schivatori in calzamaglia; scuole di magia più o meno accessibili o segrete e che vanno dagli incantesimi di colore più comuni a potenti missili magici... Insomma, negli anni si è cercato di dare concretezza a tutto ciò che verosimilmente poteva rientrare nel sistema di relazioni fisiche previste dall'ambientazione, e questo si è tradotto in un GDR dove il giocatore ha un supporto meccanico di ampiezza impareggiabile, lasciandolo libero di interpretare come solo con il cartaceo era possibile fare, ma con il lancio di dadi gestito dal computer.
La forza di Isylea è raccontare una storia. C'è chi si concentra sulla propria, su quella del clan o della razza, chi cambia storia come si cambiano i canali della TV o chi è nostalgico e si tiene il suo PG in bianco e nero per anni.

Insomma, inviterei voi tutti a provarlo, perché si tratta di una realtà che vorrebbe crescere ma che è difficile espandere, in quanto mondo molto chiuso che, essendo prettamente testuale e corposamente narrativo, si può rapportare unicamente al panorama italiano.

Se oltre ad aver ottenuto la vostra attenzione, ho suscitato anche al vostro interesse, non avete che da chiedere qualsiasi cosa vi venga in mente :D Potrei parlarne per ore, certamente non avrò problemi a scrivere di qualcosa che mi appassiona.
Offline Gheburrah
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 29 marzo 2013
Goblons: 0.00
Mercatino: Gheburrah

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite