[IMPRESSIONI] John Company

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, rporrini, Jehuty, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda nuvolablu » 2 feb 2018, 10:28

Drugo ha scritto:
nuvolablu ha scritto:Più che altro, a qualcuno è arrivato?! La Sierra Madre games mi ha scritto informandomi che i giochi sono stati spediti il 28 novembre.


a me è arrivato ieri


Anche a me
Immagine
Offline nuvolablu
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 404
Iscritto il: 22 dicembre 2011
Goblons: 30.00
Località: Ariminvum
Mercatino: nuvolablu

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda DrStephenFalken » 6 feb 2018, 20:00

Arrivato stamani! :clap:

Ho appena finito di controllare i componenti e c'è tutto, pur con qualche sbavatura a livello qualitativo:
1) Parte del retro della scatola è leggermente graffiato (come quando si fa scorrere una scatola su una superficie polverosa/sporca)
2) I tagli per la piegatura del tabellone per quanto precisi sono stati lasciati "al grezzo"
3) Una stilla di colla giallastra (e quindi, per quanto piccola, ben visibile) è presente sul tabellone
4) I cubi gialli e quelli arancioni si distinguono male gli uni dagli altri
5) Un cubo ed una nave sono leggermente deformi
6) I cilindri dei "goods" sono tagliati e rifiniti in maniera un pò (troppo?) grossolana

Non vedo l'ora di intavolarlo! :clap:
Offline DrStephenFalken
Novizio
Novizio

 
Messaggi: 124
Iscritto il: 25 luglio 2017
Goblons: 0.00
Mercatino: DrStephenFalken

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda paperoga » 22 mar 2018, 10:17

dopo 1 sola partita
molto positiva l'esperienza di gioco, valida l'idea e l'ambientazione ed originali alcune idee , ma il gioco in sè ha, per me, dei difetti non da poco
Offline paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4543
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano
Mercatino: paperoga

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda s83m » 22 mar 2018, 14:59

paperoga ha scritto:dopo 1 sola partita
molto positiva l'esperienza di gioco, valida l'idea e l'ambientazione ed originali alcune idee , ma il gioco in sè ha, per me, dei difetti non da poco


del tipo?
Offline s83m
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: 18 settembre 2013
Goblons: 180.00
Località: Roma
Utente Bgg: s83m
Board Game Arena: s83m
Mercatino: s83m
Sono stato alla Gobcon 2016 Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Io faccio il Venerdi GdT! Podcast Maker Io gioco Classico

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda paperoga » 22 mar 2018, 18:10

essenzialmente il tiro di dadi per le cariche, che non è modificabile, da cui non ci si può "difendere" in nessun modo, se non si riescono ad "allontanare" i propri lavoratori, puoi giocare bene quanto vuoi, ma non fai punti, per assurdo in una partita senza 4-5-6 vincerebbe chi ha più cubetti nei due posti che danno punti(pochi), si potrebbe addirittura vincere una partita grazie al set up (caso estremo)
Altre cose
-delle 3 cariche grigie solo una può decidere qualcosa a volte ha scelte importanti, le altre sono lì ad aspettare di fare 6 col dado per essere eliminati essendo decisionalmente inutili
-le 3 azioni famiglia Captain Officer Writer, nelle prime due i cubetti devono aspettare un turno per entrare in gioco, mentre nella Writer entrano in gioco nel turno stesso, potrebbe andarmi bene se il tiro di dadi per le cariche avvenisse dopo il posizionamento in questa casella, altrimenti si vede quante cariche vaganti ci sono e si decide di conseguenza, quindi molto sbilanciata rispetto alle altre due
-un grosso vantaggio nella votazione delle leggi per l'ultimo di turno

ora ti racconto cosa mi è successo mi ero creato una buona possibilità per ottenere soldi con la Bombay Presidency, mi sarebbe bastato mantenere una delle due cariche arancioni che avevo, ma le ho perse tutte due nello stesso turno causa un lancio di dadi, chi ha preso la carica di Chairman era alleato con il suo vicino quindi han fatto in modo di eliminare anche i miei 3 generali, e di non eleggermi a nessuna carica, tutto questo nel terzo turno, praticamente sono stato tre turni con l'unica mossa dell'azione famiglia, e tre turni sono belli lunghi, perfetto può capitare in un gioco del genere, non è piacevole, ma può capitare, la cosa che però mi ha stupito in negativo è che sono arrivato secondo su 4 e non stavo giocando con sprovveduti

quindi un'ottima esperienza di gioco, le idee ci sono, ma non sono sviluppate bene, sembra che tutto, soprattutto i punti si facciano in maniera del tutto casuale a fronte di un gioco ben strutturato, che richiede molto tempo e molto impegno sotto molti punti di vista, per me un'occasione persa
Prendi tutto con le molle ho fatto una sola partita, al netto di eventuali errori nell'applicazione del regolamento
Offline paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4543
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano
Mercatino: paperoga

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda eurek » 22 mar 2018, 22:06

Dopo 3 partite fatte secondo me è un gioco molto valido, ma non per tutti. In particolare non è pensabile impostare una strategia chiara a lungo termine, perché effettivamente il dado pesa molto e può rovinare anche i piani migliori.

Lo spirito con cui va approcciato è quello della barca nel fiume, bisogna farsi trasportare dalla corrente cercando di sterzare un poco sfruttando le capacità negoziali. Può anche capitare che un giocatore rimanga a fare nulla per più turni, ma che l’andamento della partita lo favorisca comunque anche senza ruoli di rilievo nella compagnia.

Non sono d’accordo sui difetti di design citati da paperoga, io non li ho sentiti tali. Sicuramente è un gioco che alla prima partita lascia il desiderio di approfondirlo (almeno a me) per esplorare le implicazioni delle proprie scelte. Qualcuno diceva che è più un’esperienza che un gioco. Forse. Non sono sicuro che vinca il più bravo, qui. E onestamente non sono sicuro che nemmeno mi interessi :)
-Eurek-
Offline eurek
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2698
Iscritto il: 22 marzo 2012
Goblons: 250.00
Località: Milano
Utente Bgg: enricodonaggio
Mercatino: eurek

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda MarcoC » 23 mar 2018, 1:31

Paperoga, vorrei segnalarti un post dell'autore su BGG in cui spiega molto bene il fattore fortuna e le scelte di design ad esso legate. Alla fine descrive anche una modalità per ridurre questo fattore ed il perché non l'abbia introdotta nel gioco.
Sono su tablet, spero di inserire bene il link: https://boardgamegeek.com/thread/180377 ... hn-company

Inviato dal mio SM-T580 utilizzando Tapatalk
Offline MarcoC
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1083
Iscritto il: 26 dicembre 2009
Goblons: 770.00
Località: Cannara (PG)
Mercatino: MarcoC

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda paperoga » 23 mar 2018, 9:58

MarcoC ha scritto:Paperoga, vorrei segnalarti un post dell'autore su BGG in cui spiega molto bene il fattore fortuna e le scelte di design ad esso legate. Alla fine descrive anche una modalità per ridurre questo fattore ed il perché non l'abbia introdotta nel gioco.
Sono su tablet, spero di inserire bene il link: https://boardgamegeek.com/thread/180377 ... hn-company

Inviato dal mio SM-T580 utilizzando Tapatalk


Letto il primo intervento, grazie della segnalazione, ma la mia opinione non cambia
Non mi disturba il tiro di dado nella campagna militare, nel commercio ed anche nel movimento dell'ellefante, ma in un gioco di 3 e passa ore non accetto che la quasi totalità dei punti venga assegnata in modo del tutto casuale.
Mi sarei aspettato una votazione delle leggi a scrutinio segreto perchè in questo modo è troppa l'influenza dell'ultimo giocatore
Problemi minori:
i poteri delle famiglie non mi sembrano equilibrati
la casella Writer mi sembra sbilanciata rispetto alle altre

Non sono un German puro, anzi ultimamente mi piace molto "tirare i dadi" e giocare a giochi ambientati, ma il fatto che l'autore abbia dovuto fare delle precisazioni e abbia pensato di introdurre delle regole per equilibrare, mi fa pensare di non essere l'unico a pensarla così
Resta una buona esperienza di gioco se fatta con la giusta compagnia
Offline paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4543
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano
Mercatino: paperoga

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda MarcoC » 10 mag 2018, 12:21

Considerazioni.
Innanzi tutto tre precisazioni importanti:
1) sono considerazioni dopo una sola partita, quindi prendetele per tali
2) abbiamo giocato lo scenario da 6 turni, senza perdita del monopolio, ma con gli eventi
3) abbiamo fatto un errore enorme: quando un Executive veniva fatto fuori lo rimpiazzavamo direttamente coi writer cosa che ha portato il gioco ad essere parecchio ingessato, soprattutto nella seconda parte della partita (turni 4-5-6). A spnanne direi che ci simao bruciati al metà della possibilità dei movimenti, nella dinamica delle promozioni (promuovere un Senior ad Exetuvie lascia scoperto il Senior, che quindi va a sua volta rimpiazzato)

Risultato: il gioco mi è piaciuto moltissimo, nonostante l'empasse delle cariche che si muovevano meno di quanto avrebbero dovuto. L'incidenza del dado si fa sentire, questo è certo, ma i modi per mitigarlo ci sono, soprattutto nelle azioni e sicuramente meno nelle attrition, ma il problema di restare impantanati coi punti non lo abbiamo sentito più di tanto, tanto che i punti vittoria finali sono stati 12, 11, 9 e 8. Abbiamo avuto un Chairmain che è durato tutta la partita, tranne l'ulitmo turno in cui è stato cambiato causa bail out, mi pare.
Una delle cose che più mi è piaciuta è stata valutare quanto tutti e quattro abbiamo giocato in maniera diversa pur arrivando, alla fine, con punteggi molto vicini. Come si diceva prima non è un gioco dove si possa seguire una strategia unica dall'inizio alla fine, ma c'è una sottile gestione delle cose (fra cariche, logistica, acquisti, accordi) che ognuno può -e deve- eseguire con il suo personale tocco.
Altra cosa bellissima è quanto si possa essere spietati nonostante ci sia un fondo di cooperazione: quando il giocatore che ha tenuto praticamente il Chairman per tutta la partita al secondo turno ha incassato un matrimonio reale da 7 punti, gli altri hanno cercato non brutalmente, ma con sottili manovre (e questo è stato godurioso) di estrometterlo dalle cose più remunerative, in modo da tenerlo con pochi fondi. Al che lui ha cercato per tutto il terzo e quarto turno di lottare e corrompere (riuscendo in parte), ma vedendo che c'era chi risaliva la china sui PV ha tentanto in ogni modo di sabotare la compagnia per chiudere la partita. Ha vinto, ma di un soffio.

Ecco, forse il miglior segno di quanto mi abbia colpito il gioco è che potrei star qui a scrivere di una singola partita (pure facilitata e con errori) fino a stasera. Non vedo l'ora di riprovarlo.
Offline MarcoC
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1083
Iscritto il: 26 dicembre 2009
Goblons: 770.00
Località: Cannara (PG)
Mercatino: MarcoC

Re: [IMPRESSIONI] John Company

Messaggioda LordBalod » 19 mag 2018, 23:47

In un confronto con Republic of Rome,da cui peraltro prende spunto, quale preferireste?
Offline LordBalod
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1725
Iscritto il: 06 settembre 2013
Goblons: 0.00
Mercatino: LordBalod

Precedente

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti