L'intolleranza della gente... by Simox

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

L'intolleranza della gente... by Simox

Messaggioda Morpheus » 16 set 2009, 11:31

Discussione aperta da Simox!

Di come il mio idealismo è stato deluso ancora una volta...

Ma visto che la mia è un modo per mettere in tavolo una discussione, che sicuramente coinvolge anche voi e,di conseguenza, da risolvere insieme, ritengo di essere giustificato.

Fatta questa premessa, comincio.

Quando anni fa giocavo a yu-gi-oh!, dovevo fare costantemente i conti con la gentaglia che guardava con occhio maligno me e i miei "colleghi", e allora mi dicevo sempre "ok, fa nulla...noi siamo noi: se ci insultano è un problema loro..." perchè ero convinto che questa ostilità esterna ci rendeva in qualche modo uniti, solidali.

Invece, ho visto ( e sopratutto, ho subitoXD) situazioni di sopraffazione e di avversità "interne", e questo perchè tutti ne facevano una questione di interesse: se non avevi carte belle ti guardavano con occhi di emarginazione, poi se avevi una carta rarissima ti si azeccavano adosso e solo dopo averla ottenuta ti rigettavano via...di ragazzi disinteressati ne ho trovati contabili con le dita di una mano mezza mozzata.

Adesso che sono diventato un ludogiocatore puro (anche se la miafilosofia è la stessa: via libera ai giochi dove controlli e rompi sempre qualcosa XD!!!), la situazione non cambia e adirittura vengo insultato dalle stesse persone con le quali giocavo a yu-gi-oh!.

Quando nella mia fumetteria-ludoteca arrivò finalmente la copia di "small world" che avevo ordinato, seduta stante ho voluto aprirlo per giocare con l'assistente del capo del negozio, mio amico...pagherei per farvi vedere il tonnellaggio di occhiate strane, sguardi storti e nasi arricciati che avevo addosso...e non era una mia impressione perchè c'era anche il sudetto assistente.

Ma dico è un gioco da tavolo, non un oggetto non identificato caduto dallo spazio!!!

Non avete mai visto qualcosa che non sia un rettangolo bidimensionaleXD???

E un altra volta ancora, questa volto uscendo dalla questione ludica, poichè sto lavorando su delle sculture per conto della fumetteria sopra citata, ero circondato da ragazzi e ragazzini di yu-gi-oh e compagnia bella; uno di loro mi disse "me lo fai Cyber Drago?"; avrei preso anche la cosa seriamente, se non che, girandomi, notai un sorriso maligno sulla sua faccia e sui suoi "soci" che ti veniva la voglia pazza di menarli a pugni.

E devo parlare di quando giocarono a freccette con le miniature di warhammer mie e di un mio amico mentre stavamo giocando?

Che dire di quando tutte le sante volte che un utente di Yahoo posta domande su Magic, ordinariamente c'è sempre il genio che scrive "Magic MERD4,MERD4,MERD4!!!"?

E allora il problema evidentemente è proprio questa aria di intolleranza che grava su di noi, l'impossibilità di poter esprimere liberamente le proprie passioni.

E' vero che non si deve dare conto a nessuno, e che conta poca gente, ma buona...ma non è nemmeno possibile che per noi (e tutti gli emarginati in generale) esistono solo rare nicchie di ossigeno, per poi tornare in apnea una volta che ne sei uscito.

Potrei scrivere un tomo sulla cosa, ma è meglio chiudere qui.

Come già premesso prima, mi sono permesso di postare questo articolo per aprire un dibattito che sicuramente coinvolge anche voi.

Aspetto pertanto fiducioso vostri pareri e vostre citazioni

-Simone
Offline Morpheus
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6411
Iscritto il: 04 aprile 2005
Goblons: 33,340.00
Località: Marino (Roma) - Roman Castles
Mercatino: Morpheus

Messaggioda Futuroinfinito » 16 set 2009, 12:12

Simone, ma dove abiti?
Non tutti gli ambienti ludici sono come quello in cui ti trovi a vivere ogni giorno.
Alcune persone riescono a socializzare soltanto emarginando qualcun altro, ma tu non farti emarginare: rispondi per le rime e soprattutto cambia giro. Meglio giocare un po' meno con persone simpatiche che giocare tutti i giorni con degli imbecilli, no?
Io gioco a Magic da molti anni e devo dire che mediamente non è un bell'ambiente, quello dei giochi collezionabili (poi è ovvio ci puoi trovare persone fantastiche, ma in fondo anche al casinò e nei peggiori bar di caracas puoi incontrare persone fantastiche). Questo ovviamente è un mio parere, ma è motivato dall'esperienza (ho fatto centinaia di tornei e giro in tutti i negozi della mia città e non solo della mia, sono stato a giocare anche in altre nazioni come Belgio e Germania) e da una piccola riflessione: il gioco collezionabile ti rende dipendente da un'attività e dall'ambiente che la ospita, perché spinge a rincorrere qualcosa che non puoi ottenere, ossia il mazzo perfetto, la collezione completa, l'ammirazione degli altri.
Ti suggerisco di comprare molti giochi da tavolo normali, magari facili da imparare in modo da coinvolgere anche persone che non frequenterebbero mai il tuo negozio di riferimento. A mio avviso bisogna giocare in spazi pubblici non appositamente dedicati al gioco, farebbe bene a tutti: biblioteche e birrerie in primis.

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

Offline Futuroinfinito
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 26 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino
Mercatino: Futuroinfinito

Messaggioda ASA » 16 set 2009, 12:14

Ciao, non sono sicuro di aver capito bene il problema che esponi, ma personalmente mi faccio un vanto della mia passione per il gioco (in generale) e per i board games (in particolare). Non mi è mai capitato di sentirmi oggetto di "occhiate" strane né di sentirmi emarginato, ma forse sono fortunato io (o semplicemente ho un complesso di superiorità talmente sviluppato che non mi rendo conto della presenza di persone di "tale fatta" :lol: ). Forse anche l'età (45) e le "phisique du role" (106 Kg per 187 cm) aiutano a scoraggiare comportamenti come quelli che descrivi (o almeno in modo troppo esplicito), ma mi piace pensare che non sia per questo motivo, piuttosto che chi mi apprezza come persona mi apprezza anche per i miei difetti e le mie passioni, così come faccio io con gli altri. Per il resto "chi puote, puote... chi non puote se le scuote".
You'll never have the second choice to make the first impression
Offline ASA
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 660
Iscritto il: 18 marzo 2009
Goblons: 20.00
Località: Olgiate Olona (VA)
Mercatino: ASA

Messaggioda Simone » 16 set 2009, 13:08

Ciao Simone!
Io invece ho capito perfettamente la frustrazione che hai, succede anche a me, almeno fino a 4 anni fa, poi ho conosciuto il bodybuilding e ora la stazza li fa pensare su 3 volte prima di aggradire, ma questa è un'altra storia.
Ricorda innanzi che attualmente il popolo italiano è un popolo di ignoranti, in cui la maggiore parte di essi ha letto massimo due libri nella loro vita, ovvero il catalogo Ikea e le istruzioni del Nokia e nella peggiore delle ipotesi le ha lette a metà....
Conta che nei paesi inglesi e tedeschi i giochi fanno parte integrante della loro cultura, quindi è normalissimo per loro giocare in un negozio o dopo cena in famiglia con amici, all'estero il tuo comportamento sarebbe piu' che normale, ma noi dobbiamo sempre farci compatire.
Se tu facessi leggere le regole di smallword a un qualche italiano medio, non capirebbe una cippa fritta e il suo cervello andrebbe in fumo, tanto che le dovresti spiegare tu e lui faricherebbe ancora, provare per credere.
Il fatto che in Italia i giochi piu' venduti siano titoli come Cluedo o Monopoli, fa pensare molto.....8 regole in croce altrimenti si fonde!
Il fatto che il regolamento piu' complicato in assoluto dei giochi piu' venduti sia il Risiko, fa pensare ancora di piuì......non che io siano un appassionato di strategici o odi questi titoli, ma insomma, non brillano certo di rules articolate 8-O
Detto cio' continua per la tua strada e lascia a quelli anellidi il compito di ultimo organismo della catene alimentare, il mondo ludico, come la maggior parte dell'utenza della Tana è composto da persone educate, sociali e intellettualmente elevate....non che ci voglia molto al giorno d'oggi.Vorrei chiudere ma mi viene in mente una domanda che feci poco tempo fa ad un ragazzo di 20 appena diplomato.
- In verità in verità ti dico! Dissi io scherzando...........
Chi ha detto questa frase?Gli chiesi...
e lui serissimo, mi ricordo il volto contratto per lo sforzo.....
La risposta? Er monnezza nel film..............
A voi l'ardua sentenza, se questo è il livello culturale medio io non mi sentirei tanto offeso dai loro scherni
P.S. gran bel nome!!!!!!
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Lobo » 16 set 2009, 13:19

Il mondo dei giochi colezionabili, come anche quello di Warhammer è simili è pieno di persone affette da invidia e soprattutto dal bisogno incontenibile di vaticinare e mettersi in mostra (sei un cojone, non sai che se usi l'orco con lo smurellatore abissino vinci sempre!).

Detto questo e detto pure che basta ignorarli o anche piallarli in una qualunque partita (poiché solitamente tali personaggi si rivelano piuttosto mediocri alla resa dei conti), l'importatnte è un atteggiamento zen, ovvero lascia che l'acqua scivoli sul sasso. L'acqua passa via ed il sasso resta (più pulito e bello che pria).

Il mondo ludico -soprattutto nelle epoche passate- era un crogiuolo di quelli che vengono comunemente definiti "nerd" (rimando ad apposito topic in materia sul forum) e non intendo dare accezioni negative al termine ma solo definire un gruppo di persone.
Saltando i motivi di tale cosa, questo ha contribuito ad una certa ghettizazione del mondo con le conseguenze che tu evidenzi.

Le cose sono cambiate, alle CON ci sono gruppi più eterogenei, i vecchinerd sono cresciuti e sono diventate persone "normali" che hanno portato altre persone, figli, amici ed altro.
Il gioco è meno ghettizzato in quanto ora è più business e soprattutto è meno ruolo e più tavolo, quindi meno "satana" (se questo sia un bene o un male potrebbe essere spunto per altro topic).

Questo è quanto.
Qundui gioca di più, coinvolgi amici e conoscenti facendo vedere che può essere un ottim svago e ignora gli imbecilli, perché come diceva la mia saggia nonna novantenne: "La madre dei cretini è sempre in cinta!"
Ultima modifica di Lobo il 16 set 2009, 15:14, modificato 1 volta in totale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 20,011,502.00
Località: Flaminius - TdG
Utente Bgg: Lobo
Board Game Arena: LGZ
Mercatino: Lobo
Puerto Rico Fan Twilight Struggle fan Sono un Goblin Terra Mystica Fan Membro della giuria Goblin Magnifico Star Wars: X-Wing Fan BoardGameArena Player Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col rosso Tifo Roma Gundam fan Goldrake fan Podcast Fan Ventennale Goblin Sono stato alla Gobcon 2018

Messaggioda tanis70 » 16 set 2009, 14:11

Lobo ha scritto:Il mondo dei giochi colezionabili, come anche quello di Warhammer è simili è pieno di persone affette da invidia e soprattutto dal bisogno incontenibile di vaticinare e mettersi in mostra (se un cojone, non sai che se usi l'oco con lo smurellatore abissino vinci sempre!).

Detto questo e detto pure che basta ignorarli o anche piallarli in una qualunque partita (poiché solitamente tali personaggi si rivelano piuttosto mediocri alla resa dei conti), l'importatnte è un atteggiamento zen, ovvero lascia che l'acqua scivoli sul sasso. L'acqua passa via ed il sasso resta (più pulito e bello che pria).

Il mondo ludico -soprattutto nele epoche passate- era un crogiuolo di quelli che vengono comunemente definiti "nerd" (rimando ad apposito topic in materia sul forum) e non intendo dare accezioni negative al termine ma solo definire un gruppo di persone.
Saltando i motivi di tale cosa, questo ha contribuito ad una certa ghettizazione del mondo con le conseguenze che tu evidenzi.

Le cose sono cambiate, alle CON ci sono gruppi più eterogenei, i vecchinerd sono cresciuti e sono diventate persone "normali" che hanno portato altre persone, figli, amici ed altro.
Il gioco è meno ghettizzato in quanto ora è più business e soprattutto è meno ruolo e più tavolo, quindi meno "satana" (se questo sia un bene o un male potrebbe essere spunto per altro topic).

Questo è quanto.
Qundui gioca di più, coinvolgi amici e conoscenti facendo vedere che può essere un ottim svago e ignora gli imbecilli, perché come diceva la mia saggia nonna novantenne: "La madre dei cretini è sempre in cinta!"


Quoto Lobo.

Coraggio Simone, l'atteggiamento giusto è quello zen (ma ammetto che il bodybuilding per farsi rispettare è un'idea da non buttare).
Offline tanis70
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 1454
Iscritto il: 30 gennaio 2005
Goblons: 330.00
Località: Torino
Mercatino: tanis70

Messaggioda mork » 16 set 2009, 15:11

Come Lobo, e diversi altri, frequento il mondo dei giochi da alcuni decenni e devo dire che ho visto l'evoluzione dello stesso. Ricordo le prime convention a cui ho partcipato circa 20 anni fa e devo dire che in effetti erano frequentate sempre dalle stesse persone e dallo stesso tipo di persone. In generale negli anni il mondo dei giochi è cresciuto e si è fatto conoscere. I primi tempi sono stati molto duri..Ricordo una vignetta del mitico Dork Tower dove il protagonista cercava di spiegare ad una commessa di un grande magazzino cosa fosse un gioco di ruolo ..e veniva trattato da satanista.
Oggi la situazione è diversa però come in tutti i gruppi c'è sempre qualcuno che deve far valere la "presunta" propria competenza sugli altri.
Che ti deve dire che gioco scegliere, che mossa avrebbe fatto lui al posto tuo e così via.
Ancora oggi, non nego che a certe domande sul mio hobby taglio corto rispondendo che mi diletto con giochi che sono il Monopoli od il Risiko in versione hard, quando l'interlocutore meriterebbe ben altra risposta.
Come direbbe "il monnezza nel film" ... non ti curar di loro, ma guarda e passa. :verysmile:
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda Lobo » 16 set 2009, 17:32

C'è da dire che a gente come Mork la mossa devo spigarla comunque perché altrimenti non uscirebbe dalla sua mediocrità. :twisted:

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 20,011,502.00
Località: Flaminius - TdG
Utente Bgg: Lobo
Board Game Arena: LGZ
Mercatino: Lobo
Puerto Rico Fan Twilight Struggle fan Sono un Goblin Terra Mystica Fan Membro della giuria Goblin Magnifico Star Wars: X-Wing Fan BoardGameArena Player Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col rosso Tifo Roma Gundam fan Goldrake fan Podcast Fan Ventennale Goblin Sono stato alla Gobcon 2018

Messaggioda mork » 16 set 2009, 17:42

Lobo ha scritto:C'è da dire che a gente come Mork la mossa devo spigarla comunque perché altrimenti non uscirebbe dalla sua mediocrità. :twisted:


Noto con piacere che neanche la paternità ha smorzato questo adorabile lato della tua personalità. :verysmile:
Questa l'hai capita o devo spigartela?
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda linx » 16 set 2009, 19:47

Guarda... ho letto 3 volte il post ma... non so che dire.
Veramente non ci sono grandi consigli da elargire. Poi consolarti pensando a quelle stesse persone fra qualche anno: te le vedi a giocare ancora YU-GI-HO? :lol:
Tutti cambiano e molti si ritroveranno pure ad imboccare la tua stessa strada conservando e trascinando gli amici o ad abbandonare il gioco. I collezionabili sono quasi una fase transitoria: prima o poi non si avrà più il tempo necessario per seguirli come richiedono le rispettive comunità.
Tu sei più lungimirante.

Quando giocavo con l'Amiga al liceo ero un fesso che giocavo a giochi stupidi e ora tutti giocano a giochi enormemente più stupidi sulla Playstation.
Se tu sei più avanti e loro non lo capiscono che ce voi fà, metterti a discutere coi bambini? :grin:
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6807
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 1,320.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Sol_Invictus » 16 set 2009, 21:13

Non è che ci sia molto da dire in effetti..
Il mondo dei giochi è piccolo, e come tale - sarò str*nzo come sempre - è popolato da gente piccola. Non fraintendetemi, i poveretti esistono a tutti i livelli e in quantità enormi, ma più il contesto è ristretto e più si avverte la sindrome dei "capponi di Renzo".
Dove i buonisti tendono a vedere una comunità ristretta di appassionati solidali nella loro nerdaggine (termine che qui uso in modo quasi neutro), io invece vedo una comunità in gran parte composta da bimbiminkia e/o emarginati dal "mondo dei più", che invece che al "volemose bbene" pensano più a farsi guerra in modo meschino tra loro. E all'interno di questo insieme, sì, ci vedo le piccole comunità affiatate e amichevoli, come possono essercene qui in Tana, ma rimangono un caso ristretto.

Basti pensare a tanti piccoli, tristi episodi di squallore che appestano il mondo-nano dei giochi, e che hanno coinvolto anche la Tana, pure di recente: le polemicone su Lucca e le varie convention, la storia dei finti utenti e dei voti truccati nei sondaggi/recensioni dei giochi degli amiconi preferiti, le coltellate sul forum gdr, e tante altre stupidissime polemiche che nascono e muoiono dalla mattina alla sera. Tutta roba a cui partecipano - eccome, lo so con certezza anche senza avere idea dei nomi - anche utenti apparentemente insospettabili, perchè, come dice il cartone, siamo fatti così.

Perchè l'ipocrisia umana la vediamo in ogni campo e a qualsiasi livello, ed è proprio inutile raccontarsi che la comunità dei giocatori - che in verità non esiste - è formata da brava gente un po' nerd ma tutto sommato amichevole e modesta. Non è così, non lo è in nessun campo, e mai lo sarà. In mezzo qualcuno "buono" lo trovi, ma relativamente pochi. I co****ni ci sono ovunque, l'unica è schivarli, e non aspettarsi che per forza si redimano ;)
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1707
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna
Mercatino: Sol_Invictus

Messaggioda Simone » 17 set 2009, 3:03

Come ovunque esiste me**a e fango anche nella comunità ludica, ma credimi quelle persone non ti devono nemmeno toccare, come dice il Lobo, falle scivolare su di te e come dico io, una volta cadute ginocchiata alla gola e avranno ben altro a cui badare :grin:
A parte sta ca..ata tieni botta l'ignoranza regna dovunque, ma fatti rispettare! Sempre!
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Raistlin » 17 set 2009, 13:39

Lobo ha scritto:"La madre dei cretini è sempre in cinta!"


Sottoscrivo la frase di Lobo che rappresenta probabilmente la risposta perfetta per rincuorare Simox :)
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6046
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite