L'opportunismo boccia del tutto un gioco?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

L'opportunismo boccia del tutto un gioco?

Messaggioda simox » 21 giu 2014, 17:42

Khronos! Questo titolo mi aveva sempre stuzzicato ma, visto che io sono uno di quelli che i regolamenti li legge solo quando li tiene fisicamente in mano, ero sempre stato titubante ad acquistarlo. Stento ancora a credere che due settimane fa mi è stato regalato da un amico :clap: . Anche se in ritardo, il Karma ti ripaga di tutto :rotfl:

Ma non è della tabella di marcia karmica che vi voglio parlare, quanto di un fenomeno che ho riscontrato nel gioco.

Dunque Khronos è, grossomodo, un Carcassonne con le distorsioni temporali: costruisci-controlli città e, oltre a ciò, puoi andare avanti e indietro nel tempo, con tutti i casini ad esso correlabili. Il sistema è molto intelligente per il fatto che tutte e tre le epoche esplorabili hanno il loro pro e contro e, avendo solo 2 seguaci, puoi di conseguenza operare massimo su 2 epoche su 3, per di più in maniera marginale, se i seguaci son dispersi in epoche diverse.

MA. la caratteristica strana del gioco (non credo sia il caso di parlare di bene o male) è il fatto che abbiamo tra le mani un sistema talmente complesso e talmente vasto che, per quanto surriscaldi il cervello per creare una strategia inattaccabile, state sicuri che un filino che se tirato disfa l'intero intreccio lo si trova: nelle partite da me fatte, nessuno era mai completamente al sicuro e un modo per fregare tutti, per quanto ben nascosto, c'era sempre.

Khronos è, apparentemente, un gioco dove vince chi rompe di più le scatole agli altri (evitando di farsele romprere a sua volta), non chi adotta la strategia perfetta.

In una parola? Opportunismo.

Molti trattano questa parola come l'antitesi del gioco (ho amici che arrivano a ribaltare il tavolo, se vengono fregati da una breccia nella maglia stanata dall'ultimo giocatore), eppure, almeno su Khronos, non l'ho riscontrato come difetto; semplicemente, impone un modo totalmente diverso di giocare

Voi cosa ne pensate?

Quando ho un mano un American Game, non mi faccio scrupoli a modificarlo a mani basse per soddisfare le mie esigenze di gioco: sbilanciamenti immondi e situazioni assurde nel gioco fanno parte del divertimento

Offline simox
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1101
Iscritto il: 02 settembre 2009
Goblons: 850.00
Località: Campania
Mercatino: simox

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti