La crisi arriva anche nel nostro settore

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda Angiolillo » 26 nov 2009, 22:10

...e parliamo di Rocco che almeno da queste parti è una potenza, non di un negozietto...

Una conferma del perché il mercato italiano resta marginale per gli editori italiani, e perché gli autori italiani ringraziano tutti gli editori esteri che li pubblicano. ;)
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Simone » 27 nov 2009, 0:50

Angiolillo ha scritto:Beh, in realtà no: il discorso era più ampio. Sei partito parlando di crisi nel "settore ludico" in generale, con negozietti trascinati come conseguenza, e di "gioco in Italia" che "sta colando a picco". Dopodiché hai portato tu il discorso sui mercati esteri... E mi pare importante che la nostra editoria li raggiunga. Anche dal punto di vista dei posti di lavoro, che nella nostra editoria ludica saranno pochi ma continuano a esserci nonostante appunto la chiusura di alcuni piccoli negozi. Non mi pare che i due argomenti siano così separati...
Tra l'altro è anche una chiave per capire come il gioco in Italia può vincere la sfida. Sopravvivono o addiruittura crescono le case editrici orientate a giochi nuovi ed esportabili, che investono su autori locali o (vedi Ad Astra come ultimissimo esempio) coinvolgono nomi stranieri di livello, mentre magari chiudono quelle che hanno puntato solo alla localizzazione italiana di titoli stranieri.
Dopodiché, se volete limitare il discorso al negozietto fate pure. Ma forse è guardando al quadro complessivo che si capiscono meglio i motivi. Con tutto l'affetto per i negozietti italiani, a cui tengo molto e a cui tengono anche - direi - gli editori italiani (per quanto mi riguarda vedo per esempio che si preparano per loro sui miei giochi, a livello di casa editrice, apposite attività di gioco organizzato), il loro contributo alla sopravvivenza/crescita dell'editoria italiana è attualmente marginale. Come lo è quello del mercato italiano in generale. Capirlo può essere utile a capire il perché di certe chiusure, o magari anche a evitarne di altre.


Dico solo che negli anni passati dove i MMORPG non esistevano e le XBOX erano ancora nelle menti di Gates in Italia si giocava ancora di ruolo per esempio e AD&D e CoC impazzavano sui tavoli dello stivale, almeno nella mia provincia le associazioni ludiche erano molto piu' attive che ora e molto piu' giovani (il ricambio generazionale non esiste piu' ora).Questa era l'involuzione di cui parlavo.

@LOBO: Non posso credere alle mie orecchie; pensa te che gente .....
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Futuroinfinito » 27 nov 2009, 14:02

In Italia i giochi da tavolo vendono meno che in Germania per due fattori:

1) Esistono dei giochi da tavolo tradizionali, come la tombola e vari giochi di carte (scopa, briscola, tressette, scala quaranta, pinacola, canasta, ecc...).
2) Fa più caldo e la gente esce di più.

L'Italia è un paese in cui la tradizione conta molto più che in Germania. Dobbiamo capire che i giochi da tavolo alla tedesca o all'americana non sono fanno parte di una tradizione né d'altronde potrebbero farne parte, ma sono prodotti culturali legati ad un mercato in continua evoluzione, similmente ai videogiochi. I videogiochi vendono di più perché fanno presa grazie al carattere innovativo della tecnologia. In definitiva perché il gioco da tavolo possa vendere di più deve diventare un prodotto di alto livello contenutistico, insegnabile all'università.

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

Offline Futuroinfinito
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 26 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino
Mercatino: Futuroinfinito

Messaggioda Simone » 27 nov 2009, 15:17

I videogiochi vendono di piu' perchè sono no brain, 4 tasti e via (vedi i titoli piu' venduti, Halo ecc ecc)
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Futuroinfinito » 27 nov 2009, 15:52

Beh ma allora perché Jungle Speed non vende milioni di copie come Tekken?

E poi anche Flight Simulator vende più di Advanced Squad Leader... e Civilization (videogame) vende più di Civilization (boardgame).

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

Offline Futuroinfinito
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 26 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino
Mercatino: Futuroinfinito

Messaggioda Simone » 27 nov 2009, 17:01

Non mi dire che relazionarsi con persone e leggersi regolamenti è la medesima cosa che relazionarsi con algoritmi e bit. o cliccare 4 bottoni per le combo vero?
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Galdor » 27 nov 2009, 18:26

Futuroinfinito ha scritto:In Italia i giochi da tavolo vendono meno che in Germania per due fattori:

1) Esistono dei giochi da tavolo tradizionali, come la tombola e vari giochi di carte (scopa, briscola, tressette, scala quaranta, pinacola, canasta, ecc...).

Questo non è esattissimo: anche in Germania esistono giochi tradizionali, che hanno radici storiche (almeno alcuni) ben più remote dei nostri..

Futuroinfinito ha scritto:2) Fa più caldo e la gente esce di più.

Questo è Verissimo e comprovato: il clima tedesco impone un altro tipo di Socialità...che va a nozze coi Boardgame! ;)

Aggiungerei anche, tra le varie cause, che:
1) Il clima Culturale medio tedesco è Diverso dal nostro
2) La forma-mentis del Tedesco medio è più portata alla soddisfazione e al divertimento con un boardgame (seppur di un certo stampo...appunto: alla Tedesca) :grin:
3) Ricordo inoltre che anni fa il boardgame in Germania era meno diffuso che in Italia: poi un massiccio programma di educazione ludica, promossa dallo Stato e diffuso a partire dalle Scuole, ha cominciato a cambiare le cose..
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Simone » 27 nov 2009, 20:50

Galdor quali sono i GdT radicati in Germania di cui parli?
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Iup » 27 nov 2009, 22:44

Futuroinfinito ha scritto:2) Fa più caldo e la gente esce di più.


Su questo non sono completamente d'accordo.
Ok è vero fa più caldo, ma per esempio i ragazzi italiani passano molto più tempo davanti alla tv e hanno molti meno campi gioco e fanno molto meno sport. Inoltre per un ragazzo italiano è normale starsene rintanato in casa appena minaccia la pioggia (colpa delle mamme) mentre dalle alpi in su, a meno che non diluvi, le persone escono tranquillamente (ricordo ancora il tizio in decappottabile in Danimarca che viaggiava durante un diluvio!!).
Secondo me è una questione culturale che oggi non ha più giustificazioni con il meteo.
Offline Iup
Esperto
Esperto

 
Messaggi: 531
Iscritto il: 27 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Pavia (PV)
Mercatino: Iup

Messaggioda Galdor » 29 nov 2009, 13:20

simone ha scritto:Galdor quali sono i GdT radicati in Germania di cui parli?

Su questo punto la Storia è lunga.. :lol:

Ti basti pensare che la Germania è stata, nel corso dei secoli, pesantemente influenzata -da un punto di vista culturale (e anche, quindi, Ludico-culturale)- da molti popoli: dal dominio dell'Antica Roma (cultura ricca di boardgames), dal Sacro Romano Impero (che diffuse al suo interno i giochi delle eterogenee culture che lo componevano), dalle Crociate (che furono una fonte di Import di vari giochi orientali e medio-orientali), dal dominio coloniale Prussiano in India e in Oriente..

Ad esempio: in Germania un gioco tradizionale e diffusissimo è il Puff, cioè il Backgammon, che si chiama così perchè etimologicamente deriva dal Sassone(!) baec + gamen.
Inoltre: tutti i giochi tradizionali Anglo-sassoni, che comunemente vengono riferiti al Regno Unito e basta, sono in realtà -appunto- Angli e Sassoni (e la Sassonia è una regione Tedesca!!). :idea: ;)

A proposito di questo argomento consiglierei la lettura di almeno tre testi:
- D. Parlett (1999), The Oxford History of Board Games, Oxford University Press, New York
- H.J.R. Murray (1952), A History of Board-Games Other than Chess, Oxford University Press, Oxford
- E. Glonnegger (1999), Das Spiele-Buch, Drei Magier, Uehlfeld (D)

Iup ha scritto:Su questo non sono completamente d'accordo.
Ok è vero fa più caldo, ma per esempio

..e invece è comprovato da numerosi studi, convegni, conferenze, ecc che il fattore climatico sia una delle cause (non la sola) della maggiore diffusione dei boardgames in Germania.
Questo punto va inteso in tal senso: è vero quello che affermi, caro Iup, ma è anche vero che il clima in Germania -a differenza che in Italia- è da sempre e sempre (o quasi-sempre) plumbeo-piovoso-grigio-ecc
Non a caso una delle concause che portarono all'espansione coloniale Tedesca fu la ricerca di un 'posto al sole'! 8-O ;)
Tale clima, così da sempre, ha portato a sviluppare una socialità completamente diversa dalla nostra 'mediterranea' e tale socialità è un humus fertile per i Boardgames! 8)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Futuroinfinito » 1 dic 2009, 15:33

Ho vissuto un poco in Germania, ma la gente non mi sembrava conoscere giochi di carte o da tavoliere tradizionali. Sostanzialmente sapevano i giochi americani ed inglesi quali bridge e poker (che è la moda del momento). Oltretutto non fanno uso delle loro carte tradizionali (che se non ricordo male hanno come semi ghiande, foglie, spade e cuori, ma di fatto le ho viste solo in Italia, non certo in Germania, dove si usano le francesi internazionali. E di giochi da tavolo tradizionali, a parte gli internazionali scacchi, backgammon e go, non ho visto nulla (se non nei locali per soli uomini turchi, dove si usa moltissimo una variante del domino).

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

Offline Futuroinfinito
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 26 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino
Mercatino: Futuroinfinito

Messaggioda Simone » 1 dic 2009, 15:50

Eppure fanno a botte per vendre su quel mercato.....e non certo per il Go ;)
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Angiolillo » 1 dic 2009, 16:30

Futuroinfinito ha scritto:Oltretutto non fanno uso delle loro carte tradizionali (che se non ricordo male hanno come semi ghiande, foglie, spade e cuori, ma di fatto le ho viste solo in Italia


In effetti le carte a semi tedeschi si usano anche in Alto Adige. I semi tedeschi sono cuori, campanelli, ghiande e foglie. Gli affini semi svizzeri sono scudi, campanelli, ghiande e rose.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Galdor » 1 dic 2009, 17:35

Futuroinfinito ha scritto:E di giochi da tavolo tradizionali, a parte gli internazionali scacchi, backgammon e go, non ho visto nulla

1) Hai mai visto due italiani 'medi' giocare a Backgammon o Go? ;)
No.
In Germania invece sono giochi diffusissimi, quasi in ogni famiglia!

2) Backgammon e Go non sono 'Internazionali', ma sono invece giochi ben radicati e diffusamente giocati in Germania
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda Simone » 1 dic 2009, 18:10

Il Go è un gioco piu' che valido
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron