La mini-rivoluzione dei Nanogame RPG

Discussioni generali su tutti i tipi di Giochi di Ruolo (compresi D&D e derivati).Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.

Moderatori: Arioch, Galdor

La mini-rivoluzione dei Nanogame RPG

Messaggioda Hasimir » 12 giu 2013, 21:20

segnalo un articolo su Gioconomicon che parla di questa nuova faccenda dei Nanogame ;)

http://www.gioconomicon.net/modules.php ... ccolissimo
www.unPlayableGames.tk where game ideas come to die...
Offline Hasimir
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 400
Iscritto il: 26 gennaio 2010
Goblons: 0.00
Località: Morlupo (Roma)
Mercatino: Hasimir

Messaggioda Cyrano » 12 giu 2013, 23:45

L'idea non mi dispiace ma il problema PER ME rimane il medesimo. Se la forma spartana del testo si riversa sull'ambientazione che diviene un pastrocchio banale A ME viene noia.

Non mi basta un buon sistema ed un formato originale.
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Angiolillo » 12 giu 2013, 23:48

Notevole!

E dire che quando abbiamo lanciato questi
http://it.wikipedia.org/wiki/I_giochi_del_2000
c'è stato chi ci ha preso per matti...
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5417
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2013, 0:01

Fra l'altro, alcuni di voi ricorderanno una bella collana di nanogames pubblicata qua in Italia nel 2004: i "giochi bonsai" della daVinci, costituiti da una sola carta (che includeva sia i materiali che il regolamento). Erano da tavolo e non di ruolo, ma il concetto era quello.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5417
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda nakedape » 13 giu 2013, 0:15

Infatti, anche io mi ricordo cose come De Eloquentia...e altre amenità...non ci vedo niente di particolarmente nuovo a dire il vero, a parte l'effetto marketing. Io non penso che sfonderanno il mass markert come ipotizza Baker. Il gdr, in tutte le salse, è e rimarrà un gioco per appassionati. E, sempre imho, non saranno certo idee come questa a trasformarlo in un prodotto di massa. Poi per carità...tutto da vedere.
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12697
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Falcon » 13 giu 2013, 0:17

Curiosi e interessanti. :grin:

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Messaggi: 5488
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,584.00
Località: Senigallia (An)
Mercatino: Falcon
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ventennale Goblin

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2013, 0:27

Beh, se andiamo a cercare dei primati direi che i primi a "liofilizzare" un gioco di ruolo in spazi prima inimmaginabili per creare un regolamento più che introduttivo sono stati Jeff e 'Manda Dee con TWERPS, The Worlds Easiest Role Playing System:

http://en.wikipedia.org/wiki/TWERPS

A pari merito con un italiano, come ai tempi di Meucci e Bell. Con TWERPS siamo nel 1987, mese imprecisato. Nel settembre di quello stesso anno, subito prima o subito dopo TWERPS, l'italiano Agostino Carocci pubblicava il gioco di ruolo Vento Nero che era lungo se non erro una sola pagina della rivista Giochi Magazine. Lo scopo era convertire al gdr i lettori ignari di questo filone ludico.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5417
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Hasimir » 13 giu 2013, 1:52

Mediterraneo me lo ricordo! :D
O almeno, ricordo la copertina... non l'ho mai letto nè giocato.

Sarei molto interessato a recuperare tutti i mini-titoli della collana "I Giochi del 2000" e gli altri menzionati da voi ... di cui TWERPS forse è già troppo grande, con ben 8 paginette di regole per giocare (a sto punto andrebbe menzionato pure RISUS e chissà quanti altri).

Ma saranno tutti introvabili.
C'è modo sensato di comprarli, o di trovarli in pdf, o qualcosa?

A chi li ha sotto mano chiedo: come funzionavano?
Erano tutti uguali con solo cambi cosmetici (tipo da setting fantasy a setting sci-fi) o ognuno aveva un regolamento diverso?
E funzionavano come i Tradizionali dell'epoca (tipo il GM decide tutto e usa le regole come vaga traccia) o erano diversi?
www.unPlayableGames.tk where game ideas come to die...
Offline Hasimir
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 400
Iscritto il: 26 gennaio 2010
Goblons: 0.00
Località: Morlupo (Roma)
Mercatino: Hasimir

Messaggioda essere » 13 giu 2013, 3:01

Non so dove potresti trovarli.
Avevano ciascuno un sistema suo, generalmente di stampo tradizionale.
Tra parentesi Mediterraneo era bellissimo.
Offline essere
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 567
Iscritto il: 29 agosto 2009
Goblons: 0.00
Località: Firenze dintorni
Mercatino: essere

Messaggioda AleK » 13 giu 2013, 5:02

MOD ON
Una piccola premessa di moderazione preventiva: su queste pagine non sarà più consentito di parlare di "Tradizionali = tutti lo stesso gioco".
E quanto scritto non è opinabile.
MOD OFF


Erano tutti diversi, non solo perché alcuni erano giochi di ruolo, altri erano giochi di comitato (tipo party game di ruolo... qualcosa del genere) altri erano wargame, altri ancora espansioni per On Stage! ecc...
Ma anche perché vi era molta sperimentazione.
C'era voglia di mettersi in gioco e creare qualcosa di diverso, e c'era il tentativo di creare giochi focalizzati su certe esperienze di gioco.
Ovviamente il tutto in un contesto anni '90.
Secondo me sono stati una bellissima iniziativa editoriale.

Degno di menzione il gioco di ruolo dal vivo in solitario (sic!) horror/comico: "Groucho Marx contro Frankenstein, La Mummia e il Vampiro sulla nave pirata in mezzo alla tempesta" che era da giocare al gabinetto... :-)
Se non ricordo male il lavandino tappato con il rubinetto aperto era "l'orologio" che scandiva il tempo di gioco.

Se interessa Mediterraneo sappiate che usa lo stesso sistema di gioco de "Il Gioco di Ruolo dell'Orlando Furioso" pubblicato da Rose and Poisons nella sua ultima edizione.

Per il resto, chiunque sia proprietario del catalogo "Nexus", dovrebbe possederne ancora qualcuno...
Link utili relativi ai GdR? Cliccate QUA

A Noi Vivi
Offline AleK
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3984
Iscritto il: 01 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Un po' qua un po' là...
Utente Bgg: scagliacatena
Facebook: torri.ale
Mercatino: AleK
10 anni con i Goblins

Messaggioda Moreno » 13 giu 2013, 8:35

Da alcuni commenti precedenti, ho l'impressione che si stia considerando "nanogame" come equivalente di "gioco breve", e quindi si pensa ad un gioco di 32 pagine o di 24 o pure di 8 pagine come "la stessa cosa".

È la solita vecchia abitudine di un po' tutti i forum di gdr, di fare la corsa a commentare senza informarsi.

Visto che quelli di Epidiah sono commerciali, per fare un esempio della lunghezza di questi gioco, metto il link ad un gioco di un "antesignano", James Wallis, che da anni mette gdr nel retro dei suoi biglietti da visita (cioè quello che ha fatto Epidiah: un gdr che sta su un lato di un biglietto da visita, tanto per darvi un idea delle dimensioni:
http://www.spaaace.com/cope/wp-content/ ... rd-RPG.jpg
Altro che le 8 pagine di TWERPS... 8)

Ho acquistato quello di Epidiah alla Internoscon direttamente da Meguey Baker, ed è più "denso", scritto più in piccolo, ed è multi-scenario (cioè, quelli di Wallis sono uno scenario preciso da giocare, quello di Epidiah parte da una situazione - fuggitivi su un astronave rubata - ma ci sono regole per generare pianeti e razze aliene diverse da partita a partita per esempio) , ma non è molto più lungo.

Riguardo agli scopi... non ho visto nessuna grande dichiarazione di "voler conquistare" il mondo. Semplicemente è stata vista come una sfida: "quanto si può fare piccolo un gdr e farlo funzionare?"

Tutto l'ambiente di design forgita e post-forgita spinge a sfide come queste: pochi anni fa non mi ricordo più fece l'osservazione che per giocare un gdr bisognava essere almeno in 2. Hanno subito fatto un concorso per creare gdr da giocare in solitario, ed ora sono una realtà consolidata.

Non dite mai in loro presenza "con un gdr è impossibile fare x", o faranno a gara a fare un gdr apposta per smentirvi.. ;-)

/\/\oreno


(Vendo un sacco di gdr, fumetti, libri, dvd, etc, l'elenco lo trovate qui: https://www.gentechegioca.it/smf/index.p ... 739.0.html)

Offline Moreno
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 29 agosto 2010
Goblons: 0.00
Località: Forlì (FC)
Mercatino: Moreno

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2013, 8:46

C'era un po' di tutto: Mediterraneo (grazie a tutti delle belle parole) era volutamente un classico perché voleva introdurre gli ignari al filone dei giochi di ruolo di allora; De Eloquentia era un gioco in cui il concetto di gruppo conviveva con obiettivi individuali in contrasto fra loro; La regola del gioco era un sistema del tutto inconsueto in cui ambientazione e soggetto dell'avventura venivano sviluppati assieme da narratore e giocatori in un incontro preliminare, e non c'era nemmeno un numero perché i giocatori sviluppavano i personaggi proponendo liberamente una serie di aggettivi (per esempio, dalla partita riportata nelle regole, "curioso", "intraprendente", "testardo", "colto", "nervoso", "raffinato", "asciutto", "agile", "attento") di cui descrivevano la portata (quanto agile? quanto attento?) in una serie di "provini" prima dell'avventura vera e propria.

Qualche doppione di qualche titolo lo ho, a casa dei miei, se qualcuno è davvero interessato.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5417
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2013, 8:57

Ci siamo incrociati con il post di Moreno, per cui ora rispondo a lui.

Non ho mai detto che TWERPS o i Duemila fossero dei nanogames o "la stessa cosa". Ho solo inteso dire che ai loro tempi hanno cercato di mostrare come un gdr potesse essere valido e funzionante, e magari utile a propagare l'hobby, anche se non era di 96, 128, 256 o chissà quante pagine formato A4 come la maggior parte dei giochi in commercio allora ma parecchio, parecchio più piccolo - le 25.000 battute bestiario e avventura compresi di Mediterraneo, per dire, equivalenti a 5 pagine della rivista Kaos di allora (per un equivalente formato A4). Anche meno: anche solo una pagina di rivista (vedi Vento Nero). E che all'epoca c'erano state reazioni molto scettiche a questo "asciugamento": invece oggi siamo arrivati addirittura al biglietto da visita, non male come nuovo e stupefacente traguardo di quel processo di "asciugamento".

L'unica cosa che ho chiamato "nanogame" nei miei post sono i Bonsai della daVinci, e qui spero tu possa riconoscere una forte affinità anche se il genere ludico è diverso (giochi da tavolo e non di ruolo). Forte affinità dimensionale/materiale perché il gioco completo sta in una carta da gioco, praticamente equivalente a un biglietto da visita. Sia funzonale, perché si tratta di carte distribuite gratuitamente all fiere e in altre occasioni, con i dati dell'editore sopra: hanno fatto esattamente la funzione dei biglietti da visita, insomma.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5417
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda nakedape » 13 giu 2013, 9:02

Anni fa (era il 2003) publicammo sul retro del volantino del Flying Circus un gdr di quattro o cinque righe.
Era quindi parte integrante del volantino stesso, ed era basato sul tiro di un D4.
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12697
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2013, 9:14

Chiudo con una citazione di Luca Giuliano, che segnala giochi essenziali più antichi e più brevi di quelli che ho citato io. Dopo aver parlato di "Vento Nero", commenta:

"Lo stile è quello inaugurato da R.O.L.E. – Règles Optionelles Limitées à l’Essentiel (1985), di F. Nédélec e D. Guiserix, apparso quasi per scherzo sulla rivista francese Casus Belli (n. 34): in sole tre pagine c’erano le regole e due avventure. Altri in seguito si sarebbero cimentati in questa sfida a scrivere il GdR essenziale. Il più “estremista” è Binary RPG di B. Triplet (1990), che pretende di aver scritto un GdR “universale” in una pagina e che utilizza una sola moneta per la risoluzione di tutte le azioni. Il più completo è sicuramente TWERPS – The World’s Easiest Role-Playing System, di Jeff e Manda Dee..."
(da "Inventare destini - i giochi di ruolo per l'educazione", La Meridiana, Molfetta 2003)


Non conosco Binary, ma mi consta che abbia tre paragrafi di regole. Così a naso, e pronto a ricredermi dopo averlo letto, direi che siamo a dimensioni da nanogame.

PS - Un plauso al Flying Circus! ;)
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5417
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Prossimo

Torna a [GdR] Giochi di Ruolo vari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti