[IMPRESSIONI] Lisboa

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, rporrini, Jehuty, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda Paino75 » 11 ott 2017, 15:46

pennuto77 ha scritto:Il tabellone è confusionario ed il gioco è complesso. Regole solo in inglese.
Secondo me è giocabile in due ma perde molto mordente perché il gioco scala poco. Soprattutto sulle carte obbiettivo.


Come regole solo in inglese :Straeyes:
Ma l'edizione Giochix non ha mica il regolamento in italiano??
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda Capricornus » 11 ott 2017, 16:30

Si l edizione giochix ha regolamento, ma soprattutto i player aid in italiano
Offline Capricornus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1912
Iscritto il: 02 maggio 2013
Goblons: 30.00
Località: Bari lecce
Mercatino: Capricornus

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda pennuto77 » 11 ott 2017, 16:45

Paino75 ha scritto:
pennuto77 ha scritto:Il tabellone è confusionario ed il gioco è complesso. Regole solo in inglese.
Secondo me è giocabile in due ma perde molto mordente perché il gioco scala poco. Soprattutto sulle carte obbiettivo.


Come regole solo in inglese :Straeyes:
Ma l'edizione Giochix non ha mica il regolamento in italiano??


Regole disponibili on line solo in inglese intendevo
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 9688
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 2,570.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda Paino75 » 12 ott 2017, 2:01

Capricornus ha scritto:Eccoti le regole in Italiano. Questo youtuber è molto bravo.
https://m.youtube.com/watch?v=5dgfSvCSSW4


Ottimo video, grazie :approva:
.....certo che il gioco mi sembra alquanto complesso e poco intuitivo. Non si avverte minimamente il tema e questo complica le cose secondo me. Alla prima impressione mi sembra un gioco difficile con tante piccole regole e alcune cose slegate fra loro....prima di giocare servirebbe un analgesico :asd:
Spero di sbagliarmi e magari qualcuno che ha avuto modo di provarlo, di giocarlo spero possa smentire le mie prime impressioni.
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda FiNeX » 12 ott 2017, 23:29

Paino75 ha scritto:.....certo che il gioco mi sembra alquanto complesso e poco intuitivo. Non si avverte minimamente il tema e questo complica le cose secondo me. Alla prima impressione mi sembra un gioco difficile con tante piccole regole e alcune cose slegate fra loro....prima di giocare servirebbe un analgesico
Spero di sbagliarmi e magari qualcuno che ha avuto modo di provarlo, di giocarlo spero possa smentire le mie prime impressioni.


Il tema invece si sente eccome. Mi ricollego a quanto scritto da pennuto qualche post precedente: in due giocatori le carte obbiettivo sono preponderanti più che altro perché si riesce ad accumularne molte di più rispetto ad una partita in 3-4 persone. Però personalmente non l'ho trovato sbilanciato, anzi: costringe ancora di più a stare attenti alle proprie scelte.

Se proprio vogliamo trovare un difetto qui Lacerda ha reso il tutto molto più complesso rispetto allo standard a cui ci aveva abituati trasformando di fatto le prime partite ad un "usiamo un pomeriggio solo per imparare le regole" visto che il manuale in effetti non è proprio lineare ed è piuttosto denso di concetti da imparare. Però questo "difetto" evidenzia un pregio dello stile di questo autore: tutte le regole ed i meccanismi sono logicamente interconnessi tra di loro (e con l'ambientazione).
Offline FiNeX
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Programmer
TdG Administrator
 
Messaggi: 615
Iscritto il: 15 dicembre 2014
Goblons: 0.00
Località: web
Utente Bgg: finex
Facebook: FiNeX.org
Twitter: finex
Mercatino: FiNeX
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Telegram Fan

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda Paino75 » 13 ott 2017, 23:03

FiNeX ha scritto:
Paino75 ha scritto:.....certo che il gioco mi sembra alquanto complesso e poco intuitivo. Non si avverte minimamente il tema e questo complica le cose secondo me. Alla prima impressione mi sembra un gioco difficile con tante piccole regole e alcune cose slegate fra loro....prima di giocare servirebbe un analgesico
Spero di sbagliarmi e magari qualcuno che ha avuto modo di provarlo, di giocarlo spero possa smentire le mie prime impressioni.


Il tema invece si sente eccome. Mi ricollego a quanto scritto da pennuto qualche post precedente: in due giocatori le carte obbiettivo sono preponderanti più che altro perché si riesce ad accumularne molte di più rispetto ad una partita in 3-4 persone. Però personalmente non l'ho trovato sbilanciato, anzi: costringe ancora di più a stare attenti alle proprie scelte.

Se proprio vogliamo trovare un difetto qui Lacerda ha reso il tutto molto più complesso rispetto allo standard a cui ci aveva abituati trasformando di fatto le prime partite ad un "usiamo un pomeriggio solo per imparare le regole" visto che il manuale in effetti non è proprio lineare ed è piuttosto denso di concetti da imparare. Però questo "difetto" evidenzia un pregio dello stile di questo autore: tutte le regole ed i meccanismi sono logicamente interconnessi tra di loro (e con l'ambientazione).


Ma le carte obbiettivo sono contenute anche nell'edizione base/standard oppure solo nell'edizione deluxe/kickstarter? Lo chiedo perché mi era sembrato di aver letto o sentito da qualche parte che forse erano contenute solo nell'edizione deluxe/kickstarter.
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda FiNeX » 14 ott 2017, 1:26

Paino75 ha scritto:
FiNeX ha scritto:
Paino75 ha scritto:.....certo che il gioco mi sembra alquanto complesso e poco intuitivo. Non si avverte minimamente il tema e questo complica le cose secondo me. Alla prima impressione mi sembra un gioco difficile con tante piccole regole e alcune cose slegate fra loro....prima di giocare servirebbe un analgesico
Spero di sbagliarmi e magari qualcuno che ha avuto modo di provarlo, di giocarlo spero possa smentire le mie prime impressioni.


Il tema invece si sente eccome. Mi ricollego a quanto scritto da pennuto qualche post precedente: in due giocatori le carte obbiettivo sono preponderanti più che altro perché si riesce ad accumularne molte di più rispetto ad una partita in 3-4 persone. Però personalmente non l'ho trovato sbilanciato, anzi: costringe ancora di più a stare attenti alle proprie scelte.

Se proprio vogliamo trovare un difetto qui Lacerda ha reso il tutto molto più complesso rispetto allo standard a cui ci aveva abituati trasformando di fatto le prime partite ad un "usiamo un pomeriggio solo per imparare le regole" visto che il manuale in effetti non è proprio lineare ed è piuttosto denso di concetti da imparare. Però questo "difetto" evidenzia un pregio dello stile di questo autore: tutte le regole ed i meccanismi sono logicamente interconnessi tra di loro (e con l'ambientazione).


Ma le carte obbiettivo sono contenute anche nell'edizione base/standard oppure solo nell'edizione deluxe/kickstarter? Lo chiedo perché mi era sembrato di aver letto o sentito da qualche parte che forse erano contenute solo nell'edizione deluxe/kickstarter.
Scusami, mi ero confuso ed ho sbagliato a scrivere... Mi riferivo alle carte decreto. Non so le carte obiettivo se fanno parte solo dell'edizione ks. Su giochistarter non è specificato?
Offline FiNeX
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Programmer
TdG Administrator
 
Messaggi: 615
Iscritto il: 15 dicembre 2014
Goblons: 0.00
Località: web
Utente Bgg: finex
Facebook: FiNeX.org
Twitter: finex
Mercatino: FiNeX
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Telegram Fan

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda polloviparo » 14 ott 2017, 9:16

Provato ieri sera, eccomi qui a condividere le mie impressioni.

Gli elementi stilistici di Lacerda, nel bene e nel male, ci sono tutti.
Molte meccaniche per chi ha giocato suoi titoli precedenti, risulteranno subito familiari.
L'utilizzo della barra influenza, ricorda ad esempio quanto già visto per la barra prestigio di "the gallerist", abbiamo poi la possibilità di effettuare mosse al di fuori del proprio turno, ecc...

Sicuramente rispetto a quanto visto fino ad oggi c'è un ulteriore processo di raffinazione.
Siamo lungi dall'avere un gioco "elegante e pulito" e non mancano le solite mille regole e regolette, ma chi apprezza l'autore sa cosa aspettarsi.
La spiegazione richiede un po' di tempo, ma una volta capito il flusso di gioco, tutto scorre liscio.
Le tipologie di azioni non sono tantissime e sono attivabili tramite l'utilizzo delle carte sulla propria plancia o su quella generale per influenzare i nobili (spendendo punti influenza).

Il motore centrale è sicuramente quello della ricostruzione della città di Lisbona (che paga molto in termini di punti).
Fondamentalmente si tratta di costruire edifici pubblici (che richiedono architetti) e privati su una griglia.
I privati sono codificati per colore e vanno posizionati con accesso sulle rispettive strade, i pubblici attribuiscono punti in base ad un match del colore.
Dicevo che paga molto in termini di punti perchè oltre ad uno score immediato in fase di costruzione, in base alla colonna, è previsto anche un bonus di maggioranza a fine partita.
Nel processo di costruzione troviamo una sorta di set collection delle macerie, che ci permette di immagazzinare più risorse, piazzare più carte sulla propria plancia, ecc...
Le merci sono utilizzate sia per fare azioni, che per essere vendute sulle navi.
Abbiamo poi le carte "decreto" che altro non sono se obiettivi che danno punti a fine partita.

Come in tutti i Lacerda, questi elementi si incastrano alla perfezione e per poter fare qualcosa, devi prima aver fatto qualcos'altro.
Ad esempio per costruire servono molti soldi, quindi magari prima devi produrre merci e poi venderle.
Per venderle ci deve essere una nave con una stiva disponibile, quindi prima tu o qualcun'altro deve averla costruita e così via.
Le stesse carte decreto richiedono la verifica di certe condizioni, quindi se non le realizzi, non sei in grado di fare molti punti.
Questo porta spesso alla sensazione di "coperta corta", elemento che io apprezzo, ma so che non è per tutti così.
Sono sincero, mi ha colpito un po' meno di "the gallerist", in cui da subito ero rimasto "stregato" dalla linearità delle azioni e da come era stata realizzata l'aderenza al tema.
Mi era piaciuta molto la galleria in cui esporre le proprie opere d'arte, lo scoprire un artista, il promuoverlo mediante campagne pubblicitarie per far salire il valore delle sue opere, ecc...
Qui alla fine siamo in un campo più "abusato": costruire edifici, produrre, merci, venderle imbarcandole su una nave...

Resta il fatto che stiamo parlando di un ottimo gioco, ancora forse un po' troppo barocco per il gusto di molti, ma un acquisto imprescindibile per i fan dell'autore.
Non ultimo il fatto che, essendo sicuramnte il suo gioco più "semplice", sarà anche quello che riuscirete a mettere più "a cuor leggero" sul tavolo.
Sicuramente siamo ancora lontani dal poterlo proporre a giocatori non assidui, ma una durata contenuta (fatta eccezione per la prima partita in cui vi dovrete districarvi fra le innumerevoli icone è ragionevole ipotizzare massimo un paio di orette) e una complessità non "da mali di testa", possono essere un ottimo incentivo ad "impiattarlo" una volta in più, piuttosto che una volta in meno.

Il ivello di interazione è direi buono. Ne abbiamo sia di tipo diretto: le merci si possono vendere sulle imbarcazioni altrui, gli edifici pubblici agiscono su gli edifici di tutti (quindi bisogna prestare attenzione quando si cotruiscono), che di tipo indiretto: costruire nella location più appetibile per punteggio o bonus di costruzione, accapparrarsi la carta decreto più interessante.
L'espediente della possibilità di giocata fuori turno, questa volta mediante l'utilizzo di token favore, risolve eventuali problemi di downtime.
Per qualità di materiali siamo ai livelli di quanto già visto con the gallerist, token di grande spessore, plance personali robuste (questa volta con incavi per non far schizzare via i cubetti se le colpite per sbaglio), plancia enorme e chi più ne ha più ne metta.

Insomma superato lo scoglio del prezzo "importante" e mi fermo qui perchè potrei diventare polemico, un ottimo titolo per gli amanti di Lacerda, ma anche dei giochi euro con un certo spessore.
Offline polloviparo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 21 settembre 2005
Goblons: 280.00
Località: Forlì
Mercatino: polloviparo

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda odlos » 14 ott 2017, 13:14

polloviparo ha scritto:...

Insomma superato lo scoglio del prezzo "importante" e mi fermo qui perchè potrei diventare polemico, un ottimo titolo per gli amanti di Lacerda, ma anche dei giochi euro con un certo spessore.


Se non fosse per il prezzo, l'avrei già preso, lo stesso ragionamento lo avevo fatto per The Gallerist che comunque si trova in commercio a prezzi più "umani".
Pur apprezzando l'autore non sono così fan da spendere più di 100 euro per un gioco che rischia di vedere il tavolo poche volte, già Kanban non ha avuto riscontri così positivi nel mio gruppo (il solo CO2 viene proposto con regolarità).

Grazie per le impressioni :approva:, continuerò a monitorare l'andamento dei prezzi, ma visto il numero esiguo di copie, mi sa che dovrò aspettare un'eventuale ristampa.
Immagine

Immagine
Offline odlos
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3460
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 20.00
Località: Chiasso
Mercatino: odlos
Sei iscritto da 1 anno. Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda Capricornus » 19 ott 2017, 9:22

Me buongiorno Immagine
Offline Capricornus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1912
Iscritto il: 02 maggio 2013
Goblons: 30.00
Località: Bari lecce
Mercatino: Capricornus

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda Paino75 » 19 ott 2017, 17:37

Per chi fosse interessato sul sito Giochix è venduto a circa 100€, sembra che sia il prezzo più basso che sono riuscito a trovare in rete. Ci sono ancora pochi pezzi disponibili.

http://www.giochix.it/scheda.php?lingua ... 47&crowd=0
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda leggendario » 17 gen 2018, 19:07

Ciao a tutti, ma di un regolamento da scaricare in ITA non c'è traccia? Sul sito giochix vedo solo le regole per il solo e la paginetta dedicata agli stretch goal
Offline leggendario
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 234
Iscritto il: 12 settembre 2013
Goblons: 0.00
Località: Roma (RM)
Utente Bgg: leggendario
Mercatino: leggendario

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda fullmetaljack » 16 feb 2018, 22:37

Sintesi breve: voto 6-

Dopo alcune partite dico la mia. Ne servirebbero forse altre per approfondire alcuni aspetti. Al momento la voglia è passata. :morto:

Il 2018 inizia con questa delusione ludica. Avevo anche finanziato la campagna Kickstarter. La scatola è maestosa e i componenti incredibili. La versione Kickstarter è ancora più bella.

L'inizio è spaesante, ma questo era già noto. Con qualche partita in più la matassa si inizia a districare e anche i tempi di gioco e di turno si accorciano.

Non ho gradito soprattutto il fatto di giocare diverse ore e dover convivere con molte scelte tattiche, troppe. Fatico ad impostare una strategia. Cerco piuttosto di tirare fuori il massimo da quanto mi offre la plancia, soprattutto i decreti iniziali. Le carte successive, dopo che la plancia viene riempita nuovamente, possono essere frustranti. Alcune possono favorirti perché affini a quanto stavi già perseguendo (es. costruire nella tale riga o il tale tipo di negozio), altre perché sulla plancia è già presente, a prescindere da quanto hai fatto finora, una condizione vantaggiosa (es. 1pv per ogni edificio pubblico verde a ovest e ce ne sono 3-4; nella condizione opposta questa carta è inutile e toglie spazio ad altri decreti, non possono essere scartate). Ha senso prendere un decreto per toglierlo all'avversario? Il mazzo è troppo numeroso per fare delle supposizioni basandosi sulle prime 8-10 carte che appaiono.

Alcune tessere della Chiesa sono troppo situazionali, altre fortissime in maniera più continua (es. +2 monete ogni volta che visiti l'architetto "verde", azione che richiede molti soldi; presa o trovata all'inizio può portare un bel bottino di soldi). Anche qui stesso discorso di sopra: una pesca fortunata può rivelare una tessera ghiotta per il giocatore successivo. Qui c'è un minimo di margine per limitare i "regali" ovvero cercare di prendere sempre la tessera dietro a dove si ferma il cardinale. Non sempre fattibile, ma da tenere presente.

A partita inoltrata le azioni possono iniziare a sentirsi ripetitive e scontate?
L'interazione (ovviamente indiretta) è bassa ed è difficile darsi fastidio, fatta eccezione per il furto degli spazi per costruire gli edifici o qualche tessera/decreto. Si può "seguire", alla The Gallerist, ma è una scelta spesso da fare nell'immediato per sfruttare uno spiraglio.

Trovo questa recensione in linea con il mio pensiero (e sicuramente meglio argomentata):



PS mi è piaciuto molto The Gallerist. Non so ancora dire se gradisco questo autore. Al momento siamo 1-1 e palla al centro. Vedremo con CO2. Non ho ancora avuto occasione di provare gli altri.
Offline fullmetaljack
Iniziato
Iniziato

 
Messaggi: 316
Iscritto il: 11 febbraio 2016
Goblons: 0.00
Località: Varazze
Utente Bgg: fullmetaljack
Board Game Arena: fullmetaljack
Mercatino: fullmetaljack

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda acidshampoo » 8 apr 2018, 2:01

Pessimo.
Già Lacerda mi piace poco, qui lo trovo al suo peggio. Un gioco farraginoso, barocco nel senso brutto del termine, lungo e ripetitivo, molto più complicato che profondo, controintuitivo con tanto di libretto per ogni giocatore con cui interpretare tutti gli infiniti simboli. E soprattutto zero divertente. Componentistica bellissima, quello sì.
Ho giocato malissimo, senza neanche averci capito tanto, nonostante questo ho vinto con distacco contro il proprietario del gioco alla sua seconda partita, di solito per me imbattibile e che faceva tutto con un senso. Pure questo per me la dice lunga. Ho avuto anche l'impressione che la strategia dei decreti, per quanto situazionale, sia più remunerativa del resto.

Inviato dal mio MI MAX 2 utilizzando Tapatalk
Offline acidshampoo
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3208
Iscritto il: 13 ottobre 2012
Goblons: 0.00
Località: Arezzo
Utente Bgg: acidshampoo
Mercatino: acidshampoo

Re: [IMPRESSIONI] Lisboa

Messaggioda bibea » 9 apr 2018, 11:38

Preso sabato nella versione retail con alcuni add-on della versione kickstarter (le carte obiettivo, le due plancette per le carte e altro che non ricordo), fuori dalla retail ci sono alcuni puzzilli di legno solod i bellezza, due sacchetti di bellezza ed alcuni token che invece mi sembra di capire che aggingono qualcosa di concreto al gioco.
La domanda è: il pack da 24 euro aggiunge solo le parti mancanti o ci sono dentro anche gli add-on inseriti nella retail (e quindi andrei a comrapre dei doppioni)?
Il gioco promette bene, ho letto qualcuno dire che è il più facile dei Lacerda, a me Vinhos riuslta molto facile da giocare (poi saperlo giocar bene è un'altra cosa), più facile anche di Vinhos? Magari direi! ;)
The World changed. Crime did not.
Offline bibea
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 1869
Iscritto il: 13 febbraio 2012
Goblons: 20.00
Località: Roma
Mercatino: bibea

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Aluccio e 2 ospiti