Lucca C&G 2011: offerte?

Sulla famosa manifestazione di giochi e fumetti. About the famous event related to comics and games

Messaggioda Crow » 8 nov 2011, 21:28

mikelezz ha scritto:Aprire uno store online è veramente una megacavolata.
Con un prezzo ridicolo ti fai un server su cui hostare un sito già preimpostato (es. oscommerce) su cui basta aggiungere i prodotti.
La cosa ancora più semplice è se questi prodotti, altro che bagno libero, neppure te li tieni in magazzino, ma fai da intermediario, quando non ancora dropshipping (non starò a spiegare troppo i termini).
Quindi per favore non mischiamo pere con mele.
D'altro canto è anche questo il motivo per cui i siti online riescono a spingere più sui prezzi, non offrono e non devono offrire molte cose che invece un cliente ricerca in un negozio fisico, come cordialità, competenza, consigli, amicizia, scatole demo, amici con cui giocare, etc.
Peraltro l'estrema facilità di aprire un sito di ecommerce spinge molte persone totalmente incapaci in termini imprenditoriali a cimentarsi nell'impresa, con risultati destabilizzanti per l'intero mercato (ovvero gente che paga i collaboratori a nero, che non versa l'iva mensile, che se ne frega dell'intrastat, quando non ancora compra da privato e rivende da azienda).


Fra 'aprire un e-store' e 'vendere campandoci con un e-store' ce ne passa.
A fare come dici tu... "la megacavolata" sai cosa ottieni? Che non vendi neanche un sacchetto di carta al tuo migliore amico.

Non tutti operano con oscommerce. Non tutti sono hostati su server da quattro soldi. Non tutti fanno intermediazione. Chi fa queste cose non sono professionisti dell'e-commerce e presto o tardi faranno un bel capitombolo. Professionista è chi ti garantisce un sito proprietario ricco di informazioni e sempre aggiornato, professionista è chi ti garantisce oltre 600 titoli in pronta consegna (titoli reali, non doppioni di doppioni). Professionista è chi, quando gli scrivi una mail di richiesta informazioni, non ti copia e incolla quello che è scritto su tdg o boardgamegeek.
C'è negozio e negozio, e-store e e-store. C'è chi fa le cose in regola e chi fa porcate.
Ma questo vale in tutti i settori.

Prova a servirti fra i veri e-store e vedrai chi ti offre un servizio serio e professionale e chi fuffa. Tutti gli esempi che hai fatto sono semplicemente assurdi e fanno di tutta l'erba un fascio.

Credi forse che non riceviamo decine e decine di e-mail giornaliere con richieste di informazioni sui prodotti? Da cosa contiene la scatola, a come funziona il gioco tal dei tali, alle previste ristampe, alla qualità dei materiali, ai consigli per gli acquisti o i regali.
Credi che ci possiamo permettere di non essere cordiali o amichevoli? O che possiamo permetterci di non conoscere i prodotti sul mercato? Ma di cosa stiamo parlando?

Lavorare come intermediario? A parte che nessun editore/distributore italiano accetta una soluzione simile (e molti di loro che leggono su questo forum te lo potranno confermare), ma figurati poi quanto ti dura un cliente che ordina un prodotto da te e se lo vede recapitato da Red Glove. Passa direttamente a Red Glove, che ci viene a fare da me? A pagarmi il costo di mediazione? E questo senza contare i tempi di consegna che si allungano.

L'attività di e-commerce è complicata dalla distanza e per guadagnarsi la fiducia di un cliente ci vogliono un sacco di tempo e investimenti. Devi investire in pubblicità, devi investire in formazione, in competenza, nella qualità degli imballaggi e dei fornitori di cui ti servi (compresi i corrieri).

Non commentiamo poi la parte su lavoro nero ed evasione fiscale che non c'entrano niente con il confronto costi e-store/negozio fisico visto che in quel caso si parla di questioni di natura fiscale, legale e penale (e se hai nomi di evasori, perché non li denunci e ci salvi tutti?). Anzi, se proprio vogliamo dirla tutta è molto più facile fare nero con i contanti che non con transazioni regolarmente registrate sui conti correnti bancari (vedi carte di credito e bonifici) con tanto di causali. Tralasciamo anche i deliri sul comprare da privato e rivendere da azienda (???) che non riesco neanche a capire cosa voglia dire e quale convenienza o persino senso economico/contabile/fiscale avrebbe.

Ma perfavore.
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Messaggi: 965
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca
Mercatino: Crow

Messaggioda Gerald » 8 nov 2011, 23:21

Devo constatare che il settore dei boardgames in Italia è strano va tutto al contrario del mercato cosi come uno se lo aspetta le regole economiche qui vengono sovvertite. Il prezzo non lo fa l'incontro tra domanda e offerta ma anzi meno c'è domanda più si aumentano i prezzi secondo una geniale regola economica fortemente innovativa..................In più quando i clienti richiedono semplicemente piccoli accorgimenti per facilitare gli acquisti non vengono presi in cosiderazione ma anzi sono il pretesto per diatribe interne tra i venditori arroccati in difesa dei loro traballanti fortini. Non so vorrei un giorno vedere un mercato florido dei giochi da tavolo in Italia non pochi adepti che si riuniscono in tane per giocare, ma un fenomeno di massa che coinvolga famiglie, ragazzi, bambini, che invece di rimbambirsi davanti a xbox, playstation, e wii (questi ahinoi si molto popolari e ricchi) utilizzassero il tempo libero in modo più intelligente e creativo. Secondo me basterebbe poco uno sforzo per prezzi più oculati che aumentino la domanda e relativamente l'acquisto di giochi che si autoreferenziassero con il passa parola con forme di pubblicità derivanti dal coinvolgimento di una platea più vasta che abbia la possibilita di comprare molti più titoli e creare una cultura del gioco da tavolo alla portata di tutti.
Continuando cosi rimaniamo una specie a rischio, sulla via dell'estinzione.
Offline Gerald
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1200
Iscritto il: 20 luglio 2011
Goblons: 0.00
Mercatino: Gerald

shaka

Messaggioda SHAKA » 9 nov 2011, 0:30

I prezzi in questi ultimi anni hanno subito un'impennata paurosa, per fare un esempio un gioco del taglio di starcraft di listino l'ho pagato 60 euro nel 2009. Runewars o horus heresy, che sono dello stesso taglio, l'anno scorso venivano 100!!! Il gioco medio è aumentato dalla fascia 30/40 euro alla fascia 40/50. Davvero dove andremo a parare...però a sbagliare per far funzionare il mercato sono i clienti che chiedono sconti non i venditori che non li concedono. Del resto se non possono o hanno costi troppo elevati oppure non vogliono diminuire il loro margine di profitto, in entrambi i casi se questo è il trand si rischia il collasso del mercato: è inutile produrre e sostenere i prezzi quando i consumi sono bassi. E' questo il motivo della differenza del mercato dei giochi da tavolo in Italia rispetto alla Germania per esempio, dove i prezzi contenuti incentivano i consumi che in proporzione aumentano i profitti dei venditori, però qui invece siamo in Italia....
Offline SHAKA
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2282
Iscritto il: 09 novembre 2007
Goblons: 90.00
Mercatino: SHAKA

Messaggioda mocs » 9 nov 2011, 1:29

mikelezz ha scritto:... molte cose che invece un cliente ricerca in un negozio fisico, come cordialità, competenza, consigli, amicizia

hai dimenticato cortesia, convenienza e anche l'ampio parcheggio all'ingresso.
E' STATO BELLO!
Immagine
Socio Fondatore:
Immagine
Offline mocs
Goblin Artisticus
Goblin Artisticus

Avatar utente
Top Uploader
Game Illustrator
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: 26 giugno 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: mocs

Messaggioda nakedape » 9 nov 2011, 4:13

Secondo me non ha senso paragonare store online con negozi fisici.
E' come mischiare pere con mele. I prezzi più o meno stanno lì (specie a scatola singola). Il negozio online può raggiungere più utenti e in questo caso più utenti interessati. Il negozio fisico mi da il valore aggiunto, per me non trascurabile, di dare maggiore visibilità al mio hobby.

Poi sul discorso prezzi ne ho lette di tutti i colori. Soprattutto però credo che il modello proposto da Gerald sia sbagliato perchè non tiene conto di molti fattori.
Intanto è anche vero che il gamer è un tirchio per cui vuole spendere il meno possibile. Ma però vuole spendere. A me francamente mi interessa che il gioco sia BELLO. Un gioco ciofeca a pochi euro ve lo lascio. Un gioco bello, soffro e aspetto, ma prima o poi lo compro. L'idea che i giochi a prezzi ridotti possano contribuire ad una maggiore diffusione mi sembra campata per aria. La maggior parte dei gamer che conosco ha decine di titoli, molti dei quali sono spesso dei doppioni all'interno della compagnia. Io non credo nè che il nostro hobby sia caro, nè che i soldi richiesti spaventino nuove persone all'ingresso.
I soldi per una scatola sontuosa sono quello che spenderebbe un gruppo di 4 persone per una sola serata ( e anche moscia) in un pub o al cinema. La scatola però ti dura molte più serate...

Per quanto riguarda l' aumento dei prezzi vi rimando al banale concetto di inflazione e congiuntura.
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Gerald » 9 nov 2011, 9:42

Continuiamo a parlare sempre dei gamer incalliti, di quelli che tanto spendono comunque ma quanti sono?? In proporzione molto pochi, io parlo di affermarsi su un mercato molto più vasto e una politica dei prezzi la devi fare, il gamer non è tirchio il gamer ha molte altre spese a cui pensare ( hai presente magari la famiglia) non è un soggetto astratto libero da qualsiasi incombenza con illimitata capacità di spesa, non è che non vuole spendere spesso non può spendere si deve limitare necessariamente e di titoli ne comprerà sempre di meno se i prezzi salgono.
Offline Gerald
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1200
Iscritto il: 20 luglio 2011
Goblons: 0.00
Mercatino: Gerald

Messaggioda Beld » 9 nov 2011, 16:34

D'altro canto è anche questo il motivo per cui i siti online riescono a spingere più sui prezzi, non offrono e non devono offrire molte cose che invece un cliente ricerca in un negozio fisico, come cordialità, competenza, consigli, amicizia, scatole demo, amici con cui giocare, etc.


Mai conosciuto, in tutta la mia vita, un negozio fisico (che venda giochi) in grado di offrirmi la benchè minima caratteristica di quelle hai scritto.
Offline Beld
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 194
Iscritto il: 28 febbraio 2011
Goblons: 0.00
Località: Cagliari
Mercatino: Beld

Messaggioda crotalo » 9 nov 2011, 16:46

Beld ha scritto:
D'altro canto è anche questo il motivo per cui i siti online riescono a spingere più sui prezzi, non offrono e non devono offrire molte cose che invece un cliente ricerca in un negozio fisico, come cordialità, competenza, consigli, amicizia, scatole demo, amici con cui giocare, etc.


Mai conosciuto, in tutta la mia vita, un negozio fisico (che venda giochi) in grado di offrirmi la benchè minima caratteristica di quelle hai scritto.


mi spiace per te!

a stratagemma a Firenze ti danno consigli e spesso hanno giocato molti dei giochi che vendono:

-la cortesia dipende da chi c'è ma lo standard è sempre alto tranne nei periodi di grosso pienone dove non si possono dilungare con ogni cliente
-amicizia .... boh non so ... non sono amico loro ma se c'è calma una chiacchiera la fanno con tutti
- demo: ce ne sono tante almeno ogni settimana un gioco diverso e hanno dei giochi da poter provare tra cui anche titoli abbastanza nuovi
- di doluto ci trovi anche persone con cui poter giocare ma ovviamente dipende dal giorno e cmq c'è la bacheca annunci

a Padova c'è il Lameks dove ci troviamo a giocare tutti i venerdì sera ... ma qui conosco bene il negoziante quindi non so dirti ... per adesso non fa prove di giochi aprendo le scatole in vendita ma conosce e consiglia abbastanza bene sui giochi e sulle altre cose che vende

poi è vero che quelli della Gamesworkshop sia di firenze che di padova li avrei sgozzati ("ehi ciao ti posso dare una mano?" con il gesto di stringere la mano a battuta e quell'aria di commesso di intimissimi che ti vuole vendere qualcosa)
ciao
Antonio
quello che vendo
Offline crotalo
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2904
Iscritto il: 20 gennaio 2006
Goblons: 0.00
Località: Padova
Mercatino: crotalo

Messaggioda glassa84 » 9 nov 2011, 16:52

purtroppo mi accodo al commento di Beld: qua da me non ci sono negozi "fisici" che ti spiegano i giochi prima di acquistarli, te li fanno provare e si fermano a parlare con te sulla giocabilità di uno piuttosto che dell'altro.
L'unica risorsa a livello informativo è la tana e per l'acquisto ci si appoggia ai negozi online :roll: ;)
Offline glassa84
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 697
Iscritto il: 05 maggio 2008
Goblons: 0.00
Località: Granarolo (RA)
Mercatino: glassa84

Messaggioda Khronos » 9 nov 2011, 21:00

Di solito la penso diversamente da Crow basta vedere le scaramucce che abbiamo avuto su un altro thread ma questa volta gli devo dare ragione, come politica gestionale ed imprenditoriale il suo discorso non fa una piega, per quanto riguarda i prezzi, o si tratta di e-commerce o negozio fisico,ognuno aggiunge il proprio ricarico ma fortunatamente ce ne sono tanti sui quali valutare opportuni acquisti.........
P.S
Crow mi hai fatto una makumba...carcassonne big box non l'ho ricevuto causa problemi con fornitori....comincio a temerti... :grin:
"La saggezza della natura è tale che ella non produce niente di superfluo o inutile."
Niccolò Copernico
Offline Khronos
Bannato
Bannato

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 3553
Iscritto il: 16 agosto 2010
Goblons: 39,400.00
Utente Bgg: khronosTdG
Mercatino: Khronos
Agricola fan Through the ages Fan Twilight Struggle fan Sgananzium Fan Sei iscritto da 5 anni. Sono un cattivo The Castles of Burgundy Fan Smallworld Fan Hai fatto l'upload di piu di 100 file. Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Alhambra Fan Io gioco col nero Ferrari fan Napoli fan Amo la Nutella!!!! Playstation fan Ilsa Magazine fan Podcast Fan

Messaggioda Rayden » 9 nov 2011, 21:43

Intervengo forse un po' a scoppio ritardato, ma pur sempre in topic, per porre una domanda a Frost (non è maliziosa, ti prego di non fraintendere il tono-che-nei-forum-non-si-sente).

Capisco -l'hai spiegata mille volte- la tua teoria della filiera che non va saltata e la politica di non fare sconti per foraggiare il più possibile i negozi fisici, perché questi portano ad allargare il bacino di clienti. Però, dal mio personale punto di vista, faccio questa riflessione. Sono un "gamer", un giocatore appassionato nonché nel mio piccolo un collezionista, e in quanto tale ho forti possibilità di fare divulgazione, cosa che in effetti mi capita molto spesso, con enorme dispendio di soldi e tempo; eppure lo faccio senza che nessuno me lo chieda. Inoltre, ad una fiera come Lucca ci vengono perlopiù persone, se non "gamers", comunque un minimo addentro nel settore (sia esso fumetti, videogiochi, gdr, sappiamo bene che sono ambienti molto vicini fra loro), di certo non gente completamente estranea, salvo percentuali irrisorie. Ora mi chiedo: fare sconti in fiera non avrebbe l'effetto positivo di incoraggiare questi inconsapevoli potenziali divulgatori, molto più di quanto non si rovini il mercato ai negozi fisici? In fondo, i clienti che hai a Lucca e che in teoria sottrarresti ai negozi fisici, sono una percentuale minima. Mentre potrebbero essere ben maggiori i potenziali clienti che giocherebbero ad un Ristorante Italia riportato a Pescara da me, uno tra i pochi scimmiati che è venuto fino a Lucca, perché ho deciso di comprarlo lì avendolo trovato ad un prezzo che non otterrei nel mio negozio (anziché dire "Vabbè, prima o poi lo comprerò a casa, tanto lo pago uguale", cosa che poi spesso non accade).
Che ne pensi?
Immagine
Offline Rayden
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Organization
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: 09 gennaio 2008
Goblons: 1,300.00
Località: Pescara
Mercatino: Rayden

Messaggioda mikelezz » 9 nov 2011, 22:40

Ultima modifica di mikelezz il 11 ott 2012, 0:58, modificato 1 volta in totale.
Offline mikelezz
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 02 novembre 2010
Goblons: 0.00
Mercatino: mikelezz

Messaggioda nakedape » 9 nov 2011, 23:37

Gerald ha scritto:Continuiamo a parlare sempre dei gamer incalliti, di quelli che tanto spendono comunque ma quanti sono?? In proporzione molto pochi, io parlo di affermarsi su un mercato molto più vasto e una politica dei prezzi la devi fare, il gamer non è tirchio il gamer ha molte altre spese a cui pensare ( hai presente magari la famiglia) non è un soggetto astratto libero da qualsiasi incombenza con illimitata capacità di spesa, non è che non vuole spendere spesso non può spendere si deve limitare necessariamente e di titoli ne comprerà sempre di meno se i prezzi salgono.


Io ho una famiglia, e, guarda un pò, ho diversi titoli ancora da provare e già penso ai successivi. Praticamente tutta la TdG di Bologna è nelle mia stesse condizioni. Non ci crede nessuno che uno non abbia 40 € al mese da dedicare alla propria passione. E' lo stesso costo di una palestra economica. Uscire con mia moglie + baby sitter mi costa di più di una scatola.
In italia non è una questione di prezzo, ma di diffusione culturale. Una ludoteca media ha già moltissimi giochi per i quali ci vorrebbero anni per giocarli tutti a fondo. Però la gente non ci va in ludoteca e il motivo non è che il nostro hobby è caro (mi viene da ridere se penso a cose come sci o ciclismo noi spendiamo bazzeccole), il motivo è che non conosce.
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda nakedape » 9 nov 2011, 23:47

mikelezz ha scritto: A meno che Frost non possieda una imponente rete commerciale e di marketing per cui riesca a spingere e martellare sul gioco anche senza il tuo e vostro aiuto (e, ancora, che io sappia non è questo il caso).


E sapete qual è l'unica speranza di Frost per averla? Smetterla di fare concorrenza alla parte capillare della propria rete.
Trovo un pò agghiacciante il modo in cui date per scontato che il prezzo giusto di Ristorante Italia sia 40 € e non 50€. Avete idea voi di come si decide un prezzo? Sapete quali sono i criteri? Se il vostro modello non si spinge oltre al banale domanda-offerta non riuscirete mai a comprendere una situazione così complessa. Sapete che possono esistere clausole vincolanti riguardo ai prezzi volute dai distributori?
E ancora: in realtà Frost deve capire quale sia l'aumento di acquirenti tra un prezzo di 40 e un prezzo di 50 €. Voi avete la risposta? Sapete che vi sono casi in cui non solo non c'è l'aumento, ma addirittura al diminuire del prezzo diminuisce anche la richiesta?
Tempo fa il mio fruttivendolo espose due casse di zucchine provenienti dallo stesso contadino. Una cassa veniva 3 € il chilo, l'altra 5. Indovinate quale si esaurì prima?
Esistono diverse teorie economiche che aiutano a stabilire un prezzo. E non sono banali.
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda nakedape » 9 nov 2011, 23:50

Rayden ha scritto: Ora mi chiedo: fare sconti in fiera non avrebbe l'effetto positivo di incoraggiare questi inconsapevoli potenziali divulgatori, molto più di quanto non si rovini il mercato ai negozi fisici?


8-O

Ma ti sei perso il preorder della Red Glove?
Sempre più perplesso... :roll:
Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12568
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

PrecedenteProssimo

Torna a Lucca Comics & Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti